Come Essere Simpatetici

La simpateticità comporta il tentativo di comprendere i problemi di qualcuno da una prospettiva diversa dalla propria. Anche se si tratta di qualcosa di difficile da fare, puoi sostenere gli amici e le persone care, imparando a esprimere comprensione. Segui i passaggi di questo articolo, tenendo per te i dubbi o le reazioni negative, e potresti ritrovarti a sviluppare spontaneamente un senso di simpateticità mai considerato prima.

Metodo 1 di 3:
Esprimere Comprensione

  1. 1
    Dai all'altra persona la possibilità di parlare di ciò che prova. Offriti di ascoltare quello che da dire su ciò che sente o su come sta cercando di affrontare i suoi problemi. Non c'è bisogno di avere soluzioni a portata di mano. A volte, un orecchio simpatetico può essere di per sé un grande aiuto.
  2. 2
    Utilizza il linguaggio del corpo per esprimere solidarietà. Anche durante l'ascolto puoi dimostrare di prestare attenzione e di simpatizzare con il linguaggio del corpo. Mantieni il contatto visivo e annuisci di tanto in tanto per avvalorare il tuo senso di comprensione. Mantieni il corpo rivolto verso l'interlocutore invece che di lato.
    • Non cercare di fare mille cose contemporaneamente ed evita le distrazioni durante la conversazione. Spegni il telefono, se è possibile, per evitare eventuali interruzioni.
  3. 3
    Offriti di parlare delle tue esperienze. Se hai vissuto esperienze simili, forse puoi aiutare con consigli o metodi pratici ad affrontare il problema. Tuttavia, alcune persone non sono sempre pronte ad ascoltare le esperienze di altre. Chiedi prima il permesso, dicendo ad esempio: "Ti piacerebbe sapere come ho affrontato il mio incidente d'auto?".
  4. 4
    Utilizza un contatto fisico appropriato. Il contatto fisico può essere confortante, ma solo se è pertinente al rapporto che intercorre tra te e l'altra persone. Se sei abituato ad abbracciare la persona che ha bisogno di comprensione, fallo. Se nessuno di voi due si sente a proprio agio ad abbracciare, prova a toccare rapidamente il braccio o la spalla.
  5. 5
    Offriti di dare una mano nel lavoro di tutti i giorni. Chi sta attraversando un momento difficile nella propria vita probabilmente apprezzerà qualche aiuto nei compiti quotidiani. Anche se sembra gestirli bene, il tuo gesto dimostra che sei lì per aiutare. Offriti di portare da un pasto preparato in casa o preso al ristorante. Chiedi se puoi aiutare andando a prendere i figli a scuola, innaffiando le piante o dando una mano in qualche altro modo.
    • Dai un giorno e un'ora precisa quando ti offri di fare qualcosa, piuttosto che chiedere quando l'altra persona è disponibile. In questo modo avrà una cosa in meno da decidere o a cui pensare durante un periodo stressante.
  6. 6
    Serviti della fede religiosa, se siete entrambi credenti. Se entrambi appartenete allo stesso credo religioso o avete opinioni spirituali analoghe, usa tutto questo costruire un legame con l'altra persona. Offriti di pregare per lei o di partecipare insieme a una cerimonia religiosa.
    • Non fare riferimento alle tue opinioni religiose quando esprimi solidarietà a chi non le condivide.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Errori da evitare

  1. 1
    Non pretendere di sapere o capire quello che gli altri stanno vivendo. Anche se hai passato un'esperienza simile, renditi conto che ognuno l'affronta in modi diversi. Puoi descrivere come ti sei sentito durante quell'esperienza o suggerire idee che potrebbero aiutare, ma capisci che l'altra persona può avere a che fare con una difficoltà diversa.
    • Soprattutto, non sostenere che i tuoi problemi sono più gravi. Se anche tu senti il bisogno di comprensione, trova un amico che non stia attraversando questi problemi.
  2. 2
    Non dire che tutto andrà bene. Riconosci che i problemi dell'altra persona sono reali. Concentrati ad ascoltare i suoi problemi e sostienila durante il percorso, senza dirle di non dare troppa attenzione a quello che sta passando.
    • Allo stesso modo, non dire "almeno non è così male come potrebbe essere". Una frase del genere può essere interpretata sia come scarsa considerazione dei problemi che ti ha confidato che come monito a ricordare ulteriori problemi presenti nella propria vita.
  3. 3
    Non mettere pressione affinché si utilizzi la tua soluzione. È ragionevole suggerire una serie di azioni che secondo te possono aiutare chi è in difficoltà, ma non stressare l'altra persona dicendoglielo ripetutamente. Probabilmente la consideri una soluzione ovvia e facile, ma riconosci anche che l'altra parte potrebbe non essere d'accordo.
    • Sollecita a seguire la possibile soluzione non più spesso di una volta a settimana e solo se hai ulteriori informazioni da offrire. Ad esempio: "So che non vuoi prendere antidolorifici, ma ho sentito parlare di un farmaco più sicuro che potrebbe avere meno rischi. Vuoi sapere come si chiama, così puoi fare una ricerca da solo?".
  4. 4
    Non mostrare invidia o irritazione. Potresti pensare che i problemi dell'altra persona siano di poco conto o meno seri dei tuoi. Potresti anche essere invidioso di qualcuno i cui problemi non sembrano così straordinari. Questo non è il momento giusto per dirglielo e non cercare mai l'occasione per farlo. È meglio salutare educatamente e lasciare la stanza, piuttosto che esprimere la tua irritazione.
  5. 5
    Non agire in maniera dura o insensibile. Alcune persone pensano che usare "fermezza a fin di bene" è un'efficace tecnica terapeutica, ma è opposta all'agire in modo simpatetico. Se qualcuno sta soffrendo o è triste per un lungo periodo di tempo, può darsi che sia depresso. In questo caso, dovresti parlare con un medico o uno psicoterapeuta. Probabilmente non è utile cercare di convincerlo a "irrobustirsi" o ad "andare avanti".
  6. 6
    Non insultare la persona. Può sembrare ovvio, ma durante i periodi di stress è facile perdere il controllo delle emozioni. Se ti trovi a discutere con una persona vulnerabile, insultandola o criticando il suo comportamento, esci dalla stanza e chiedi scusa quando ti sarai calmato.
    • Non insultare neanche per scherzo qualcuno che ha bisogno di comprensione. Può sentirsi vulnerabile e ferito facilmente.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Frasi da Usare

  1. 1
    Riconosci l'evento o il problema. Utilizza queste frasi per spiegare perché ti stai avvicinando alla persona che ha bisogno di comprensione, se hai sentito parlare del problema da qualcun altro. Se è lei ad aver cominciato la conversazione, rispondi riconoscendo che il problema è grave.
    • Mi dispiace di sentire questo.
    • Ho sentito che stavi attraversando momenti difficili.
  2. 2
    Chiedi alla persona come sta affrontando il problema. Alcune persone rispondono allo stress o al dolore tenendosi occupate. Non riescono a gestire il tempo libero e riflettono sul loro stato emotivo. Mantieni il contatto visivo e utilizza qualche frase che faccia capire che stai chiedendo come si sente, non come procede la vita di tutti i giorni:
    • Come ti senti?
    • Come stai affrontando tutto questo?
  3. 3
    Esprimi il tuo sostegno. Metti in chiaro all'altra persona che sei dalla sua parte. Menziona anche amici e parenti che possono essere in grado di sostenerla, ricordandole che ha altre persone a cui rivolgersi:
    • Sei nei miei pensieri.
    • Spero di poter unirmi alla tua famiglia e agli amici per aiutarti.
    • Pregherò per te (solo se entrambi siete credenti).
    • Fammi sapere se c'è qualcosa che posso fare.
  4. 4
    Fai sapere all'altra persona che esprimere le emozioni non è inappropriato. Alcune persone hanno difficoltà a esprimere le emozioni o sentono di avere emozioni "sbagliate". Questo atteggiamento è assunto particolarmente dagli uomini in diverse culture. Utilizza queste frasi per dire che va tutto bene:
    • Va bene piangere se ne senti il bisogno.
    • È normale sentirsi in colpa (o rabbia o qualsiasi emozione l'altra persona ha appena manifestato).
    Pubblicità

Consigli

  • Se non sei solito esprimere emozioni o comprensione, solo tentando puoi dimostrare agli altri che sei una cara persona che sta facendo uno sforzo in più per loro.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Interazioni Sociali
Questa pagina è stata letta 2 854 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità