È assolutamente normale sentirsi tristi o di cattivo umore ogni tanto; in questi casi, esprimere le proprie emozioni può aiutare ad affrontarle e superarle più rapidamente. Farlo tramite messaggio non sempre è l'ideale, dato che a volte è difficile interpretare lo stato d'animo di una persona attraverso un testo scritto, ma esistono molti modi efficaci per comunicare quello che provi via telefono. In questa guida troverai qualche utile suggerimento su come scrivere un messaggio quando ti senti giù di corda, insieme a tanti esempi pratici da cui prendere spunto.

Metodo 1
Metodo 1 di 10:
Dai voce ai tuoi sentimenti.

  1. 1
    Spiega con esattezza qual è il problema, in modo che sia chiaro all'altra persona. A volte, il tono di un messaggio può risultare un po' ambiguo, quindi scrivi sin da subito come ti senti. Fai sapere al tuo interlocutore che sei triste e spiegagli brevemente la causa del tuo umore. Puoi dire che ti senti "giù di corda", "abbattuto", "demoralizzato", "malinconico" o qualcosa di simile. Ecco alcuni esempi:[1]
    • "Mi sento parecchio giù di morale da quando ho rotto con Marco";
    • "Sono triste perché non posso più andare alla festa";
    • "Mi mancano i miei amici e mi sono fatto prendere dalla malinconia".
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 10:
Descrivi cos'è che ti ha reso triste.

  1. 1
    Se c'è una ragione specifica per cui ti senti triste, descrivila chiaramente. Spiega che cosa è successo e perché ti ha turbato. Non devi per forza fornire tutti i dettagli, ma cerca di dare al tuo interlocutore abbastanza elementi per fargli capire la situazione. Attieniti ai fatti, senza fare supposizioni sulle intenzioni delle altre persone coinvolte. Per esempio, potresti scrivere:[2] [3]
    • "Mi è crollato il mondo addosso quando mi ha lasciato. Pensavo che le cose andassero alla grande e, invece, l'altra sera è finito tutto, di punto in bianco";
    • "Credevo di ottenere la promozione, visto che sembrava fossi qualificato per quel ruolo, ma oggi il mio capo ha assunto qualcun altro";
    • "Non sono riuscito a vedere i miei amici di persona neanche una volta in tutti questi mesi... Mi manca passare del tempo con loro".

Metodo 3
Metodo 3 di 10:
Parla in prima persona.

  1. 1
    In questo modo, eviterai di biasimare l'altro. Frasi che iniziano con "Tu hai fatto...", "Tu hai detto..." o simili possono venire interpretate come un attacco personale. Cerca invece di concentrarti su come ti sei sentito in quel momento, spiegando perché ti ha fatto soffrire. Se stai parlando direttamente con la persona all'origine del problema, puoi farle capire come le sue azioni ti abbiano ferito senza assumere un atteggiamento accusatorio. Ecco qualche esempio di messaggio che potresti inviare:[4]
    • "Mi sono sentito escluso quando non sono stato invitato insieme a tutti gli altri";
    • "Mi sono impegnato molto al lavoro, quindi ci sono rimasto male quando non sono stato preso in considerazione per la promozione";
    • "Ho l'impressione che le mie opinioni non vengano mai considerate e questo mi ferisce".
    Pubblicità

Metodo 4
Metodo 4 di 10:
Aggiungi qualche emoji triste nei messaggi.

  1. 1
    Emoji ed emoticon aiutano a chiarire il tono del messaggio. Solitamente, capiamo l'umore di una persona dal tono di voce e dal linguaggio del corpo, elementi che però non sono traducibili in un messaggio di testo. Se le frasi che hai scritto possono essere fraintendibili e interpretate in senso tanto negativo quanto positivo, inserisci una faccina triste per far capire come ti senti. Per esempio:[5]
    • "Mia madre verrà a trovarmi :(";
    • "Vorrei tanto che mio padre potesse vedere questa cosa :'( L'avrebbe adorata";
    • "Oggi non sono potuto andare a scuola 😞".

Metodo 5
Metodo 5 di 10:
Comunica i tuoi bisogni.

  1. 1
    Spiega con esattezza che cosa può farti sentire meglio. Ognuno ha bisogno di qualcosa di diverso a seconda della situazione in cui si trova e di come preferisce affrontarla. Nessuno ti conosce meglio di te stesso, quindi pensa a quali cose possono tirarti su di morale o aiutarti a superare un dispiacere. Scrivi al tuo interlocutore tutto quello di cui hai bisogno, in modo che possa aiutarti a stare meglio.[6] [7]
    • "Vorrei stare un po' da solo per schiarirmi le idee".
    • "Ho solo bisogno di qualcuno con cui sfogarmi".
    • "Ho davvero bisogno di prendermi una pausa per riordinare i pensieri".
    Pubblicità

Metodo 6
Metodo 6 di 10:
Di' al tuo interlocutore che cosa può fare per aiutarti.

  1. 1
    Fagli sapere se può esserti d'aiuto in qualche modo affinché si senta più coinvolto. Puoi chiederglielo a prescindere dal suo ruolo nella situazione. Spiegagli che cosa può fare di preciso per dargli modo di aiutarti in maniera concreta. Ognuno ha esigenze diverse, quindi la tua richiesta sarà specifica per le tue particolari circostanze. Per esempio, potresti scrivere:[8]
    • "Apprezzerei molto se ti facessi sentire ogni tanto" se sei triste perché questa persona non ti cerca più;
    • "Ti andrebbe di uscire per un po'? Ho bisogno di stare con qualcuno in questo momento";
    • "Potresti chiedere il mio parere prima di prendere una decisione la prossima volta?" se questa persona ha fatto una scelta che riguarda anche te senza consultarti.

Metodo 7
Metodo 7 di 10:
Sottolinea l'importanza della conversazione.

  1. 1
    Fai presente al tuo interlocutore che si tratta di un argomento serio, in modo che ne capisca la gravità. Se non sa che cosa ti è successo, spiegagli quanto sia importante per te parlarne, affinché prenda sul serio quello che hai da dire e non ci scherzi su. Prova a mandare un messaggio del genere:[9]
    • "Questo è un argomento piuttosto difficile per me... Voglio parlartene perché di te mi fido";
    • "Questi ultimi giorni sono stati davvero duri, quindi apprezzo molto che tu sia disposto ad ascoltarmi";
    • "La nostra amicizia è molto importante per me e non ti voglio perdere, ma proprio per questo ho bisogno di dirti che cosa penso" se sei triste a causa della persona a cui stai scrivendo.
    Pubblicità

Metodo 8
Metodo 8 di 10:
Scusati se non hai risposto alle sue chiamate o ai suoi messaggi.

  1. 1
    Fai sapere a questa persona che non la stavi ignorando se ti ha contattato di recente e non hai risposto. È normale non avere voglia di rispondere subito ai messaggi quando si è giù di morale, ma a un certo punto dovrai pur dare qualche segno di vita. Dille che ti dispiace di non aver risposto e spiega che non stai bene. Capirà che hai bisogno di un po' di tempo per elaborare quello che provi e che ti farai vivo quando ti sentirai pronto. Per esempio, potresti scrivere:[10]
    • "Ehi, grazie per il messaggio. Scusa se non ho risposto, ma non ho proprio la forza per chiacchierare in questo periodo. Ho bisogno di stare un po' per conto mio";
    • "Mi dispiace, è solo che non sono dell'umore giusto per parlare in questo momento. Mi fa piacere che tu mi abbia contattato, ti scriverò non appena mi sentirò meglio!";
    • "Scusami, non voglio assolutamente ignorarti! È che sono un po' triste e depresso ultimamente, sto cercando di affrontare la cosa. Aggiorniamoci presto, però!".

Metodo 9
Metodo 9 di 10:
Confidati con qualcuno il prima possibile.

  1. 1
    Parlandone subito eviterai di accumulare stress e peggiorare ulteriormente il tuo umore. Tenerti tutto dentro non farebbe altro che rendere il tuo stato d'animo sempre più opprimente. Quando hai un'esperienza negativa, cerca di aprirti con qualcuno non appena è possibile; ti aiuterà a calmarti. Nel caso ci siano problemi da affrontare, di' subito come ti senti al riguardo.[11]
    • Se qualcuno ti ha ferito in qualche modo, diglielo non appena ti rendi conto di come ti ha fatto sentire, affinché la cosa non si ripeta.
    Pubblicità

Metodo 10
Metodo 10 di 10:
Parla con una persona di cui ti fidi.

  1. 1
    Rivolgiti a un amico o un familiare che si mostri comprensivo nei tuoi confronti. Non confidarti con una persona che tende a sminuirti o a cui non interessa ascoltarti. Cerca invece qualcuno che conosci bene, con cui hai un bel rapporto e che sia disposto ad affrontare conversazioni difficili, come i tuoi genitori, un altro parente stretto o il tuo migliore amico. Chiedigli di ascoltarti senza interruzioni e, magari, di darti qualche consiglio.[12]
    • Considera i tuoi sentimenti come oggetti di vetro molto fragili: affidali solo a persone che pensi li tratteranno con cura.
    • L'ideale sarebbe parlare con qualcuno che abbia avuto la tua stessa esperienza, perché sarebbe sicuramente in grado di provare più empatia.

Consigli

  • Prenditi un po' di tempo per definire bene quello che provi e perché. Non è facile esprimere le proprie emozioni tramite messaggio, quindi è importante spiegarsi nel modo più chiaro possibile.[13]
  • Se la persona a cui ti rivolgi non vuole affrontare l'argomento per ora, cerca di trovare un momento più adatto per parlare.[14]
  • Ricorri anche ad altri metodi per affrontare la tristezza; puoi provare a fare degli esercizi di respirazione, scrivere in un diario o ascoltare la tua musica preferita.[15]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Capire se Piaci a una Ragazza da un SMSCapire se Piaci a una Ragazza da un SMS
Mandare un'Email all'Attenzione di QualcunoMandare un'Email all'Attenzione di Qualcuno
Avere una Conversazione Divertente e Interessante Via SMSAvere una Conversazione Divertente e Interessante Via SMS
Spedire una CartolinaSpedire una Cartolina
Augurare Buon CompleannoAugurare Buon Compleanno
Mandare Messaggi PiccantiMandare Messaggi Piccanti
Creare Codici Segreti e Messaggi CifratiCreare Codici Segreti e Messaggi Cifrati
Telefonare in SvizzeraTelefonare in Svizzera
Telefonare in FranciaTelefonare in Francia
Convertire il Sistema Orario da 24 a 12 OreConvertire il Sistema Orario da 24 a 12 Ore
Fare in Modo che una Ragazza Risponda a un tuo SMSFare in Modo che una Ragazza Risponda a un tuo SMS
Richiamare un Numero PrivatoRichiamare un Numero Privato
Perdere la Voce RapidamentePerdere la Voce Rapidamente
Imparare l'Alfabeto MorseImparare l'Alfabeto Morse
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Ashley Smith, PhD
Co-redatto da:
Psicologa Clinica Abilitata
Questo articolo è stato co-redatto da Ashley Smith, PhD. La Dottoressa Ashley Smith è una psicologa clinica abilitata e la cofondatrice del centro Peak Mind: The Center for Psychological Strength. Con oltre 10 anni di esperienza, è specializzata in trattamento di ansia e disturbi dello spettro ossessivo-compulsivo utilizzando la terapia cognitivo-comportamentale (CBT). È apparsa su diverse testate giornalistiche, come "The Washington Post" e "Thrive Global". È stata anche pubblicata su varie riviste peer reviewed, tra cui il "Journal of Anxiety Disorders" e "The Behavior Therapist". Si è laureata in Psicologia alla University of Central Arkansas, inoltre si è specializzata e ha conseguito un dottorato in Psicologia Clinica alla University of Nebraska, Lincoln.
Questa pagina è stata letta 767 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità