Scarica PDF Scarica PDF

L'espressione "politicamente corretto" è nata negli anni '70 e stava per "inclusivo." Si riferiva all'uso di un linguaggio che non avrebbe fatto sentire una persona di qualunque provenienza demografica (sociale o culturale) escluso, offeso o sminuito.

Oggi sembra essere stata ridefinita da coloro che preferiscono una cultura esclusiva con la dominanza propria o del proprio gruppo. Le distorsioni sono state rese popolari dai comici statunitensi che osservavano le modifiche della cultura nel loro paese in un senso più inclusivo comparate agli sforzi che molti affrontavano nel perdere le proprie abitudini esclusive.

Passaggi

  1. 1
    Fai attenzione quando parli di un gruppo o di altre persone. Usa un linguaggio che non faccia sentire nessuno escluso, sminuito o svalutato.
  2. 2
    Evita un linguaggio che si riferisca solo a un gruppo demografico, a meno che non sia rivolto specificatamente a quel gruppo, per esempio usando "uomini" quando intendi "tutte le persone". Una descrizione accurata è l'essenza del 'politicamente corretto'.
  3. 3
    Quando possibile, nei titoli usa una versione neutra, come "Presidente" o "Sindaco": in italiano è preferibile usare il maschile neutrale anche quando ci si riferisce a posizioni ricopribili tanto da uomini che da donne, e la declinazione al femminile va usata solo in casi in cui quella neutra non sia correttamente applicabile, come "Venditrice". Per esempio, usare termini come "Poliziotta" va evitato, preferendo la terminologia neutra "Agente di Polizia". La specifica di genere viene posta quando si indica personalmente il nome, aggiungendo ove necessario il suffisso "Signora" o "Signor", per esempio "La Presidente Maria Rossi" oppure "Il Sindaco, la Signora Maria Rossi".
  4. 4
    Evita espressioni che siano derogatorie a riguardo di capacità fisiche o mentali, come "handicappato" o "ritardato". Invece, usa un linguaggio più generico, come "persona con disabilità" oppure "persona con la Sindrome di Down". Le persone hanno disabilità, non vengono definite da queste. In molti casi, riferisciti semplicemente alla persona che possegga deficit mentali, fisici o di altro genere allo stesso modo che useresti con chiunque altro in una situazione ideale.
  5. 5
    Evita descrizioni razziali eccessivamente caute che possano risultare offensive. Per esempio, l'espressione "Italo-Africano" da noi non può essere utilizzata come si fa negli Stati Uniti, dove esistono i diretti discendenti degli schiavi Africani. Gli Africani emigrati in Italia sanno da quale Stato provengano.Esempio: una persona che proviene dall'Egitto è un Italo-Egiziano. Nel caso tu non sia certo della cittadinanza della persona, "di colore" e "bianco" sono termini accettabili.
  6. 6
    Evita l'uso di termini religiosi quando si parla di un gruppo che potrebbe comprendere persone di religioni diverse (es., dicendo "Dio vi benedica" a un evento pubblico). L'eccezione è concessa nel contesto di una descrizione accademica o che si riferisca specificatamente a un gruppo religioso, come "I Cristiani Evangelici credono che...", oppure "Gli ebrei sono generalmente riconoscibili dal loro Yom Kippur...".
  7. 7
    Sii sensibile alle inferenze che le persone possano leggere nelle tue parole. Molte espressioni comuni risalgono a periodi in cui il clima sociale era meno inclusivo, e solo il tempo e l'educazione potranno eliminarle totalmente (es., se stai chiedendo se una ragazza è impegnata, chiedere "Hai un ragazzo?" sarebbe politicamente scorretto giacchè dà per scontata un'inclinazione eterosessuale. Invece dovresti chiedere, "Ti vedi con qualcuno?"). Allo stesso modo, ogni gruppo culturale si protegge da generalizzazioni offensive e calunnie, non solo uno specifico gruppo etnico o sessuale.
  8. 8
    Rispetta il diritto di ogni individuo di scegliere il linguaggio e i termini che meglio descrivano la propria razza, classe, sessualità, genere, o abilità fisica. Non metterti sulla difensiva se qualcuno rifiuta un linguaggio che lo depauperizzi, marginalizzi, confini o sminuisca. Dare il nome giusto alle cose è una questione complicata; ognuno dovrebbe fare la propria parte nella scelta dei termini migliori per descriversi.
    Pubblicità

Consigli

  • Consulta una guida alla scrittura per imparare i termini appropriati del linguaggio inclusivo riferito alle persone.
  • Quando si parla o si scrive, è probabile che le persone cui ci si rivolge comprendano elementi di provenienza diversa; se vuoi essere preso sul serio, utilizza un linguaggio che le includa tutte e non offenda alcun gruppo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non essere pedante. Non stare a discutere per ore su quale di due termini sia quello politicamente corretto e quale quello discriminatorio.
  • Non esagerare. Solo perché qualcuno usa un linguaggio "esclusivo", non significa che sia una persona razzista, e in ogni caso, andare in giro ad accusare le persone di avere pregiudizi si rifletterà negativamente su di te, finendo per aumentare la resistenza al politicamente corretto.
  • Nell'era moderna, il "politicamente corretto" non significa non offendere nessuno; significa che nessuno ti possa accusare di dire qualcosa di scorretto.
  • La tua reputazione può essere danneggiata dall'uso di un linguaggio esclusivo, portandoti a essere considerato inaffidabile nel gestire una posizione di leadership in contesti sociali, lavorativi o poltici.
  • A volte è difficile stablire se tu abbia detto effettivamente qualcosa di sbagliato, quindi è sempre meglio affidarsi al famoso detto "Certe cose è meglio non dirle affatto."
  • Usare un linguaggio esclusivo può essere illegale in certi contesti, come quello lavorativo, e può portare a conseguenze indesiderate come il licenziamento.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Lanciare una Maledizione su QualcunoLanciare una Maledizione su Qualcuno
Trattenere la Cacca in Situazioni ImbarazzantiTrattenere la Cacca in Situazioni Imbarazzanti
Iniziare una Conversazione OnlineIniziare una Conversazione Online
Fare Complimenti a una Ragazza per il Suo SorrisoI migliori complimenti da fare a una ragazza per il suo sorriso
Capire se Piaci a una Ragazza da un SMSCapire se Piaci a una Ragazza da un SMS
Rispondere a un RingraziamentoRispondere a un Ringraziamento
Trovare Buoni Argomenti di ConversazioneTrovare Buoni Argomenti di Conversazione
Vendicarsi di QualcunoVendicarsi di Qualcuno
FlirtareFlirtare
RuttareRuttare
Gestire la FamaGestire la Fama
Rispondere a un Complimento tramite MessaggioRispondere a un Complimento tramite Messaggio
Sedurre una Donna Più GrandeSedurre una Donna Più Grande
Manipolare gli AltriManipolare gli Altri
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 34 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 10 897 volte
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 10 897 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità