Come Essere Indipendenti dal Punto di Vista Emotivo

In questo Articolo:Accettare Te StessoCambiare il Modo di PensareVivere in Modo IndipendenteRiferimenti

Essere forti e indipendenti dal punto di vista emotivo costituisce parte integrante dell'essere felici. Quando dipendiamo dagli altri per la percezione che abbiamo di noi stessi, significa che non ci conosciamo veramente. Fortunatamente, accettando noi stessi, modificando il nostro modo di pensare e facendo progressi in modo attivo per restare fedeli a quello che siamo e che proviamo, possiamo scoprire quel senso di pace interiore e quell'indipendenza che stiamo cercando. Continua a leggere.

Parte 1
Accettare Te Stesso

  1. 1
    Riformula il passato. Prendiamo ad esempio i genitori: la maggior parte di loro non è così eccezionale. Non sono tanto eccezionali perché non ci amano o perché non meritiamo affetto? No. Sebbene sia difficile da capire quando si è bambini. Non sono tanto eccezionali perché non sanno cosa stanno facendo — certo, ci provano, ma sono esseri umani. Invece di biasimare loro (o un ex, per esempio) per il tuo dolore, cerca di cambiare prospettiva. Renditi conto che non meritano rabbia, odio o risentimento. Nella peggiore delle ipotesi meritano pietà, nel caso opposto meritano compassione.
    • Che tua abbia 20 o 70 anni, probabilmente hai avuto delle relazioni da cui sei uscito un po' malconcio. Noi esseri umani abbiamo la tendenza a prendere qualsiasi fallimento/discussione/delusione/rifiuto sul piano personale, tirando le somme nei nostri taccuini mentali, ottenendo come risultato un numero che corrisponde a quanto valiamo. Innanzitutto dobbiamo finirla. Il passato appartiene al passato e deve rimanere lì. Ha una scarsa importanza.
  2. 2
    Perdona e dimentica. Si tratta di un passaggio fondamentale nell'accettazione di sé e nella riformulazione del passato. Quando non porti rancore e smetti di prendere tutto sul piano personale, ti ritroverai con una versione naturale e pura di te stesso, forte e indipendente dal punto di vista emotivo. Sarai anche più felice!
    • La prossima volta che ti ritrovi a essere arrabbiato con qualcuno, renditi conto che non ha niente a che vedere con te. Si tratta delle loro decisioni e tu non ne hai alcun controllo, il che va bene. È un momento insignificante nello schema della tua vita, che presto verrà completamente dimenticato.
    • Detto questo, non significa che alcune persone debbano passarla liscia. Perdonale, dimentica il loro comportamento, ma modifica le tue aspettative. Il tuo amico è arrivato con un'ora di ritardo all'appuntamento che avevate a pranzo? Segnato. La prossima volta (se ci sarà una prossima volta) saprai come gestire la situazione.
  3. 3
    Trascorri del tempo con te stesso. Quando è stata l'ultima volta che hai potuto ammazzare il tempo senza dover tirare fuori il telefono o distrarti? Al giorno d'oggi siamo bombardati continuamente da stimoli che alla fine ci allontanano dall'introspezione e dalla conoscenza della nostra mente. Comincia ora, dedica circa 20 minuti al giorno a te stesso. D'altronde, quale altra compagnia è migliore della tua?
    • In quei momenti, osserva come vaga la tua mente. Che direzione prende? Come elabora i pensieri? Prendi nota semplicemente di quanto sono davvero affascinanti le cose nella tua testa. Cosa puoi imparare di te stesso?
  4. 4
    Sappi chi sei. È come chiedere a una formica di guardarsi allo specchio e dire: “Sono una formica, non è vero?” Bene, oltre ai passaggi di cui sopra, esistono alcuni punti critici che vanno bene per tutti:
    • Sei degno di rispetto quanto chiunque altro. Non esistono esseri umani “migliori”; abbiamo tutti pregi e difetti.
    • Hai talento e interessi. Quali sono?
    • Hai pensieri e opinioni. Ci sono cose che ti piacciono e cose che non ti piacciono. Quali sono?
    • Hai dei valori. Hai delle convinzioni. Quali cose/concetti/idee consideri veri?

Parte 2
Cambiare il Modo di Pensare

  1. 1
    Mettiti alla prova. Esistono vari modi in cui una persona può essere dipendente dal punto di vista emotivo. Il più comune è una relazione amorosa. Impariamo a dipendere dal partner per affetto, sesso, approvazione e molto altro. Quando non succede, abbiamo la sensazione di aver commesso qualche errore o di contare meno per qualche motivo. Come sei dipendente dal punto di vista emotivo? Con il partner? Con gli amici? Con i colleghi o con il tuo capo? Con chiunque incontri? Pensa ad alcuni dei seguenti aspetti per individuare le aree su cui lavorare:
    • Ti ingelosisci facilmente? Ti paragoni agli altri così tanto da rovinarti la giornata?
    • Spesso gli altri deludono le tue aspettative? Chi lo fa più spesso?
    • Quando sei da solo vai alla ricerca degli altri soltanto per sentirti bene? Affiora una sensazione di vuoto quando non sei con gli altri?
    • Per te avere un partner o l'idea di avere un partner significa felicità?
  2. 2
    Assumiti le responsabilità. Quando critichiamo gli altri è perché sono in difetto. Di conseguenza diventano gli unici capaci di risolvere il problema. Terribile. Per avere il controllo sui tuoi pensieri ed emozioni, devi assumerti le tue responsabilità.
    • Questo ti obbliga a fare affidamento su te stesso per giungere a una soluzione. Invece di crogiolarti nella tristezza, pensa alle possibilità che hai a disposizione per migliorare la situazione. In questo modo ti libererai anche di quelle emozioni negative che si manifestano e sarai obbligato a essere più razionale e ad avere maggiore controllo.
  3. 3
    La prossima volta che ti offendono, fermati. Solo per un momento. Perché scaldarsi tanto? Si tratta soltanto di una persona che sta emettendo un giudizio e una critica. Non è la fine del mondo e probabilmente non è nemmeno così insolito. Tutti lo fanno. Perché dargli la soddisfazione di prendertela? Non ne vale la pena.
    • Ricorda a te stesso che non devi reagire nel modo in cui ti senti incline. Potrebbe sembrare che il modo naturale e umano di reagire sia arrabbiandoti, ma certo non è la tua unica possibilità. Potresti essere arrabbiato, triste, oppure potresti prenderne nota e andare avanti. Dopo tutto non trai nessun vantaggio dall'essere arrabbiato o triste, non è vero? Cosa ottieni?
  4. 4
    Renditi conto che la felicità è solo dentro di te. Piuttosto letteralmente. La serotonina e la dopamina producono vero e proprio piacere. Se volessi abituare te stesso a sentirti entusiasta alla vista di un tappeto marrone, potresti. Il cervello è una piccola creatura divertente. In altre parole, sei tu a decidere quello che ti rende felice e non ha niente a che fare con il mondo esterno. Viene da dentro, non puoi trovarlo all'esterno.
    • Qualora non fosse ancora chiaro, è una notizia molto, molto, molto buona. Hai il controllo su tutti i tuoi sentimenti! Non devi sottostare ai capricci di nessuno! Se vuoi provare una qualsiasi emozione, puoi provarla. Se non vuoi provare una qualsiasi emozione, non sei obbligato a farlo. La felicità è solo a una decisione di distanza.
  5. 5
    Fai del tuo meglio per non eccedere in compensazione. Esiste una linea sottile tra essere indipendenti dal punto di vista emotivo ed essere stronzi. Alcune persone sono così coinvolte dall'"essere se stesse" da calpestare completamente gli altri nel tentativo di farsi valere. Tieni presente che questa non è una scusa per fare il bullo e per averla sempre vinta. Puoi essere gentile e riguardoso pur rimanendo te stesso.
    • La maggior parte delle persone che calpestano completamente gli altri cercano di contrastare i loro sentimenti interiori di inadeguatezza o mancanza di importanza. Interiormente sentono di non avere alcun valore, per cui forzano il loro “valore” sugli altri nel tentativo di convincere se stessi. Questo non significa essere indipendenti dal punto di vista emotivo, significa essere veramente maleducati.

Parte 3
Vivere in Modo Indipendente

  1. 1
    Decidi per te stesso. La prossima volta che i tuoi amici si ritrovano attorno a un tavolo denigrando l'ultimo film uscito o lamentandosi degli pseudo-liberali o addirittura facendo pettegolezzi su un amico, invece di permettere loro di plasmare le tue opinioni, decidi per te stesso. Come ti senti? Perché le loro opinioni dovrebbero pesare sulle tue?
    • Provalo anche nelle piccole cose. La prossima volta che vuoi dare un'occhiata a un bar o a un negozio o guardare un film, ecc. di cui non hai sentito voci particolarmente esaltanti, vacci comunque! A volte gli altri semplicemente non sanno di cosa parlano.
    • Quando hai deciso per te stesso, impara ad esprimere le tue opinioni. È possibile che altre persone si sentano come te, ma sono troppo timide per dire qualcosa. Potresti anche fare una valida osservazione che nessun altro aveva considerato.
  2. 2
    Dici di no. La prossima volta che ti capita l'opportunità di fare qualcosa che semplicemente non hai voglia di fare, rifiuta. Non solo non vuoi partecipare a questa attività, ma non c'è alcun problema se non sei all'altezza delle aspettative altrui perché non è una cosa che ti preoccupa. Ascolta la tua parte interiore, spesso ha ragione.
    • Tuttavia, esiste una linea sottile. Salteresti il matrimonio del tuo migliore amico perché non hai voglia di andare? Probabilmente no. Eviteresti una riunione di lavoro inderogabile perché ti senti svogliato? Nemmeno. In altre parole, devi sapere come scegliere le tue battaglie.
  3. 3
    Impara a risolvere i tuoi problemi. Al giorno d'oggi viviamo in un mondo in cui milioni di persone formano culture diverse. Abbiamo talmente tante risorse a disposizione da non dover fare niente. Facciamo riparare le nostre auto, aggiustare l'impianto idraulico, riparare i computer, risolvere i nostri problemi di salute, e la lista è ancora lunga. Purtroppo questo ci priva della nostra capacità di cavarsela da sé e del senso di responsabilità. Per non dipendere dagli altri dobbiamo risolvere da soli i nostri problemi.
    • Di conseguenza, la prossima volta che ti senti a terra, assumiti la responsabilità di fare qualcosa! Trascorri la serata a fare qualcosa che ti piace veramente, concediti un po' di shopping-terapia o, accidenti, rilassati e basta. Quando ci riesci, puoi dimostrare che sei tu ad avere il potere di migliorare qualsiasi cosa, non gli altri.
  4. 4
    Aspettati poco dagli altri. C'è un verso di una delle colonne sonore di James Bond che recita: “Armati perché nessun altro ti salverà”. È un po' cinico, ma l'idea è vera: siamo tutti esseri umani e alla fine dobbiamo essere egoisti e mettere noi stessi al primo posto per essere felici. Tutti gli altri lo fanno, per cui puoi farlo anche tu senza sentirti in colpa.
    • Tenere questo a mente può aiutarti a evitare di avere aspettative alte per poi rimanere deluso. Quando ti aspetti poco dagli altri, è più facile per loro soddisfare le tue aspettative. Sarà inoltre più facile notare chi non riesce nemmeno a soddisfare le tue scarse aspettative e chi raggiunge sempre il massimo.
  5. 5
    Frequenta gruppi diversi di persone. Quando tutta la nostra vita ruota attorno a una cerchia ristretta di persone, è difficile non pensare che le loro opinioni non possano spostare le montagne. Per allargare i tuoi orizzonti e togliere importanza alle loro opinioni, frequenta più persone! Avere un'ampia rete di conoscenze è un aspetto positivo nel buono e nel cattivo tempo.
    • Tutti gli esseri umani devono attaccarsi alle cose. Può essere disgustoso perché significa che le nostre emozioni sono in balia di altre persone e altre cose. La chiave è riuscire a non attaccarsi troppo. Si tratta di una linea sottile che soltanto tu puoi trovare. Il modo migliore per farlo consiste nell'aprirti a persone diverse, distribuendo il tuo tempo di conseguenza.
  6. 6
    Occupati delle cose che ti riguardano. Ecco cosa significa: tu sei tu e quindi ti occuperai delle cose che ti riguardano, qualunque cosa significhi. Quando scopri chi sei e non perdi di vista questo aspetto, nessuno può bloccare quella sensazione di felicità interiore, che di conseguenza prevarrà.
    • Coloro che genuinamente non perdono di vista chi sono appartengono a una specie rara. Non dovrebbero essere giudicati, dovrebbero piuttosto essere fonte d'ispirazione. Gli altri noteranno che sei tu la tua fonte di felicità e aspireranno a fare lo stesso. Alcuni non saranno in grado di comprenderlo, e comunque non sono quelle le persone che vuoi avere attorno.

Consigli

  • Considera gli errori del passato come esperienza da cui trarre insegnamento e fai in modo che diventino la tua fonte d'ispirazione per essere forte e non commettere più gli stessi errori.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 15 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Emotionally Independent, Português: Ser Emocionalmente Independente, Español: ser emocionalmente independiente, Русский: обрести эмоциональную независимость, Deutsch: Emotional unabhängig sein, Nederlands: Emotioneel onafhankelijk zijn, Čeština: Jak být emocionálně nezávislý, Français: être indépendant sur le plan émotionnel, Bahasa Indonesia: Menjadi Mandiri Secara Emosional, 中文: 做到情感独立, हिन्दी: भावनात्मक रूप से स्वतंत्र बनें, العربية: أن تكون مستقلًا نفسيًا

Questa pagina è stata letta 14 398 volte.
Hai trovato utile questo articolo?