Come Essere Asessuale

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

In questo Articolo:L’AsessualitàUscire allo ScopertoCercare una Nuova RelazioneFar Funzionare la RelazioneRiferimenti

Gli asessuali, conosciuti anche come Asex, sono persone che non provano alcun interesse sessuale né per il proprio sesso, né per quello opposto. Tuttavia le caratteristiche dell’asessualità sono piuttosto complesse e possono variare. Se hai capito di essere asessuale e cerchi dei consigli, o se il tuo partner è asessuale, continua a leggere questo articolo.

Parte 1
L’Asessualità

  1. 1
    Sii semplicemente te stesso. Se non sei predisposto a essere asessuale non puoi scegliere di diventarlo. Se sei asessuale per natura non puoi sforzarti di non esserlo. Nemmeno se ti senti sotto pressione dovresti mai cercare di essere qualcosa che non sei. Potresti fingere per un po’ ma non puoi nascondere a lungo la realtà dei fatti. Non c’è niente di sbagliato nelle proprie scelte sessuali, a prescindere dalle tue preferenze. Sii te stesso perché sei meraviglioso così come sei.
  2. 2
    Non attaccarti addosso un’etichetta. Mettiti bene in testa che la sessualità è sempre un argomento incredibilmente complesso. Non esistono categorie che riescano a identificare le caratteristiche di ogni singolo individuo, e anche se ci fossero, non andrebbero sempre bene. Perciò, una volta capito questo, non lasciare che nessuno ti etichetti e, ovviamente, evita di limitarti da solo inserendoti in una categoria prestabilita. Fai solo quello che ti senti di fare.
  3. 3
    Distingui i tipi diversi di attrazione. Per gli asessuali è molto importante riuscire a distinguere i diversi tipi di attrazione. C’è l’attrazione fisica, quella romantica e molte altre. Gli asessuali non sentono l’attrazione sessuale ma possono provare attrazione romantica.
    • Attrazione sessuale significa essere attratto da qualcuno in un modo che ti fa desiderare di avere rapporti sessuali o fare attività sessuali con loro.
    • Attrazione romantica è sentirsi romanticamente attratto da qualcuno. Alcuni lo descrivono come voler avere un appuntamento o fare ciò che essi considerano romantico con quella persona.
    • Attrazione queerplatonica/quasiplatonica o alterous è sentirsi attratto da una persona in un modo che è un mix di platonico e romantico, o qualcosa di ancora diverso, di intensità che può variare da persona a persona. Non si tratta di sola amicizia, ma di voler essere più vicini a una persona, anche in una relazione.
    • Attrazione estetica significa trovare qualcuno visivamente attraente da guardare.
    • Attrazione sensuale ti fa voler andare sul piano fisico con le persone, si basa sui sensi (da questo sensuale) quindi ad esempio anche il profumo di una persona, gli abbracci o i baci. Anche se questi atti non sono necessariamente romantici o sessuali, lo possono essere.
    • Attrazione platonica vuol dire essere attratto da qualcuno e averlo un amico, stabilendo un rapporto di amicizia.
    • La chiave di tutti questi tipi di attrazione è che essi possono sovrapporsi: non c'è bisogno di essere certi del proprio orientamento sessuale in ciascuno di essi, non è il comportamento a dettare l'orientamento.
  4. 4
    Riconosci i diversi bisogni sessuali. Gli asessuali possono cercare di saziare i propri istinti sessuali in modi diversi, il desiderio è visto come un’esigenza del corpo ma non come la volontà di avere un rapporto con un’altra persona. Se per esempio senti il bisogno di masturbarti (anche guardando un porno o pensando a qualcuno), ma nel momento in cui stai per avere un rapporto fisico con il partner perdi il tuo interesse, potresti essere asessuale. Bisogna però tener conto che esistono diversi “tipi” di asessuali:
    • Sex Positive asessuali che sono positivi all’idea del sesso, che possono avere rapporti sessuali e apprezzarli, o anche sfogare la propria libido tramite la masturbazione.
    • Sex Neutral asessuali indifferenti al sesso, neutrali... possono avere rapporti sessuali, ad esempio se il proprio partner lo desidera.
    • Sex Repulsed asessuali che respingono l’idea del sesso, che non vogliono averne a che fare o anche solo sentirne parlare.
  5. 5
    Cerca il confronto con qualcuno. Esistono comunità di asessuali che puoi trovare facilmente su internet, cerca anche quali sono le persone con cui potresti confrontarti. Potresti chiedere dei contatti utili a un consulente o uno psicologo nella tua scuola, o nel consultorio medico dell’area in cui vivi. Parlando con le persone giuste potrai raccogliere delle informazioni, conoscere meglio i tuoi sentimenti e anche venire a contatto con altre persone.
    • Questa potrebbe essere la “fase delle domande”, un periodo in cui non sei ancora sicuro del tuo orientamento sessuale e hai bisogno di raccogliere informazioni per chiarirti i dubbi.
  6. 6
    Incontra gente come te. Frequentare persone asessuali, o asessuali ancora nella “fase delle domande”, potrebbe aiutarti a chiarire i tuoi dubbi e imparare a sentirti una persona perfettamente normale. Non sei solo! Iscriviti a un gruppo o a un forum dedicato per conoscere gente che la pensa come te.
  7. 7
    Accetta i cambiamenti. Se ora senti di essere asessuale, non significa che un giorno tu non possa pensarla diversamente. Forse hai fatto sesso in passato, e non è detto che non accada ancora in futuro. Non lasciare che qualcuno ti faccia sentire in colpa se le tue esigenze dovessero cambiare nel tempo.

Parte 2
Uscire allo Scoperto

  1. 1
    Non sentirti sotto pressione. Uscire allo scoperto è una decisione strettamente personale. Se ti stai chiedendo quale sia il momento giusto, la risposta è “quando ti sentirai di farlo”. Non lasciare che nessuno ti dica quando rivelarlo o non rivelarlo. Se vuoi dichiarare la tua asessualità, fallo, se non vuoi allora tirati indietro. Nel caso in cui tu abbia un partner, è sempre meglio rivelarlo il prima possibile, aspettare potrebbe non essere una buona idea quando un’altra persona è coinvolta. La situazione non migliorerà con il tempo e insorgeranno nuovi problemi.
  2. 2
    Cerca il momento giusto. Scegli attentamente il tempo e il luogo per confidarlo a qualcuno. È necessario che possiate parlare con calma e in totale relax.
  3. 3
    Parla in modo diretto. Dichiara chiaramente la tua asessualità. Cerca di non complicare le cose assumendo un tono insicuro e dispiaciuto, piuttosto mostrati convinto delle tue affermazioni perché non hai nessuna ragione di vergognarti. Se la situazione è particolarmente delicata, potresti provare prima a tastare il terreno parlando dell’asessualità in generale e osservando la reazione del tuo interlocutore. Altrimenti, potresti iniziare con una frase di questo tipo:
    • “Dovrei parlarti di qualcosa che per me è molto importante. Va bene? Mettiamoci seduti qui. Voglio che tu sappia, perché ci tengo a condividerlo con te, che sono asessuale.”
  4. 4
    Spiega che cosa significa essere asessuale. Una volta che gli avrai detto di esserlo, dovrai spiegare bene che cosa significa e cosa comporta. Non sei tenuto a dover parlare di dettagli personali che non ti senti di condividere.
    • Stabilisci un contesto. Potrebbe essere un concetto completamente nuovo per molte persone, quindi dovrai inserirlo nel contesto giusto in modo che sia più comprensibile. Usa alcuni esempi che si relazionino a te, sarà più immediato che servirti di esempi generali. Anche Sheldon di “The Big Bang Theory” e Sherlock Holmes sono ritratti come asessuali. Tra le figure storiche puoi pensare a Buddha.
    • Fornisci delle informazioni. Riuscire a dare il maggior numero di informazioni, provenienti da fonti esterne, è necessario soprattutto nel caso in cui tu lo stia dicendo ai tuoi genitori o a persone che ti sono molto vicine. Evita che si confondano, ma chiedi loro se hanno bisogno di informazioni per approfondire il discorso. Non imporre il materiale informativo a coloro che sono ancora tesi dopo aver appreso la notizia.
  5. 5
    Sii disponibile a rispondere a delle domande. È naturale che il tuo interlocutore abbia delle domande in merito. Dato che l’asessualità non è così comune, e in molti non sanno nemmeno della sua esistenza, non devi prenderla sul personale se alcune persone potrebbero non capire subito di cosa parli. Dai loro il tempo per informarsi e spiega chiaramente che sei disponibile a chiarire i loro dubbi a riguardo.
  6. 6
    Stabilisci dei limiti. Parla chiaramente di ciò che sei e stabilisci le cose di cui non vuoi discutere né ora né mai. Potrai evitare delle domande offensive. Se non te la senti di rispondere a domande troppo personali, allora dillo apertamente. Se non ti va che la gente ti chieda molti dettagli sulla tua vita sessuale, mettilo bene in chiaro.

Parte 3
Cercare una Nuova Relazione

  1. 1
    Cerca altre persone asessuali. Il modo migliore per avere una relazione è uscire con un altro asessuale. Puoi conoscere gente nuova attraverso dei gruppi specializzati, dei siti online per asessuali o attraverso il consiglio di amici di cui ti fidi.
  2. 2
    Circondati di persone di ampie vedute. Se non riesci a trovare altri asessuali con cui uscire, o tra di loro non trovi nessuno che ti interessi, allora puoi provare ad avvicinare altre persone che non siano asessuali. Cerca di costruire un legame con una persona di ampie vedute che tenga a te veramente. Potresti trovare un partner disposto a far funzionare il vostro rapporto, ma ovviamente la situazione richiederà un compromesso da entrambe le parti.
  3. 3
    Lascia che il vostro rapporto si evolva spontaneamente. Non sentirti in dovere di frequentare qualcuno e non imporre la tua presenza su nessuno. Anche se hai un partner asessuale non significa che un giorno dobbiate sposarvi. I tuoi sentimenti sono più importanti dell’idea di avere un compagno.
  4. 4
    Confidati con il tuo partner. Se hai deciso di voler frequentare una persona interessata ad avere rapporti sessuali, arriverà il momento in cui dovrai dare delle spiegazioni. Cerca di parlarne quando ti senti a tuo agio; per chi non è asessuale, accettare una relazione con un asessuale potrebbe essere un passo piuttosto grande da compiere. Nessuno dei due merita di soffrire.
    • Anche se entrambi siete asessuali, è sempre una buona idea discutere della propria relazione. Diversi asessuali potrebbero avere aspettative diverse. Perciò chiarisci ciò che ti senti o non ti senti di fare.
  5. 5
    Stabilisci delle regole generali. A prescindere da chi stai frequentando, è una buona idea stabilire alcune regole di base e mettere in chiaro le proprie aspettative. Ti aiuterà a non incontrare problemi in seguito. Ricordati che è importante avere un buon dialogo e riuscire a confrontarsi, è fondamentale prestare attenzione alle richieste di entrambi, è così che si instaurano buoni rapporti.

Parte 4
Far Funzionare la Relazione

  1. 1
    Mantieni un dialogo sincero e aperto. La chiave per far funzionare un rapporto se sei asessuale è la comunicazione. Dovrete cercare di mantenere un’atmosfera di reciproco aiuto e appoggio; se in qualsiasi momento uno dei due avesse un problema, parlatene e cercate una soluzione.
  2. 2
    Pensa ad altri modi per stare bene insieme alla persona che ami. Le relazioni tra gli asessuali in genere non includono il sesso (anche se non sempre è così), ma a parte questo possono essere rapporti di coppia esattamente uguali agli altri. Puoi uscire insieme al tuo partner, andare a vedere uno spettacolo, leggere insieme, assistere a dei concerti, divertirvi a delle feste. Non ci sono limiti. Ricordati che ci sono tantissime cose da fare oltre al sesso, le relazioni non si basano solo su quello.
  3. 3
    Pensa alle esigenze del tuo partner. Se esci con una persona interessata al sesso, allora prima o poi dovrai capire come far fronte alle sue esigenze. Come farlo dipende da voi. Potresti lasciare libero il tuo partner di avere rapporti con altre persone, oppure offrirti di avere rapporti anche se non ne sei convinto, solo come gesto d’amore. Oppure potresti regalargli dei giocattoli erotici che riescano a soddisfarlo senza bisogno di un tuo intervento. Parlatene e cercate la soluzione giusta che meglio si adatta a entrambi.
  4. 4
    Fai quello che ritieni opportuno. In fin dei conti, in un rapporto ciò che conta è fare quello che rende felici entrambi. Non lasciare che gli altri ti giudichino o che ti diano consigli sul come gestire la tua relazione. Se tu e il tuo partner siete felici, tutto il resto non conta.
  5. 5
    Accorgiti se non è la persona giusta per te. Anche se ti piace veramente qualcuno e stai bene in sua presenza, tra di voi le cose potrebbero non funzionare. Se il partner ha dei bisogni sessuali che non senti di poter soddisfare, o se non rispetta le tue decisioni, allora è meglio porre fine alla relazione.

Consigli

  • Gli asessuali sono circa l’1-2% della popolazione. Perciò non pensare che sei il solo e non sentirti diverso[1].
  • In Tumblr c’è una comunità consistente di persone LGBTA (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender and associates).


Avvertenze

  • Se non riesci a far fronte ai tuoi sentimenti da solo, cerca l’aiuto di qualcuno. Non chiuderti in te stesso!

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: LGBT

In altre lingue:

English: Be Asexual, Deutsch: Asexuell sein, Русский: быть асексуалом, Español: ser asexual, Français: vivre l'asexualité, Português: Ser Assexual, 中文: 做一名无性恋者, Bahasa Indonesia: Menjadi Aseksual, Nederlands: Aseksueel zijn

Questa pagina è stata letta 28 036 volte.
Hai trovato utile questo articolo?