Come Essere un Migliore Attore di Teatro

Hai mai voluto diventare un attore o vuoi solo saperne di più sul teatro? Qualsiasi sia il tuo scopo, seguendo questi semplici passaggi migliorerai come attore e aumenteranno anche le tue chance di ottenere un grande ruolo!

Passaggi

  1. 1
    Rilassati. I grandi attori trascorrono l'intera carriera imparando a rilassare i muscoli del viso e del corpo a comando. La tensione è molto ovvia quando sei sul palco. La tua voce suonerà sottile e sembrerà impercettibile, e i tuoi movimenti saranno sgraziati e poco attraenti. Per evitare questi momenti di rigidità e di nervosismo mentre reciti, è essenziale rimanere il più rilassato possibile. Persino una scena che comporta alti livelli di drammaticità richiede una concentrazione misurata e calma all'attore. Dunque, recita la parte drammatica, ma resta tranquillo interiormente e non causare a te stesso dell'inutile stress.
  2. 2
    Focalizza la tua attenzione su qualcosa presente sul palco. Potrebbe essere un altro attore, un elemento della scenografia, ecc. Mantieniti concentrato sul momento e mai fissare nel vuoto. Il pubblico se ne accorgerà se i tuoi pensieri e il tuo sguardo vagano, e questo può distrarlo molto. Restare nel qui e nell'ora ti permette di rimanere nel personaggio e migliora la credibilità del ruolo e l'opera stessa. Inoltre, cerca di non recitare indossando i tuoi vestiti e controlla i gesti e i tic nervosi, guarda solo verso il fondo del teatro o il tuo punto di focus se sei teso.
  3. 3
    Immergiti completamente nel ruolo. Dimentica che stai fingendo e cerca di diventare il personaggio che stai interpretando. Fai tuo il suo modo di reagire nella vita, di vestire, di camminare, di pensare e di conversare con gli altri. Non temere di agire come qualcun altro, disegna queste visualizzazioni nella tua testa quando dipingi il personaggio. Mantieni sempre questa mentalità quando reciti. Se cerchi di fingere di essere triste, ti sforzerai; se sei triste, ciò emergerà alla perfezione nella tua recitazione. Insomma, non cercare di recitare il ruolo del personaggio, sii il personaggio.
  4. 4
    Ricorda che tutto viene esacerbato sul palco. Se stai recitando, devi enunciare le tue parole, ossia parlare con chiarezza. Tutte le emozioni sul tuo viso devono essere espresse in un modo più intenso, ma ricorda di rimanere rilassato. Se senti che stai recitando sopra le righe, allora, probabilmente, lo stai facendo a sufficienza. Gli occhi, il sorriso, le espressioni del viso, i gesti e tutti i tuoi movimenti devono essere più estesi e drammatici di quelli che dimostreresti nella vita reale. A ogni modo, stai attento se reciti di fronte a una telecamera. In tal caso, devi essere meno teatrale, come ti esprimeresti nella vita di tutti i giorni, giacché questo strumento coglie molto facilmente le sottigliezze e i movimenti ampliati ed esagerati per la recitazione sul palcoscenico, i quali sembreranno eccessivi sulla pellicola.
  5. 5
    Dai molta più importanza alle piccole cose. Se ti stai esibendo per un pubblico dal vivo o mediante un video, devi fare tutto quello che puoi affinché gli spettatori credano al personaggio che stai cercando di incarnare. Se il copione dice che qualcuno sta parlando troppo, allora dipingi un'espressione infastidita sul tuo viso e, magari, accompagnala con l'impazienza battendo il piede. Se dovresti essere prossimo alle lacrime, sbatti in maniera decisa le palpebre, guarda verso il basso e giocherella con i bottoni dei vestiti, o cerca di fissare senza sbattere le palpebre fino a quando le lacrime non scenderanno. Le piccole azioni sono sorprendentemente visibili, inclusi i tratti del viso molto espressivi. Permetti agli spettatori di includere tutti i sensi possibili mettendo su la musica adatta, truccandoti, accendendo alcune luci; fai tutto quello che possa rendere felice o triste la stanza e che possa adattarsi al personaggio e al ruolo che stai cercando di presentare. Ciò include cambiare la tua voce, magari trascorrendo del tempo con le persone che hanno l'accento che vuoi ottenere, imparare un'altra lingua o fare degli esercizi con un voice coach. Esistono anche CD e libri che ti aiutano a padroneggiare un certo accento!
  6. 6
    Lavora sulla proiezione. Investi in un registratore economico (cassetta, CD, chiavetta USB o qualsiasi altro strumento reputi comodo). Accendilo lontano da te (ad almeno sei metri), premi per registrare e allontanati. Enuncia una frase semplice, come “La mia maglia è blu e anche i miei occhi lo sono!”. Continua a provare con diverse frasi (magari anche degli scioglilingua). Riascoltati per riuscire a capire com'è andata la registrazione e cosa devi correggere. Alza il livello di difficoltà indietreggiando sempre di più, dovendo dunque proiettare la tua voce con maggiore forza.
  7. 7
    Respira e pronuncia bene le parole. Esegui numerosi esercizi per riscaldare la voce e assicurarti di non far sforzare le corde vocali. Concentrati sull'enunciazione delle parole in modo che la voce sia ben chiara. Prova una frase complessa, come “Perché, oh, perché non hai assistito alle rocambolesche avventure dei gemelli Guglielmo e Teodoro?”. Prova ad affermare queste frasi con delle emozioni e senza. Poi, riascolta la registrazione. Parlare con chiarezza è molto importante, dunque pratica “E-NuNnn-CiiAn-Do” ogni singola sillaba. Ricorda però, che mentre reciti davvero, non puoi farlo! È semplicemente un esercizio che dovrebbe essere realizzato di fronte a uno specchio con il fine di praticare.
  8. 8
    Concentrati sulle tue espressioni. Le espressioni facciali sono fondamentali e combinarle con le risposte vocali è un'arte importante del tempismo. Pronuncia un semplicissimo “Oh!” davanti a uno specchio, osservando ogni volta il tuo viso e ascoltando la tua voce. Prova i seguenti stati d'animo: tristezza, meraviglia, rabbia, paura, eccitazione e tutti quelli che ti vengono in mente.
  9. 9
    Pratica incessantemente le tue battute.
    • Fanne molte copie. Scrivile e stampale, in modo da trovare una copia ovunque. Tienine una in borsa, una nel cassetto della scrivania, una vicino al letto, una in bagno, una sul tavolo della cucina, una appesa al muro e una di fronte alla tua finestra preferita.
    • Leggi le battute ogni volta che puoi: prima di andare a letto, quando ti svegli al mattino, mentre aspetti l'autobus, mentre prepari la cena. Recita in continuazione la tua parte, ricordando di inserire il tono e le espressioni in modo che ti vengano naturali mentre sei sul palco.
    • Quando trovi un passaggio lungo, enuncia la prima battuta fino a quando non ti sentirai a tuo agio con il tono e l'espressione. Poi, aggiungi la battuta successiva. Pratica la tua maniera di interpretare le prime due battute, fino a quando non sarai pronto per aggregare le prossime (o comincia dall'ultima battuta e poi risali enunciando le ultime due, così, quando arriverai alla prima, avrai già acquisito familiarità con il resto del testo). Una volta che avrai assimilato le battute, puoi fare un passo avanti ed esplorare il significato del passaggio e raffinare la tua interpretazione.
  10. 10
    Conosci la gente. Cerca di entrare in contatto con un gruppo svariato di persone. Non puoi recitare come qualcuno che non hai mai conosciuto. Parla con la gente con la quale, di solito, non penseresti di trascorrerci nemmeno un minuto; le persone possono insegnarti più cose sui loro diversi modi di essere, prospettive e punti di vista del nostro incredibile mondo.
  11. 11
    Impara dagli altri attori. Apprendere dagli altri non è sinonimo di ingannare o di perdere la tua voce. Osserva i tuoi colleghi e il loro modo di interpretare le parti assegnate; facendolo, imparerai molto. Hai l'opportunità di notare delle cose che fanno che potrebbero aiutarti a sviluppare meglio il tuo stile attoriale e a darti delle idee per superare determinati aspetti della recitazione che magari trovi strani o complessi. Poni loro domande e chiedi il loro supporto. La maggior parte degli attori sarà più che disposta a offrirti qualche consiglio.
  12. 12
    Le Luci del Palcoscenico uccidono la Paura del Palcoscenico. Se hai paura di esibirti su un palco, non preoccuparti. Quando le luci della casa si spengono e quelle del teatro si accendono, non riuscirai a vedere il pubblico, eccetto, forse, una o due persone. Dopo questo momento, sarà tutto più facile.

Consigli

  • Per avere una migliore espressione vocale, prova a enunciare una frase semplice come “Oh, John” in 20 o più modi diversi. Eccitato, beffardo, sarcastico, romantico, ecc.
  • Se stai cercando di piangere, non farlo davvero, strofina gli occhi. Esistono tantissimi trucchi che puoi usare per creare l'illusione di fare qualcosa quando in realtà non è così. Gli assistenti alla scenografia dietro le quinte dovrebbero anche essere in grado di aiutarti con alcune azioni, come fornirti delle cipolle per far scorrere delle lacrime vere.
  • Se sei sconvolto o arrabbiato, non parlare molto velocemente (anche se lo faresti nella vita reale), perché il pubblico non potrà capire quello che stai cercando di dire.
  • Mantieni regolarmente il contatto visivo quando ti esibisci.
  • Assicurati di non dare mai le spalle al pubblico. Mettiti il più possibile di fronte agli spettatori.
  • Non concentrarti troppo sulla danza e sul canto se il tuo sogno è quello di diventare un attore: recitare nei musical limita i ruoli nei quali i registi possono immaginarti.
  • Se qualcosa dovesse andare male, continua a recitare e basta, NON fermarti, ridere o sentirti in imbarazzo, a meno che questo non sia parte dell'opera/spettacolo.
  • Il Vicks Vaporub applicato sotto gli occhi rappresenta un metodo molto efficace per farti piangere. Applicane molto poco comunque, o si noterà. A ogni modo, devi trovare un metodo per applicarlo sotto gli occhi senza che questo sia troppo ovvio...
  • Parla chiaramente. Accertati anche di muovere bene la bocca quando ti esprimi, poiché questo consentirà alle persone in fondo alla sala che non possono sentirti tanto bene di leggere il labiale. Pratica l'enunciazione delle battute davanti allo specchio e osserva attentamente i movimenti della bocca.
  • Se puoi, segui un corso di danza e di canto. Avrai la possibilità di ottenere più parti se sai fare queste cose oltre alla recitazione, alla quale dovrai comunque dedicare il massimo delle tue energie.

Avvertenze

  • Non preoccuparti se non puoi piangere a comando. Il pianto in sé è una piccolissima parte dell'azione che si svolge sul palco. Probabilmente, se evochi davvero la tristezza e interpreti bene la tua parte, sarà il pubblico stesso a immaginare le lacrime e a giurare che stavi piangendo.
  • Le tue emozioni vengono secrete dal tuo corpo e dalla tua mente. Quando credi veramente che qualcosa sia negativo, il tuo cervello secerne la sostanza appropriata e ti senti male, e viceversa. È l'insieme delle credenze davvero appartenenti a una persona a determinare le sue emozioni. Gli eventi esterni e i ricordi che fanno scattare queste convinzioni creano le tue emozioni. Quando una persona ascolta qualcosa che crede sia terribile e percepisce che dovrebbe fare qualcosa al riguardo, in genere sente una specie di rabbia che la spinge all'azione. Quando crede di non poter fare niente, allora si deprime e piange, non reagisce o si ferisce da sola. Ci sono variazioni infinite.
  • Quello che causa problemi alle persone è avere credenze irrazionali, cioè non basate sulla realtà e che determinano emozioni che, a loro volta, le spingono a compiere azioni distruttive o bloccanti. Esse ti fanno allontanare dalla vita vera e da un'interpretazione realistica. Per ulteriori dettagli su questa linea di pensiero, leggi un paio di libri di Albert Ellis sul REBE, Teoria/Terapia del Comportamento Razionale Emotivo. Poi, quando costruisci un personaggio, cerca di dare luogo a una serie di credenze intrinseche in questo ruolo e a una matrice delle sue possibili azioni in reazione agli eventi e ai pensieri che sorgono mediante un flusso di accadimenti che sia veramente credibile. Quando reciti, convinciti del fatto che un avvenimento sia davvero orribile o meraviglioso, e sentirai quelle emozioni. Funziona anche al contrario, per aiutarti a imparare a non reagire di fronte alle situazioni; Ellis la chiama immaginazione razionale, che ti permette di visualizzarti in una situazione, reagendo a seconda di quello che succede; per esempio, immagina te stesso mentre hai dei pensieri razionali e reagisci razionalmente. Nella recitazione, puoi fare tutto e il contrario di tutto. Sono tutti buoni metodi per fare delle prove e migliorare le tue capacità.
  • Esistono molte tecniche di recitazione, non basarti su una, esplorane tante, come il metodo di Stanislavsky o quello di Suzuki, che sono differenti da quello descritto in questo articolo.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Recitazione

In altre lingue:

English: Be a Better Stage Actor, Deutsch: Ein besserer Schauspieler werden, Português: Ser um Melhor Ator em Palco, Español: ser un buen actor de teatro, Русский: стать лучшим актером театра, Français: être un meilleur acteur de théâtre, العربية: أن تكون ممثلا مسرحيا أفضل

Questa pagina è stata letta 13 560 volte.

Hai trovato utile questo articolo?