Come Essere Paziente

5 Parti:Che cosa ti rende Impaziente?Prendere notaSuperare l'impazienzaCambiare prospettivaPrenderla con calma

Non è mai stato facile essere pazienti, ma probabilmente più difficile che mai in questo periodo. In un mondo in cui messaggi e informazioni possono essere dall'altra parte del mondo istantaneamente, abbiamo tutto a portata di mouse. Fortunatamente, la pazienza è una virtù che può essere coltivata nel tempo. Sarai piacevolmente sorpreso da come relax e pace mentale possano influire sulla qualità della tua vita.

Parte 1
Che cosa ti rende Impaziente?

  1. 1
    Cerca di capire da dove viene tutta questa fretta. Per esempio: stai aspettando che inizi una festa importante! Tendiamo a perdere la pazienza quando stiamo facendo tante cose o abbiamo un programma di marcia stretto, aspettandoci che il giorno passi nell'arco di pochi minuti di lavoro e caos.
    • Se ti trovi sommerso di cose da fare, dovresti riconsiderare la tua lista degli impegni prima di provare a cambiare la tua reazione naturale a una situazione schiacciante.
    • Cerca di distribuire i tuoi compiti in modo da fare una sola cosa alla volta, in maniera da non ritrovarti a girarti i pollici con la voglia di tenerti occupato con qualcosa.
    • Delega le responsabilità agli altri, se puoi; questo potrebbe essere un test per la tua pazienza, ma devi imparare a condividere i pesi.
  2. 2
    Definisci con precisione quello che spesso ti fa perdere la pazienza. Per esempio: quando non stai facendo niente! L'impazienza si insinua in modo subdolo, e se ti senti ansioso, preoccupato o infelice, potresti anche non realizzare che la causa nascosta di queste sensazioni è l'impazienza. Per ridurne la manifestazione, aiuta esserne consapevoli.
    • Quali eventi, persone, frasi o circostanze sembrano provocare lil tuo nervosismo? Siediti e fai una lista di tutte le cose che ti causano ansia, tensione o frustrazione. Alla base della maggior parte delle motivazioni c'è una realtà che facciamo fatica ad accettare. Quali sono queste realtà per te?
  3. 3
    Cerca di notare cose ricorrenti. Essere consapevole della tua impazienza ti dà anche la possibilità di trarne insegnamento e magari scoprire una relazione o circostanza che semplicemente non è sana o costruttiva, e che potresti avere il potere di cambiare. Scoprilo e poi potrai pensare logicamente al tipo di problema e decidere se la tua impazienza è assicurata o utile. Di solito non lo è, ma quando lo è puoi trovare modi per risolvere il problema alla radice anziché subirne lo stress.

Parte 2
Prendere nota

  1. 1
    Tieni un diario. Per una o due settimane, ogni volta che senti quel senso di fretta e impazienza, scrivi ciò che è associato a quella sensazione (Esempio: 1° Luglio – lezione di Astronomia). Assicurati di prendere appunti che siano costanti e collegati ogni volta che percepisci quella sensazione.
    • Noterai che sarai più consapevole (e di conseguenza più preparato) della sensazione di impazienza. Sarai anche in grado di osservarla in maniera obiettiva e quali eventi la scatenano.
    • Potresti arrivare alla conclusione che non sono le circostanze collegate al sentimento a causare l'angoscia che provi, ma è la sensazione stessa a provocarla. In questo modo sarai in grado di controllare meglio l'impazienza quando ti assale.

Parte 3
Superare l'impazienza

  1. 1
    Supera gli attacchi di impazienza. Alla lunga, sviluppare la pazienza richiede un cambiamento nella tua attitudine verso la vita, ma puoi subito fare progressi imparando a rilassarti quando ti senti impaziente. Fai un paio di respiri profondi e cerca di schiarire la mente. Concentrati sul respiro e sarai in grado di mantenere il controllo.
  2. 2
    Lascia perdere, se non puoi fare nulla riguardo alla causa. Se non c'è niente che tu possa fare per risolvere qualsiasi cosa abbia scatenato la tua impazienza, lascia perdere. Più facile a dirsi che a farsi, vero, ma è possibile, ed è l'unica cosa sana da fare.
    • All'inizio, probabilmente farai fatica a lasciar perdere, se la questione per te è importante — aspettare una risposta dopo un colloquio di lavoro, per esempio — ma dovresti essere in grado di gestire l'impazienza che deriva da problemi minori (come aspettare in fila al supermercato).
    • Se ti sforzi costantemente di essere più paziente in situazioni semplici e senza particolari conseguenze, piano piano troverai la forza di restare calmo anche in quelle più difficili e durature.

Parte 4
Cambiare prospettiva

  1. 1
    Ricorda a te stesso che le cose richiedono tempo. Gli impazienti sono persone che insistono per fare le cose "adesso" e non vogliono perdere tempo. Certe cose, tuttavia, non possono essere affrettate.
    • Pensa ai tuoi ricordi più belli. Il caso vuole che fossero situazioni in cui la tua pazienza è stata ripagata, come quando hai lavorato duramente per un obiettivo che non dava gratificazione immediata, o ti sei preso del tempo extra per passarlo piacevolmente con qualcuno che amavi. Avresti questi ricordi se fossi stato impaziente? Probabilmente no.
    • Quasi tutte le cose buone della vita richiedono tempo e devozione; se sei impaziente, c'è il rischio che tu rinunci a relazioni, obiettivi e altre cose che per te sono importanti. Le cose potrebbero non arrivare sempre a chi aspetta, ma la maggior parte delle cose buone che arrivano, non arrivano subito.
  2. 2
    Ricordati di ciò che conta. Non concentrarsi su ciò che conta di più nella vita accende l'impazienza. Spingi il mondo verso la pace con la tua gentilezza, con il perdonare generosamente gli altri, con la gratitudine per ciò che hai, e prendendo tutto il buono delle cose che contano. Quando altre cose meno importanti scatenano la nostra impazienza, prendersi del tempo per ricordarsi di una di queste cose riduce la nostra tendenza a volere qualcosa di diverso ora.
  3. 3
    Ricorda sempre che potresti ottenere quello che vuoi — questo richiede maturità e pazienza per capirlo e accettarlo!. Se lavori duramente per qualcosa, questo potrebbe essere la cosa giusta, la maggior parte delle volte dovrai essere paziente per ottenere quello che vuoi.
    • Per gli altri, questo potrebbe essere semplice, ma l'unica cosa che importa è che tu sappia come tenerti occupato, anche nei periodi morti.
    • Ricorda, la pazienza è un'abilità mentale che non dimenticherai mai, quindi considerala come un passo fondamentale della tua vita. L'impazienza non è qualcosa di cui essere fieri, ma qualcosa di cui dovresti liberarti, prima che travolga la tua vita.
  4. 4
    Sii sempre ottimista nella vita. Essere positivo è fondamentale per essere pazienti. Ricorda che la vita non è una corsa, ma un viaggio da assaporare passo dopo passo.

Parte 5
Prenderla con calma

  1. 1
    Aspettati l'inaspettato. Certo, hai dei piani, ma le cose non sempre vanno secondo i programmi. Accetta l'imprevisto e vivi la vita con leggerezza. Mantieni le tue aspettative realistiche. Questo si applica non solo alle circostanza, ma anche al comportamento delle persone attorno a te.
    • Se ti ritrovi a sbraitare contro tuo figlio o tua moglie perché per sbaglio hanno fatto rovesciare un bicchiere, non sei consapevole del fatto che le persone non sono perfette. Anche se non si trattasse di un episodio isolato, ma qualcosa provocato da negligenza e poca cura continue, perdere la pazienza non migliorerà le cose. È qualcosa che va affrontato parlandone e mantenendo il controllo.
  2. 2
    Datti una tregua. Questo ha un doppio significato.
    • Primo, prenditi qualche minuto per non fare assolutamente niente. Siediti e pensa. Non guardare la tv e non leggere nemmeno. Non fare niente. Potrebbe essere difficile all'inizio, e potresti anche sentirti impaziente dopo un paio di minuti, ma prendendoti questo tempo farai rallentare il tuo mondo, e questo è importante per costruire l'atteggiamento che ti aiuterà a sviluppare la pazienza.
    • Secondo, smetti di imporre a te stesso e al mondo intorno a te standard irraggiungibili. Certo, saremmo tutti più pazienti se i bambini non piangessero, i piatti non si rompessero, i computers non si bloccassero e le persone non facessero errori – ma non accadrà mai. Aspettarsi che il mondo fili liscio è come sbattere la testa contro il muro. Datti tregua!!

Consigli

  • Sii presente e concentrato su ciò che fai. Potresti essere preoccupato di avere troppe cose da fare durante il giorno, ma dovresti concentrarti sull'unica cosa che hai da fare in questo momento, quella che si trova di fronte a te. Quando l'avrai portata a termine verrai pervaso da un senso di compimento che ridurrà la tua ansia e favorirà i conseguimenti futuri.
  • Una volta che sei riuscito a cambiare il tuo atteggiamento e sei diventato una persona paziente, scoprirai che la pazienza può aiutarti durante i periodi neri, e non importa se saranno lunghi o difficili. Ancora più importante, forse, la pazienza può aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.
  • La noia non aiuta a essere pazienti. Se stai aspettando nella sala di attesa del medico, e l'unica cosa su cui ti puoi concentrare è il ticchettio dell'orologio, sarà dura essere pazienti. Se invece puoi leggere un libro o fare un cruciverba, il tempo volerà (o passerà meno lentamente). Se non hai niente da fare mentre aspetti, cerca di apprezzare il fatto che non hai niente da fare. In un mondo frenetico, le opportunità di non fare nulla sono rare e dovrebbero essere apprezzate per quello che sono.
  • Una citazione dal romanzo di James Clavell, "Shogun": "Il Karma è il principio della conoscenza. Quello successivo è la pazienza. La pazienza è molto importante. I forti sono quelli pazienti. Pazienza significa controllare la tua inclinazione alle sette emozioni: odio, adorazione, gioia, ansia, rabbia, dolore, paura. Se non ti fai controllare dai sette, sei paziente e presto capirai tutte le cose e sarai in armonia con l'infinito".
  • Un modo per combattere lo stress è scriverne. Studi hanno dimostrato che le persone che scrivono delle loro emozioni tendono a diventare più calme e ad accettare le emozioni che stanno provando. Quindi, la prossima volta che sei arrabbiato, scrivici su e prova a meditare sul perché sei così arrabbiato.
  • Anziché essere infastidito da una distrazione (per esempio il pianto di un bambino su un volo lungo), cerca di essere un osservatore passivo. Se ti alleni tutti i giorni a osservare le cose e gli eventi senza giudicare o farti un'opinione, diventerà più facile per te riconoscere qualcosa senza permetterle di infastidirti.
  • Essere pazienti con gli altri è una forma di rispetto. Se vuoi essere un buon genitore, capo, compagno o amico è importante riconoscerlo ed essere pazienti con le persone. "Non perdersi in un bicchier d'acqua" è un buon motto. Tu e le persone attorno a te sarete più rilassati e andrete più d'accordo.
  • Sviluppare la pazienza non è semplice, e devi essere motivato per esserlo di più. Puoi comunque farcela… e dovresti. La pazienza può ridurre i tuoi livelli di stress, migliorare salute e longevità e può renderti felice. Ogni volta che ti senti impaziente, pensa agli effetti positivi della pazienza e ricorda che l'impazienza peggiora solo le cose.
  • Ricorda, per ogni minuto che passi arrabbiato, perdi 60 secondi di felicità.
  • Prega.
  • Sii paziente e non infastidire le persone che non sono veloci come vorresti.
  • Molte persone pensano che meditazione e yoga aiutino a essere pazienti.

Avvertenze

  • Sii paziente con gli altri che mostrano poca pazienza. Se ti senti fin troppo infastidito da loro, trova una scusa per spostarti da un'altra parte e prenditi una pausa dal loro atteggiamento ansiogeno.
  • La pazienza non dovrebbe essere una scusa per procrastinare. Mentre la pazienza può aiutarti a stare bene non facendo nulla, l'indolenza genera impazienza e stress.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Be Patient, Español: ser más paciente, Deutsch: Sich in Geduld üben, Português: Ser Paciente, Nederlands: Geduldig zijn, Français: être patient, Русский: быть терпеливым, 中文: 保持耐心, Bahasa Indonesia: Bersabar, Čeština: Jak mít trpělivost, العربية: الاتسام بالصبر, हिन्दी: धैर्यवान बनें, ไทย: ฝึกความอดทน, Tiếng Việt: Trở nên kiên nhẫn

Questa pagina è stata letta 73 101 volte.

Hai trovato utile questo articolo?