Il prezzemolo può essere usato per arricchire molte pietanze. Se viene essiccato e preservato nel modo giusto, si può conservare addirittura per un anno. Hai qualche mazzo di prezzemolo fresco e non sai cosa farne? Continua a leggere per imparare come essiccarlo.

Metodo 1 di 3:
Essiccare il Prezzemolo in Forno

  1. 1
    Lava il prezzemolo fresco in acqua fredda. Elimina i gambi e trita le foglie tenere in pezzetti da mezzo centimetro. Poi, sbollenta il prezzemolo in acqua bollente per 20 o 30 secondi al massimo.
  2. 2
    Stendi un foglio di carta forno sulla teglia e disponi il prezzemolo sbollentato su di essa. Lascia un po' di spazio tra le foglie, cercando di distribuirle uniformemente senza creare dei grossi ammassi di prezzemolo.
  3. 3
    Metti la teglia in forno impostando la temperatura più bassa possibile. Converrebbe infornare il prezzemolo a forno spento, subito dopo aver cotto qualche altra cosa. In alternativa, imposta una temperatura bassissima: anche se ci vorrà più tempo, in questo modo non rischierai di bruciare il prezzemolo.
  4. 4
    Lascia essiccare il prezzemolo dalle 2 alle 4 ore. Il tempo di cottura può variare in base all'umidità e all'altitudine della zona in cui vivi. Controlla costantemente la teglia, perché le foglie potrebbero asciugarsi molto in fretta. Il prezzemolo essiccato è pronto quando si sbriciola facilmente tra le dita.
  5. 5
    Togli la teglia dal forno. Sbriciola il prezzemolo con le mani oppure con mortaio e pestello. Ricorda di eliminare gli eventuali gambi rimasti.
  6. 6
    Conserva il prezzemolo essiccato e tritato in un contenitore a chiusura ermetica. Mettilo in un ambiente scuro e asciutto, oppure in congelatore. Il prezzemolo essiccato in questo modo si conserva per molto tempo, ma inizierà a perdere un po' del suo aroma dopo qualche mese.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Essiccare il Prezzemolo in Modo Naturale

  1. 1
    Raccogli il prezzemolo al mattino. Se lo lasci essiccare in modo naturale, conviene raccoglierlo quando è più tenero, ossia di primo mattino, quando il sole non ha ancora fatto evaporare la rugiada della notte.
    • Non c'è bisogno di lavare il prezzemolo che hai raccolto. Dovrà essere il più asciutto possibile quando lo metti ad essiccare.
  2. 2
    Raccogli il prezzemolo a mazzetti. Non comprimerlo troppo, in modo che l'aria possa circolare facilmente tra le foglie durante l'essiccazione. Puoi creare dei mazzi grossi o piccoli, in base alle tue necessità. L'importante è assicurarsi che non siano troppo compressi quando li leghi.
  3. 3
    Lega i mazzetti con lo spago oppure con degli elastici. Se hai creato dei mazzi grandi, l'operazione risulterà più semplice usando degli elastici di gomma. Lega i gambi del prezzemolo, aprendo a ventaglio le foglie.
  4. 4
    Infila ogni mazzo di prezzemolo in un sacchetto di carta. È utile per evitare l'accumulo di polvere sulle foglie ed impedire ai raggi del sole di scolorire il prezzemolo. Pratica qualche foro nella carta per permettere la circolazione dell'aria.
    • Conserva i sacchetti in un ambiente asciutto, fresco e ben ventilato. Se preferisci, puoi appoggiarli su uno stenditoio.[1]
    • In alternativa, puoi appendere i sacchetti in cucina con lo spago. Lasciali penzolare all'ingiù per un effetto decorativo, ma altrettanto efficace.
  5. 5
    Controlla il prezzemolo dopo due settimane. Il prezzemolo è ben essiccato quando si sbriciola facilmente tra le dita. Metti i mazzetti su un tagliere oppure sul piano di lavoro rivestito di carta da forno e inizia a sbriciolare il prezzemolo. Ricorda di togliere i gambi.
  6. 6
    Conserva il prezzemolo in un contenitore sottovuoto. Puoi usare anche dei vecchi vasetti per le erbe o altri tipi di contenitori a chiusura ermetica. Poi conservali in un punto asciutto e fresco della cucina.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Metodi Alternativi

  1. 1
    Puoi usare un essiccatore per alimenti. Sebbene sia piuttosto costoso, otterrai un ottimo risultato con questo strumento perché ti permette di regolare e controllare meglio la temperatura rispetto ad un forno normale. Se desideri essiccare il prezzemolo in poco tempo, questo è il metodo più efficace.
    • Generalmente, gli essiccatori per alimenti prevedono un'impostazione specifica per le erbe. Lava il prezzemolo normalmente, come se intendessi usare il forno, poi distribuiscilo sugli appositi vassoi e segui le indicazioni specifiche del tuo essiccatore.
  2. 2
    Prova ad essiccare il prezzemolo al sole. Non devi fare altro che lasciarlo su una teglia al sole in una giornata molto calda. Assicurati che non ci sia troppa umidità, altrimenti il prezzemolo non si essiccherà.
    • Le zanzariere sono perfette per tenere fermo il prezzemolo sulle teglie permettendo anche un'ottima circolazione dell'aria. Taglia la zanzariera in base alla dimensione della teglia, poi appoggiala sul prezzemolo e aspetta che il sole faccia il suo dovere.[2]
    • Durante la giornata, ricordati di girare il prezzemolo in modo che si asciughi più facilmente. Potrebbero essere necessari diversi giorni per ottenere un'essiccazione perfetta. Le tempistiche possono variare in base al clima e alla zona in cui vivi. Controlla spesso il prezzemolo e spostalo in casa quando fa buio per evitare che si formi la rugiada sulle foglie.
  3. 3
    Usa il microonde per essiccare il prezzemolo. Tuttavia, può bruciarsi facilmente e l'essiccazione potrebbe non essere uniforme. Se vuoi usare il microonde, disponi il prezzemolo pulito su un piatto di carta creando un unico strato e lascialo cuocere per un paio di minuti per volta. Controlla spesso la cottura. Se inizia a diventare troppo scuro e comincia a fumare, toglilo immediatamente dal forno.
  4. 4
    Finito.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Forbici
  • Bollitore
  • Ciotola
  • Teglia da forno
  • Carta da forno
  • Sacchetti di carta
  • Presine

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 15 922 volte
Categorie: Erbe & Spezie
Questa pagina è stata letta 15 922 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità