Come Essere Estroverso

4 Metodi:Padroneggiare l'Arte della ConversazioneMettersi in GiocoComunicare con il CorpoPensare in Modo Positivo, Efficace e Sicuro

Alcune persone sono naturalmente estroverse: questo tratto fa parte della loro personalità e le porta a funzionare al meglio. Altre, invece, possono imparare a essere estroverse grazie alla pratica. Essere "estroverso" significa imparare come presentarti agli altri, come fare conversazione e come essere sicuro di te.

1
Padroneggiare l'Arte della Conversazione

  1. 1
    Di’ grazie in pubblico. Troppo spesso affrontiamo la routine giornaliera senza neppure riconoscere la presenza delle altre persone. La prossima volta che ordini un caffè o paghi il conto al supermercato, sorridi alle persone che ti aiutano. Guardale negli occhi e di’ "grazie". Questo piccolo gesto ti aiuterà a sentirti più a tuo agio nelle interazioni con gli altri, e probabilmente renderà migliore la giornata dell'altra persona.[1]
    • Un semplice complimento può fare molto, soprattutto per il personale di servizio. Ricorda che il commesso del supermercato o il barista servono centinaia di persone al giorno, molte delle quali probabilmente li ignorano o li trattano con maleducazione. Non farlo anche tu. Non essere inquietante ed evita i commenti sull'aspetto fisico. Invece, dire qualcosa come "Wow, grazie per avermelo servito così in fretta" dimostra che apprezzi il loro lavoro.
  2. 2
    Cerca il contatto visivo. Se ti trovi in una situazione sociale, come una festa, cerca di guardare le persone negli occhi. Quando hai stabilito il contatto visivo, fai un sorriso amichevole all'altra persona. "Se" l'altra persona ricambia lo sguardo, avvicinati (punti doppi se ricambia il sorriso!).
    • Se l'altra persona non risponde, lasciala andare. C'è una differenza tra essere "estroverso" e "invadente". Non costringere a interagire con te una persona che non è interessata.
    • Questo approccio non funziona bene nelle situazioni in cui le persone non si aspettano di essere avvicinate, ad esempio su un mezzo pubblico. Per essere estroverso dovrai capire quando e dove approcciare le persone.
  3. 3
    Presentati. Non dovrai essere un affabulatore carismatico per essere amichevole ed estroverso. Prova a presentarti dicendo che sei nuovo del posto, o facendo un complimento.
    • Cerca altre persone che "fanno tappezzeria". Potresti non avere il coraggio di passare direttamente da "timido" a "anima della festa". Se ti trovi in una situazione sociale, prova a cercare altre persone che sembrano dimesse o timide. Probabilmente sono a disagio quanto te, e saranno felici che tu ti sia avvicinato per salutarle.
    • Sii amichevole, ma non invadente. Quando ti sei presentato e hai fatto qualche domanda, prosegui oltre se l'altra persona non sembra interessata.
  4. 4
    Fai domande a risposta aperta. Un modo per essere più estroverso nelle conversazioni è fare domande a risposta aperta. Queste domande invitano le altre persone a rispondere con più di un "sì" o un "no". È più facile iniziare a parlare con una persona che non conosci, se la inviti a parlare di sé.[2] Se hai già guardato una persona vicina a te negli occhi e le hai sorriso, inizia con una domanda. Ecco alcune idee:
    • Ti piace quel libro/rivista?
    • Cosa preferisci fare?
    • Dove hai trovato quella bella maglietta?
  5. 5
    Fai dei complimenti. Se hai interesse nelle persone, noterai alcune piccole cose che ti piacciono o che apprezzi. Assicurati che i complimenti siano sinceri, però! I complimenti forzati sono molto facili da notare. Pensa a qualcosa come:
    • Ho letto quel libro. Ottima scelta!
    • Adoro quelle scarpe. Sono perfette con quella gonna.
    • Quello è un latte alla nocciola? Buono – lo prendo anch'io ogni lunedì mattina.
  6. 6
    Cerca un punto in comune. Nella prima conversazione tra due persone, l'aspetto più importante è trovare elementi di contatto. Per scoprire di cosa parlare, dovrai andare alla ricerca di cose che avete in comune. Se lavorate insieme o avete amici comuni, o c'è una qualunque cosa che vi unisca, problema risolto. Parlare del capo, di un amico comune o di un corso di cucina ti darà la possibilità di trovare altri argomenti di discussione.
    • Se il tuo interlocutore è un estraneo, potresti iniziare dall'ambiente circostante. Se ad esempio ti trovi in un negozio di libri, potresti chiedere all'altra persona un consiglio su un libro da acquistare. Se ti trovi bloccato in fila con un'altra persona, fai una battuta a riguardo.
    • Fai un complimento, ma fai attenzione a evitare commenti che esprimano giudizi. Potresti ad esempio dire che apprezzi l'acconciatura dell'altra persona, poi chiedere dove se l'è fatta. Oppure potresti dire che cercavi da sempre un paio di scarpe come quelle che indossa e chiedere dove le ha comprate. Evita argomenti che possono sembrare offensivi, come commenti sulle dimensioni, sul colore della pelle o sull'avvenenza.
  7. 7
    Cerca di capire cosa appassiona il tuo interlocutore. Se la persona A vuole solo parlare di termodinamica, mentre la persona B cerca di stabilire quale sia il caffè migliore della città, la conversazione non andrà da nessuna parte. Una di queste persone dovrà parlare dell'interesse dell'altra persona. Ricopri tu quel ruolo.
    • Quando parli del più e del meno, cercando punti in comune, cerca di notare quando l'altra persona si scalda. Sarai in grado di sentirlo e vederlo. Il suo volto sarà più espressivo (come la loro voce) e probabilmente noterai dei movimenti del corpo. Gli essere umani dimostrano tutti eccitazione in modo simile – gli atteggiamenti che tieni tu quando parli di una passione sono probabilmente gli stessi che tiene l'altra persona.
  8. 8
    Chiacchiera con i colleghi. Se hai un lavoro, probabilmente frequenti un ambiente che prevede il contatto sociale. Trova un luogo dove i tuoi colleghi si aggregano, come la sala dedicata alle pause o la postazione di un collega popolare.
    • Il distributore del caffè non è il luogo adatto per gli argomenti più controversi, come la religione o la politica. Prova invece a coinvolgere le persone con commenti sulla cultura o sullo sport. Anche se le persone hanno spesso opinioni forti su questi argomenti, sono aree molto più sicure per una conversazione amichevole.
    • Essere estroverso al lavoro può essere importante. Anche se è un mito che le persone silenziose sono meno amichevoli di quelle estroverse, dall'esterno le persone estroverse sono percepite come più amichevoli e positive.[3] Stringere rapporti di lavoro e parlare con i colleghi può aiutarti a ottenere i riconoscimenti che meriti.
  9. 9
    Terminerà con un bel ricordo. In questo modo l'altra persona vorrà di più. Un buon modo per farlo è lasciare spazio per interazioni future. Esci dalla conversazione con grazia, così che l'altra persona non pensi che tu l'abbia abbandonata.[4]
    • Se ad esempio avete parlato dei vostri cani, chiedi se in zona esiste un buon parco per cani. Se l'altra persona risponde in modo affermativo, potresti invitarla a portare il cane insieme a te: "Mi consigli il parco per cani vicino a via Cavour? Non ci sono mai stato. Ti andrebbe di andarci insieme sabato prossimo?". Proporre un invito specifico è più efficace di dire "Vediamo qualche volta", perché dimostra che non lo stai dicendo solo per educazione.
    • Quando hai terminato la conversazione, concludi riprendendo un punto principale già discusso. Questo farà capire all'altra persona che ascoltavi. Ad esempio: "Buona fortuna per la maratona di domenica! Dovrai raccontarmi tutto settimana prossima".
    • Concludi dicendo di aver gradito la conversazione. "È stato davvero bello parlare con te" o "È stato davvero un piacere conoscerti" sono frasi che fanno sentire l'altra persona importante.
  10. 10
    Parla con tutti. Ora che hai capito le basi dell'arte della conversazione, dovrai usarle con tutti i tipi di persone. In principio potresti sentirti a disagio quando parli con persone che consideri diverse da te. Più imparerai ad apprezzare la diversità nella vita di tutti i giorni, più capirai di avere qualcosa in comune con tutti – siamo tutti umani.

2
Mettersi in Gioco

  1. 1
    Poniti obiettivi specifici e ragionevoli. Essere estroverso è un obiettivo difficile da raggiungere perché è molto astratto. Sarà più facile se suddividerai questo grande obiettivo in passi più piccoli. Invece di dirti di essere estroverso, poniti l'obiettivo di avere almeno una conversazione, di parlare con un estraneo o di sorridere a cinque persone ogni giorno.[5]
    • Parti dalle piccole cose. Prova a chiacchierare (o se per te è troppo, solo a sorridere) con un estraneo o un conoscente ogni giorno. Saluta una persona per strada. Il barista che ti ha servito ogni giorno per gli ultimi tre mesi? Chiedigli come si chiama. Queste piccole vittorie ti faranno andare avanti e ti faranno sentire pronto per sfide maggiori.
  2. 2
    Entra a far parte di un club. Se non sei sicuro di come avvicinare le persone negli ambienti sociali, prova a entrare in un club; ti darà la possibilità di interagire, solitamente in situazioni più sotto controllo, con persone che condividono i tuoi interessi.[6]
    • Cerca un club che incoraggi la socializzazione, come un club del libro o un corso di cucina. Potrai fare domande e partecipare a una discussione, ma l'attenzione non sarà su di te. Queste situazioni possono essere molto utili per le persone timide.
    • Le esperienze condivise possono essere una potente tecnica di unione. Entrare in un club in cui le persone hanno qualcosa in comune con te ti dà un vantaggio – c'è già qualcosa che vi lega.[7]
  3. 3
    Invita altre persone a casa tua. Non dovrai neppure uscire di casa per essere estroverso. Invita le persone a venire da te per una serata al cinema o una cena. Se saprai accoglierle nel modo giusto, le persone capiranno che tieni a loro (e si divertiranno).
    • Prova a organizzare eventi che favoriscano la conversazione. Potresti ospitare una degustazione di vino, dove ogni invitato porterà una bottiglia e confronterà le sue opinioni con quelle degli altri. Oppure potresti organizzare una cena, dove ogni persona dovrà contribuire con un piatto. Avere un motivo di conversazione aiuta la festa a rimanere vivace e divertente (e va detto, il cibo e il vino non fanno mai male).
  4. 4
    Impara un hobby. Tutti hanno bisogno di qualcosa in cui eccellono. Gli esseri umani hanno un desiderio innato di sentirsi "in controllo" di qualcosa. Un hobby è un modo poco impegnativo per provare quel sentimento.[8] Quando ci sentiamo davvero bravi in qualcosa, siamo più orgogliosi e sicuri in generale.[9] Dopo tutto, se riusciamo a fare una cosa, cosa ci impedisce di fare il resto?
    • Gli hobby ti danno qualcosa di cui parlare con le persone che conosci. Spesso ti danno modo di incontrare nuove persone. E offrono anche benefici per la salute, ad esempio un rischio minore di depressione.
  5. 5
    Vestiti per il successo. Ti sembrerà un consiglio banale, ma alcune ricerche dimostrano che i tuoi indumenti possono davvero influenzare il tuo stato d'animo. Vestirti in un modo che esprima la tua personalità e il tuo valore può farti sentire più sicuro ed estroverso.
    • Uno studio ha dimostrato che semplicemente indossare un camice da laboratorio può aumentare l'attenzione e la cautela delle persone che svolgono compiti scientifici di base. Sei quello che indossi. Se socializzare ti rende nervoso, indossa qualcosa che ti faccia sentire potente e attraente. Porterai quella confidenza nelle tue interazioni.[10]
    • Gli abiti possono darti un'occasione per iniziare una conversazione. Indossare una cravatta buffa o un braccialetto legato a una causa può dare alle persone un modo per rompere il ghiaccio con te. Puoi anche fare un complimento a una persona riguardo a cosa indossa per conoscerla.
    • Fai attenzione a non dare giudizi nei tuoi complimenti, come "Quel vestito ti fa sembrare così magra!". Questo tipo di commenti si basa sugli standard di bellezza della società e non su quelli del tuo interlocutore. Prova invece qualcosa di positivo ma che non esprima giudizi, come "Adoro il disegno di quella cravatta, è così complesso" oppure "Ho cercato un paio di scarpe come quelle, dove le hai prese?".
  6. 6
    Lavora sulle amicizie che hai già. Assicurati di migliorare i rapporti con i tuoi amici e con le persone che incontri. Non solo avrai più rapporti con le persone, ma crescerai e farai nuove esperienze che potrai condividere.
    • I vecchi amici ti offrono un'ottima occasione di fare pratica. Possono presentarti nuove persone o accompagnarti in luoghi che non visiteresti mai da solo. Non ignorarli! Probabilmente anche loro hanno affrontato problemi simili.
  7. 7
    Fai incontrare persone nuove. Per essere estroverso dovrai aiutare gli altri a sentirsi a loro agio. Quando non hai più problemi a presentarti, fai un favore ai tuoi amici e presenta persone anche a loro.[11]
    • Presentare le persone agli amici aiuta a ridurre l'imbarazzo. Pensa a cosa conosci delle persone – cos'hanno in comune? Quando parli con Laura al supermercato, trova il momento di dire "Ehi Stefano! Questa è Laura. Stavamo parlando ora di quel gruppo nuovo che abbiamo visto ieri sera. Cosa ne pensi?" – sapendo che entrambi sono appassionati di musica. Successo!

3
Comunicare con il Corpo

  1. 1
    Esamina il tuo linguaggio del corpo. La comunicazione non verbale, come il linguaggio del corpo e il contatto visivo, può dire più delle parole. Secondo la ricercatrice sul linguaggio del corpo Amy Cuddy, la tua postura manda messaggi su di te alle altre persone.[12] Le persone giudicano le altre come attraenti, gradevoli, competenti, degne di fiducia o aggressive in una frazione di secondo – alcune ricerche suggeriscono che basta un decimo di secondo per farti una prima impressione.[13]
    • Renderti più "piccolo", ad esempio, incrociando le gambe, incurvando al schiena, incrociando le braccia ecc., comunica il tuo disagio in una situazione. Può indicare la tua indisponibilità a comunicare con gli altri.
    • Al contrario, puoi esprimere sicurezza e potenza aprendoti. Non dovrai occupare più spazio del necessario o invadere lo spazio personale degli altri, ma stabilisci i confini del tuo spazio. Pianta i piedi con decisione quando siedi o stai in piedi. Tieni il petto in fuori e le spalle indietro. Evita di giocherellare con le dita, di indicare o di spostare il peso sui piedi.[14]
    • Il tuo linguaggio del corpo influenza anche la tua opinione di te. Le persone che usano un linguaggio del corpo dimesso, ad esempio facendosi più piccole o chiudendosi, o incrociando braccia e gambe, vedono aumentare i livelli di "cortisolo", un ormone dello stress legato a sentimenti di insicurezza.[15]
  2. 2
    Cerca il contatto visivo. Gli occhi sono la "finestra dell'anima" e puoi essere più estroverso semplicemente guardando le persone negli occhi. Se, ad esempio, guardi direttamente una persona, questo è spesso interpretato come un invito. Se l'altra persona ricambierà lo sguardo, saprai che ha accettato il tuo invito.[16]
    • Le persone che guardano negli occhi il proprio interlocutore sono spesso considerate più amichevoli, aperte e credibili. Le persone estroverse e sicure di sé guardano più spesso, e per più tempo, le persone con cui parlano o interagiscono.
    • Gli umani trovano attraente per natura il contatto visivo. Il contatto visivo crea una sensazione di connessione, persino se gli occhi sono in una fotografia o solo disegnati.[17]
    • Cerca di mantenere il contatto visivo con una persona per circa il 50% del tempo in cui parli e per circa il 70% quando ascolti. Tieni fisso lo sguardo per circa 4-5 secondi prima di distoglierlo di nuovo.[18]
  3. 3
    Esprimi interesse con il linguaggio del corpo. Oltre a modificare il linguaggio del corpo quando sei da solo, puoi comunicare con il corpo quando interagisci con altre persone. Un linguaggio del corpo “aperto” comunica disponibilità e interesse nell'altra persona.[19]
    • Un linguaggio del corpo aperto include braccia e gambe non incrociate, sorrisi e testa alta a guardare la stanza.[20]
    • Quando hai stabilito un contatto con qualcuno, comunica il tuo interesse nei suoi confronti. Avvicinarti a lui e inclinare la testa quando parla sono modi per dimostrare il tuo coinvolgimento nella conversazione e il tuo interesse nelle sue idee.
    • Molti di questi messaggi non verbali possono comunicare attrazione romantica, oltre a un interesse platonico.[21]
  4. 4
    Ascolta in modo attivo. Quando ascolti una persona, dimostra il tuo coinvolgimento. Concentrati su quello che sta dicendo. Guardala quando parla. Annuire, usare espressioni come “ah hah” o “mm hmm” e sorridere sono tutti modi per dimostrare che stai seguendo la conversazione.[22]
    • Evita di guardare sopra la testa della persona o un altro punto della stanza per più di un paio di secondi. Questi messaggi indicano mancanza d'interesse o noia.
    • Ripeti le idee fondamentali, o usale come parte della risposta. Se, ad esempio, stai parlando con una persona che hai appena conosciuto in un bar, che ti sta raccontando del suo hobby della pesca, cita quella attività quando rispondi: "Wow, non sono mai andato a pesca. Sentirtene parlare però lo fa sembrare molto divertente". In questo modo farai capire all'altra persona che stai davvero ascoltando, e non controllando mentalmente la lista della spesa o qualcos'altro.
    • Fai finire di parlare il tuo interlocutore prima di rispondere.
    • Quando ascolti, non pensare già alla risposta da dare appena sarà il tuo turno di parlare. Concentrati sulla comunicazione dell'altra persona.
  5. 5
    Esercitati a sorridere. Se hai mai sentito l'espressione "Sorridere con gli occhi", ci sono prove scientifiche a suo sostegno. Le persone riescono a distinguere un vero sorriso, che richiede l'utilizzo di più muscoli facciali rispetto a uno finto.[23] Il vero sorriso ha persino un nome: il sorriso Duchenne. Questo sorriso impiega i muscoli intorno alla bocca e quelli intorno agli occhi. [24]
    • I sorrisi Duchenne possono ridurre lo stress e produrre sentimenti di felicità in chi li fa.[25] Se sarai meno ansioso, sarai più aperto ed estroverso.
    • Degli studi suggeriscono che sia possibile "provare" un sorriso Duchenne. Un modo per farlo è immaginare una situazione che trasmette un'emozione positiva, come gioia o amore. Esercitati a sorridere per comunicare queste emozioni davanti allo specchio. Controlla se gli occhi si corrugano negli angoli – il tratto distintivo di un "vero" sorriso.[26]
  6. 6
    Spingiti oltre la tua "zona di comfort". Secondo gli psicologi, esiste una zona di "ansia ottimale" o "disagio produttivo" che si trova appena all'esterno della tua normale zona di comfort. Quando entri in quella zona sei più produttivo, perché aumenta la tua predisposizione a prendere rischi, ma non sei così lontano dal tuo "spazio sicuro" da farti dominare dall'ansia.[27]
    • Quando inizi un nuovo lavoro, ad esempio, o ti presenti a un primo appuntamento o ti trasferisci in una nuova scuola, darai il massimo perché ti trovi in una situazione nuova. Questo aumento di attenzione e impegno migliora le tue prestazioni.[28]
    • Affronta il processo lentamente. Spingerti troppo oltre, o farlo troppo velocemente, può far peggiorare le tue prestazioni, perché l'ansia supererebbe il livello "ottimale". Prova a fare dei piccoli passi fuori dalla tua zona di comfort in principio. Quando ti sentirai più a tuo agio a prendere rischi, potrai prenderne di più grandi.[29]
  7. 7
    Considera i "fallimenti" come esperienze didattiche. Quando prendi un rischio, c'è la possibilità di non ottenere l'esito sperato. Potresti essere tentato di interpretare queste situazioni come "fallimenti". Si tratta però di una visione che generalizza troppo. Anche quando ti sembra di aver ottenuto il risultato peggiore possibile ci sarà sempre qualcosa che puoi imparare e usare in futuro. Sbagliando si impara, dopo tutto.[30][31]
    • Considera come hai approcciato la situazione. Che cosa hai pianificato? C'è qualcosa che non hai previsto? Grazie alla tua esperienza passata, cosa faresti in modo diverso la prossima volta?
    • Cosa hai fatto per aumentare le tue probabilità di successo? Se ad esempio il tuo obiettivo era quello di "socializzare di più", considera le azioni che hai intrapreso. Sei andato in un locale dove conoscevi qualcuno? Ti sei fatto accompagnare da un amico? Hai cercato un luogo dove poter trovare persone che condividono i tuoi stessi interessi? Ti aspettavi di diventare da subito una celebrità sociale, o ti sei posto degli obiettivi iniziali piccoli e raggiungibili? Raggiungi il successo alla prossima occasione grazie alle conoscenze che hai ora.
    • Concentrati sulle cose che puoi controllare. I fallimenti possono farci sentire impotenti, come se non potessimo mai avere successo. Anche se alcune cose sono certamente fuori dal tuo controllo, altre non lo sono. Pensa alle cose che hai la possibilità di cambiare e considera come sfruttarle a tuo vantaggio.
    • Delle ricerche suggeriscono che molte persone legano la propria autostima direttamente alle prestazioni. Impara a concentrarti sul tuo impegno, più che sull'esito delle tue azioni (che non sempre puoi controllare). Esercita compassione nei tuoi confronti quando fallisci. Puoi usare queste tecniche per ottenere risultati migliori in futuro.[32]

4
Pensare in Modo Positivo, Efficace e Sicuro

  1. 1
    Sfida il critico che c'è in te. Cambiare il tuo comportamento è difficile, soprattutto quando ciò che provi a fare non ti viene naturale. Potresti sentire una vocina che ti dice cose come "Non vuole essere tua amica. Non hai niente da dire. Se parlassi, diresti solo cose stupide". Questi pensieri sono basati sulla paura, non sui fatti. Sfidali ricordandoti di avere pensieri e idee che le altre persone vogliono sentire.[33]
    • Prova a trovare prove per queste tesi, quando ti sovvengono. Se, ad esempio, il tuo collega passando davanti alla tua postazione non ti salutasse, la tua reazione automatica potrebbe essere quella di pensare "Wow, è davvero arrabbiato con me. Chissà cosa ho fatto. Lo sapevo che non voleva essere mio amico".
    • Sfida quel pensiero cercando prove a suo sostegno; probabilmente, non ne troverai molte. Chiediti: quella persona ti ha detto in passato che era arrabbiata? Te l'avrebbe detto anche questa volta, probabilmente. Hai fatto qualcosa che potrebbe aver fatto arrabbiare il tuo collega? È possibile che stia solo passando una brutta giornata?
    • Molti di noi, in particolare chi è timido per natura, sopravvalutano la gravità dei propri errori e gaffes. Se sarai aperto, sincero e amichevole, le persone non ti allontaneranno per un inciampo occasionale. Preoccuparti troppo dei tuoi errori può farti diventare ansioso e impedirti di imparare e di crescere.[34]
  2. 2
    Sii estroverso a tuo modo. Non c'è niente di male nell'essere introverso e timido. Decidi cosa vuoi cambiare della tua personalità, ma fallo per te, non perché qualcun altro ti ha detto di farlo.
    • Pensa ai motivi per cui essere timido ti infastidisce. Magari si tratta di qualcosa che puoi semplicemente accettare. Essere te stesso ed essere timido è meglio che fingere di essere estroverso.
    • Considera: quando ti trovi in una situazione che scatena la tua timidezza, cos'è che la provoca? Come reagisce il tuo corpo? Quali sono i tuoi istinti? Capire come opera il tuo cervello è il primo passo per controllare le tue reazioni.
  3. 3
    Fingi. Se aspetterai di "aver voglia" di fare qualcosa prima di farla, non ci sono molte possibilità di produrre i cambiamenti che desideri. Delle ricerche hanno dimostrato che puoi aumentare la tua efficacia comportandoti nel modo in cui vorresti agire – anche se all'inizio non sei convinto.[35] Grazie all’“effetto placebo”, sappiamo che l'attesa di un risultato è spesso sufficiente per farlo accadere: fingere funziona davvero.[36]
  4. 4
    Poniti degli obiettivi realistici. Jimi Hendrix non è diventato un dio della chitarra in un'ora. Roma non è stata costruita in un giorno. Non diventerai una persona socievole in poco tempo. Poniti degli obiettivi realistici e non prendertela se fai dei passi falsi: capita a tutti.[37]
    • Solo tu sai cos'è una sfida per te. Se dovessi piazzarti sulla scala dell'estroversione da 1 a 10, che voto ti daresti? Ora pensa a quali comportamenti potrebbero farti salire di un punto? Concentrati su quello, prima di cercare di arrivare a 9 e 10.
  5. 5
    Impara a capire che si tratta di una capacità. Spesso sembra che i camaleonti sociali abbiano un talento naturale. Ed è vero, alcune persone hanno una predisposizione naturale alla curiosità e alle interazioni sociali – ma per la gran parte della gente si tratta di un'abilità che si apprende.[38] Moltissime ricerche sostengono l'idea che è possibile imparare a cambiare le proprie reazioni alle situazioni praticando nuovi pensieri e comportamenti.
    • Se conosci delle persone estroverse, fai delle domande sul loro carattere. Sono sempre state così? Hanno mai avuto la sensazione di dover provare a essere estroverse? Hanno anche loro delle piccole fobie sociali? Le risposte, probabilmente saranno no, sì e sì. Si tratta di qualcosa che hanno deciso di controllare.
  6. 6
    Pensi ai tuoi successi passati. Quando ti trovi a una festa, l'ansia che conosci bene potrebbe dominarti quando provi a interagire con le altre persone. Potresti avere pensieri negativi in merito alle tue possibilità di interagire con successo con gli altri. In questa situazione, pensa alle occasioni in cui hai avuto interazioni di successo e ti sei sentito a tuo agio. Probabilmente sei estroverso con amici e familiari, almeno in alcuni casi. Rievoca quei successi in questa situazione.
    • Pensare a tutte le occasioni in cui abbiamo fatto qualcosa che ci spaventa può farci sentire capaci e più sicuri.

Consigli

  • Quando “attaccare bottone” ti risulterà semplice, compi un ulteriore passo e impara a conversare in modo interessante e a essere affascinante.
  • Vivi il momento e sii consapevole di ciò che ti circonda. Se tu non ti diverti, nessuno lo farà!
  • Sorridi più spesso che puoi. Che tu sia solo o con qualcun altro. Un sorriso ti mette di buon umore e ti rende più incline a essere estroverso.
  • Avvicinati alle persone. Se noti qualcuno che ti piace, fai il primo passo, chiedi il suo nome e presentati a tua volta. Non preoccuparti se gli altri ti possono trovare strano o bizzarro.
  • Ricorda che non stai cercando di cambiare da un giorno all’altro. Ci vorranno giorni, mesi o anche anni prima di arrivare a un buon livello di fiducia in te stesso. Prenditi il tuo tempo. Allenati a essere estroverso chiacchierando con le persone. Puoi farlo in classe se vai a scuola o nelle riunioni al lavoro. Non fa alcuna differenza.
  • Non sentirti in dovere di comportarti come una persona diversa. Essere te stesso è il modo migliore per essere sicuro di te.

Fonti e Citazioni

  1. http://www.forbes.com/sites/amyanderson/2014/01/27/make-eye-contact-smile-and-say-hello/
  2. http://changingminds.org/techniques/questioning/open_closed_questions.htm
  3. https://www.psychologytoday.com/blog/cutting-edge-leadership/201110/why-extraversion-may-not-matter?collection=101164
  4. http://conversation-skills-core.com/how-to-end-conversation-positively
  5. http://www.forbes.com/sites/lewishowes/2012/07/06/why-thinking-small-is-the-secret-to-big-success/
  6. https://www.psychologytoday.com/blog/changepower/201103/introverts-extroverts-and-habit-change?collection=101164
  7. http://www.huffingtonpost.com/2013/09/04/how-to-be-more-outgoing_n_3845174.html
  8. https://www.psychologytoday.com/blog/kidding-ourselves/201404/how-far-well-go-feel-in-control
  9. http://www.washingtonpost.com/business/capitalbusiness/career-coach-the-value-of-hobbies/2013/05/03/ffa53f2c-b294-11e2-bbf2-a6f9e9d79e19_story.html
  10. http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0022103112000200
  11. http://www.personalitytutor.com/how-to-introduce-people.html
  12. https://www.ted.com/talks/amy_cuddy_your_body_language_shapes_who_you_are/transcript?language=en
  13. http://www.psychologicalscience.org/index.php/publications/observer/2006/july-06/how-many-seconds-to-a-first-impression.html
  14. http://changingminds.org/techniques/body/assertive_body.htm
  15. https://www.ted.com/talks/amy_cuddy_your_body_language_shapes_who_you_are#t-554799
Mostra altro ... (23)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Personalità

In altre lingue:

English: Be Outgoing, Español: ser extrovertido, Deutsch: Aus sich heraus gehen, Português: Ser Extrovertido, Français: être extraverti, 中文: 变得外向, Русский: быть общительным, Čeština: Jak být společenský, 日本語: 社交的になる, Bahasa Indonesia: Bersikap Ramah, Nederlands: Spontaan overkomen, العربية: أن تكون شخصًا اجتماعيًا, हिन्दी: बहुमुखी बनें, ไทย: เป็นคนเข้าสังคมเก่ง, 한국어: 사교적인 사람 되는 법, Tiếng Việt: Trở nên Hòa đồng

Questa pagina è stata letta 44 114 volte.

Hai trovato utile questo articolo?