Scarica PDF Scarica PDF

Che tu ci creda o meno, non sono solamente gli animali domestici a doversi preoccupare dei vermi. La sverminazione è un'operazione necessaria per chiunque soffra di un'infezione parassitaria, che si tratti di tenie, enterobi, anchilostomi o altro. Anche se queste patologie possono essere gravi, sono facili da curare e risolvere, grazie alla guida di un medico. Non preoccuparti, abbiamo la risposta a tutte le tue domande più frequenti, in modo che tu possa riprenderti nel modo più rapido ed efficiente possibile.

Metodo 1
Metodo 1 di 8:
Quali farmaci devo utilizzare contro i vermi?

  1. 1
    Usa un farmaco antielmintico. Alcune medicine di questo tipo, come il mebendazolo, il tiabendazolo e l'albendazolo, uccidono i vermi facendoli morire di fame. Altre, come l'ivermectina e il praziquantel, li paralizzano, in modo che tu possa espellerli con le feci.[1] Chiedi al tuo medico qual è il trattamento farmacologico più adatto a te.
  2. 2
    Prendi i farmaci per 1-3 giorni. La posologia del tuo trattamento varia in base al tipo di infezione che hai contratto; chiedi al medico indicazioni specifiche.[3]
    • Chiedi al tuo medico se anche la tua compagna, i tuoi coinquilini e i tuoi familiari devono assumere gli stessi farmaci.

Metodo 2
Metodo 2 di 8:
Esistono farmaci diversi per i vari tipi di vermi?

  1. 1
    Sì, ma alcune medicine sono interscambiabili. Di solito le infestazioni di tenie vengono curate con nitazoxanide, albendazolo o praziquantel, che richiedono la prescrizione di un medico.[4] Se invece hai i nematodi, il medico curerà la tua infezione con l'albendazolo.[5] Anche gli enterobi vengono curati con l'albendazolo o il mebendazolo, un farmaco simile.[6]

Metodo 3
Metodo 3 di 8:
Posso eliminare i vermi in modo naturale?

  1. 1
    No, non esistono prove concrete a sostegno dei rimedi naturali. Alcuni siti web parlano di metodi "naturali" per eliminare i vermi, come mangiare alcuni tipi di frutta, verdura, semi o prendere certi integratori. Purtroppo, non esistono molte prove scientifiche a sostegno di questi suggerimenti. Se hai i vermi, i farmaci sono un trattamento sicuro ed efficiente per curare l'infezione.
    • Uno studio sostiene che i semi secchi di papaya mescolati con il miele siano in grado di eliminare i vermi dalle feci.[8] Tuttavia, si tratta solamente di uno studio pilota e questo metodo non è ufficialmente consigliato da altri siti web medici.

Metodo 4
Metodo 4 di 8:
Quali sono i sintomi della presenza dei vermi?

  1. 1
    Puoi notare la presenza fisica dei vermi. La prossima volta che vai in bagno, osserva da vicino l'interno del wc. In alcuni casi, le persone notano vermi bianchi, simili a fili, nelle feci. Puoi anche notare un'irritazione rossa a forma di verme sulla pelle o sentire un forte prurito nella zona anale.[9]
  2. 2
    Soffri di dolori alla pancia e non defechi in modo normale. I vermi parassiti possono interferire molto negativamente con la tua vita quotidiana. Puoi sviluppare diarrea, dolori addominali che durano per più di 2 settimane o sentirti semplicemente molto male. Con il passare dei giorni e delle settimane, potresti anche notare una perdita di peso immotivata.[10]
  3. 3
    Prova il test del nastro adesivo per 3 giorni. Gli anchilostomi hanno la tendenza a deporre le uova vicino all'ano. Appena sveglio, attacca un pezzo di nastro adesivo trasparente alla pelle adiacente all'ano, poi rimuovilo e mettilo in un sacchetto. Continua a raccogliere campioni per 3 giorni prima di portarli al medico, che potrà cercare le uova sul nastro adesivo.[11]
    • Prova il test del nastro adesivo sempre di prima mattina, prima di andare in bagno o di cambiarti i vestiti.

Metodo 5
Metodo 5 di 8:
Dovrei diagnosticarmi da solo a casa?

  1. 1
    No, consulta sempre un medico per ricevere una diagnosi ufficiale. Il tuo medico di famiglia potrebbe chiederti di prelevare un campione di feci, che i tecnici di laboratorio potranno esaminare per cercare la presenza di vermi o uova. Inoltre, il medico potrebbe sottoporti alle analisi del sangue per cercare specifici anticorpi oppure richiedere un test diagnostico per immagini, in modo da individuare i segni di un'infezione.[12] Anche se sarà un po' sgradevole, il tuo medico identificherà il tipo di infezione che ti ha colpito e ti aiuterà a trovare la cura migliore.
    • Anche se sei certo di avere i vermi, è sempre meglio chiedere prima conferma al medico. Alcuni tipi di batteri, come l'Escherichia coli (E. coli) provocano sintomi simili alle infezioni parassitarie e potresti confondere le due parologie.[13]

Metodo 6
Metodo 6 di 8:
Come posso prevenire le infezioni in futuro?

  1. 1
    Pulisci e cucina sempre bene tutti i cibi che mangi. Purtroppo, è possibile prendere i vermi dalla verdura non lavata o dal pesce, dal manzo e dal maiale crudi o poco cotti.[14] Lava sempre frutta e verdura e cuoci tutta la carne finché non raggiunge una temperatura interna di 63-74 °C.[15]
    • Cuoci il macinato almeno fino a una temperatura di 71 °C.
    • Gli esperti suggeriscono di sfregare bene frutta e verdura sotto l'acqua corrente. Pulisci tutti i prodotti freschi più duri, come meloni e cocomeri, con una spazzola da cucina pulita. In seguito, asciuga tutto con un foglio di carta assorbente o con un panno pulito.[16]
  2. 2
    Lavati spesso le mani con acqua e sapone. Prendi l'abitudine di farlo sempre prima di preparare i pasti o gli spuntini e dopo essere andato in bagno.[17] Gli esperti consigliano di lavarsi le mani per 20 secondi, in modo da igienizzarle completamente.[18]

Metodo 7
Metodo 7 di 8:
In quali altri modi posso curare la mia salute dopo un'infezione parassitaria?

  1. 1
    Tieni la casa pulita. Lava tutte le lenzuola, i pigiami e gli asciugamani dove possono essersi depositate le uova. In seguito, passa l'aspirapolvere per tutta la casa, in particolare nella camera in cui dormi. Gli esperti consigliano anche di lavare i pavimenti di casa, specialmente vicino ai materassi, le superfici del bagno e quelle dedicate ai giochi. Per non correre rischi, butta sempre il panno che hai usato, in modo da non spargere accidentalmente le uova.[19]
    • Per lavare i pavimenti di casa, ti basta bagnare un panno con una soluzione detergente e strizzare tutto il liquido in eccesso. A quel punto, passalo su tutte le superfici sporche.[20]
    • Alcuni parassiti, come gli enterobi, possono sopravvivere per circa 2 settimane in casa tua. Fare regolarmente le pulizie e il bucato può aiutarti a prevenire altre infezioni.[21]
  2. 2
    Pratica una buona igiene personale. Fai il bagno o pulisci la zona dell'ano ogni mattina e ogni sera per 2 settimane, in modo da eliminare tutte le uova dei vermi. Inoltre, cerca di indossare un nuovo paio di mutande pulite tutti i giorni e vai a dormire con uno slip attillato. In questo modo, resisterai alla tentazione di grattarti il fondoschiena. In generale, prova a lavarti spesso le mani e abbandona le cattive abitudini, come mangiarti le unghie.[22]

Metodo 8
Metodo 8 di 8:
Come scopro se i parassiti sono stati eliminati?

  1. 1
    Chiedi al medico per essere più sicuro. Al termine della terapia farmacologica, il tuo medico può chiederti di prelevare un campione di feci. Se l'esame rivelerà che sono prive di vermi, il medico confermerà la tua guarigione.[23]
    • In generale, i tuoi sintomi dovrebbero passare in 2 settimane o meno. Se i farmaci non sembrano funzionare, consulta subito il medico.[24]

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
wikiHow Staff Writer
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 264 307 volte
Categorie: Apparato Digerente
Questa pagina è stata letta 264 307 volte.

Hai trovato utile questo articolo?