Come Essere Rispettoso Verso la Tua Famiglia

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Se vuoi dimostrare rispetto verso la tua famiglia, inizia ad apprendere le buone maniere e impara a esprimere correttamente il tuo disaccordo e ascoltare gli altri, anche quando sei nervoso. Inoltre, cerca di essere disponibile dimostrando ai tuoi familiari quanto li ami.

Parte 1 di 4:
Essere Educato

  1. 1
    Di' "per favore" e "grazie". Sicuramente non è piacevole quando qualcuno ti invita a fare qualcosa in modo brusco. Tuttavia, all'interno della famiglia è facile dimenticare e trascurare queste semplici regole della buona educazione. Ricorda sempre di dire "per favore", "grazie" e "scusami" al momento opportuno, anche quando hai a che fare con un membro della tua famiglia.[1]
  2. 2
    Stai attento al tono. Questo suggerimento si accompagna a quello precedente. In altre parole, a nessuno piace essere comandato.[2] Quindi, presta attenzione al tono che usi quando parli con i tuoi familiari.
    • Per esempio, invece di dire in malo modo: "Dammi il succo di frutta!", potresti chiedere: "Ti dispiacerebbe darmi un po' di succo di frutta, per favore?".
  3. 3
    Sii responsabile del tuo disordine. Per dimostrare rispetto ed educazione, pulisci quello che sporchi. Se lasci a qualcun altro il compito di mettere a posto il tuo disordine, darai l'impressione di non avere rispetto per nessuno. Riponi i tuoi giocattoli e tutto ciò che hai usato e metti via i vestiti sporchi. Pulisci dopo che sei andato in bagno e dai una mano nelle faccende domestiche.[3]
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Imparare a Manifestare il Proprio Disaccordo

  1. 1
    Esprimi quello che provi, invece di addossare colpe sugli altri. In poche parole, parla in prima persona quando sei in disaccordo con un familiare anziché usare frasi in seconda persona. Se ti innervosisce il fatto che tua sorella monopolizzi sempre il bagno, dille quello che pensi invece di accusarla.[4]
    • Per esempio, potresti dire: "Ho l'impressione che mi manchi di rispetto quando ti impossessi del bagno, perché non ho abbastanza tempo per prepararmi e non riesco ad affrontare la giornata serenamente".[5]
    • Parlando in prima persona, sarai anche in grado di smorzare i toni della discussione. Fai in modo che l'altra persona capisca perché sei arrabbiato senza puntarle il dito contro, col rischio che si metta sulla difensiva.
  2. 2
    Fai un respiro profondo. È facile perdere la calma quando sei nervoso. Il problema è che questo stato d'animo ti impedisce di pensare chiaramente e può portarti a dire cose di cui in seguito potresti pentirti. Se ti senti in balia delle tue emozioni, congedati un attimo per calmarti. Concentrati a inspirare ed espirare per qualche minuto oppure conta finché non ti sentirai più calmo.[6]
  3. 3
    Non cambiare argomento. Quando discuti, non approfittare della situazione per rivangare vecchie storie. Non ricordare l'ultima volta che il tuo interlocutore ha detto qualcosa di sbagliato o si è comportato male nei tuoi confronti. Non farai altro che inasprire gli animi e non risolverai la questione.[7]
  4. 4
    Ascolta quello che l'altra persona deve dirti. Durante una lite spesso cerchiamo solo di esporre il nostro punto di vista, che, ovviamente, riteniamo l'unico corretto. Tuttavia, è molto importante concedersi il tempo necessario per ascoltare davvero ciò che l'altro ha da dire. Anche se decidi di mantenere la tua visione delle cose, cerca di dimostrare al tuo interlocutore che rispetti il suo punto di vista, dandogli il tempo di esprimersi.[8]
    • Ascoltare l'altro significa prendere in considerazione quello che dice. Non basta starsene seduti a pensare a un modo per contestarlo.[9]
  5. 5
    Non urlare. In questo modo, rischi di spaventare i bambini e insegni loro ad adottare questo atteggiamento quando, invece, potrebbero esprimere serenamente le loro preoccupazioni. Allo stesso modo, quando urli contro un adulto, c'è il rischio che si intimorisca così tanto da bloccarsi e non essere più in grado di ascoltare quello che hai da dire.[10]
  6. 6
    Sii disposto a cambiare idea. Che il tuo ruolo sia quello di genitore, coniuge, figlio, fratello o sorella, chi hai di fronte potrebbe avere ragione. In altre parole, devi essere disposto a cambiare idea se capisci che ti stai sbagliando.[11]
    • In questo caso, devi anche essere disposto ad ammettere i tuoi errori. A volte sbagliamo e dobbiamo scusarci. Per esempio, potresti dire: "Ora mi rendo conto di avere avuto torto. Ti chiedo scusa per l'errore che ho fatto".[12]
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Dimostrare il Proprio Amore

  1. 1
    Sii concentrato quando discuti. Ascolta effettivamente quello che l'altra persona ti sta dicendo. Per comunicare fisicamente che le stai prestando ascolto, prova a interrompere qualsiasi cosa tu stia facendo. Guardala negli occhi, lasciala parlare e non fermarla finché non avrà terminato il suo discorso.[13]
  2. 2
    Passate un po' di tempo insieme. Per dimostrare che apprezzi l'altra persona, dedicale il tuo tempo. Guardate un film o preparate la cena insieme. Organizzate un'uscita speciale. Non conta quello che fate, ma il fatto di trovare il tempo per passare dei bei momenti insieme.[14]
  3. 3
    Appoggia gli interessi dei tuoi familiari. Tutti hanno bisogno di seguire i propri interessi, che sono diversi per ciascun membro della famiglia. Informati sul modo in cui ognuno impiega il proprio tempo libero e sulle sue passioni e, se puoi, assisti agli eventi più importanti, come un saggio di ballo o una partita di calcio.
  4. 4
    Offri il tuo conforto quando qualcuno è triste. Se noti che uno dei tuoi familiari è agitato, cerca di tranquillizzarlo. Ciò che puoi fare è ascoltare le sue preoccupazioni e cercare di aiutarlo laddove è possibile.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Rispettare i Figli

  1. 1
    Impara il linguaggio dell'amore dei tuoi familiari. Il "linguaggio dell'amore" è un'espressione usata da Gary Chapman per descrivere il modo in cui le persone esprimono il proprio affetto. In pratica, bisogna comportarsi con ognuno in modo diverso affinché si senta amato. Puoi consultare il suo sito web 5lovelanguages.com per fare qualche quiz e capire il linguaggio dell'amore di ciascuno dei tuoi familiari.[15]
    • Conoscendo il linguaggio dell'amore usato dai membri della tua famiglia, riuscirai a esprimere il tuo affetto nei loro confronti.
    • Per esempio, un modo per comunicare amore consiste nell'usare parole rassicuranti quando qualcuno ha bisogno di essere incoraggiato verbalmente per sentirsi amato. Un'altra forma del linguaggio dell'amore è costituita da gesti di cortesia che fanno sentire amata una persona se un'altra fa qualcosa per lei.[16]
    • La terza forma del linguaggio dell'amore consiste nel ricevere regali: in effetti, un piccolo pensiero aiuta le persone a sentirsi amate. La quarta è rappresentata dai bei momenti: l'altro si sente amato condividendo il proprio tempo con chi vuole bene. L'ultima è il contatto fisico: l'amore si esprime attraverso baci, abbracci ed effusioni d'affetto.[17]
  2. 2
    Incoraggia i tuoi figli. I bambini si trovano in una fase della vita durante la quale stanno apprendendo le buone maniere e imparando a chiedere le cose con rispetto. Pertanto, quando tuo figlio domanda qualcosa gentilmente, cerca di incoraggiare il suo comportamento.[18]
    • Cerca di essere preciso quando lo lodi. Per esempio, quando domanda educatamente se può alzarsi da tavola invece di scappare senza dire niente, potresti dire: "Grazie per averlo chiesto in maniera gentile ed educata".
    • Inoltre, ricorda di incoraggiarlo per gli sforzi che ha dovuto fare, non solo per il risultato finale. Per esempio, a prescindere dal fatto se vince o perde una partita a tennis, puoi dirgli che sei orgoglioso di lui per tutto l'impegno che ci ha messo.[19]
  3. 3
    Rispetta la sua privacy. Tuo figlio comincerà a stabilire qualche limite riguardo alla propria privacy. Dal momento che si tratta di un modo per affermare la propria indipendenza, dovresti cercare di rispettarla, laddove è possibile, con una certa accortezza. Per esempio, se è ancora abbastanza piccolo, probabilmente dovresti rimanere in bagno mentre si lava, concentrandoti su qualcos'altro in modo che non si senta osservato.[20]
    • Fagli presente che qualche volta capiterà che tu o il medico curante abbiate la necessità di esaminarlo fisicamente per assicurarvi che sia in salute.[21]
    • Molti bambini cominciano a reclamare la propria intimità fin dalle scuole elementari. Tuttavia, se tuo figlio sembra avere vergogna del proprio corpo, forse è il caso che ti assicuri che vada tutto bene, escludendo che si tratti di un segnale di abuso sessuale.[22]
  4. 4
    Stabilisci dei limiti per tuo figlio. I limiti sono indispensabili per un bambino perché gli permettono di sapere fin dove può spingersi. Probabilmente tuo figlio non li vedrà come un segno di rispetto, all'inizio, ma tieni presente che lo aiuteranno a diventare un adulto soddisfatto e responsabile.[23]
    • Fissa i limiti in anticipo ed esponili chiaramente a tuo figlio. In altre parole, devi già sapere quali regole metterai in atto prima di farle rispettare, mentre il bambino dovrà capire che quanto hai stabilito non è negoziabile. Ad esempio, utilizza un'affermazione al posto di una domanda: "Sei pregato di pulire la tua camera prima di uscire", invece di: "Per favore, puoi pulire la tua camera prima di uscire?". Non devi usare un tono brusco, anzi è meglio dirglielo con calma per non terrorizzarlo.[24]
    • Non avere paura di usare l'umorismo per incoraggiarlo a collaborare. I bambini adorano le voci bizzarre e gli scherzi, perciò prova a far ballare le forchette quando vuoi che tuo figlio mangi oppure fai parlare lo spazzolino quando deve lavarsi i denti.[25]
  5. 5
    Impara e insegna le tecniche di gestione dei conflitti. Quando c'è qualcosa che non va, devi imparare ad affrontare la situazione senza urlare. Per esempio, potresti utilizzare qualche tecnica per calmarti, come ascoltare un CD di musica rilassante. In alternativa, puoi utilizzare un modo più creativo per esprimerti, magari disegnando, colorando o dipingendo.[26]
    • Aiuta anche tuo figlio a esprimere quello che prova. Per esempio, puoi usare delle immagini, come un foglio sul quale sono rappresentate diverse riproduzioni stilizzate delle espressioni facciali umane. Invitalo a scegliere quella che rappresenta meglio il suo stato d'animo e a spiegare in che misura è collegata alla situazione. Per esempio potresti chiedergli: "Come ti senti in questo momento? Puoi mostrarmi la faccia che rappresenta quello che stai provando? Perché ti senti così?".[27]
    Pubblicità
  1. http://www.cyh.com/HealthTopics/HealthTopicDetails.aspx?p=114&np=141&id=1515
  2. http://www.imperfectfamilies.com/2014/06/30/teaching-your-child-to-respectfully-disagree/
  3. http://www.parents.com/parenting/relationships/staying-close/resolve-conflicts-without-yelling/
  4. http://www.parents.com/toddlers-preschoolers/development/manners/the-return-of-respect/
  5. http://expertbeacon.com/raise-respectful-polite-teen-setting-appropriate-boundaries#.VgIKqpdlxj9
  6. http://www.focusonthefamily.com/marriage/communication-and-conflict/learn-to-speak-your-spouses-love-language/understanding-the-five-love-languages
  7. http://www.focusonthefamily.com/marriage/communication-and-conflict/learn-to-speak-your-spouses-love-language/understanding-the-five-love-languages
  8. http://www.focusonthefamily.com/marriage/communication-and-conflict/learn-to-speak-your-spouses-love-language/understanding-the-five-love-languages
  9. http://www.babycenter.com/0_the-respectful-child-how-to-teach-respect_67129.bc
  10. http://kidshealth.org/parent/emotions/feelings/self_esteem.html#
  11. http://www.parents.com/parenting/better-parenting/style/respecting-your-childs-privacy/
  12. http://www.parents.com/parenting/better-parenting/style/respecting-your-childs-privacy/
  13. http://www.parents.com/parenting/better-parenting/style/respecting-your-childs-privacy/
  14. http://www.huffingtonpost.com/sarah-maclaughlin-lsw/how-to-set-limits-for-kids_b_4610102.html
  15. http://www.huffingtonpost.com/sarah-maclaughlin-lsw/how-to-set-limits-for-kids_b_4610102.html
  16. http://www.huffingtonpost.com/sarah-maclaughlin-lsw/how-to-set-limits-for-kids_b_4610102.html
  17. http://www.imperfectfamilies.com/2013/02/13/beyond-take-a-deep-breath-helping-your-anxious-child-practice-calming-strategies-at-home/
  18. http://www.imperfectfamilies.com/2013/02/13/beyond-take-a-deep-breath-helping-your-anxious-child-practice-calming-strategies-at-home/

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Categorie: Famiglia | Gioventù
Questa pagina è stata letta 3 793 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità