Come Essere Felici con Se Stessi

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

In questo Articolo:Accettare Se StessiAmare Se StessiAumentare le Connessioni Sociali23 Riferimenti

Per essere felici con se stessi, o avere un'identità positiva, è necessario imparare ad apprezzare il proprio sé personale, professionale e sociale. Alla maggior parte delle persone, giovani o adulte, di qualunque razza o nazionalità, capita talvolta di sentirsi male con se stesse, sentimento negativo che può derivare da un'insoddisfazione personale, lavorativa o sociale. Per riuscire a sviluppare un'identità positiva, la cosa migliore da fare è imparare ad accettare l'unicità delle tue qualità e ad amarti per quello che sei, impegnandoti al contempo a perseguire i tuoi obiettivi (personali, professionali e sociali) e ad aumentare le tue connessioni sociali.

1
Accettare Se Stessi

  1. 1
    Apprezza le diversità. Se vuoi sviluppare un'identità positiva è fondamentale imparare ad accettare te stesso. A tal proposito, è importante tenere a mente che ogni essere umano è differente: in tutto il mondo non esistono infatti due visi o due corpi del tutto identici. Ma se non esistono regole che determinano come debbano essere le persone, com'è possibile che esista una qualsiasi forma di inferiorità? Imparando ad apprezzare le diversità che caratterizzano il mondo, sarai in grado di iniziare ad accettarti e ad amarti di più.[1]
    • Fai una lista di tutti i diversi aspetti che apprezzi nel mondo. Ecco alcuni possibili esempi: religione, cultura, ambiente, colore della pelle, talenti, personalità. Queste variabili sono ciò che rendono interessanti e unici tutti gli esseri umani – incluso te stesso.
  2. 2
    Apprezza l'unicità delle tue qualità.[2] Non esiste un essere umano "normale", e non esiste una conformazione "normale" per un essere umano.
    • Accetta le tue diversità in modo positivo. Per esempio "Wow, ho dei piedi enormi, ma sono ciò che mi rende unico!".
    • Inizia a considerare errori e difetti come opportunità di imparare o di migliorare te stesso.[3]
    • Smetti di valutare come difetti quegli aspetti di te che non puoi cambiare (colore della pelle, altezza eccetera), classificali invece come delle qualità uniche che ti rendono te stesso. "Inferiorità" e imperfezioni possono essere viste anche come qualità uniche o individuali: se non fosse per quei particolari, potremmo essere cloni generici senza alcun tratto unico.
  3. 3
    Non paragonarti a nessun altro. Nessuno è perfetto. Si dice che l'erba del vicino è sempre più verde; concentrandoti sull'idea che nel mondo ci sarà sempre qualcuno con più soldi di te o più bello di te, farai molta fatica a essere felice.
    • A un primo sguardo le altre persone potrebbero apparire perfette, ma come te ciascuno ha i suoi difetti.
    • Quando ti accorgi di paragonarti agli altri, smetti immediatamente e riformula i tuoi pensieri. Sposta l'attenzione sulle tue particolarità che ritieni interessanti. Complimentati con te stesso per averle sviluppate.
    • Comprendi che la maggior parte delle persone non intende giudicarti. La maggior parte di loro non sa che hai preso un brutto voto nell'ultimo compito di matematica o che hai messo su un po' di peso dalla scorsa estate.
  4. 4
    Perdona te stesso. Coloro che sono in grado di accettarsi hanno la capacità di perdonarsi per i propri errori passati e non consentono che tali episodi li definiscano come persone.[4] La tua storia e tuoi sbagli non determinano chi sei; sono solo le tue azioni nel momento presente e la persona che decidi di essere in questo istante a definirti.
    • Ammetti consciamente i tuoi errori e i rimpianti. Rifletti su ogni singola situazione e perdonati per gli sbagli che hai commesso. Puoi farlo nella tua mente o ad alta voce, dicendo per esempio: "Ho fatto un errore, ma mi perdono. Ciò non mi rende una cattiva persona. In futuro sceglierò di non ripetere i miei errori".
    • Identifica anche i tuoi passati traguardi e comportamenti positivi. Alcuni esempi potrebbero includere: esserti diplomato, aver superato un esame, esserti preso cura dei tuoi rapporti personali, aver raggiunto un obiettivo o essere stato di aiuto a qualcuno. Con buona probabilità tali eventi positivi riusciranno a offuscare i tuoi errori e ti aiuteranno a concentrarti sugli aspetti positivi del tuo passato.

2
Amare Se Stessi

  1. 1
    Definisci la tua identità. Il primo passo da compiere per imparare ad amare te stesso è impegnarti a conoscerti meglio. Gli atleti che sono in grado di amarsi tendono ad avere emozioni maggiormente positive e ad avere maggiore stima di loro stessi e dei loro comportamenti.[5] Parte dell'amare te stesso consiste nel comprendere veramente chi sei o nel creare la tua identità personale. Le parti che compongono la tua identità definiscono chi sei.
    • Elenca gli aspetti più importanti della tua identità. Ecco alcuni esempi: atleta, madre, figlio, nipote, persona appassionata, ballerino, scrittore... Ognuna di queste è un'identità importante che puoi imparare ad amare e apprezzare.
  2. 2
    Pensa a te stesso in modo positivo. Il modo in cui pensi a te stesso influenza i tuoi sentimenti e i tuoi comportamenti.[6] Nell'insieme, valutare la tua identità in termini positivi potrà aiutarti a sentirti più felice con te stesso.[7]
    • Fermati a riflettere sui tuoi punti di forza (tutti li hanno): ti accorgerai di sentirti più felice e anche più sicuro di te stesso!
    • Guarda il lato positivo di ogni cosa!
    • Crea delle immagini mentali positive. L'uso dell'immaginazione ti aiuta a sviluppare una maggior fiducia in te stesso.[8] Immagina di essere totalmente sicuro di te e felice della persona che sei. Come ci si sente? Che cosa sta accadendo? Come ci sei riuscito?
  3. 3
    Usa il dialogo interno positivo. Le affermazioni positive ti aiutano a sviluppare una maggiore fiducia in te stesso e a ridurre le emozioni negative, come per esempio l'ansia.[9][10]
    • Se ti senti male con te stesso, prova a formulare delle dichiarazioni positive, come: "Non importa se non ho ottenuto il voto che volevo, ciò non mi rende un cattivo studente. So di essere un ottimo allievo, ho solo bisogno di capire come posso fare meglio la prossima volta, tutto andrà per il meglio". La chiave sta nel non permettere che i piccoli errori entrino a far parte della tua identità complessiva. Non consentirti di credere che le difficoltà ti rendano una persona cattiva.
  4. 4
    Rispetta te stesso. Rispettare se stessi significa trattarsi bene e pretendere che anche gli altri facciano altrettanto.
    • Prenditi cura di te sia fisicamente che mentalmente. Una salute carente può mettere a serio rischio il tuo stato di benessere generale.[11]
    • Stabilisci dei confini tra te e gli altri. Per esempio, non consentire che qualcuno mini la tua autostima prendendosi gioco di un aspetto di te che fatichi ad accettare. Se ti senti particolarmente sensibile in merito al tuo peso corporeo, evita di scherzarci su, altrimenti anche gli altri potrebbero sentirsi autorizzati a fare altrettanto.
  5. 5
    Sviluppa il tuo carattere. Avere delle qualità virtuose, come saggezza, coraggio, umanità e senso della giustizia o della misura, potrà aiutarti a formare un'identità positiva.[12]
    • Se vuoi concentrarti maggiormente sull'essere di aiuto agli altri, puoi donare parte del tuo denaro o del tuo tempo (facendo volontariato) a un ente caritatevole a tua scelta. In questo modo avrai la sensazione di essere più utile per la tua comunità o per il mondo intero.
  6. 6
    Poniti degli obiettivi positivi e raggiungibili. Concentrati sul correggere quegli aspetti di te e della tua vita che puoi cambiare. Avere degli obiettivi e impegnarsi a raggiungerli potrà aiutarti a sentirti più felice con te stesso.[13] Così facendo ti avvicinerai gradualmente al tuo te stesso ideale.[14]
    • Trova un lavoro. Il fatto di non sentirti bene con te stesso potrebbe essere ricollegabile alla mancanza di un impiego.[15]
    • Smetti di concentrarti su ciò che non puoi cambiare. Ci sono alcune cose che puoi riuscire a ottenere (un lavoro, perdere peso...), mentre altre non sono raggiungibili. Aspetti come altezza, etnia ed educazione sono molto difficili da modificare in modo sano. Impara dunque a gestirli e ad accettarli per come sono.
  7. 7
    Dedicati ad attività che ti consentano di esprimere te stesso. Potrebbero aiutarti a sentirti maggiormente motivato e complessivamente più felice.[16] Per riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi è importante avere una motivazione interiore elevata, perché ti rende in grado di auto-incoraggiarti anziché dover contare sui riconoscimenti esterni (in termini di elogi o guadagni economici).
    • Tra le attività che ti consentono di esprimere te stesso si possono includere quelle che ti fanno sentire vivo, completo e coinvolto, e tutte quelle che per cui pensi di essere particolarmente predisposto, adatto e che ti consentono di essere il vero te stesso.[17]
    • Determina il tuo scopo. Per che cosa vuoi essere ricordato? Per essere stato un buon genitore o amico, o forse per aver aiutato gli altri?
    • Sii costante. Non arrenderti mai. Non rinunciare alle opportunità per timore di commettere degli sbagli.

3
Aumentare le Connessioni Sociali

  1. 1
    Sii socievole. La mancanza di rapporti interpersonali può mettere a serio rischio il tuo benessere.[18] Non essere troppo concentrato su te stesso; interessati alla vita delle altre persone.[19]
    • Cerca il giusto equilibrio tra la tua identità personale e sociale.[20] Puoi riuscirci comportandoti in modo spontaneo e sincero. Sii te stesso e non impersonare una falsa identità.
    • Festeggia con gli altri i tuoi traguardi.[21] Così facendo potrai creare un senso di felicità condivisa. Festeggia i tuoi risultati, come un nuovo lavoro, una promozione, un buon voto, una nuova casa, un fidanzamento, un matrimonio...
  2. 2
    Circondati di persone positive e desiderose di sostenerti. Ricevere il sostegno degli altri è una componente importante del processo che ti porterà a sentirti felice con te stesso.[22] Per rafforzarci e per credere in noi, abbiamo bisogno di essere circondati dalle persone.
    • Ogni volta che scorgerai la presenza di una persona negativa, che ti mette di malumore o che ti tratta malamente, dovrai fermarti a riflettere e decidere se vale la pena mantenere vivo il vostro rapporto.
  3. 3
    Chiedi aiuto a un amico. I buoni amici ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi, qualunque essi siano. Sanno essere sempre sinceri, e insieme potete trovare il modo di farti sentire meglio con te stesso.
    • Parla con un amico degli aspetti di te che non ti soddisfano.
    • Se hai difficoltà a confidarti con un amico, chiedigli se si è mai sentito inadeguato o infelice con se stesso: potresti rimanere sorpreso nell'ascoltare la sua risposta.
  4. 4
    Sii di ispirazione e di aiuto agli altri. Stimolali a dare il meglio di sé – una qualità virtuosa che può aiutarti a sviluppare la tua identità positiva.[23] Avendo la capacità di irradiare positività e felicità riuscirai a interiorizzare quelle stesse emozioni.
    • Quando ti accorgi di essere alla ricerca di un complimento, fai marcia indietro! Ogni volta che noti che una persona ha un bel taglio di capelli o indossa una bella camicia, faglielo sapere! Oltre ad aiutarla a sentirsi meglio con se stessa, anche tu ti sentirai più felice.
  5. 5
    Rivolgiti a un terapista. Se nonostante gli sforzi fatti continui a non sentirti felice con te stesso e non noti alcun miglioramento, puoi provare a chiedere aiuto a un professionista della salute mentale. Psicologi e analisti possono aiutarti a stabilire degli obiettivi specifici e suggerirti il modo migliore per imparare ad amarti e a essere più felice.
    • Chiedi consiglio al tuo medico di base per individuare il terapista più adatto alle tue esigenze.
    • In alternativa, parla con un amico o con un famigliare oppure esegui una ricerca online. In ogni caso chiedi informazioni in merito ai costi di terapie e sedute.

Riferimenti

  1. http://depts.washington.edu/centerme/Fs04banks.pdf
  2. http://www.researchgate.net/profile/Roland_Benabou/publication/244299280_SELF-CONFIDENCE_INTRAPERSONAL_STRATEGIES1/links/0c960529d2a101f0f8000000.pdf
  3. http://nrl.northumbria.ac.uk/3301/1/Wolfson_coping%20under%20pressure.pdf
  4. https://lemosandcrane.co.uk/resources/RISE%20psychological%20wellbeing%20in%20adulthood.pdf
  5. http://people.stfx.ca/x2009/x2009hxu/science.pdf
  6. http://www.researchgate.net/profile/Zourbanos_Nikos/publication/222428460_Mechanisms_underlying_the_self-talkperformance_relationship_The_effects_of_motivational_self-talk_on_self-confidence_and_anxiety/links/09e41505ab44eb0cc0000000.pdf
  7. http://www.researchgate.net/profile/Jane_Dutton/publication/228354753_Pathways_for_positive_identity_construction_at_work_Four_types_of_positive_identity_and_the_building_of_social_resources/links/0deec53905f6116b7c000000.pdf
  8. http://www.researchgate.net/profile/George_Doganis/publication/247515539_The_Effects_of_a_Mental_Training_Program_on_Juniors_Pre-Competitive_Anxiety_Self-Confidence_and_Tennis_Performance/links/02e7e52d3a9169b59c000000.pdf
  9. http://www.researchgate.net/profile/George_Doganis/publication/247515539_The_Effects_of_a_Mental_Training_Program_on_Juniors_Pre-Competitive_Anxiety_Self-Confidence_and_Tennis_Performance/links/02e7e52d3a9169b59c000000.pdf
Mostra altro ... (14)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Happy with Who You Are, Español: ser feliz con quien eres, Русский: быть счастливым, оставаясь самим собой, Deutsch: Sei zufrieden mit dir so wie du bist, Tiếng Việt: Trở nên Hạnh phúc với Bản thân, 한국어: 스스로에게 행복 느끼기, Français: être heureux avec soi–même, العربية: الرضا عن نفسك, Bahasa Indonesia: Berbahagia dengan Diri Sendiri, Čeština: Jak být spokojený s tím, kdo jste, Nederlands: Blij zijn met wie je bent, Türkçe: Olduğun Kişiyle Nasıl Mutlu Olunur

Questa pagina è stata letta 12 720 volte.
Hai trovato utile questo articolo?