Scarica PDF Scarica PDF

Una leadership efficace è una qualità importante da possedere nel mondo professionale. Un leader esperto è un forte comunicatore, un motivatore e un risolutore di problemi. Mettere insieme un team, motivare i dipendenti, valutare le esigenze dei clienti e gestire i conflitti sono alcune delle competenze di un buon leader. Tuttavia, l'apprendimento di queste abilità è un processo che dura tutta la vita.

Parte 1 di 5:
Sviluppare Capacità di Leadership

  1. 1
    Segui corsi di leadership. I corsi di leadership offrono una formazione intensiva in competenze come la gestione dei progetti, la soluzione collaborativa dei problemi e il pensiero critico. Si tratta di abilità indispensabili in qualsiasi luogo di lavoro e possono aiutarti a fare carriera più rapidamente all’interno della tua azienda. Alcuni corsi di leadership sono disponibili online, tuttavia sono spesso presenti anche nelle università tradizionali.[1]
  2. 2
    Cerca aiuto e fai domande. Se ti trovi di fronte a una nuova sfida, chiedi a un collega più esperto di te come darebbe inizio al progetto. Se ti imbatti in un problema imprevisto, contatta un manager per ricevere assistenza nella sua risoluzione.[2]
    • Sfrutta l'esperienza di altre persone per completare le attività in modo efficace ed efficiente. La prossima volta che incontrerai lo stesso problema sarai pronto ad affrontarlo in maniera indipendente.
    • Le persone ti rispetteranno per il fatto di chiedere, stimare la loro opinione e offrire assistenza più frequentemente.
  3. 3
    Migliora le tue capacità di comunicazione. Non tutti sono oratori nati, ma ci sono modi per superare la paura del palcoscenico, insieme ad altre insidie del parlare davanti a molte persone.
    • Unisciti a Toastmasters. Toastmasters è un'organizzazione internazionale che ha lo scopo di aiutare le persone a diventare oratori pubblici migliori e più sicuri di sé. Molte aziende implementano un gruppo affiliato interno e incoraggiano i propri dipendenti a partecipare, in ogni caso puoi trovare parecchie informazioni sul sito internet di Toastmasters Italia.[3]
    • Impara a parlare senza intercalari. "Ehm", "Cioè" e "Beh" sono solo alcuni esempi di parole riempitive che si insinuano nel linguaggio comune, che possono distrarre gli ascoltatori dal messaggio che stai cercando di veicolare e possono persino farti sembrare sprovveduto o impreparato.[4]
    Consiglio dell'Esperto
    Archana Ramamoorthy, MS

    Archana Ramamoorthy, MS

    Direttrice Product Management
    Archana Ramamoorthy lavora come Direttrice del Product Management nel Settore della Tecnologia presso la società Workday. È esperta nel campo della promozione e della sicurezza del prodotto, inoltre si impegna a migliorare l'inclusione nel campo della tecnologia. Archana ha conseguito una Laurea di Primo Livello alla SRM University e una Laurea Magistrale alla Duke University. Lavora nell'ambito del product management da oltre 8 anni.
    Archana Ramamoorthy, MS
    Archana Ramamoorthy, MS
    Direttrice Product Management

    Sviluppa le capacità di comunicazione al di fuori del lavoro in contesti di volontariato. Archana Ramamoorthy, direttrice del Product Management presso Workday, attribuisce al volontariato il merito di averla aiutata a sviluppare molte capacità fondamentali di comunicazione. “Attraverso il volontariato impari a lavorare insieme a persone con cui probabilmente non hai mai collaborato prima. Devi essere in grado di spiegare le cose in modo stringato a persone che non hanno i tuoi strumenti o il tuo background. Può davvero aiutarti a sviluppare le tue capacità di comunicazione”.

    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Dimostrare Leadership sul Posto di Lavoro

  1. 1
    Mantieni un atteggiamento mentale positivo. Essere positivo ti consente di sfruttare appieno le opportunità, quando si presentano. Inoltre aiuta notevolmente a creare una rete sociale sul posto di lavoro. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti utili per mantenere un atteggiamento mentale positivo:
    • Ricorda che sei capace e qualificato per il lavoro. Non saresti stato assunto se non possedessi tutte le qualità che il lavoro richiede.
    • Di’ "sì" alle sfide e alle nuove esperienze. Affrontare le sfide e uscirne vincitore crea fiducia e può influenzare positivamente colleghi e supervisori.
    • Ricorda che hai il controllo su cosa pensi e come ti senti. La negatività esiste in ognuno di noi, ma possiamo scegliere se assecondarla o meno. Quando i sentimenti negativi fanno breccia, ricorda attivamente le cose per cui devi sentirti grato, spingendo i pensieri negativi in fondo alla tua mente.
    • Trascorri del tempo con persone positive. È molto più facile essere negativi quando si parla con altre persone negative. Scegli di trascorrere del tempo con persone ottimiste e positive.
    • Trova motivi per sorridere. È più facile avere pensieri positivi quando ci circondiamo di oggetti e ricordi che portano gioia e risate.
  2. 2
    Sii proattivo. Essere proattivi significa assumersi la responsabilità delle proprie azioni e dei compiti che ci vengono assegnati. Significa anche rifiutarsi di preoccuparsi di cose che non cadono sotto il nostro controllo e concentrare il proprio tempo e i propri sforzi sugli aspetti di un problema che possiamo cambiare.[5] Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su come essere più proattivi sul posto di lavoro:[6]
    • Focalizzati sulla soluzione. È facile rimanere bloccati sui dettagli e sulla condivisione delle colpe, ma i veri leader si concentrano sul compito assegnato e su ciò che è necessario per portarlo a termine.
    • Dimostrati responsabile per quello che fai. Se commetti un errore, ammettilo. Se hai un'idea, parlane. Non demoralizzarti se le persone non sono sempre d'accordo con te. Parlando e dando il tuo contributo stai dimostrando impegno e preoccupazione, entrambe fondamentali qualità di leadership.
    • Sii coerente e affidabile. Tratta tutti i colleghi con lo stesso grado di professionalità e rispetto. Presentati in ufficio puntuale, preparato e pronto a dare il tuo contributo. Quando si avvicinano le scadenze, completale entro i termini prefissati o in anticipo.
    • Offri una comunicazione onesta. Anche se non è mai una buona idea portare questioni personali nei luoghi di lavoro, essere onesti e aperti riguardo alla risoluzione dei problemi e al completamento delle attività è una parte importante della leadership. Ad esempio, se ti mancano gli strumenti o le risorse per completare un compito che ti è stato assegnato, parla prima che puoi con un tuo superiore riguardo a ciò di cui hai bisogno o di come trovare una soluzione.
  3. 3
    Impegnati nell'ascolto attivo. Questo non solo dimostra rispetto e attenzione per il tuo interlocutore, ma ti aiuta in generale. Di seguito sono riportate alcune tattiche per essere un migliore ascoltatore attivo.[7]
    • Ribadisci le informazioni: dimostrerai così che stai ascoltando e ti fornisce la possibilità di chiarire le cose di cui sei meno sicuro.
    • Offri sottili “incoraggiamenti”. Annuisci con la testa. Di’ “Sì" o “Certo” per incoraggiare la persona che ti sta parlando a continuare a elaborare le proprie idee.
    • Fornisci feedback: questo ti consente di collaborare con chi sta parlando e di definire meglio le informazioni che ti vengono offerte.
    • Cerca ulteriori informazioni: fai domande per ricevere elaborazioni su punti particolarmente importanti.
    • Dai una convalida: di’ al tuo interlocutore che apprezzi il tempo che ti dedica per metterti a parte dei suoi pensieri.
    • Fai un riassunto: riepilogare le informazioni con parole tue ti consente di farle tue, aumentando l'apprendimento.
  4. 4
    Cerca di essere un modello per gli altri. I modelli di vita sono le persone che ci ispirano e che stabiliscono comportamenti che cerchiamo di emulare. Ecco alcuni suggerimenti per diventare un modello di vita:[8]
    • Mostra fiducia in te stesso. Affronta nuove sfide. Sii positivo. Mostra agli altri che non hai paura di misurarti con nuovi incarichi o progetti.
    • Sii unico. Non cercare di essere come tutti gli altri. Sii orgoglioso di chi sei e del modo in cui i tuoi talenti unici creano valore aggiunto nel tuo lavoro.
    • Comunica con tutti. Questo non deve limitarsi al solo parlare: parte di una buona comunicazione è ascoltare le difficoltà degli altri.
    • Mostra rispetto e preoccupazione: le persone notano quando usi gli altri per andare avanti. È importante dimostrare che tieni alla tua squadra e al loro successo come gruppo.
    • Sii umile. Non significa che dovresti nascondere i tuoi successi, tuttavia mostrare umiltà rende più facile ammettere gli errori quando (inevitabilmente) li commetti e incoraggia gli altri a darti una mano.
    • Fai cose buone al di fuori del lavoro: dedicarti a cause meritevoli riflette bene la tua capacità di impegnarti per un'azienda.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Gestire il Team

  1. 1
    Concentrati sugli obiettivi dell'organizzazione. Comprendi la vision globale dell'azienda o del progetto e tienila sempre a mente. Dai precedenza al successo dell'organizzazione rispetto agli interessi personali. Di seguito sono riportati alcuni passaggi per far combaciare questi obiettivi:[9]
    • Stabilisci obiettivi che riflettano i valori e le linee guida dell'azienda. Ogni azienda possiede un decalogo che riflette ciò che essa rappresenta e spera di ottenere attraverso i propri sforzi. Prima di assegnare i vari compiti, assicurati di avere familiarità con questi obiettivi fondamentali e fai in modo che i dipendenti siano consapevoli di come il proprio impegno sia o meno in linea con i valori aziendali.
    • Regola le aspettative di comunicazione ai dipendenti. Spesso è una buona idea mettere per iscritto le indicazioni verbali e controllare periodicamente i dipendenti per assicurarsi che comprendano il compito loro assegnato.
    • Tieni traccia dei progressi. Questo spesso può essere automatizzato tramite un database, tuttavia può anche essere fatto tramite e-mail di promemoria o un foglio di calcolo.
    • Offri feedback sui risultati finali. Ci sono vari modi in cui questo può essere realizzato. In modo informale, puoi comunicare tramite la messaggistica istantanea; le e-mail sono utili se è necessario allegare documenti da registrare o da stampare. Infine, se si tratta di un progetto importante, il feedback può arrivare sotto forma di una revisione trimestrale, in cui ci si incontra direttamente con il dipendente per esaminarne le prestazioni.
  2. 2
    Organizza sessioni di formazione. La formazione può essere fornita da te, da altri membri del team o da un consulente esterno. Personalizza la formazione in base alle esigenze specifiche di ciascun impiegato, concentrandoti sull'allineamento tra gli obiettivi dei dipendenti e le necessità aziendali.
    • È una buona idea discutere direttamente con i dipendenti degli argomenti su cui vorrebbero fare formazione, il che li aiuterà poi a migliorare il curriculum.
  3. 3
    Organizza riunioni. Le riunioni sono importanti per il successo del team. Sono un momento per condividere la formazione, collaborare, prendere decisioni e allineare gli obiettivi di tutti. Organizza riunioni a intervalli regolari, ogni 2 settimane per un progetto di 6 settimane o ogni 3 mesi per un progetto di un anno: sono fondamentali per discutere i dettagli e riaffermare gli obiettivi organizzativi.[10]
  4. 4
    Coordina i programmi delle riunioni. Organizza le riunioni in modo da soddisfare la disponibilità dei partecipanti e le limitazioni realistiche. Ad esempio, sebbene tutti possano essere disponibili nel tardo pomeriggio di venerdì, potrebbe non essere il momento migliore per discutere di questioni impegnative.
    • Se non tutti possono partecipare all'incontro, valuta chi sono gli attori chiave del progetto, assicurandoti che la riunione si incastri bene nella loro agenda.
    • Delega la stesura del verbale e assicurati che i dettagli della riunione siano divulgati a coloro che non hanno potuto partecipare.[11]
  5. 5
    Prepara un ordine del giorno. Un ordine del giorno dovrebbe, come minimo, impostare un elenco di argomenti, delegare i compiti di presentazione e segnalare il tempo da dedicare a ciascun punto presente nella lista. Quando è pronto può essere distribuito prima della riunione, nel caso in cui sia necessario aggiungere alcuni punti, e può anche essere utilizzato come elenco di controllo durante la riunione stessa.
  6. 6
    Presiedi le riunioni. Ciò significa che devi adottare misure per garantire che tutte le attività all’ordine del giorno siano affrontate e tutte le voci vengano ascoltate. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti a questo riguardo:[12]
    • Stabilisci delle regole per le riunioni al fine di intervenire quando qualcuno monopolizza la discussione. Ad esempio, potresti impostare e mantenere dei limiti di tempo per ciascuno.
    • Dai la parola ai relatori designati. Dopo aver presentato le informazioni, apri la discussione a tutti i membri del team.
    • Dopo ogni punto dell'ordine del giorno e la discussione corrispondente, riassumi brevemente i risultati e vai avanti.
    • Dopo che tutti gli argomenti all'ordine del giorno sono stati discussi, passa al piano d'azione.
    • Organizza la riunione successiva e raccogli suggerimenti per i punti all'ordine del giorno di quell’incontro.
  7. 7
    Agisci con decisione. Una leadership sicura evita la stagnazione e l’indecisione, mantenendo i dipendenti impegnati e motivati, ma allo stesso tempo è reattiva al cambiamento e alle nuove informazioni. Di seguito sono riportate le caratteristiche di una leadership sicura di sé:
    • Chiarezza di intenti. Assicura l'allineamento di tutte le decisioni con gli obiettivi e l'etica dell'organizzazione.
    • Coinvolgimento. Consente ai leader di essere di esempio, incarnando il coinvolgimento con i valori aziendali che aiutano un processo decisionale efficace ed efficiente.
    • Trasparenza. Non è tollerabile l'interesse personale. Un atteggiamento trasparente invece dimostra come le decisioni per il bene dell'azienda aiutino tutti a prosperare.
    • Creare una cultura del fallimento positivo. I fallimenti positivi sono punti di apprendimento che fungono da trampolino di lancio per un migliore processo decisionale. Una leadership sicura di sé non teme i momenti in cui si commettono errori.
    • Comunicazione aperta ed efficace. L'allineamento con i valori aziendali garantisce che, quando si comunica verso l'alto (senior management) o verso il basso (dipendenti) non vi siano incongruenze o contraddizioni.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Motivare i Dipendenti

  1. 1
    Definisci i compiti. Essere un leader sul posto di lavoro spesso implica riconoscere quando i lavoratori hanno bisogno di essere guidati con maggiore decisione. Ciò è particolarmente importante nel caso di nuovi dipendenti o di chi ricopre nuove posizioni e deve ancora impratichirsi con il proprio ruolo.
    • Assicurati che i nuovi dipendenti abbiano ricevuto la dovuta formazione prima di metterli all’opera. Guida il dipendente attraverso le fasi della sua nuova posizione, fornendogli le giuste direttive.
    • Fai in modo che il manuale del dipendente sia aggiornato e facilmente accessibile a tutti i lavoratori, nuovi e vecchi.
    • Delegala consegna delle istruzioni e consenti ai nuovi dipendenti di apprendere da quelli più esperti.
  2. 2
    Valuta le esigenze dei dipendenti e crea opportunità di crescita. Fai appello agli interessi professionali di ogni lavoratore creando chiari percorsi di sviluppo e avanzamento di carriera. Motiva i lavoratori sfidandoli. Molte persone danno il meglio di sé quando si sentono sfidate a innovare o a svolgere nuovi compiti. Incoraggia i membri del team ad aumentare la loro efficienza creando nuovi sistemi o raccomandando modifiche ai prodotti.[13]
  3. 3
    Riconosci e apprezza l’impegno di ogni lavoratore. Quando i dipendenti si comportano bene, riconosci i loro risultati verbalmente o impostando sistemi di ricompensa. Annuncia questi risultati al resto del team, offrendo opportunità per un rinforzo positivo e la creazione di un modello di ruolo. [14] . Le opportunità di riconoscimento possono includere:
    • Completare un progetto unico importante per il successo del team.
    • Assumere un ruolo di leadership all'interno di un evento aziendale di beneficenza.
    • Un evento importante nella vita di un dipendente (matrimonio, laurea, nascita di un figlio).
    • Un dipendente che riceve una promozione o un bonus.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Gestire i Conflitti

  1. 1
    Sii imparziale e ascolta per capire. Quando risolvi una controversia sul posto di lavoro, concentrati sui fatti. [15]
    • Evita di fare valutazioni sul carattere dei lavoratori coinvolti o commenti personali. Un leader dovrebbe essere sempre imparziale quando esamina i conflitti dei dipendenti ed evitare relazioni personali che possono creare pregiudizi.
    • Apri un dialogo tra le parti coinvolte. Spesso i conflitti derivano da problemi di comunicazione. Assumi il ruolo di mediatore e crea un dialogo aperto tra le parti in conflitto, aiutandole a giungere a una risoluzione costruttiva della disputa.
    • Sii deciso ma corretto. Le persone non andranno sempre d'accordo e alcuni tipi di personalità si scontrano più facilmente in contesti collaborativi. Stabilisci regole di base per il comportamento dei dipendenti, ma non agire in modo avventato, soprattutto se è la prima volta che si verifica un conflitto.
  2. 2
    Affronta i problemi con le parti appropriate. Se la disputa è tra te e un dipendente, discutetene faccia a faccia. In caso di conflitto tra il team e gli obiettivi dell’azienda, convoca una riunione del team. Evita di confrontarti con singoli membri del team e richiamarli su questioni delicate nelle riunioni di gruppo.[16]
  3. 3
    Non aspettare per risolvere il problema. Affronta il problema non appena giunge alla tua attenzione, altrimenti potrebbe aumentare e influire negativamente sulle prestazioni dei dipendenti. Assicurati solo di non affrontarlo troppo rapidamente, prima di aver avuto il tempo di pensare a una linea di condotta da tenere.[17]
  4. 4
    Fai critiche costruttive. L'incoraggiamento e la motivazione sono strumenti potenti, se usati correttamente.[18]
    • Ricorda alle persone che cosa hanno compiuto correttamente, criticando anche le occasioni in cui hanno reagito male.
    • Proponi critiche che risolvano i problemi. Invece di concentrarti su ciò che un individuo ha sbagliato, chiediti: "Come si poteva affrontare la questione in modo più produttivo?".
    • Sii specifico e pertinente riguardo al nodo della discussione. È facile deviare dalla strada principale: assicurati di mantenere la discussione mirata verso l’obiettivo di una risoluzione sostenibile e positiva del conflitto.
  5. 5
    Distribuisci premi ed elogi. Quando si giunge alla risoluzione di un conflitto, elogia il lavoro di squadra e la collaborazione, premiando le persone che lo hanno reso possibile.
    • Se il conflitto è tra due dipendenti, ricorda a entrambi i loro punti di forza così come i loro punti deboli e quanto sei contento che la situazione sia stata risolta.
    • Se il conflitto è tra il team e la dirigenza, loda chi si è impegnato a creare compromessi e i membri del gruppo che hanno raggiunto la risoluzione tramite messaggi e-mail all'intero team.[19]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Archana Ramamoorthy, MS
Co-redatto da:
Direttrice Product Management
Questo articolo è stato co-redatto da Archana Ramamoorthy, MS. Archana Ramamoorthy lavora come Direttrice del Product Management nel Settore della Tecnologia presso la società Workday. È esperta nel campo della promozione e della sicurezza del prodotto, inoltre si impegna a migliorare l'inclusione nel campo della tecnologia. Archana ha conseguito una Laurea di Primo Livello alla SRM University e una Laurea Magistrale alla Duke University. Lavora nell'ambito del product management da oltre 8 anni. Questo articolo è stato visualizzato 3 134 volte
Categorie: Il Mondo del Lavoro
Questa pagina è stata letta 3 134 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità