Come Essere Onesto con Te Stesso

Molte circostanze sfuggono al mio controllo, quindi sono padrone del mio destino e capitano della mia anima — Douglas Hofstadter


Al giorno d'oggi, in questo preciso istante, com'è la tua vita? Hai un piano a lungo termine o, come la maggior parte di noi, vivi più o meno alla giornata? Il tempo non aspetta nessuno. Cerca di capire cosa conta davvero, è il primo passo da fare per assumerti le tue responsabilità.

Passaggi

  1. 1
    Scegli un obiettivo e riflettici su. Gli scopi positivi includono quelli personali, lavorativi, economici, familiari, spirituali e sentimentali.
  2. 2
    Ritaglia del tempo per te stesso. Alzati prima o dopo la tua famiglia, altrimenti trova un posto tranquillo in cui tu possa sederti e pensare. Alcuni riflettono meglio mentre si dedicano a un'attività poco impegnativa (come il bucato) o passeggiano. Scopri cosa funziona per te.
  3. 3
    Fai un bilancio. Su cosa è incentrata la tua vita? Qual è il tuo scopo in generale? In cosa sei bravo? In cosa potresti migliorare?
  4. 4
    Sii obiettivo. La riflessione e la valutazione della tua situazione possono far affiorare molte emozioni, ma cerca di essere distaccato.
  5. 5
    Scendi nei dettagli. Cosa hai ottenuto nella tua vita e perché ci sei riuscito? Cosa ti piacerebbe avere? Cosa ti infastidisce e perché? Cosa ti piace di te stesso?
  6. 6
    Metti tutto in prospettiva. Ok, non hai ancora vinto il Premio Nobel per la Pace. Nemmeno la maggior parte di noi ci è riuscita. Siamo semplici esseri umani e nessuno dovrebbe aspettarsi la perfezione da se stesso, tu compreso.
  7. 7
    Dedica un diario alle tue riflessioni. Mettere su carta quello che pensi ti aiuterà a essere più specifico. Puoi scrivere tutto quello che vuoi e che ti va di esprimere, che si tratti di liste, appunti, fumetti, disegni o mappe. Se non ti piace scrivere, potresti prendere un registratore e parlare in questo modo dei tuoi pensieri, altrimenti, scegli un altro metodo.
  8. 8
    Considera sia gli aspetti positivi sia quelli negativi. Le imprese fanno questa analisi usando il diagramma SWOT. Prendi quattro fogli o suddividine uno in quattro parti e scrivi quanto segue.
    • Punti di forza. In cosa sei bravo? Cosa ami fare e a cosa ti piace dedicarti perché spinto unicamente dalla tua passione? Per cosa ti fanno i complimenti gli altri? Cosa pensano ti riesca meglio? Una volta aver fatto una lista, considera come potresti migliorare ancora di più o usa tutto questo a tuo vantaggio.
    • Punti deboli. Cosa non ti piace? Cosa non ti riesce bene? Concentrarti sulle tue caratteristiche negative potrà aiutarti a metterle in prospettiva. Una volta fatta la lista dei tuoi punti deboli, puoi decidere se provare a migliorare queste aree o lasciar perdere. Se per te è importante essere un bravo nuotatore, metti a punto dei piani per migliorare, altrimenti, almeno saprai quali sono i tuoi limiti e potrai rimanere nella parte meno profonda della piscina.
    • Opportunità. Possono andare a braccetto con i tuoi punti di forza. Le opportunità non devono essere solo economiche, ma anche personali. Considera come potresti fare la differenza, soddisfare le tue esigenze (per esempio quella di creare) o, semplicemente, migliorare te stesso. Potresti basarle sull'utilizzo che farai dei tuoi punti di forza e sul come attenuerai i tuoi punti deboli.
    • Minacce. Cosa potrebbe minare queste opportunità, deragliare le tue speranze o farti allontanare dal successo? Lo scopo di questa lista è doppio. Innanzitutto, individuare le minacce ti permette di considerarle più chiaramente. Quello che sai è meno minaccioso dell'ignoto. In secondo luogo, ciò ti consente di occuparti di questi rischi.
  9. 9
    Se non ti mette a disagio, parlane con qualcuno che possa ascoltarti. Esprimere i tuoi pensieri ad alta voce ti permetterà di vederli da un'altra prospettiva, e capirai che alcuni non hanno senso. Qualora non fossi ancora a tuo agio per discuterne con qualcuno, fallo invece con il tuo amico a quattro zampe o un peluche.
  10. 10
    Chiedi ai tuoi amici di dirti che opinione hanno di te. Realizzare un'autovalutazione onesta non sempre è facile, e chiedere un giudizio a una persona esterna può aiutarti a capire se quello che pensi di te stesso è ragionevole.
  11. 11
    Fai una lista di tutto quello che vorresti fare nei prossimi cinque o dieci anni, o prima di morire. Non filtrare niente per ora, ti basta annotare tutto seguendo il flusso dei tuoi pensieri. Se ti va, scrivi l'elenco concentrandoti su un aspetto o una questione particolare della tua vita.
  12. 12
    Poni a te stesso delle domande e rispondi facendo delle liste, scrivendo dei saggi o in qualunque altro modo desideri. Ecco alcuni esempi:
    • “Cosa conta nella mia vita e cosa mi sta solo facendo rallentare?”.
    • “Cosa cambierei della mia vita?”.
    • “Quali individui contribuiscono alla mia felicità e quali non lo fanno?”.
  13. 13
    Prenditi l'impegno di cambiare. Ripeti a te stesso che questa è la tua vita, e che per essere felice e in forma devi decidere cosa rimarrà e a cosa dovrai rinunciare.
  14. 14
    Non menare il can per l'aia. Di' a te stesso la verità, per quanto faccia male. Ricorda che accettare la realtà ti aiuterà a sistemarla. Sebbene a volte sia difficile autoanalizzarsi, ammettere con se stessi di essere gelosi di qualcuno è meglio che cercare di negarlo. La verità potrebbe renderti infelice all'inizio, ma in un secondo momento ti libererà.
  15. 15
    Determina degli obiettivi. Leggi altri articoli su wikiHow a tal proposito.
  16. 16
    Mettiti in azione. Intraprendi concretamente il piano, procedi sicuro sul tuo cammino, in direzione di quello che vuoi davvero. Le azioni sono più potenti delle parole, dunque comportarti in relazione a quello che scopri su te stesso è fondamentale per essere onesto.

Consigli

  • Solo tu sei responsabile del tuo destino, quindi fai soltanto quello che ti aiuterà a conseguire i tuoi obiettivi.
  • Se non sai da dove iniziare, prova facendo un test della personalità (su internet ne troverai vari). Non sono miracolosi di per sé, ma possono farti capire meglio la tua natura e darti una mano a cominciare.
  • Ricorda che non devi vergognarti a scrivere i tuoi pensieri. Non necessariamente dovrai condividerli, anzi, potrai distruggerli, modificarli o anche solo nasconderli.
  • Essere onesto non significa essere spietato con te stesso. Tutti hanno difetti e difficoltà. Il miglior atleta o cantante del mondo potrebbe essere un pessimo scrittore. Valuta sinceramente i problemi e, da qui, getta le basi per risolverli, non usarli come scusa per criticarti.
  • Se riesci a essere obiettivo e ad analizzare te stesso, coltivando sempre una certa onestà, ti renderai conto che la tua vita è effimera come quella di tutti gli altri, e l'unico segreto è fare il possibile per vivere al meglio. Non c'è niente di male in questo, è semplicemente parte della condizione umana.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 26 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Honest with Yourself, Español: ser honesto con uno mismo, Русский: быть честным с самим собой, Français: être honnête avec soi‐même, Deutsch: Sei ehrlich mit dir selbst, 中文: 对自己诚实, Bahasa Indonesia: Jujur kepada Diri Sendiri, Nederlands: Eerlijk zijn tegen jezelf, 한국어: 자신에게 정직해지는 방법, Tiếng Việt: Thành thật với Chính mình, ไทย: ซื่อสัตย์กับตัวเอง, Čeština: Jak být k sobě upřímní, 日本語: 自分に正直になる, العربية: أن تكون صادقًا مع نفسك

Questa pagina è stata letta 3 597 volte.
Hai trovato utile questo articolo?