Scarica PDF Scarica PDF

Spesso fai fatica a esprimere quello che pensi quando sei al lavoro, soprattutto se per natura sei un tipo introverso o hai poca fiducia in te stesso. Tuttavia, l'assertività è una capacità importante che ti permette di comunicare efficacemente in ambito professionale. Gli psicologi hanno scoperto che chi impara a comunicare in modo produttivo sul lavoro è un impiegato migliore, ha più tempo libero e costruisce relazioni personali più equilibrate.[1] Anche se l'assertività non è una qualità innata, hai la possibilità di acquisire questa competenza e il presente articolo ti offrirà un punto da cui partire.

Parte 1 di 3:
Acquistare Fiducia in Te Stesso

  1. 1
    Comincia gradualmente. Se non ti senti sicuro di dire quello che pensi al lavoro, forse non è una buona idea proporti per una presentazione importante o chiedere un aumento di stipendio al capo. Piuttosto, ti conviene iniziare con qualcosa di più semplice.[2]
    • Per esempio, se ti è stata promessa una nuova apparecchiatura, come un monitor per la scrivania, ma il tuo responsabile si è dimenticato o non ha avuto il tempo di occuparsi di questa faccenda, prova a chiedere gentilmente quello che ti è stato promesso.
    • Le piccole vittorie fanno accrescere la tua autostima e ti danno la forza di affrontare questioni più importanti.[3]
  2. 2
    Festeggia i tuoi successi. Quando sul posto di lavoro raggiungi un risultato importante, non tenerlo per te. Certo, non devi vantartene, ma per alimentare la tua autostima, impara a riconoscere le tue realizzazioni (e a portarle a conoscenza degli altri).[4]
    • Prendendo l'abitudine di ricompensarti e riconoscere quanto hai realizzato, sarai più consapevole dei tuoi meriti.[5]
  3. 3
    Fingi di essere sicuro. Anche se non ci credi veramente, fingendo di essere sicuro, arriverai ad avere più fiducia in te stesso, soprattutto se questo atteggiamento si trasforma in un'abitudine.[6]
    • Ad esempio, prova a sorridere ai colleghi e a guardarli negli occhi. Cammina con un più grinta, come se fossi diretto in qualche luogo importante.[7]
    • Anche un abbigliamento dall'aria più autorevole ti permetterà di assumere un aspetto più prestigioso. Scegli dei vestiti in linea con la tua personalità e il tuo stile, ma capaci di trasmettere l'idea che sei un professionista.[8]
    • Questa strategia può farti sentire più sicuro e indurre gli altri a trattarti con più rispetto. In un caso o nell'altro, contribuisce a rafforzare la tua autostima.
  4. 4
    Esercitati giorno per giorno. Pensa alle situazioni quotidiane in cui ti senti insicuro o restio a esprimere le tue idee e cogli l'occasione per comportarti come una persona che crede in se stessa e si fa valere.[9]
    • In un primo momento potresti sentirti a disagio, ma tieni presente che in questo modo potrai diventare più spigliato e disinvolto. La pratica costante è il cammino verso la perfezione.[10]
    • Se sarai perseverante, alla fine noterai i successi e sarà tutto più naturale.
  5. 5
    Cerca di fare un po' di introspezione. È importante riflettere attentamente sui compiti o sulle discussioni in cui puoi offrire il tuo contribuito, sui settori in cui puoi distinguerti e trovare spazio per migliorare.[11] [12]
    • Essere assertivi non vuol dire comportarsi come se le proprie idee fossero perfette. La vera fiducia in se stessi si costruisce mettendo in luce i propri punti di forza, ma anche arrivando a individuare le proprie debolezze e facendo il possibile per mettersi in discussione e migliorare sotto certi aspetti.[13]
  6. 6
    Lascia perdere le critiche infondate. Se un collega ti muove una critica inattendibile o ingiusta, cerca di non soffermarti troppo.[14]
    • Oltre a essere uno spreco di energie, il tempo passato a rimuginare sulle critiche sterili può compromettere la fiducia in te stesso.[15]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Mostrare Fiducia in Te Stesso

  1. 1
    Fai sentire la tua voce. Se vuoi essere più assertivo sul lavoro, devi mostrarti (ed essere) sicuro di quello che hai da dire. Per esprimerti efficacemente, prova a importi nelle situazioni in cui la tua opinione o il tuo punto di vista potrebbe essere prezioso. Non aspettarti di essere interpellato, ma rendi noto il tuo parere.[16]
    • Tuttavia, questo non vuol dire che le tue opinioni debbano essere ascoltate sempre per prima. A volte, la cosa migliore è lasciare che qualcun altro si esprima, trovando il modo di agganciare le proprie idee a quello che è stato detto. Così facendo, è più probabile che vengano approvate.[17]
    • Per esempio, durante una riunione sarebbe meglio aspettare che due o tre persone prendano la parola e avanzare in seguito le proprie considerazioni, dicendo: "La mia idea, che si sposa perfettamente con quanto sostiene Giulia, è che ...".[18]
  2. 2
    Impara a dire di no. Se un collega ti chiede di fare qualcosa che non rientra nei tuoi compiti o che non hai il tempo di gestire a causa di altri progetti, dovresti declinare tranquillamente la sua richiesta. Rispondendo in questo modo, non risulterai assolutamente una persona egoista.
  3. 3
    Non essere aggressivo. Essere assertivo non vuol dire che devi fare tutto a modo tuo e mettere a tacere le altre persone.[19]
    • Piuttosto, devi imparare a essere sicuro e persuasivo, ma non esigente, scortese o autoritario.[20]
    • Cerca di metterti nei panni degli altri. Presta attenzione agli atteggiamenti delle persone che ti circondano e dai loro la possibilità di esprimere ciò che pensano.[21]
    • Avendo rispetto delle opinioni altrui, darai vita a un ambiente di lavoro più positivo in cui tutti si sentiranno a loro agio nel condividere quello che pensano. In questo modo non solo creerai un clima più disteso, ma avrai meno difficoltà a dire le tue idee senza temere di essere giudicato o criticato gratuitamente.[22]
    • L'aggressività rischia effettivamente di compromettere la capacità di farsi sentire, perché i colleghi possono scoraggiarsi o confondersi di fronte ai comportamenti prepotenti.[23]
  4. 4
    Chiedi rispetto, non amicizia. I rapporti professionali sono diversi dalle relazioni sociali. In ambito lavorativo è più importante essere rispettato come elemento autorevole e prezioso di uno staff che essere ben voluto dai colleghi di lavoro.[24]
    • Vale soprattutto se occupi un ruolo dirigenziale. Probabilmente analizzare il lavoro dei tuoi dipendenti in maniera onesta e costruttiva non sarà gradito a tutti, ma è necessario per avere un personale valido ed efficiente.[25]
    • A volte, non ti attirerai il favore dei colleghi esprimendo in modo sincero le tue opinioni o le tue valutazioni, ma è un problema marginale all'interno di un ambiente lavorativo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Esprimerti Efficacemente

  1. 1
    Rifletti su ciò che vuoi dire. L'assertività comporta una comunicazione chiara. Che tu stia parlando durante una riunione, discutendo a quattr'occhi col tuo capo o partecipando a un progetto di squadra, sarai in grado di comunicare in modo più chiaro ed efficace se rifletti prima di aprire bocca.[26] .
    • Se hai preparato il tuo discorso prima di intervenire, tutto ciò che hai in mente risulterà molto più chiaro e ponderato.[27]
    • Prima di presentare le tue idee in una riunione o un altro incontro, fai qualche ricerca sull'argomento. Se sei ben informato, avrai un'aria più autorevole e probabilmente ti sentirai più sicuro.[28]
  2. 2
    Metti in ordine i tuoi pensieri. Quando prendi in considerazione quello che vuoi dire, assicurati di imbastire un discorso preciso e puntuale, eliminando tutte le informazioni inutili.[29]
    • Le digressioni e gli incisi potrebbero deconcentrare chi ti ascolta, distraendolo da quanto stai dicendo.[30]
  3. 3
    Abituati a sviluppare le tue idee. Sebbene sia impensabile prevedere tutte le situazioni che potrebbero nascere sul luogo di lavoro, farai meglio a prepararti se sai che devi presentare o vuoi rendere note determinate idee o informazioni durante una riunione.[31]
    • Un concetto apparentemente chiaro nella tua mente può sembrare confuso e disordinato quando lo esprimi ad alta voce. Preparando il tuo discorso prima di fare il tuo intervento, avrai la possibilità di comunicare tutte le tue idee con chiarezza e precisione.[32]
    • Inoltre, preparandoti, renderai più fluida la tua presentazione perché potrai eliminare tutte le espressioni usate per evitare i silenzi mentre si raccolgono i pensieri (come "uhm", "eh", "cioè", "in pratica" e così via). Questi intercalari possono farti sembrare meno sicuro e informato sull'argomento. Tuttavia, se prepari in anticipo quello che devi dire, tenderai a non servirtene più.[33]
  4. 4
    Controlla il volume della voce. Una voce calma e delicata può essere indice di mancanza di fiducia o autorevolezza. Prova a esprimerti in modo che il tuo discorso venga preso sul serio.[34]
    • Anche questo aspetto può richiedere una certa pratica.
    • Non urlare. Anche se è importante fare sentire chiaramente la voce, non devi risultare sfrontato o prepotente.[35]
  5. 5
    Modula il tuo intervento. Parlando troppo in fretta, rischi di sembrare nervoso e avrai anche più difficoltà a seguire il tuo ragionamento. D'altronde, parlando molto lentamente, puoi risultare noioso o perdere l'attenzione del tuo uditorio.[36]
    • È assolutamente accettabile fare una pausa per un sorso d'acqua se hai bisogno di un attimo per raccogliere i tuoi pensieri o lasciare che il pubblico rifletta su quanto hai detto.[37]
    • Se devi tenere un lungo discorso in pubblico, considera di registrarlo durante la fase di preparazione. In questo modo riuscirai a capire meglio se il ritmo è efficace.[38]
  6. 6
    Non sminuire il tuo discorso. Non usare un linguaggio che ti faccia sembrare incerto o che dia l'impressione che le tue idee non sono valide.[39]
    • Per esempio, non usare il termine "solo": "Penso solo che potremmo prendere in considerazione un piano più ambizioso". In questo modo, farai credere che le tue idee sono poco importanti o preziose.[40]
    • Allo stesso modo, non iniziare le frasi dicendo: "Potrei sbagliarmi, ma ..." oppure "È solo la mia opinione, ma ....". Indicano al pubblico che non è necessario prendere sul serio il tuo parere.[41]
    Pubblicità

Consigli

  • Ricorda che lo sviluppo dell'assertività richiede tempo come qualsiasi altra capacità. All'inizio festeggia le piccole vittorie e continua a migliorare.
  • Faresti bene anche ad annotare i tuoi successi, per poi rileggerli nei momenti in cui non sei molto soddisfatto di quello che hai portato a termine. Un archivio delle tue "vittorie" può aiutarti ad aumentare la tua autostima e, talvolta, offrirti anche del materiale utile per le tue future candidature.[42]
  • Nel corso del tempo il comportamento passivo può alimentare il risentimento e, alla fine, l'aggressività. Probabilmente crederai che sia meglio non "agitare le acque" esprimendo le tue opinioni, ma a lungo andare, se tieni per te tutto ciò che pensi e provi, c'è il rischio che nascano altri problemi.[43]
Pubblicità

wikiHow Correlati

  1. http://www.careerealism.com/how-assertive-workplace/
  2. https://www.levo.com/articles/career-advice/10-ways-assertive-and-smart-at-work
  3. http://www.forbes.com/sites/jacquelynsmith/2012/03/06/how-to-be-more-confident-at-work/2/
  4. http://www.forbes.com/sites/jacquelynsmith/2012/03/06/how-to-be-more-confident-at-work/2/
  5. http://www.inc.com/john-brandon/10-ways-to-build-your-confidence-at-work.html
  6. http://www.inc.com/john-brandon/10-ways-to-build-your-confidence-at-work.html
  7. https://www.levo.com/articles/career-advice/10-ways-assertive-and-smart-at-work
  8. http://www.cnn.com/2012/02/20/living/be-assertive-feel-good/
  9. http://www.cnn.com/2012/02/20/living/be-assertive-feel-good/
  10. https://www.psychologytoday.com/blog/tame-your-terrible-office-tyrant/201305/how-be-assertive-not-aggressive
  11. https://www.psychologytoday.com/blog/tame-your-terrible-office-tyrant/201305/how-be-assertive-not-aggressive
  12. http://psychcentral.com/blog/archives/2014/07/20/how-to-be-more-assertive-at-work/
  13. http://psychcentral.com/blog/archives/2014/07/20/how-to-be-more-assertive-at-work/
  14. https://www.psychologytoday.com/blog/tame-your-terrible-office-tyrant/201305/how-be-assertive-not-aggressive
  15. https://www.levo.com/articles/career-advice/10-ways-assertive-and-smart-at-work
  16. http://www.careerealism.com/how-assertive-workplace/
  17. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  18. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  19. https://www.levo.com/articles/career-advice/10-ways-assertive-and-smart-at-work
  20. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  21. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  22. https://www.levo.com/articles/career-advice/10-ways-assertive-and-smart-at-work
  23. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  24. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  25. http://www.careerealism.com/how-assertive-workplace/
  26. http://www.careerealism.com/how-assertive-workplace/
  27. http://www.speaking.pitt.edu/student/public-speaking/suggestions-verbal.html
  28. http://www.careerealism.com/how-assertive-workplace/
  29. http://www.speaking.pitt.edu/student/public-speaking/suggestions-verbal.html
  30. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  31. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  32. http://money.usnews.com/money/blogs/outside-voices-careers/2013/06/20/how-to-be-assertive-and-get-what-you-want-at-work
  33. http://www.forbes.com/sites/jacquelynsmith/2012/03/06/how-to-be-more-confident-at-work/2/
  34. http://www.mayoclinic.org/healthy-living/stress-management/in-depth/assertive/art-20044644

Informazioni su questo wikiHow

Jessica Notini, JD
Co-redatto da:
Coach Negoziazione e Mediazione
Questo articolo è stato co-redatto da Jessica Notini, JD. Jessica Notini è una coach specializzata in negoziazione e mediazione che esercita in California e a livello internazionale in molti Paesi latini. Lavora anche come docente alla Stanford Law School e professore aggiunto alla Boalt School of Law, all'Hastings College of the Law e presso il programma MBA del Mills College. È stata presidente del Comitato per la Risoluzione Alternativa delle Controversie dell'Ordine degli Avvocati della California. È inoltre stata presidente dell'Associazione per la Risoluzione delle Controversie della California del Nord (ex NCMA) ed è stata membro del Consiglio di Amministrazione della Mediation Society di San Francisco. Nel 2012 ha ricevuto il premio Don Weckstein, che le ha riconosciuto le sue eccellenti abilità di leadership e i suoi anni di dedizione. Ha conseguito una laurea in psicologia presso la Wesleyan University e un dottorato professionale finalizzato all'esercizio della professione legale presso l'Università del Michigan. Questo articolo è stato visualizzato 3 609 volte
Categorie: Il Mondo del Lavoro
Questa pagina è stata letta 3 609 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità