Come Essere Maturo

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

In questo Articolo:Sviluppare Comportamenti MaturiEssere Maturo dal Punto di Vista EmotivoComunicare come un AdultoEssere Cortesi34 Riferimenti

La maturità non è solo una questione di età. Esistono persone mature che hanno 6 anni e altre immature di 80. Infatti, si basa sul modo in cui tratti te stesso e gli altri, quindi è caratterizzata da come pensi e ti comporti.[1] Pertanto, se sei stanco di tutte le conversazioni e dei litigi infantili che vedi intorno a te o se vuoi che la gente sia più rispettosa nei tuoi confronti, prova alcune di queste tecniche per poter diventare più maturo. Indipendentemente dalla tua età, se sei saggio ed equilibrato saprai dimostrarti sempre la persona più adulta del gruppo.

Parte 1
Sviluppare Comportamenti Maturi

  1. 1
    Coltiva i tuoi interessi. La mancanza di interessi o hobby estesi e dinamici potrebbe contribuire a dare un immagine poco matura della tua persona. Trovando qualcosa che ti piace fare e di cui puoi diventare "intenditore", potrai sembrare più esperto e maturo. Avrai anche spunti di conversazione in compagnia delle persone, anche se non condividono le tue stesse passioni.
    • Fai in modo che i tuoi hobby siano attivi e produttivi. È molto divertente fare una maratona di programmi televisivi, ma non è certo il modo migliore di impiegare il proprio tempo. Questo non vuol dire che non puoi vedere i film, la TV e giocare ai videogiochi, ma non dovrebbero essere le uniche cose su cui concentrarti e trascorrere il tuo tempo.[2]
    • Le passioni possono aumentare la tua autostima e accrescere la tua creatività, oltre a stimolare le aree del cervello che ti fanno sentire più felice e positivo.[3]
    • Non c'è davvero alcun limite alle cose che potresti fare! Prendi una macchina fotografica e impara a immortalare momenti e persone. Scegli uno strumento musicale. Apprendi una nuova lingua. Impara le tecniche del beatboxing. Crea un gruppo per un gioco di ruolo.[4] Assicurati soltanto che qualunque cosa tu scelga sia di tuo gradimento e che diventi un impegno piuttosto che un semplice passatempo.
  2. 2
    Stabilisci degli obiettivi e impegnati a raggiungerli. Chi è maturo sa valutare i propri punti di forza, determinare i settori in cui è necessario migliorare e fissare obiettivi per il futuro. Tieni conto del futuro e fai in modo che influenzi opportunamente le tue scelte di vita attuali. Una volta stabiliti obiettivi chiari, perseguibili e quantificabili, cerca di muoverti nella direzione giusta per realizzarli.[5]
    • Può sembrare eccessivo fissare dei traguardi, ma non preoccuparti! Hai bisogno solo di un po' di tempo e pianificazione. Inizia a capire che cosa ti piacerebbe migliorare. Per esempio, se magari hai intenzione di cominciare ad arricchire il tuo curriculum per l'università, questo potrebbe essere l'obiettivo su cui concentrare i tuoi sforzi.
    • Per prima cosa è necessario pensare ad alcune categorie: chi, cosa, quando, dove, come e perché.
    • Chi. È la persona che sarà coinvolta nel raggiungimento dei tuoi obiettivi. Ovviamente, sei tu il protagonista in questo scenario. Tuttavia, questa categoria potrebbe includere anche un tutor, un coordinatore di volontariato o un consulente.
    • Che cosa. Che cosa intendi realizzare? È importante essere il più preciso possibile in questa fase. Per esempio, prepararsi per l'università è un percorso senza confini. Non riuscirai mai a iniziare se stabilisci obiettivi troppo vasti e vaghi. Piuttosto, fissa alcuni paletti che ti aiutino a raggiungere un traguardo più grande, come "Fare attività di volontariato" e "Partecipare ad attività extrascolastiche".
    • Quando. È utile per sapere quando dovrai mettere in atto azioni specifiche contemplate nel tuo piano. Questa consapevolezza ti aiuterà a restare in carreggiata. Ad esempio, se intendi fare volontariato, devi sapere se c'è una scadenza per presentarti, quando si terranno le attività e quando sarai in grado di svolgerle.
    • Dove. Spesso è utile per individuare il luogo in cui dovrai lavorare per raggiungere un determinato obiettivo. Ritornando all'esempio del volontariato, potresti scegliere di offrire il tuo contributo presso un rifugio per animali.
    • Come. Grazie a questa categoria puoi avere le idee più chiare su come puoi realizzare ogni fase del tuo obiettivo. Per esempio, in che modo è possibile contattare il rifugio presso il quale vuoi fare volontariato? Come pensi di raggiungerlo? Come pensi di bilanciare l'attività di volontariato con altre responsabilità? Rifletti sulle risposte a questo genere di domande.
    • Perché. Che tu ci creda o no, questa è probabilmente la parte più importante. Sarai molto più propenso a raggiungere un obiettivo quando ha un certo peso e riesci a inquadrarlo in una visione più ampia.[6] Cerca di capire perché un determinato obiettivo è importante. Ad esempio, "Voglio fare volontariato presso il rifugio per animali per rendere il mio curriculum più allettante in vista del corso di laurea in veterinaria".
  3. 3
    Sappi quando è opportuno essere spensierati. Non è necessario avere sempre un'aria seriosa per essere maturi. La vera maturità consiste nel conoscere chi ti circonda e cercare di capire quando è possibile divertirsi e quando è importante mostrare una certa serietà. È fondamentale avere questa capacità di discernimento in modo da poter modificare le proprie azioni in base alla situazione.[7]
    • Prova a dedicare una parte della giornata solo al divertimento. È necessario avere qualche momento come valvola di sfogo per divertirsi. Concediti un po' di tempo ogni giorno (ad esempio, dopo la scuola) per dedicarti a qualche avventura stravagante.
    • Renditi conto che di solito non è opportuno scherzare nei contesti più formali, come a scuola, in chiesa, al lavoro e soprattutto ai funerali. Ci si aspetta attenzione, non spensieratezza. Di norma, scherzare in queste situazioni è indice di immaturità.
    • Tuttavia, le situazioni informali, come le uscite con gli amici o persino i momenti trascorsi in famiglia, sono occasioni perfette per divertirsi. Possono anche aiutarti a stringere i tuoi legami con gli altri.
    • Stabilisci alcuni parametri per sapere quando va bene o non va bene scherzare e comportarsi in maniera frivola. Non fare umorismo di bassa lega o battute insolenti.
  4. 4
    Sii rispettoso degli altri. Il mondo si basa sulla reciproca convivenza. Se ti comporti infastidendo intenzionalmente le persone o se fai ciò che vuoi senza tenere conto dei sentimenti altrui, la gente ti considererà un immaturo. Se non trascuri i bisogni e i desideri di chi ti circonda, riuscirai a guadagnarti la reputazione di persona matura e rispettosa.
    • Rispettare gli altri non vuol dire farsi calpestare. Significa che è necessario ascoltarli e trattarli nel modo in cui desideri essere trattato. Se qualcuno è scortese o privo di scrupoli nei tuoi confronti, non reagire con altrettanta cattiveria. Dimostrati più adulto allontanandoti.
  5. 5
    Scegli amici maturi. Le amicizie influenzano il nostro comportamento. Cerca di frequentare persone che ti rendono migliore, invece di passare il tempo con chi potrebbe solo rovinarti.

Parte 2
Essere Maturo dal Punto di Vista Emotivo

  1. 1
    Non essere prepotente. La prepotenza nasce spesso da un senso di insicurezza e scarsa autostima. Può essere un modo per cercare di affermare il proprio potere sugli altri. È deleteria per chi ne è vittima e per chi ne è l'autore. Se riscontri di avere atteggiamenti prevaricatori, parla con una persona di fiducia, come un genitore o un consulente scolastico, per capire come smettere.
    • Il bullismo si divide in tre tipologie fondamentali: verbale, sociale e fisico.[8]
    • Il bullismo verbale comprende insulti, minacce o commenti inappropriati. Anche se le parole non provocano danni fisici, possono causare profonde ferite emotive. Stai attento a come ti esprimi e non dire nulla che non vorresti sentirti dire.
    • Il bullismo sociale danneggia la reputazione o le relazioni sociali altrui. Allontanare le persone, diffondere voci, umiliare o mettere in giro pettegolezzi sono tutti atteggiamenti tipici del bullismo sociale.
    • Il bullismo fisico comporta danni fisici o materiali. Ogni genere di violenza fisica, così come appropriarsi o distruggere la roba di qualcuno o anche rivolgere gesti maleducati, sono forme di bullismo fisico.
    • Non permettere che accadano atti di bullismo in tua presenza. Sebbene non sia necessario intervenire fisicamente per arginare l'azione di un bullo – infatti, può essere davvero pericoloso – esistono vari modi per creare un'atmosfera più distesa. Prova a:
      • Dare il un buon esempio non prevaricando gli altri.
      • Dire a un bullo che il suo comportamento non è divertente né simpatico.
      • Essere gentile con chi è vittima di bullismo.
      • Raccontare gli atti di bullismo agli adulti responsabili in un certo contesto.
    • Se ritieni di avere atteggiamenti prepotenti e prevaricatori, prendi in considerazione di parlare con un consulente o un terapeuta. Evidentemente avrai qualche problema più profondo che sta facendo emergere l'esigenza di offendere o prendertela con gli altri. Un consulente può indicarti qualche approccio per costruire relazioni più positive.
  2. 2
    Evita i pettegolezzi, le voci e di parlare alle spalle degli altri. Le chiacchiere, i pettegolezzi e le pugnalate alle spalle possono danneggiare le persone proprio come se ricevessero un pugno in faccia, se non di più. Anche se non intendi farlo con malizia, rischi comunque di ferirle. Le persone mature hanno a cuore i bisogni e i sentimenti altrui, non si comportano in modo da causare del male.
    • I pettegolezzi non ti rendono una persona né in gamba né simpatica. Alcuni studi hanno dimostrato che possono farti sembrare un tipo giusto quando sei in quinta elementare, ma generalmente alle superiori (quando si spera che tu sia diventato più maturo) i pettegoli non sono considerati così simpatici e popolari.[9]
    • Non incoraggiare neanche le dicerie. Se qualcuno cerca di spettegolare in tua presenza, sii franco: alcune ricerche dimostrano che può effettivamente fare la differenza se persino una sola persona dice "Sai, non mi sembra corretto sparlare di altri".[10]
    • A volte, capita di dire qualcosa di carino su qualcuno che viene trasformato da altri in un pettegolezzo. Per esempio, supponiamo che hai detto a un amico "Mi piace uscire con Marta. È così divertente!", mentre qualcun altro riferisce che ne hai parlato male. Non puoi controllare come le persone interpretano o reagiscono a quello che dici. Sole le tue parole e le tue azioni sono sotto il tuo controllo. Assicurati, pertanto, di essere sempre gentile.[11]
    • Per stabilire se qualcosa è un pettegolezzo o una diceria prova a chiederti: "Vorrei che altre persone sentano o sappiano questo di me?". Se la risposta è no, non condividerlo con nessuno.[12]
  3. 3
    Cerca di comportarti da adulto se qualcuno è sgradevole con te. Se puoi lasciar perdere, non replicare. Il tuo silenzio comunicherà che quanto hai sentito dal tuo interlocutore non era giusto. Se non puoi sorvolare, rispondi dicendo soltanto che il suo commento è stato impertinente. Se ricevi delle scuse, accettale, altrimenti allontanati.
  4. 4
    Sii aperto mentalmente. Le persone mature hanno la mentalità aperta. Solo perché non sei mai venuto a conoscenza di qualcosa o non l'hai mai provato, non significa che devi chiuderti o rifiutarne la possibilità. Invece, consideralo come un'opportunità per conoscere qualcosa (o qualcuno) di nuovo e differente.[13][14]
    • Se una persona ha convinzioni o abitudini diverse dalle tue, non giudicarla immediatamente. Piuttosto, poniti qualche domanda a risposta aperta, come "Potresti spiegarmi meglio?" oppure "Perché lo hai fatto?".
    • Prova ad ascoltare più che parlare, almeno in un primo momento. Non interrompere le persone dicendo "Ma penso che ____". Lasciale concludere. Resterai sorpreso da ciò che potrai imparare.
    • Chiedi chiarimenti. Se qualcuno dice o fa qualcosa che non ti sembra giusto, chiedi un chiarimento prima di prendere subito una decisione. Ad esempio, se ritieni che qualcuno ti abbia appena offeso a causa delle tue convinzioni, respira profondamente e poi replica: "Mi sembra che tu abbia detto che ____. È questo che volevi dire?". Se l'altra persona sostiene che non intendeva quello che hai capito, accettalo.
    • Non aspettarti il peggio dalle persone. Affronta le situazioni con l'aspettativa che anche gli altri sono umani quanto te. Probabilmente non hanno intenzione di essere inopportuni né di ferire, ma considera che possono anche commettere degli errori. Imparando ad accettare le persone per ciò che sono, riuscirai a essere più maturo.
    • Ti capiterà di non andare d'accordo con qualcuno. Non è un problema. A volte dovrai accettare le divergenze, se vuoi essere maturo.
  5. 5
    Abbi fiducia in te stesso. Non scusarti per eventuali stranezze o eccentricità che potresti avere, anche se gli altri non le approvano. Fintantoché i tuoi comportamenti non sono antisociali e non causano danni a nessuno, dovresti sentirti libero di esprimere la tua individualità. Le persone mature non giudicano se stesse col senno di poi né cercano di essere chi non sono.
    • Coltivare passioni e sviluppare competenze nei settori in cui sei dotato è un ottimo modo per aumentare la fiducia in te stesso. Imparerai che potrai realizzare tutto ciò per cui sei portato e che sei in grado di maturare valide competenze condivisibili con altri.
    • Fai attenzione alla parte più critica di te. Qualora ti accorgessi di avere pensieri negativi sul tuo conto, considera se riusciresti a fare altrettanto con un amico. Se non ne sei capace, perché dovresti demoralizzare te stesso? Prova a riformulare questo genere di pensieri trasformandoli in qualcosa di proficuo.[15]
    • Per esempio, potresti pensare: "Sono un perdente! Faccio pena in matematica e non riuscirò mai a migliorare". Non è certo un pensiero utile e sicuramente non è qualcosa che diresti a un amico.
    • Riformulalo cercando di considerare che cosa potresti fare per risolvere il problema: "Non sono un genio in matematica, ma posso lavorare sodo. Anche se non prendo un ottimo voto, saprò di aver fatto del mio meglio".
  6. 6
    Sii autentico. Un segno di vera maturità è restare fedele a chi sei. Puoi avere fiducia in te stesso senza comportarti in maniera arrogante o presuntuosa. Una persona matura non ha bisogno di demoralizzare gli altri o fingere di essere chi non gli piace.[16]
    • Parla di argomenti che stimolano veramente il tuo interesse. Se hai a cuore qualcosa, si vede.
    • Quando hai pensieri negativi sul tuo conto, puoi essere tentato di negarli a tutti i costi. Ad esempio, se sei piuttosto preoccupato per un esame o un compito in classe, la tua prima reazione potrebbe essere quella di convincerti del fatto che niente ti fa paura. In questo modo non sei sincero con te stesso. Sarebbe più maturo se ammettessi quando ti senti insicuro o vulnerabile. Ognuno passa dei momenti di incertezza. È del tutto normale.
    • Esprimi ciò che senti in modo chiaro. Tentennare o assumere atteggiamenti passivo-aggressivi non è un modo maturo o serio di gestire le tue emozioni. Sii educato e rispettoso, ma non avere paura di dire come ti senti realmente.
    • Fai quello che ritieni giusto. A volte, le persone possono deriderti o criticarti per questo. Tuttavia, se segui i tuoi principi, sai di essere fedele a te stesso. Se gli altri non lo rispettano, non chiedere affatto il loro parere.[17]
  7. 7
    Accetta le tue responsabilità. Forse la caratteristica più importante per diventare una persona matura è accettare la responsabilità delle proprie parole e azioni. Ricorda che le cose non ti piombano semplicemente addosso. Hai il potere di agire nella tua vita, perciò le tue parole e le tue azioni sono cariche di conseguenze sia per te che per gli altri. Quando sbagli, ammettilo. Riconosci che non puoi controllare ciò che fanno le persone, ma ricorda che hai la facoltà di controllare ciò fai.[18][19]
    • Accetta le tue responsabilità quando le cose vanno male. Ad esempio, se scrivi male una tesina, non attribuire la colpa al docente. Pensa ai tuoi comportamenti che ti hanno portato a un certo risultato. Che cosa puoi fare per migliorare la prossima volta?
    • Non arrovellarti su ciò che sarebbe più giusto. Nella vita non sempre vince la correttezza e l'onestà. A volte, potresti meritare qualcosa che non riesci a ottenere. Le persone mature non permettono alle ingiustizie di intralciare il percorso per la realizzazione dei loro obiettivi.
    • Prendi il controllo di ciò che puoi. Talvolta avrai l'impressione di non avere alcun controllo sulla tua vita. In alcuni casi è vero. Non è possibile decidere se il gestore di un ristorante ti darà un lavoro o se la persona che ti interessa ha piacere di uscire con te. Tuttavia, esistono ambiti in cui hai pieno controllo. Per esempio:
      • Il lavoro. Puoi rifinire e rileggere il tuo curriculum, prepararti per un colloquio, vestirti in maniera professionale, presentarti in orario e non essere assunto, ma aver fatto tutto ciò che era in tuo potere.
      • Le relazioni sentimentali. Puoi mostrarti rispettoso, divertente e gentile, essere te stesso in presenza del tuo partner, esporti dicendo che ti piacerebbe instaurare un rapporto. Queste sono cose che puoi controllare. Anche se non andranno per il verso giusto, potrai stare tranquillo perché sei rimasto fedele a te stesso e hai dato il meglio di te.
    • Non accettare la sconfitta. La maggior parte delle volte la gente demorde perché è più facile che continuare a provare. È molto più comodo dire "sono un perdente", anziché "Beh, questo approccio non ha funzionato, vediamo che altro posso fare!". Accetta la responsabilità delle tue scelte e fai ulteriori tentativi, a qualunque costo.

Parte 3
Comunicare come un Adulto

  1. 1
    Tieni sotto controllo il tuo stato d'animo. La rabbia è un'emozione potente, ma può essere domata. Non reagire in modo eccessivo per le piccole cose che non contano. Se sei turbato, fermati e trova 10 secondi per riflettere sulla reazione da avere prima di fare o dire qualcosa. In questo modo eviterai di pentirti e saprai comunicare in maniera più matura.[20]
    • Una volta che ti sei fermato, chiediti che cosa sta realmente accadendo. Qual è il vero problema? Perché sei irritato? Potresti scoprire che è qualcosa accaduto due giorni prima a farti impazzire e non il fatto che devi pulire la tua camera.
    • Rifletti sulle possibili soluzioni al problema. Analizza qualche reazione prima di sceglierne una. Come puoi affrontare quello che sta succedendo?
    • Considera le conseguenze. È un aspetto in cui molte persone fanno passi falsi. "Fare quello che voglio" è solitamente la soluzione più allettante, ma risolve davvero il problema? O lo peggiora? Pensa a quale può essere il risultato di ogni opzione.
    • Scegli una soluzione. Dopo aver preso in considerazione le conseguenze che potrebbero scaturire da ciascuna opzione, scegli quella che sembra più adatta alla situazione. Tieni conto che non sarà sempre la più semplice o la più divertente! Diventare maturi implica anche questo.
    • Se devi dire qualcosa, parla in modo calmo e offri argomentazioni ragionevoli per giustificare il tuo stato d'animo. Se il tuo interlocutore vuole solo discutere senza ascoltare, allontanati. Non ne vale la pena.
    • Se sei infuriato o sul punto di reagire in modo eccessivo, respira profondamente e conta fino a 10. Devi mantenere l'autocontrollo e non lasciare che l'ira abbia la meglio su di te.
    • Se sei in preda alla collera, le persone potrebbero provare piacere a provocarti. Se, invece, tieni sotto controllo il tuo stato d'animo, perderanno interesse a farti arrabbiare e inizieranno a lasciarti in pace.
  2. 2
    Apprendi le tecniche della comunicazione assertiva. Quando gli adulti vogliono comunicare in modo maturo, utilizzano tecniche e comportamenti assertivi. Assertività non è sinonimo di sfrontatezza, arroganza o aggressività, ma vuol dire esprimere in modo chiaro i propri sentimenti e i propri bisogni, ascoltando le esternazioni degli altri.[21] Chi è presuntuoso ed egoista non si preoccupa delle esigenze altrui, ma si concentra su come ottenere ciò che vuole, quando vuole, senza interessarsi della felicità degli altri. Se impari a difenderti da solo senza essere arrogante o aggressivo, ti sentirai sicuramente più maturo. Ecco alcuni modi per comunicare in maniera assertiva:[22]
    • Formula frasi in prima persona. Con quelle in seconda persona c'è il rischio di far sentire l'interlocutore accusato e, di conseguenza, inibirlo. Mantenendo l'attenzione su ciò che provi e stai vivendo, avrai l'opportunità di aprirti la strada per una confronto proficuo e maturo.
      • Ad esempio, invece di dire ai tuoi genitori "Non mi ascoltate mai!", prova a utilizzare frasi in prima persona, come: "Ho l'impressione che il mio punto di vista non venga preso in considerazione". Quando dici di "avere l'impressione/sentire" qualcosa, l'altra persona è più propensa a conoscerne il motivo.
    • Riconosci anche i bisogni degli altri. La vita non gira solo intorno a te. È fantastico esprimere in modo chiaro le proprie esigenze e sensazioni, ma ricordati di chiedere anche agli altri quali sono le loro. Saper mettere al primo posto le persone è un segno reale di maturità.
    • Non saltare a conclusioni affrettate. Se non sei sicuro di quello che è successo con qualcuno, domanda! Non dare giudizi avventati perché non puoi essere al corrente di ogni dettaglio.
      • Ad esempio, se un'amica ha dimenticato che dovevate andare a fare shopping insieme, non dare per scontato che non le importi nulla o che sia inaffidabile.
      • Invece, dopo una frase in prima persona fai seguire un invito affinché esprima come si sente: "Sono rimasta molto delusa per il fatto che non sei potuta venire a fare shopping con me. Che cos'è successo?".
    • Offriti di collaborare con gli altri. Invece di dire "Voglio fare skateboard", chiedi a chi ti sta di fronte di lanciare una proposta: "Che cosa ti piacerebbe fare?".
  3. 3
    Evita di dire parole volgari. In molte culture e società ci si aspetta che le persone mature sappiano comunicare senza imprecare o dire parolacce. Le volgarità rischiano di creare sconcerto negli altri o addirittura possono dare l'impressione che vi sia mancanza di rispetto. Se ti esprimi in questo modo, corri anche il rischio di essere considerato incompetente o un cattivo comunicatore.[23] Anziché imprecare, prova ad arricchire il tuo vocabolario. Man mano che impari parole nuove, usale per esprimerti.
    • Se dici spesso parolacce quando sei arrabbiato o ti fai male, prova a divertirti inventando un'esclamazione diversa. Invece di inveire in malo modo quando urti un piede, è molto più spassoso (e più incisivo) dire qualche imprecazione creativa come "Orca pupazza!".
  4. 4
    Parla educatamente e cerca di non alzare la voce. Se parli ad alta voce, soprattutto quando sei arrabbiato, è molto probabile che chi ti sta vicino si senta a disagio. Può anche smettere di darti attenzione. Gridare è ciò che fanno i bambini, non gli adulti maturi.
    • Utilizza un tono di voce calmo e regolare anche quando sei arrabbiato.[24]
  5. 5
    Osserva il tuo linguaggio del corpo. Il corpo può essere eloquente quanto le parole. Ad esempio, tenere le braccia conserte può comunicare che non sei interessato a quello che il tuo interlocutore sta dicendo. Stare in piedi accasciato comunica che non sei veramente in un determinato posto o che vorresti essere da qualche altra parte. Impara ciò che il corpo sta comunicando e sii sicuro di ciò che vuoi.[25][26]
    • Tieni le braccia rilassate lungo i fianchi, invece di incrociarle al petto.
    • Stai in piedi con il petto in fuori e la testa parallela al pavimento.
    • Ricorda che anche il volto comunica. Non alzare gli occhi al cielo e non guardare in basso.
  6. 6
    Fai discorsi maturi. Tra gli esempi vi sono la scuola, le notizie, le esperienze e lezioni di vita che hai imparato. Naturalmente in alcuni momenti è lecito divertirsi con gli amici. Dipende tutto dall'interlocutore che hai di fronte. Probabilmente non parlerai degli stessi argomenti con il tuo migliore amico come faresti con l'insegnante di matematica.
    • Fai domande. Un altro indice di maturità è la curiosità intellettuale. Se tutto ciò che fai è parlare a qualcuno, non sembrerai molto maturo. Cedi la parola agli altri. Se qualcuno dice qualcosa di interessante, chiedigli di approfondire l'argomento.
    • Non fingere di sapere ciò che non sai. Può essere difficile ammettere di non sapere. Dopo tutto, desideri mostrarti veramente maturo e informato. Tuttavia, se fingi di sapere qualcosa correndo il rischio di farti scoprire, sembrerai (e ti sentirai) uno sciocco. È molto più opportuno dire: "Non ho letto molto su questo argomento. Dovrò informarmi meglio!".
  7. 7
    Dici qualcosa di piacevole. Se non puoi dire nulla di bello, è meglio tacere. Le persone immature criticano costantemente e puntualizzano sui difetti degli altri, senza esitare a offendere su ogni questione. A volte, giustificano la loro crudeltà affermando di essere semplicemente "oneste". Le persone mature, invece, scelgono con cura le loro parole e non feriscono i sentimenti della gente nel tentativo di essere "oneste", quindi ricorda di stare attento a come ti esprimi e non dire cose che potrebbero urtare la sensibilità altrui. Tratta le persone nel modo in cui vorresti essere trattato.
  8. 8
    Impara a chiedere scusa sinceramente quando commetti un errore. Indipendentemente da quanto tu sia coscienzioso, quando parli ti capiterà di sbagliare o di ferire inavvertitamente le persone. Tutti facciamo cose stupide di tanto in tanto, perché nessuno al mondo è perfetto. Impara a mettere da parte il tuo orgoglio e dici "Mi dispiace". Quando commetti un errore, una scusa reale e sincera dimostrerà che sei veramente maturo.
  9. 9
    Dici la verità, ma sii delicato. È una capacità molto difficile da gestire, ma immaginando ciò che vorresti sentirti dire potrai capire come esprimerti. Nel buddismo esiste un detto: "Se hai intenzione parlare, chiediti sempre: è vero, è necessario, è gentile?". Consideralo prima di aprire bocca. Chi ti sta di fronte apprezzerà la tua onestà, mentre la tua delicatezza dimostrerà che hai veramente a cuore il benessere degli altri.[27]
    • Per esempio, se un'amica ti chiede se il suo vestito la fa sembrare grassa, considera che cosa sarebbe più utile. La bellezza è molto soggettiva, perciò probabilmente non è opportuno offrire un parere sul suo aspetto. Tuttavia, dicendole che le vuoi bene e che l'abito le dona proprio come dovrebbe, le darai l'iniezione di fiducia di cui ha bisogno.
    • Se pensi davvero che il suo abbigliamento non sia attraente, esistono vari modi per dirglielo con delicatezza, a patto che tu lo ritenga opportuno. Ad esempio, se dici "Sai, preferisco il vestito rosso a questo", non stai esprimendo un giudizio sul suo fisico – nessuno ne ha bisogno – ma rispondi alla sua domanda se le sta bene.
    • Gli scienziati comportamentali suggeriscono che alcune tipologie di insincerità sono in realtà "prosociali", piccole bugie per aiutare gli altri a evitare imbarazzi o malumori. Sta a te decidere se comportati in questo modo. Qualunque cosa tu scelga di dire, cerca di essere gentile.[28]

Parte 4
Essere Cortesi

  1. 1
    Usa le buone maniere quando interagisci con le persone. Stringi la mano in modo fermo e guarda dritto negli occhi. Se la tua cultura prevede un modo diverso di salutare gli altri, utilizzalo in maniera appropriata ed educata. Quando fai conoscenza, sforzati di ricordare il nome della persona ripetendolo: "Piacere di conoscerti, Paolo". Le buone maniere trasmettono il rispetto verso gli altri – e questo è il comportamento tipico delle persone mature.
    • Durante qualsiasi conversazione ascolta con attenzione e mantieni il contatto visivo. Non fissare il tuo interlocutore, però. Utilizza la regola del 50/70: guarda negli occhi per il 50% del tempo quando parli e per il 70% del tempo mentre è l'altra persona a parlare.[29]
    • Evita di agitarti o giocherellare con qualunque oggetto. L'irrequietezza indica mancanza di sicurezza. Tieni le mani aperte e rilassate.
    • Non distrarti pensando che preferiresti stare in un altro posto. La maggior parte delle persone sa notare quando non hai interesse a interagire e rischierai di ferire i loro sentimenti.
    • Non parlare al cellulare e non scrivere sms quando dovresti prestare attenzione alla persona che hai di fronte, altrimenti le mancherai di rispetto.
    • Quando hai a che fare con una situazione o un contesto nuovo, resta in silenzio per un po' e nota come agiscono le altre persone. Non è compito tuo dire agli altri ciò che dovrebbero o non dovrebbero fare. Piuttosto, osserva e sii rispettoso.
  2. 2
    Osserva le buone maniere quando sei online. Se sei educato anche in Internet, dimostrerai che rispetti amici, familiari e chiunque interagisca con te usando la rete. È indice di maturità. Tieni presente che la gran parte di ciò che comunichi online può anche essere visto da altre persone, compresi potenziali datori di lavoro, insegnanti e altri ancora, quindi non dire cose che potrebbero metterti in imbarazzo o crearti problemi.[30][31]
    • Evita il linguaggio forte e offensivo. Non eccedere nell'uso dei punti esclamativi. Ricorda che non puoi chiarire la tua posizione come se stessi parlando di persona, quindi assicurati di non sopraffare chi legge ciò che scrivi.
    • Usa il tasto shift. Usa la maiuscola per scrivere le iniziali dei nomi propri e per incominciare una frase invece di battere tutto in minuscolo. Evitare l'UsO iMpRoPrIo DeLle MaIuScOlE, altrimenti sarà molto più difficile leggere ciò che scrivi.
    • Evita l'uso costante delle LETTERE MAIUSCOLE. Su Internet equivale a gridare. Può essere lecito se invii un tweet sulla vittoria del campionato da parte della tua squadra di calcio, ma non è una buona idea nelle e-mail quotidiane e sui commenti pubblicati su social network.[32]
    • Quando invii un'e-mail, utilizza un'intestazione (ad esempio, "Caro" in "Caro Giovanni"). Cominciare l'e-mail senza questo accorgimento è da maleducati, soprattutto se si tratta di qualcuno che non conosci bene o di un insegnante. Utilizza anche una formula di chiusura, come "Grazie" o "Cordiali saluti".
    • Rivedi il testo di un'e-mail prima di inviarla o di un post su un social network per assicurarti di non aver commesso errori. Usa frasi di senso compiuto e cerca di applicare correttamente la punteggiatura al termine di ogni periodo.
    • Non adoperare troppe abbreviazioni, espressioni gergali ed emoticon. Non è un problema usarle in un messaggio di testo indirizzato a un amico, ma non utilizzarle in un'e-mail al tuo insegnante o in un altro contesto in cui desideri mostrarti maturo.
    • Ricorda la regola d'oro online così come della vita reale: Tratta gli altri come vorresti essere trattato. Se vuoi che qualcuno sia gentile con te, sii gentile anche nei sui confronti. Se non hai niente di bello da dire, non aprire bocca.
  3. 3
    Renditi utile. Tieni la porta aperta, aiuta a raccogliere le cose e offri assistenza a chiunque ne abbia bisogno. Considera di renderti utile per la tua comunità, ad esempio facendo da mentore per un giovane studente o lavorando in un rifugio per animali. Quando rendi felici gli altri, sarai molto più propenso a sentirti felice. Dare agli altri il tuo contributo piuttosto che a te stesso è un comportamento da persona matura.
    • In questo modo avrai anche l'opportunità di accrescere la tua autostima. Alcuni studi hanno dimostrato che, quando aiutiamo gli altri, raggiungiamo un senso di realizzazione e orgoglio per quello che abbiamo compiuto.[33]
    • Rendersi utili non è sempre reciproco. Possono capitare momenti in cui aiutiamo gli altri senza ricevere un "grazie" o un aiuto in cambio. Dipende da loro. Ricordati di comportarti in modo premuroso per te stesso, non per ottenere qualcosa.
  4. 4
    Evita di metterti sempre al centro dell'attenzione. Se prendi sempre il controllo della conversazione e parli di te tutto il tempo invece di dare agli altri interlocutori la possibilità di parlare, risulterai irrispettoso e immaturo. Invece, mostrando un interesse reale verso le passioni e le esperienze altrui, darai l’impressione di essere più maturo e meno egocentrico. In base a ciò che ascolti potresti anche imparare qualcosa di nuovo o sviluppare una certa stima per qualcuno.
  5. 5
    Accetta complimenti e critiche con maturità. Se qualcuno ti rivolge un complimento, rispondi "grazie" e lascia le cose come stanno. Se qualcuno ti critica, sii educato replicando: "Va bene, ci rifletterò sicuramente". Magari la sua critica non sarà valida, ma gestendola in maniera educata, dimostrerai al momento tutta la tua maturità.[34]
    • Cerca di non prendere le critiche personalmente. Talvolta le persone cercano di aiutare senza, tuttavia, comunicare nel modo appropriato. In questi casi, chiedi un chiarimento: "Ho sentito che non ti piace il mio saggio. Potresti dirmi nel dettaglio in che modo potrei fare meglio la prossima volta?".
    • Certe volte una critica parla più dell’autore che del bersaglio. Se sembra ingiusta o offensiva, ricorda che probabilmente l'altra persona sta solo cercando di mettere in risalto se stesso a tue spese. Non permetterle di avere la meglio.
    • Accettare le critiche con eleganza non significa che non puoi difenderti. Se qualcuno ferisce i tuoi sentimenti, digli in modo calmo e gentile: "Sono sicuro che non intendevi dire questo, ma quando hai criticato il mio abbigliamento mi hai davvero ferito. La prossima volta, potresti evitare di fare commenti sul mio aspetto?".

Consigli

  • Sii gentile, comprensivo e amico con tutti! Non essere gentile solo una volta, ma sempre.
  • È difficile acquisire maturità. Tuttavia, non cambiare chi sei per diventare più maturo. Piuttosto, sforzati di esprimere la tua personalità nel modo migliore. Non è una questione di dimostrare chi è più vecchio o più giovane. Se vuoi essere preso sul serio dalle persone che ti circondano, pensa e agisci in base a come vorresti essere ascoltato. Assicurati solo di essere coerente con te stesso ogni volta che fai un passo e di difendere le tue scelte. Se qualcosa va storto, fai del tuo meglio per mantenere la calma e pensa alla prossima mossa, senza incolpare gli altri. Hai compiuto un'azione e assumiti le tue responsabilità. Cerca di essere maturo e responsabile.
  • Di fronte a un conflitto evita di litigare e cerca di risolvere la questione in maniera calma e razionale. Se il litigio degenera, falla finita il più presto possibile.
  • Tratta gli altri come vorresti essere trattato. Fondamentalmente è questa la definizione di maturità.
  • Scrivi gli obiettivi che intendi raggiungere per diventare maturo e come pensi di realizzarli. Ad esempio, potresti decidere di cominciare a essere una persona tranquilla che evita di parlare sempre di sé. Lavora su questo aspetto per una settimana e verifica i tuoi progressi. Anche se non sei perfetto fin da subito, continua a provare.
  • Mostra eleganza. Anche se qualcuno non merita una seconda possibilità, concedigliela. Sarai una persona migliore e ti dimostrerai più maturo.
  • Impara a scegliere il look giusto in base al contesto. Una cresta arancione può esprimere la tua originalità, ma se svolgi un lavoro tradizionale, il tuo aspetto potrebbe portare a credere che sei una persona immatura, anche se non è vero.
  • Prova a concentrarti anche sui problemi degli altri. Darai l'impressione di essere più maturo.
  • La puntualità è una virtù!

Riferimenti

  1. https://www.psychologytoday.com/blog/artificial-maturity/201211/the-marks-maturity
  2. http://www.pamf.org/parenting-teens/general/interests/hobby-resources.html
  3. http://www.nytimes.com/2007/12/02/jobs/02career.html
  4. http://www.notsoboringlife.com/list-of-hobbies/
  5. https://www.psychologytoday.com/blog/notes-self/201308/how-set-goals
  6. http://news.stanford.edu/news/2015/january/resolutions-succeed-mcgonigal-010615.html
  7. http://articles.sun-sentinel.com/2013-03-21/features/sfe-sfp-acting-immature-can-actually-help-foster-maturity_1_kids-maturity-emotional-literacy
  8. http://www.stopbullying.gov/what-is-bullying/definition/index.html
  9. http://www.apa.org/research/action/blues.aspx
Mostra altro ... (25)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.

Categorie: Interazioni Sociali

In altre lingue:

English: Be Mature, Español: ser maduro, Português: Ser uma Pessoa Madura, Deutsch: Reif sein, Русский: стать взрослым, Français: faire preuve de maturité, 中文: 成熟一点, Nederlands: Je op een volwassen manier gedragen, Čeština: Jak být dospělý, Bahasa Indonesia: Menjadi Orang yang Dewasa, العربية: أن تكون ناضجًا, ไทย: เป็นผู้ใหญ่, 한국어: 성숙해지는 법, हिन्दी: परिपक्व (mature) बनें, Tiếng Việt: Trưởng thành, Türkçe: Nasıl Olgun Olunur

Questa pagina è stata letta 74 818 volte.
Hai trovato utile questo articolo?