Come Essere Creativo

In questo Articolo:Calibra il tuo Atteggiamento MentaleMettiti al LavoroMettiti alla Prova con Esercizi Creativi

Sebbene la creatività non possa essere insegnata, certamente può essere stimolata. Anche se si viene ispirarti da qualcosa che somiglia a una scarica di energia, in realtà la creatività non ti colpisce come un fulmine, ma può essere pungolata e anche rafforzata da un atteggiamento corretto. Bisogna seguire un programma, ma senza pressioni eccessive. Se vuoi sapere come essere creativo, segui semplicemente questi passaggi.

1
Calibra il tuo Atteggiamento Mentale

  1. 1
    Prendi i feedback con le dovute cautele. Continua a seguire il tuo percorso personale. Il problema dei feedback è che la persona che li esprime è sempre prevenuta, poiché avrà sempre un’idea diversa dalla tua su come dovrebbe essere svolto il tuo lavoro. Gli altri proveranno a spingerti in una direzione che potrebbe essere giusta per loro, ma non per te. Sebbene possano avere delle buone intenzioni, un atteggiamento del genere potrebbe essere soffocante per te. Dovresti essere in grado di chiedere una valutazione senza lasciare che l’opinione altrui ti trattenga dal portare avanti la tua iniziativa.
    • Quando sarai maggiormente a tuo agio con le critiche, riuscirai a distinguere le persone che ti possono dare un feedback di valore da quelle non adatte a valutare il tuo lavoro.
    • Una volta terminato il tuo lavoro creativo, qualunque esso sia, potrai dedicarti a valutare il loro feedback. Non permettere che le critiche stronchino il tuo processo creativo.
    • Tieni presente che le persone probabilmente opporranno resistenza alla tua idea, perché le buone idee “cambiano le dinamiche esistenti” e la gente, o la maggior parte di essa, “ama le cose così come sono”. Quando presenti qualcosa che sfida lo status quo, molte persone (amici, parenti, colleghi) si sentiranno minacciate.
  2. 2
    Ma non avere paura dell'autocritica. Anzi, sii duro con te stesso più degli altri. Chiediti sempre “avrei potuto fare meglio?” e “che cosa avrei potuto fare diversamente in un mondo perfetto?”. Accetta che tu non sei perfetto, e la ricerca della perfezione è il frutto dell'espressione di sé. Se non trovi difetti nel tuo lavoro, probabilmente non stai dando il massimo.
    • Fare autocritica non significa essere impostati su standard così alti da percepire sempre il proprio lavoro come insufficiente. Dovresti essere in grado di criticare il tuo lavoro pur apprezzando i tuoi punti di forza.
  3. 3
    Lascia perdere il perfezionismo. Il tuo risultato naturale, senza la preoccupazione di creare qualcosa che non vada esattamente bene, produrrà sempre qualcosa di creativo. Ci sono sentieri infiniti per raggiungere il successo creativo; ci sono tante sfumature di grigio. L'imperfezione è umana e qualche volta gli artisti più creativi lasciano degli errori non corretti di proposito. La natura stessa è splendidamente imperfetta. Molti provano così tanto ad essere perfetti che consumano ciò che rendeva il loro lavoro speciale in prima battuta. In un mondo saturo di troppe cose eccessive, perfette in modo innaturale e senza difetti, qualcosa di non rifinito è la cosa più creativa e a volte dà ispirazione.[1]
    • Facendo il perfezionista rischi anche di soffocare la tua riuscita. Sicuramente potrai produrre pochi pezzi di ottima qualità, ma questo atteggiamento mentale ti tratterrà anche dallo sperimentare alcuni lavori meno perfetti che potrebbero rivelarsi qualcosa di incredibile.
    • Lavora sulle “cattive” idee. Anche se ti sembra di avere solo cattive idee, stai comunque creando, quindi sviluppale: potrebbero trasformarsi in una grande soluzione! Impegnati a migliorare le tue cattive idee piuttosto che a perfezionare quelle buone.
  4. 4
    Non collegare il tuo valore personale con la tua produttività creativa. Il tuo valore come essere umano è definito da altre cose: come tratti gli altri, come tratti te stesso, quanto amore hai per il mondo, la tua voglia di essere altruista, la tua abilità di fare le cose difficili. Potremmo continuare per tutto un articolo. Anche l'espressione creativa è un fattore importante. [2]
    • Ma non è l'unico. Se fallisci nei tuoi esperimenti creativi, non lasciare che questo influenzi la tua autostima. Cerca di usarlo come opportunità per fare meglio.
    • Evita di paragonare i tuoi lavori con quelli dei tuoi amici creativi. Ciascuno ha il proprio standard: non farne una fissazione.
  5. 5
    Mettiti in situazioni in cui sai che fallirai. Potrebbe sembrare un controsenso, ma è importante. Molti perfezionisti hanno paura del fallimento e quindi fanno solo cose in cui sanno di essere bravi. Non cedere a questo atteggiamento mentale. La creatività è come uscire con qualcuno: se non sei in difficoltà almeno per un po', non stai dando il meglio. Quindi lascia stare il tuo ego, preparati a fallire (ma non aspettarti di farlo) e buttati in situazioni nuove e di sfida. Non sarai mai creativo se non ti lancerai nel vuoto.
    • Supponiamo che tu sia un poeta. Prova a scrivere un racconto, anche se non ti senti a tuo agio. Prova sollievo dal sapere che probabilmente non sarà l’impresa artistica più grande della tua vita e divertiti.
  6. 6
    Pensa come un adulto, agisci come un bambino. Gli adulti che cercano di essere creativi trovano molti ostacoli sul cammino: ci sono regole su ciò che è permesso e ciò che non lo è, come dovremmo comportarci o non comportarci. Queste regole esistono per una ragione (non stiamo dicendo che siano inutili), ma possono inibire la tua creatività. Invece usa tutta l'intelligenza che hai guadagnato in quanto adulto e, dove possibile, comportati da bambino.
    • I bambini fanno un mucchio di domande per cercare di capire il mondo. Fallo anche tu.
    • I bambini hanno una creatività naturale perché stanno imparando dal mondo, ma anche perché non sanno che non dovrebbero fare certe cose.
    • Non avere paura di infrangere responsabilmente qualche regola. Tuffati in quella voglia di giocare che c'è in ognuno di noi ed esplora quella giungla che è il mondo.

2
Mettiti al Lavoro

  1. 1
    Avere un programma non è una cattiva idea. I programmi sono positivi se rinforzano una mentalità sana e creativa; sono negativi se la distruggono. Anche se spezzare la routine una volta ogni tanto è ottimo per stimolare nuovi schemi mentali, non sarebbe perfetto se crescita/conoscenza/esperienza fossero parte del tuo programma quotidiano? La gente che si blocca in un sentiero noioso e parla in modo negativo di ciò che è abitudinario probabilmente non ha sviluppato una routine che permetta loro di crescere. Il segreto è scoprire dei “rituali creativi” che ti aiutino a sviluppare una mentalità più creativa.[3]
    • Se vuoi davvero essere creativo, allora sì… devi iniziare a considerare le tue opere come “lavoro”. Devi sederti e provare a produrre nei momenti che ti sei ritagliato per essere creativo, anche se non ti senti ispirato.
    • Molti scrittori non solo hanno un numero minimo di parole da scrivere ogni giorno, ma hanno anche dei requisiti superstiziosi per riuscire a lavorare. Per esempio lo scrittore tedesco del 18° secolo Friedrich Schill, mentre scriveva, teneva delle mele marce sulla scrivania e i piedi in una bacinella di acqua ghiacciata![4]
    • Non avere paura di prendere il controllo del tuo ambiente per lavorarci meglio. Ray Bradbury ha scritto il suo libro scottante Fahreneit 451 fuori casa, in una biblioteca. Stephen King ha bisogno del silenzio più totale per scrivere, mentre Harlan Ellison ascolta musica classica a tutto volume.
    • Programma una certa quantità di tempo ogni giorno per stimolare la tua creatività. Inizia la sessione con un esercizio creativo o un rituale che faccia scattare uno stato mentale flessibile. Medita, ascolta una canzone in particolare o accarezza il tuo sasso fortunato ... fai qualsiasi cosa che ti faccia entrare nell'umore giusto e poi fissa un obiettivo (per esempio, uno schizzo al giorno, 1000 parole al giorno o una canzone al giorno).
  2. 2
    Non farti influenzare dalle mode. Sebbene occuparti dei trend possa aiutarti a valutare gli andamenti culturali, non dovresti fare qualcosa solo perché è “trendy”. Segui invece il tuo cammino verso ciò che ti ispira di più. A chi importa se ti vuoi occupare dello yodel ma la musica pop è più diffusa? Se te ne vuoi occupare, va benissimo. Sapere che cosa è popolare e rilevante nel tuo genere può esserti di aiuto, ma non lasciare che ti detti ciò che devi fare.[5]
    • Non farsi influenzare dalle tendenze è molto diverso dal non conoscerle. Se scrivi romanzi, ad esempio, dovresti sapere quale tipo va per la maggiore in modo da sapere dove si posiziona il tuo lavoro all’interno di quel genere. Avrai bisogno di conoscere ciò con cui ti scontri per essere in grado di parlare intelligentemente della tua opera.
  3. 3
    Non guardare la TV, non ascoltare la radio ed elimina ogni elemento della scialba cultura popolare dalla tua vita. Queste cose non ti fanno male se prese a piccole dosi, ma hanno l'effetto di allineare i tuoi pensieri al resto della società e non stimolano la pura creatività. Invece di guardare la televisione, esci con gli amici per procurarti delle idee originali; invece di ascoltare la radio, recati in un negozio di dischi e scopri i tuoi personali gusti musicali.[6]
    • Ciò ovviamente presuppone che tu segua effettivamente la tv o la radio -- molte persone le lasciano accese solo come rumore di fondo. Se è il tuo caso, non temere un po’ di tranquillità, ma piuttosto presta ascolto alla tua mente sgombra e osserva che cosa accade.
    • Uscire con persone che non seguono la cultura pop può renderti anche più propenso alla creatività.
  4. 4
    Non cercare di costringerti in un solo genere. Anche se dovresti essere in grado di descrivere il tuo lavoro, non dovresti incasellarlo e classificarlo con una tipologia ben precisa. Se il tuo lavoro è un ibrido, è ancora più interessante. Mentre stai lavorando, non pensare dove si inserirà la tua opera: te ne preoccuperai quando avrai finito.
  5. 5
    Passa del tempo da solo. Non devi essere un asociale, ma molte persone trovano che la loro creatività si accenda quando sono lontani dagli altri e possono tranquillamente concentrarsi sul loro lavoro. Usa un po' del tuo tempo in solitudine per raccogliere le idee. Prima di andare a dormire o appena ti svegli, prova a scrivere alcune delle tue idee. Molto artisti hanno il picco di creatività appena svegli.
    • Allo stesso tempo, sii collaborativo. Molti artisti trovano che lavorare con qualcuno aiuti a superare limiti in modo che non credevano possibile. Che si tratti di Andy Warhol e Jean Michel Basquiat, Woody Allen e Diane Keaton o Duke Ellington e tutti i jazzisti, la collaborazione è una parte essenziale della creazione.
    • Trova qualcuno con cui puoi condividere delle idee. Sfidalo a fare qualcosa di folle e inaspettato, coinvolgendo te nel processo. Se tutto va bene, libererai la tua creatività.
  6. 6
    Ignora il passato. Vuoi essere creativo e originale? Ignora o dimentica il passato; ignora ciò che il mondo ha creato finora. Può capitare che, considerando il passato, questo lasci un marchio sul tuo stile. Ed è l'esatto opposto della creatività e originalità. Crea opere cercando l'ispirazione in te stesso, non in qualcosa che è già stato usato o considerato e sarai sulla strada giusta per creare qualcosa. In uno stato mentale creativo, il tempo non esiste, poche ore possono sembrare secondi, un momento può durare ore e sei completamente immerso nel presente.[7]
    • Va bene prendere ispirazione dal passato, ma non approfittarne. Ci sono sicuramente aspetti dell'arte passata che ti piacciono e altri invece no. Prendi quegli aspetti in cui ti ritrovi e sviluppane di tuoi. Fondi l'Art Deco con qualcosa di moderno. Prendi Dixieland e rendila Barocca.
    • Qualsiasi cosa tu faccia con il passato (se scegli di prenderne ispirazione), assicurati di trasformarlo, invece che tenerlo così com'è.

3
Mettiti alla Prova con Esercizi Creativi

  1. 1
    Limita i tuoi strumenti al minimo indispensabile. Più è limitata la quantità di strumenti a tua disposizione, maggiore sarà la risposta creativa. Avere pochi strumenti da usare ti costringerà ad essere creativo; ti sfiderà ad usare ciò che hai per produrre i risultati che desideri. Come conseguenza, diventerai bravissimo con quei pochi strumenti che avrai e affinerai la tua capacità di usarli al punto da poterci fare qualsiasi cosa. Sarai più efficiente di chi ce la fa a malapena con tantissimi strumenti a disposizione.[8] Learn how to be resourceful.
    • Se sei un pittore, usa solo un mezzo artistico e i colori primari. Se sei un disegnatore, fai solo disegni a matita. Specialmente all'inizio, raggiungere l'eccellenza nelle espressioni basilari ti aiuterà ad essere creativo quando avrai più strumenti a tua disposizione.
    • Se fai film, limitati a quelli in bianco e nero. Se sei un fotografo, lo stesso. Non pensare che la creatività significhi la stessa cosa declinata in modi diversi; spesso non lo è. La creatività crea diversità, non se ne nutre.
    • Se sei uno scrittore, esercitati a scrivere solo con parole che un ragazzino di prima media potrebbe capire, anche se stai scrivendo di concetti che anche gli adulti fanno fatica a capire. Se sei uno sceneggiatore, prova a cavartela senza attrezzature sceniche sia nella sceneggiatura sia nella messa in scena vera e propria. Guarda che cosa succede!
  2. 2
    Scrivi una storia basandoti su una foto o un disegno. Osserva un’immagine. Pensa a 100 (o 50) parole che la descrivano, scrivile e poi inventa una storia folle sull'immagine usando tutte (o quasi) le parole. Puoi usare un’immagine presa da una rivista, on-line o persino una vecchia fotografia.
  3. 3
    Pensa per mezz'ora a un singolo argomento. All'inizio potrebbe essere difficile. Puoi iniziare concentrandoti per cinque minuti al giorno e poi aumenta gradualmente fino a raggiungere la mezz'ora. Dapprima è meglio fare pratica da soli, ma potresti anche essere in grado di farlo in mezzo a delle distrazioni, come per esempio nel tragitto da casa a lavoro.[9]
  4. 4
    Parla per 15 minuti senza usare le parole "io", "me" e "mio". Sii discorsivo e intrigante, in modo che chi ti legge o ascolta non noti qualcosa di strano. Questo ti obbligherà a espandere la tua mente verso l'esterno, lasciando perdere le preoccupazioni e le ossessioni della tua vita..[9]
    • Se questo gioco ti piace, prova a vedere quanto a lungo riesci a parlare (con frasi di senso compiuto!) senza usare le parole comuni, come “e”, “ma” o “il”.
  5. 5
    Combina due idee distinte. Scegli due oggetti a caso e descrivili in dettaglio. Come sono? A che cosa servono? Come sono fatti? Poi sostituisci un oggetto con la descrizione dell'altro. Come posso far sentire l'oggetto A come l'oggetto B? O che cosa fa l'oggetto B?[10]
  6. 6
    Tieni un diario in cui descrivere tutto ciò che fai e provi usando metafore. Ogni giorno, sfidati a inventare nuove metafore (dopotutto, quanti modi ci possono essere per rendere attraverso metafore come ti lavi i denti?). All’inizio puoi lavorare sullo scrivere una buona metafora, prima di dedicarti al diario. Una metafora è un paragone che non usa dei termini grammaticali comparativi, bensì delle immagini. Un esempio: “Il mio amore è la tua droga”.
    • Se non sei abituato alle metafore, inizia prima dalle similitudini, che sono paragoni che usano l’avverbio “come”. In un secondo momento, prova a togliere “come” e dedicati alle metafore.
  7. 7
    Rispondi a un elenco di domande usando il testo di una canzone. Scrivi una lista di domande essenziali, quali “Come ti chiami?”, “Da dove vieni?”, “Che cos'hai fatto giovedì scorso?”. Cerca di scrivere almeno 10 domande. Più ne scrivi, meglio è. Qualsiasi domanda ti venga in mente, scrivila, anche se sembra stupida. Rispondi alle domande scrivendo una canzone (cerca di non usare la stessa canzone troppe volte).
  8. 8
    Fai dei giochi di associazioni di parole. Aiuta avere qualcuno con cui giocare, ma, se non c'è nessuno, puoi farlo da solo. Scrivi la prima parola e poi in10 minuti prova a dire la parola successiva che ti viene in mente. Confronta il primo termine con l’ultimo. Dovrebbero essere diversi. Questo allenerà la tua mente all'associazione di idee.
  9. 9
    Scrivi la stessa storia dal punto di vista di tre personaggi diversi. Noterai che nessuno vede la situazione esattamente allo stesso modo. Quest’esercizio ti aiuterà a sviluppare le tue abilità di pensiero critico e ti offrirà una migliore comprensione della storia che vuoi scrivere.
    • Una volta scritta la stessa storia da tre punti di vista diversi, chiediti quale versione preferisci e perché.

Consigli

  • Non ti preoccupare di ciò che l’altra gente pensa del tuo lavoro o talento. Sei tu che conosci meglio te stesso.
  • Circondati di persone creative. I creativi più affidabili sono i bambini. Le loro immaginazioni non sono “inscatolate” e unire la tua mente alla loro può indurti a pensare fuori dagli schemi.
  • Ogni qualvolta sei sfidato a creare qualcosa, chiediti: qual è la cosa più “oltraggiosa, irragionevole e insensata” che posso inventarmi?
  • Se hai dei problemi ad essere creativo, guardati dentro. Tutti sono dei creativi, ma se pensi di non essere “bravo” abbastanza per esserlo, allora probabilmente non lo sarai. Fai crescere la tua autostima e scoprirai che sarà molto più facile.
  • Cambia il modo in cui fai le cose, prendi un’altra strada per andare in città, guarda la televisione con un occhio solo o leggi mentre sei alla toilette.
  • Per sviluppare la tua intuizione, leggi Power Vs Force, del dottor David R. Hawkins.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Creative, Español: ser creativo, Deutsch: Kreativ sein, Português: Ser Criativo, Nederlands: Creatief zijn, Français: être créatif, 中文: 获得创造力, Русский: быть креативным, Bahasa Indonesia: Menjadi Kreatif, Čeština: Jak být kreativní, ไทย: เป็นคนมีความคิดสร้างสรรค์, हिन्दी: क्रिएटिव (रचनात्मक) बनें, العربية: التمكن من الإبداع, Tiếng Việt: Trở nên sáng tạo

Questa pagina è stata letta 28 747 volte.
Hai trovato utile questo articolo?