Come Essere un Autore

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 10 Riferimenti

In questo Articolo:Sviluppare le Tue Abilità di ScritturaScrivere un LibroPubblicare il LibroVivere la Vita da Autore

Se davvero vuoi essere un autore, allora devi essere preparato a passare molte ore della tua giornata cercando di creare idee originali e interessati. Potresti doverti svegliare prima dell’alba prima di iniziare il tuo “vero” lavoro. Potresti dover buttar giù le tue idee mentre stai viaggiando in treno verso casa. Alcune di queste ore saranno frustranti, ma altre ti ricompenseranno più di quanto tu possa immaginare. E la sensazione di scrivere un libro e inviarlo nel mondo è sicuramente una delle più belle. Pensi di avere quello che serve per essere un autore? Segui questi passaggi e scoprilo.

Parte 1
Sviluppare le Tue Abilità di Scrittura

  1. 1
    Leggi più che puoi. Questo potrebbe non essere ciò che vuoi sentirti dire quando senti parlare di quanto sia eccitante essere un autore, ma leggere sarà la chiave del tuo successo. Leggere tutto ciò che puoi non solo ti aiuterà a sviluppare le tue capacità di scrittura, ti darà più idee su come modellare il tuo lavoro, ti aiuterà a sviluppare la pazienza necessaria per scrivere un libro tutto da solo, ma ti darà anche un’idea di che cosa vende sul mercato. Tieni un paio d’ore al giorno per leggere più libri che puoi, e cerca di leggere più generi che puoi. [1]
    • Se hai già un’idea del genere che vuoi scrivere, sia che si tratti di science fiction o non-fiction, dovresti focalizzarti a leggere libri di quel genere. Comunque, per migliorare la tua lettura in ogni caso, dovresti leggere il più possibile appena puoi.
    • Più leggi, più diventerai capace di riconoscere i clichés più comuni. Sicuramente vuoi che il tuo libro emerga dalla massa, quindi se trovi dieci libri che gli assomigliano molto, forse devi cercare una prospettiva diversa.
    • Quando trovi un libro che ti piace davvero, chiediti che cosa lo rende così speciale per te. Forse perché il protagonista è ridicolo? La bellissima prosa? Il senso dello spazio? Più riesci a trovare perché è un libro interessante, più sarai acuto quando proverai a far piacere il tuo libro ai lettori.
  2. 2
    Inizia con poco. Se vuoi essere un autore, allora è molto probabile che dovrai iniziare pubblicando un lavoro completo di non-fiction o un romanzo. È molto difficile vendere una raccolta di brevi racconti o saggi come primo lavoro. Detto questo, è anche difficile buttarsi a capofitto su un romanzo o un lavoro completo di non-fiction. Quindi, se la narrativa è il tuo settore, prova innanzitutto a scrivere qualche breve racconto in modo da acquisire padronanza. Se invece la narrativa non è il tuo genere, prova a scrivere un saggio breve prima di cimentarti in un lavoro più lungo.
    • Questo non vuol dire che i racconti brevi siano inferiori ai romanzi. Alice Munro, la vincitrice del Premio Nobel per la Letteratura nel 2013, non ha mai pubblicato un romanzo nel corso della sua illustre carriera. Però, è anche vero che al giorno d’oggi è più difficile guadagnarsi una reputazione scrivendo brevi racconti. [2]
  3. 3
    Prendi in considerazione l’idea di una laurea in scrittura. Se vuoi pubblicare un lavoro di narrativa letteraria o non-fiction, la strada tipica da seguire è prendere una laurea specialistica o un diploma post-universitario in narrativa o non-fiction. Se vuoi scrivere qualcosa di più commerciale, come science fiction o un romanzo rosa, allora questo percorso non è così necessario, anche se potrebbe comunque essere d’aiuto. Una laurea in scrittura creativa può introdurti alla vita dello scrittore, inserirti in una comunità di altri scrittori simili a te che ti daranno importanti opinioni, oltre a fornirti due o tre anni per focalizzarti sul tuo lavoro. [3]
    • Molti scrittori di successo che pubblicano libri trovano lavoro come insegnanti in corsi di diploma post laurea o programmi di scrittura nelle lauree triennali. Per fare questo, ti servirà una laurea in scrittura creativa, quindi se questo è il tuo obbiettivo finale, prendi in considerazione l’idea di laurearti.
    • Prendere una laurea in scrittura creativa può anche aiutarti ad aprire la tua rete di connessioni. Incontrerai membri della facoltà che possono aiutarti a pubblicare il tuo lavoro o svilupparti come scrittore in altri sensi.
    • La laurea non è una strada che porta direttamente al successo come scrittore. Ma ti può aiutare a sviluppare la tua arte in maniera significativa.
  4. 4
    Chiedi dei consigli. Se hai scelto di iscriverti ad un corso di scrittura, dovrai passare la maggior parte del tempo a scrivere per dei workshop, nei quali riceverai una grande quantità di feedback dai tuoi pari. Dovrai anche lavorare in maniera autonoma con dei membri del consiglio di facoltà e ricevere da loro dei feedback individuali. Ma se non hai intenzione di intraprendere questa strada, allora potresti unirti ad un gruppo di scrittura nella tua comunità, partecipare ad un workshop di scrittura in un’università o in una scuola per adulti, oppure semplicemente chiedere a qualche amico fidato di revisionare il tuo lavoro.
    • Sebbene i feedback debbano sempre essere presi con le pinze, ti daranno una maggiore comprensione di dove ti trovi col tuo lavoro.
    • Ottenere dei feedback ti aiuterà a realizzare se il tuo lavoro è pronto per essere pubblicato, o se devi ancora lavorarci su. Devi assicurarti di chiedere ai lettori giusti – persone che davvero comprendono il tuo lavoro e sanno di che cosa si tratta.
  5. 5
    Inizia ad inviare il tuo lavoro a piccole case editrici. Se hai dei racconti brevi o dei saggi che pensi siano pronti per essere pubblicati, allora dovresti provare ad inviarli a riviste di letteratura o riviste che pubblicano lavori del tuo genere, come riviste specializzate in narrativa storica o romanzi rosa. Tutto ciò che dovrai fare è controllare che il manoscritto sia in ordine e inviare una breve lettera di presentazione all’editore della rivista; dopo di che, dovrai solo aspettare. [4]
    • Questa sarà la prima volta che ti esponi a qualcosa che accomuna tutti gli scrittori: un sacco di risposte negative. Cerca di non prenderla sul personale e consideralo un modo per farti la pelle.
    • Alcune riviste chiedono una tassa di 2-3€ per inviare il tuo lavoro. Non è il massimo, ma non significa che la rivista stia cercando di truffarti; molto spesso hanno un budget ristrettissimo.

Parte 2
Scrivere un Libro

  1. 1
    Genera un’idea originale. La prima cosa che devi fare è proporti con un’idea che le persone troveranno intrigante ed entusiasmante. Potresti dover iniziare a scrivere anche prima di trovare l’idea giusta – potresti anche scrivere 300 pagine prima di capire di che cosa stia davvero parlando il tuo libro. Comunque, inizia con una premessa generale – la storia di una ragazza che cresce in Ucraina durante la Rivoluzione Bolscevica, un lavoro di non-fiction che parla della crescente importanza delle scuole private sovvenzionate in America – e vedi dove puoi arrivare.
    • Potresti voler completare interamente il tuo libro prima ancora di pensare se è effettivamente spendibile sul mercato. In ogni caso, può esserti utile fare ricerca del mercato relativo al tuo argomento prima di iniziare. Potresti scoprire che esiste già sul mercato un libro sullo stesso argomento che vorresti trattare e che dovresti perciò modificare leggermente la tua idea.
  2. 2
    Scegli un genere. Sebbene i libri pluri-genere stiano diventando sempre più popolari – come i romandi di Margaret Atwood, che mettono insieme narrativa letteraria e science fiction, ti può essere più utile scegliere un unico genere su cui lavorare per comunicare meglio le tue idee. Una volta che avrai capito quale è il tuo genere, dovresti imparare a capire quali sono le convenzioni all’interno di quel genere, e iniziare a pensare in che modo vuoi che queste convenzioni siano esplicitate, o se vuoi attenerti alle regole. Ecco alcuni generi popolari che dovresti prendere in considerazione:
    • Non-fiction
    • Science-fiction
    • Microracconti
    • Racconti d’azione
    • Racconti horror
    • Racconti di mistero
    • Romanzi rosa
    • Racconti di avventura
    • Racconti fantasy
    • Narrativa politica
    • ”55 fiction” (un genere di narrativa in cui i racconti hanno al massimo 55 parole)
    • Narrativa per ragazzi +12 anni
    • Narrativa per ragazzi 8-12 anni
  3. 3
    Le basi per scrivere un libro. Questo può essere qualcosa che fai mentre vai avanti con la stesura, oppure puoi studiare le basi prima di iniziare a scrivere. Ecco alcuni punti che dovrai tenere in considerazione mentre scrivi il tuo libro:
    • Chi: il protagonista e/o coprotagonista, l’antagonista.
    • Punto di vista: il tuo libro sarà scritto in prima, seconda o terza persona?
    • Dove: la scelta del luogo e del periodo storico del tuo lavoro, se i protagonisti viaggeranno nel corso della storia.
    • Cosa: l’idea principale o la trama.
    • Perché: che cosa i personaggi vogliono/sperano di ottenere.
    • Come: in che modo lo otterranno.
  4. 4
    Scrivi una bozza. Nel suo libro classico che parla di scrittura, “Bird by bird”, Anne Lamott scrive dell’importanza della “prima bozza terribile”. E questo è esattamente ciò che dovrai scrivere: un pezzo davvero orribile, imbarazzante, confuso che conterrà il nocciolo della bozza finale sulla quale un giorno scriverai. Non devi per forza far leggere la prima stesura a qualcuno, ma la parte importante sarà sapere che avrai raggiunto qualcosa. Scrivi senza auto-censurarti o preoccuparti di che cosa penseranno le persone. questo è il momento di buttar giù le tue idee; potrai perfezionarle in seguito. [5]
    • Dopo la tua prima bozza approssimativa, continua a scrivere. Se sei fortunato, potrai avere qualcosa di presentabile dopo la prima o la seconda bozza, o potrai dover scrivere cinque bozze prima di farcela davvero. Questo può impiegarti diversi mesi, un anno, o anche anni, in base a quanto tempo hai a disposizione e quanto tempo ti serve per sviluppare il tuo progetto.
  5. 5
    Chiedi dei feedback quando ti senti pronto. Ottenere dei feedback in una fase troppo prematura può reprimere la tua creatività e farti pensare che non stai portando il tuo lavoro nella giusta direzione. Ma una volta che avrai scritto abbastanza bozze del tuo libro e che pensi seriamente di pubblicarlo, è importante avere dei feedback per sapere dove sei diretto. Chiedi a qualche amico fidato che sia anche un lettore critico e disponibile, trasformalo in un workshop di scrittura, o chiedi a un esperto sull’argomento di dare un’occhiata se stai scrivendo qualcosa di non-fiction.
    • Se hai scritto un romanzo, puoi provare ad inviare qualche capitolo a delle case di pubblicazione per avere dei feedback.
    • Una volta che avrai ottenuto dei feedback di cui puoi fidarti, lavora per metterli in pratica. Potresti dover scrivere un’altra bozza o due prima di prendere la strada giusta.
  6. 6
    Fai la revisione del tuo lavoro. Non andrai molto lontano se nella prima pagina del tuo libro c’è un errore di ortografia. Una volta che il tuo lavoro sarà davvero pronto, dovresti stamparlo e rileggerlo per cercare eventuali errori di ortografia, errori di grammatica, formulazioni ripetitive, o qualsiasi altro errore che dovrai eliminare dal libro prima di inviarlo. Potresti dover leggere il tuo lavoro ad alta voce per vedere se le frasi filano liscie o se le virgole sono nel posto giusto.
    • La revisione è il passaggio finale per rendere il tuo romanzo pronto per essere pubblicato. Sebbene sia utile revisionare in fase di scrittura, non c’è motivo di revisionare troppo le bozze perché poi le frasi non sono ancora nella loro stesura definitiva.

Parte 3
Pubblicare il Libro

  1. 1
    Considera la strada che vuoi intraprendere. Ci sono tre strade principali che puoi prendere una volta che senti di avere un libro pronto per essere divulgato. Esse sono:
    • La strada tradizionale. Questa include inviare il tuo libro ad un agente, il quale lo invierà alle case editrici. La maggior parte delle persone ti diranno che un agente è necessario affinché il tuo lavoro possa essere pubblicato da una casa editrice.
    • Invia il tuo lavoro direttamente alla casa editrice. Puoi rinunciare all’agente e andare direttamente alla casa editrice (a quelle che comunque si prestano a leggere manoscritti inediti). Ma senza un agente, questo è molto, molto difficile.
    • Auto-pubblica il tuo libro. L’auto-pubblicazione del tuo libro lo farà uscire nel mondo, ma è poco probabile che il libro ottenga le attenzioni che stavi cercando quando volevi vivere una vita da autore. Ma se il tuo obbiettivo è semplicemente quello di fare uscire il tuo lavoro, allora è una grande opzione. Ci sono servizi online tramite i quali auto-pubblicarti, puoi pagare per far pubblicare il tuo lavoro o farlo completamente da solo.
  2. 2
    Prepara il tuo manoscritto per la presentazione. Sia che vuoi inviare il manoscritto del tuo libro a una casa editrice o ad un agente di narrativa, ci sono alcune convenzioni basilari che dovresti seguire. Il tuo manoscritto deve essere scritto con interlinea doppia, in un font leggibile come Times New Roman, avere una copertina adeguata e le pagine numerate con il tuo cognome ed il titolo del lavoro. [6]
    • Puoi anche fare una ricerca su internet per trovare più informazioni su come strutturare il tuo manoscritto. Se lo stai inviando direttamente a una casa editrice, tieni conto che ciascuna di esse può avere istruzioni leggermente diverse su come il tuo manoscritto debba apparire.
  3. 3
    Invia il tuo lavoro ad un agente. Non inviarlo ciecamente a qualsiasi agente che sia disponibile a leggere presentazioni non inedite. Utilizza una guida per scrittori e poeti oppure fai delle ricerche su internet per trovare agenti che stiano attivamente cercando nuovi clienti, che siano aperti ed entusiasti di leggere qualcosa del genere in cui hai scritto, e che abbiano la fama di rispondere effettivamente al materiale inviato. Il colpo più grosso che puoi fare è cercare un agente che accetti più lavori simultaneamente, così che tu possa inviare il tuo libro a 5 o 6 agenti tutti in una volta invece di aspettare una risposta per sei mesi da un agente “di lusso” che non ti risponderà mai. [7][8]
    • Per inviare il tuo lavoro ad un agente, dovrai scrivere una lettera di richiesta, ovvero una lettera di presentazione molto riassuntiva che descriva brevemente la trama del tuo libro, che collochi il tuo libro nella cornice di mercato e che spenda qualche parola a proposito delle tue informazioni biografiche.
    • Controlla le linee guida di invio di ciascun agente. Alcuni potrebbero voler vedere solamente la lettera di richiesta o potrebbero chiederti di visionare solamente i primi due capitoli.
    • Non inviare il tuo manoscritto a 20 agenti contemporaneamente. Potrebbe succederti di ricevere lo stesso feedback più e più volte, il che potrebbe aiutarti a rendere il tuo lavoro più interessante agli occhi degli agenti. Se un agente ti rifiuta, non potrai inviargli nuovamente lo stesso libro a meno che lui non ti chieda di revisionarlo, quindi sfrutta tutte le possibilità.
    • La parola chiave in questo gioco è pazienza. Potrebbero volerci mesi prima che un agente si rifaccia vivo, quindi dovrai apprendere l’arte di aspettare ed evitare di controllare la tua e-mail ogni tre secondi se non vuoi impazzire.
  4. 4
    Firma un contratto con un agente. Wow! Un agente ti ha scritto che si è innamorato del tuo libro e vuole che firmi un contratto con lui. Firmeresti un contratto il prima possibile? Assolutamente no. Parli con l’agente, chiedi un sacco di domande, discuti la sua visione de libro, e ti assicuri che lui abbia il diritto e l’intenzione di vendere il tuo lavoro. Un agente legittimo non chiede mai soldi in anticipo e riceverà solamente una percentuale del profitto se sarà in grado di vendere il tuo libro. [9]
    • Se un agente ti fa un’offerta, è buona regola farlo sapere agli altri agenti a cui hai inviato il tuo manoscritto per vedere se anche qualcun altro ha un’offerta da farti. Sarai sorpreso di vedere come faranno presto a risponderti una volta che sapranno che qualcun altro ti vuole realmente.
    • Parla con l’agente al telefono, o incontralo di persona, se è geograficamente possibile. Ti aiuterà ad avere un’idea della sua personalità, per capire se tra voi due c’è intesa oppure no.
    • Tu ed il tuo agente non dovrete essere migliori amici, ma dovrete essere in grado di condividere delle idee.
    • Il tuo agente dovrebbe essere almeno un pochino aggressivo. Questo è il tratto che maggiormente ti aiuterà a far vendere il tuo libro.
    • Il tuo agente dovrebbe essere anche ben connesso e dovrebbe avere un registro di vendite importanti in modo che sappia esattamente a chi inviare il tuo libro.
  5. 5
    Fai un accordo con un editore. Una volta che hai firmato il contratto con l’agente giusto, dovrai lavorare energicamente, a volte per un anno o due, per revisionare il romanzo, finché l’agente non ti dirà che è pronto per la vendita. Allora dovrai preparare un pacco e l’agente porterà il libro agli editori di diverse case editrici, e si spera che tu otterrai un’offerta da almeno uno di loro. Siediti e aspetta che questo stressante procedimento sia concluso, e se tutto va bene preso sentirai parlare di vendita!
    • Se ricevi più offerte, tu e il tuo agente dovrete decidere qual è quella migliore.
  6. 6
    Lavora con l’editore alla casa editrice. Perfetto, hai firmato un contratto con un editore in una casa editrice! Preparati a vedere il tuo libro nelle librerie la prossima settimana…NO. Indovina cosa c’è in serbo per te? Ancora altre revisioni. L’editore avrà una visione di come il libro dovrebbe essere, e tu dovrai anche lavorare sulla revisioni di piccolissimi dettagli. Questo processo ti impiegherà un altro po’ di tempo, solitamente almeno un anno da quando il tuo libro viene venduto a quando uscirà in libreria.
    • Ci saranno altri dettagli da definire, come la copertina, la fascetta pubblicitaria sul retro del libro, e le persone da includere nei riconoscimenti all’inizio o alla fine del libro.
  7. 7
    Vedi il tuo libro pubblicato. Una volta che avrai lavorato con l’editore e il tuo libro sarà giudicato pronto, vedrai il tuo lavoro in vendita nei negozi. Ti verrà comunicata la data di pubblicazione, ed è probabile che conterai i giorni che ti separano dal giorno in cui il tuo libro sfonderà nei negozi e sugli scaffali virtuali di Amazon! Ma il tuo lavoro è appena iniziato.

Parte 4
Vivere la Vita da Autore

  1. 1
    Non abbandonare il tuo lavoro quotidiano. A meno che tu non abbia scritto un best-seller, è poco probabile che le vendite del tuo libro ti permettano di comprare una villa e una Ferrari. Forse potrai ottenere un po’ di soldi, e la possibilità di prenderti un po’ di stacco dal tuo vero lavoro. Comunque, devi essere pronto a mantenere il tuo lavoro quotidiano, o trovare un lavoro part-time, oppure considerare l’opzione di trovare lavoro come insegnante di scrittura creativa se hai una laurea e il tuo libro è abbastanza di successo.[10]
    • Se davvero vuoi vivere pienamente la vita dell’autore, la strada più comune è insegnare scrittura creativa. Ma questi impieghi sono difficili da trovare, e il libro che hai pubblicato deve essere davvero eccezionale.
    • Puoi anche insegnare in diversi workshop estivi. Se hai la possibilità di creare tali eventi, ti daranno qualche soldo in più e la possibilità di viaggiare in posti molto belli.
  2. 2
    Mantieni una presenza su internet. Se vuoi essere un vero autore al giorno d’oggi, dovrai essere in grado di mantenere una presenza anche virtuale. Anche se non sei uno che ci sa fare con la tecnologia, devi imparare a farti pubblicità online e sviluppare la tua identità virtuale. Crea una pagina Facebook dedicata a te; utilizza il tuo profilo Facebook per promuovere il tuo libro. Crea un account su Twitter e twitta gli eventi relativi al tuo libro. Assicurati di avere un sito web che sia ben tenuto e che tutti i tuoi profili online siano collegati ad esso.
    • Inizia un blog in cui parli della vita da scrittore e aggiornalo più spesso che puoi. Mantieni le notizie fresche così che le persone continuino a leggere.
    • Non sentirti in colpa a promuovere te stesso sfacciatamente. Anche se avrai un agente pubblicitario, il tuo lavoro da ora in poi sarà 50% scrivere e 50% promuovere te stesso come scrittore. Abituati a questo.
  3. 3
    Inserisciti in un circuito di lettura. Se hai un agente pubblicitario ed il tuo libro è di successo, allora molto probabilmente avrai una serie di impegni relativi alla lettura del tuo libro. Dovrai probabilmente viaggiare in lungo e in largo e leggere estratti del tuo libro, autografarne delle copie, e promuovere il libro ai tuoi lettori. Potresti dover leggere in piccole librerie o grandi catene. Questa sarà una grande opportunità per incontrare nuove persone, creare connessioni, e fare in modo che le persone comprino il tuo libro.
    • Promuovi i tuoi eventi sui social network così che le persone sappiano dove possono trovarti.
  4. 4
    Creati una rete nella comunità di scrittori. Uno scrittore non è un’isola. Assicurati di partecipare ad eventi di lettura di altri scrittori, partecipa a comitati di discussione o accetta di partecipare come giuria se vieni invitato a farlo, rimani in contatto con gli scrittori nella tua zona, e in generale fai sapere a tutti dove ti trovi. Incontra altri autori ai ritiri per scrittori, workshop di scrittura, o nell’istituzione di cui fai parte (se fai parte di qualche istituzione).
    • Fai amicizia con scrittori nel tuo campo e genere. Possono aiutarti ad andare avanti col lavoro.
  5. 5
    Inizia a lavorare al tuo secondo libro…e poi a quello successivo. Hai pubblicato un libro e stai andando in tour – perfetto. Ma questo non significa che puoi adagiarti sugli allori, considerarti a posto per un bel po’ di tempo, o festeggiare il tuo successo per mesi. Infatti, quando vendi il primo libro, puoi anche già parlare con l’editore riguardo il secondo libro che stai già scrivendo, oppure potresti dover presentare il tuo secondo libro ad un altro agente il prima possibile se ancora non lo hai fatto. Il lavoro dello scrittore non finisce mai, e se davvero vuoi essere un autore, allora devi sempre tenere a mente il libro successivo.
    • Non ti preoccupare se ancora non hai le idee chiare per il secondo libro. Poniti l’obbiettivo di scrivere ogni giorno e al più presto, un’idea si presenterà da sola.

Consigli

  • Se hai un blocco relativo a da dove iniziare, leggi un libro e vedi che tipo di parole utilizza un autore professionista. Prendi nota della punteggiatura, dei paragrafi, delle descrizioni.
  • Non arrenderti nel bel mezzo di una storia. Potrebbe venir fuori qualcosa di molto bello!
  • Se ti può aiutare, perché non disegnare i personaggi per avere un’idea migliore di come descriverli? Potresti fare la stessa cosa per i luoghi.
  • Scrivi una piccola storia del libro che stai per scrivere.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Scrittura

In altre lingue:

English: Be an Author, 中文: 成为一名作家, Português: Ser um Autor, Español: ser un autor o escritor, Français: devenir un auteur, Русский: стать автором, Deutsch: Das Leben eines Schriftstellers führen, Nederlands: Schrijver zijn, Čeština: Jak být spisovatelem, العربية: أن تصبح كاتبًا, हिन्दी: लेखक बनें, Tiếng Việt: Trở thành một Tác giả, ไทย: เป็นนักเขียน

Questa pagina è stata letta 2 762 volte.
Hai trovato utile questo articolo?