Come Essere Meno Pervertito

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

In questo Articolo:Valutare i Pensieri e le SensazioniAgireApportare dei Cambiamenti Personali15 Riferimenti

Se ti senti un pervertito, potresti vergognarti dei tuoi pensieri erotici e dei tuoi atti sessuali. Forse ti vergogni a causa delle tue credenze religiose o spirituali, oppure per il tuo stato civile (hai una relazione monogama o sei sposato). Indipendentemente dal motivo, probabilmente ti senti anormale o comunque non ti senti come vorresti sotto il profilo sessuale. Ricorda che è difficile definire cos'è "normale" nella sfera sessuale, poiché ciò si basa su una serie di idee, desideri e pratiche differenti.

Parte 1
Valutare i Pensieri e le Sensazioni

  1. 1
    Chiediti in che modo i tuoi pensieri sul sesso condizionano la tua vita. Potresti essere ossessionato da alcuni video o fantasticare sul sesso in maniera ricorrente per molte ore al giorno, a tal punto da non riuscire a concentrarti sulle altre attività quotidiane. In che misura la tua perversione ti impedisce di vivere una vita produttiva e appagante? Ferisci qualcuno? In che misura i tuoi pensieri e i tuoi atteggiamenti sono all’origine di altri problemi?
    • Rifletti sul modo in cui i tuoi pensieri e i tuoi gesti influiscono sulla tua vita quotidiana e come questa potrebbe cambiare se non ci fossero. Avresti più tempo a tua disposizione? Ti sentiresti meglio con te stesso? Le persone avrebbero un'opinione diversa su di te?
    • Ricorda che i pensieri erotici sono naturali. Se hai sentito dire che pensare al sesso ti rende una persona malvagia o che sarai punito per i tuoi pensieri, ricorda che tutti noi siamo pervasi da pensieri simili e che sono del tutto naturali. Specialmente durante l’adolescenza sarai assalito da moltissime fantasie erotiche che rappresentano un passaggio essenziale per esplorare la tua sessualità.[1]
  2. 2
    Cerca di comprendere meglio il concetto di sessualità sana. Non ci sono dei confini prestabiliti per definire ciò che è sano o meno nella vita sessuale di ciascuno. Per esempio, alcune persone sono attratte dai rapporti occasionali, mentre altre ritengono che siano immorali; alcune adorano masturbarsi mentre altre provano imbarazzo o si rifiutano di farlo. Avere una sessualità sana significa fare ciò che ti sembra sano nella misura in cui ciò riesca ad arricchire la tua vita.[2] In altri termini, significa sentirti sessualmente appagato e felice senza vergognarti oppure provare ribrezzo per te stesso.
    • Ricorda che gli esseri umani sono esseri sessuali per natura ed è giusto e del tutto normale avere desideri e pensieri erotici.
  3. 3
    Cerca di formulare una tua definizione personale di sessualità sana. Mentre cerchi di porre un freno ai tuoi pensieri perversi, è importante che tu stabilisca anche ciò che consideri sano. Non tentare di eliminare il sesso dalla tua vita; al contrario cerca di creare una base sessuale sana per te stesso nel tuo corpo e nella tua mente. Ricorda che non è possibile tentare a tutti i costi di non avere pensieri o desideri erotici, tuttavia devi tenere a bada determinati atteggiamenti.
    • Scrivi un elenco di ciò che ritieni lecito nella sfera sessuale. Concentrati sulla definizione dei pensieri e dei gesti sani, sul modo in cui ti relazioni con gli altri sul piano sessuale e su come ti senti con te stesso successivamente.
    • Pensa a ciò che ti fa star bene e a ciò che ti fa star male. Qual è la differenza tra le due cose?
  4. 4
    Affronta la tua vergogna. Spesso è provocata dal preconcetto che determinati comportamenti denotano perversione.[3] Se ritieni di essere pervertito, è probabile che la tua vergogna sia scatenata da questa convinzione, ma ricorda che il senso di vergogna potrebbe contribuire ad abbassare la tua autostima.[4] Affronta la vergogna e prendi atto che non apporta alcun beneficio alla tua vita.
    • Cerca di individuare le situazioni che ti imbarazzano. Ti succede dopo esserti masturbato o dopo aver guardato dei video porno? Oppure dopo aver avuto pensieri erotici? Prendi nota di tutto ciò che ti provoca imbarazzo. Successivamente stabilisci se sia più opportuno non ripetere lo stesso gesto o allontanare il tuo senso di vergogna. Individua le tue sensazioni scatenate da quel gesto, se ti sentiresti meglio nell’evitarlo o se hai bisogno di elaborarlo al fine di non sentirti più imbarazzato.
    • Da dove scaturisce la tua vergogna? Dipende da un valore che ti hanno trasmesso i tuoi genitori o da credenze religiose fortemente radicate? Capire la fonte della tua vergogna può aiutarti a elaborarla.
    • Se stai cercando di superare l’imbarazzo, ripeti a te stesso: “Sono in grado di amare e di manifestare la mia sessualità secondo i miei canoni di piacere e benessere. Non devo vergognarmi della mia sessualità”.
  5. 5
    Affronta il tuo senso di colpa. Il senso di colpa può essere un sentimento sano, quando ti spinge a rivedere e a correggere i tuoi comportamenti. Per esempio, se sei pentito per aver commesso un determinato gesto, il tuo rimorso potrebbe essere accompagnato dal senso di colpa e aiutarti a prendere una decisione diversa la prossima volta in cui ti ritroverai ad affrontare situazioni simili.[5]
    • Se il tuo senso di colpa deriva dai tuoi pensieri erotici, consideralo come un segnale indicatore e prestagli ascolto. Prova a concentrarti per interpretare il tuo senso di colpa, per capire da dove ha origine e come potresti avere una sessualità sana senza provare rimorso.
    • Chiediti quando sei assalito dal senso di colpa. È provocato dalle tue azioni e dai tuoi pensieri erotici, dalla tua sessualità o da influenze esterne (come la religione o altre credenze)? La tua reazione è giustificata?
    • Se non vuoi vergognarti per la tua sessualità, ripeti a te stesso: “Ho il diritto di essere un essere sessuale e di esprimere la mia sessualità in maniera sana senza sentirmi colpevole”.
    • Se hai ferito qualcuno da un punto di vista sessuale è opportuno affrontare la situazione.
  6. 6
    Rapportati con il tuo corpo in maniera sana. Se provi vergogna o imbarazzo per il tuo corpo, impara ad accettarti così come sei.[6] Accetta il colore della tua pelle, i tuoi capelli, la tua altezza e il tuo peso. Se detesti il tuo corpo, potresti ritrovarti a fissarti eccessivamente su quello degli altri e a cadere in meccanismi psicologici perversi. Parti dall’accettazione di te stesso: più ami te stesso, il tuo corpo e la tua sessualità, più vivrai una vita sessuale appagante.
    • Se ti vergogni delle smagliature, della pelle flaccida o delle cicatrici, dimentica il tuo aspetto fisico e impara ad apprezzare il tuo corpo per le importanti funzioni che svolge, come la digestione, l’espulsione delle tossine e la trasformazione degli alimenti in sostanze nutritive.
    • Potresti non essere orgoglioso di tutte le parti del tuo corpo, ma concediti del tempo per essere riconoscente per le funzioni che svolge e per ciò che ti permette di fare.[7]
    • Il tuo corpo racconta una storia: la tonalità della tua pelle e le cicatrici racchiudono le tue esperienze di vita e la storia dei tuoi antenati.

Parte 2
Agire

  1. 1
    Cancella le immagini e i video porno dal tuo PC. Rimuovi da tutti i tuoi dispositivi elettronici qualsiasi contenuto che possa spingerti ad allontanarti dalla retta via. Liberare il tuo computer e il tuo cellulare da qualsiasi tentazione significa crearti delle basi solide che possano aiutarti a raggiungere il tuo obiettivo di allontanare i pensieri perversi sul sesso.
    • Usa lo strumento del controllo parentale per evitare di aprire “accidentalmente” i siti web porno. Se sarai tentato di sbloccarlo nuovamente, ti basterà una manciata di secondi per ripensarci e concentrarti su altre cose.
    • Se temi di essere dipendente dalla pornografia, dai uno sguardo a questo articolo.
  2. 2
    Sbarazzati delle riviste e delle foto porno. Ciò significa che dovresti rimuovere anche i poster dalle pareti della tua stanza o gettare le magliette, gli adesivi o i cappelli che non collimano con il tuo concetto di una vita sessuale sana. Devi creare un ambiente che ti incoraggi a perseguire i tuoi obiettivi e che allontani i tuoi pensieri perversi.
  3. 3
    Controlla il tuo senso dell’umorismo. Fare delle battute a sfondo sessuale potrebbe essere il tuo modo di fare commenti per sembrare divertente agli occhi degli altri, ma in realtà le battute denotano mancanza di rispetto.[8] Spesso non sono divertenti, specialmente quando sono dirette verso qualcuno in particolare e possono rivelarsi scortesi e offensive. Prendere in giro la sessualità di una persona non è mai opportuno, specialmente per fare pettegolezzi o ferirla. Evita di farlo.
    • Se ritieni che una battuta sia divertente, ma sai benissimo che potresti ferire qualcuno, tienila per te.
  4. 4
    Distraiti. Forse hai bisogno di distrarti dai tuoi pensieri e dai tuoi atteggiamenti. Quando ti ritrovi a pensare o a comportarti come non vorresti, focalizza la tua attenzione su altre cose. Potresti distogliere lo sguardo, iniziare un altro discorso o prendere le distanze dalla situazione.
    • Se non riesci a concentrarti, fai una pausa e vai in bagno, a fare una passeggiata oppure impegnati in qualcos’altro.
    • Se ti ritrovi a fissare qualcuno in maniera inopportuna, cerca di controllarti e di distogliere la tua attenzione.
    • Se sei in procinto di fare una battuta fuori luogo, fermati e di’ qualcosa di diverso.
  5. 5
    Interagisci in maniera rispettosa. Se hai pensieri perversi nei confronti di altre persone, assicurati di trattarle con stima e rispetto. Se sei interessato alle donne, rivolgiti a loro in maniera cortese. Se sei attratto dagli uomini, trattali con rispetto. Rispetta i limiti sessuali di ciascuno. Prima di tentare un approccio sessuale, parlane con il tuo partner. Stabilisci dei limiti e comunica le tue preferenze e i tuoi desideri, non sottovalutando quelli del tuo partner.[9]
    • Non rivolgerti a nessuno in modo tale da sminuirlo sotto il profilo sessuale.
  6. 6
    Cerca di non rafforzare l'opinione sbagliata che le persone hanno su di te. Se gli altri pensano che tu sia un pervertito, ci sono degli accorgimenti che puoi adottare per evitare di alimentare questi preconcetti. Alcuni comportamenti possono essere perfino considerati atti di molestia sessuale o bullismo e in quanto tali potrebbero crearti dei problemi. Cerca di evitare di:[10]
    • Fare battute o gesti sessualmente espliciti;
    • Parlare di sesso in contesti inappropriati, per esempio durante la lezione, mentre qualcuno ti sta raccontando una storia o in altre situazioni che potrebbero mettere a disagio altre persone;
    • Inviare messaggi di testo a sfondo sessuale o foto inappropriate;[11]
    • Toccarti le parti intime in pubblico;
    • Toccare le altre persone in maniera inopportuna o sgradita;
    • Essere esibizionista.

Parte 3
Apportare dei Cambiamenti Personali

  1. 1
    Cerca di gestire lo stress in maniera efficace. Se ti senti sotto pressione, potresti essere più vulnerabile a ricadere nelle cattive abitudini. Trova dei sistemi per ridurre e gestire lo stress ogni giorno e non lasciare che aumenti. Praticare attività fisica, essere attivo socialmente ed evitare di affaticarti inutilmente sono sistemi eccellenti per gestire lo stress.[12]
    • Iscriviti a un’associazione di podisti, pratica yoga o porta a passeggio il tuo cane.
    • Telefona a un amico, organizza una partita a carte o invita i tuoi amici a cena.
    • Se ti senti sempre sotto stress, ma non sai come individuare i fattori stressanti, inizia a scrivere un diario per tenere traccia di ciò che ti sottopone a tensione ogni giorno, settimana o mese. Potresti iniziare a riconoscere i fattori stressanti e successivamente affrontarli uno per uno.[13]
  2. 2
    Scegli attentamente i tuoi amici. Non circondarti di persone che ti spingono a pensare o ad agire in maniera perversa. Potresti dover allontanarti dai tuoi vecchi amici e trovarne altri. Accogli nella tua vita le persone che ti sostengono e ti spronano a vivere in un modo che ritieni proficuo per te stesso. Avere un buon sostegno ti aiuta a combattere lo stress.[14]
    • Se ci sono delle persone che esercitano un’influenza negativa su di te, ma che comunque non puoi allontanare, chiedi loro cortesemente di moderare i loro commenti o atteggiamenti oppure di non affrontare determinati argomenti in tua presenza.
  3. 3
    Rivolgiti ai tuoi amici. Essi possono aiutarti lungo il tuo percorso e renderlo più semplice, offrendoti il proprio sostegno. Avvia una rete di supporto, se anche i tuoi amici hanno problemi simili ai tuoi. Invia loro messaggi di incoraggiamento, incontratevi per pranzo e aiutatevi a vicenda.
    • Puoi anche unirti a un gruppo di sostegno psico-educativo, sia a livello locale che online.
  4. 4
    Rivolgiti a uno psicoterapeuta. Se ritieni di non riuscire a controllare i tuoi pensieri, le tue emozioni e i tuoi atteggiamenti e ti rendi conto di non essere in grado di seguire il percorso autonomamente, consulta uno psicoterapeuta. Egli può aiutarti ad affrontare i tuoi pensieri, a trovare delle strategie di coping e a lavorare per rimuovere i tuoi pensieri erotici negativi. Il tuo psicoterapeuta è pronto a sostenerti e ad aiutarti a vivere una vita più felice e appagante.[15]
    • Se hai dei dubbi, parlane con un componente della tua famiglia.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Salute Mentale

In altre lingue:

English: Be Less Perverted, Español: ser menos pervertido, Português: Ser Menos Pervertido, Русский: перестать быть извращенцем, Deutsch: Weniger pervers sein, Français: être moins pervers, Bahasa Indonesia: Mengurangi Sifat Mesum, 한국어: 변태적인 성향 극복하는 법, Nederlands: Minder geperverteerd zijn, العربية: الحد من الانحرافات الجنسية

Questa pagina è stata letta 13 469 volte.
Hai trovato utile questo articolo?