Come Essiccare l'Aglio

3 Metodi:Raccolta dell'Aglio per l’EssiccazioneConservare i Bulbi d’AglioEssiccare l’Aglio Tritato

L’aglio è una pianta imparentata con la cipolla ed è popolare in centinaia di Stati nel mondo. I bulbi d’aglio che generalmente è possibile comprare nei negozi sono interamente essiccati. I bulbi possono anche essere ulteriormente essiccati tagliandoli a pezzettini o riducendoli in polvere. L’aglio coltivato, raccolto ed essiccato in casa, può risultare più fresco e più saporito delle varietà che si comprano nei negozi.

1
Raccolta dell'Aglio per l’Essiccazione

  1. 1
    Ci sono specifiche varietà di aglio che sono più idonee all’essiccazione e alla conservazione. Nel Nord America sono la “creola” e la “silverskin”. Altre cultivar, invece, perdono la loro ricchezza di sapore una volta che sono essiccate.
  2. 2
    Rimuovi l’aglio dalla terra quando quest’ultima è asciutta. Evita di innaffiare per alcuni giorni prima della raccolta.
  3. 3
    Metti a essiccare l’aglio con il gambo, le radici e le foglie ancora attaccate. L’aglio che compri nei negozi ha già subito questo tipo di essiccazione tramite vari mesi d’immagazzinamento in un luogo fresco e asciutto. Gli spicchi d’aglio possono essere usati per fare aglio tritato o in polvere.
  4. 4
    Non lavare le piantine d’aglio una volta che le hai raccolte. Ciò le renderebbe più difficili da asciugare e potrebbe crearsi della muffa. Una volta che avrai tolto i differenti strati di pellicine, gli eventuali residui di sporco non saranno infatti più un problema.

2
Conservare i Bulbi d’Aglio

  1. 1
    Rimuovi l’aglio dalla terra quando l’aglio ha raggiunto la piena maturazione.
  2. 2
    Il posto in cui conservare l’aglio deve essere fresco, ombreggiato e ben ventilato. Il posto scelto dovrebbe avere una temperatura superiore ai 10 °C. I luoghi ombreggiati all’aperto sono i migliori perché il circolo dell’aria diminuisce il tempo di conservazione.
  3. 3
    Stendi le piantine d’aglio a essiccare, disponendole in un unico strato. Puoi anche intrecciarle tra di loro quando i gambi sono ancora morbidi e poi appenderli insieme in una treccia unica.
  4. 4
    Lascia essiccare l’aglio per uno-due mesi. Le foglie devono diventare marroni e di consistenza simile a carta, mentre le radici devono diventare dure e raggrinzite.
  5. 5
    Taglia le radici a circa 0,6 cm dalla base del bulbo d’aglio.
  6. 6
    Taglia il gambo a circa 2,5 cm dalla punta dello spicchio. Pela l’aglio, senza tuttavia esagerare verso il bulbo, o rischieresti di esporre all’esterno lo spicchio, ed essere così costretto a usarlo subito.
  7. 7
    Metti i bulbi d’aglio in un posto fresco e asciutto, ad esempio in una credenza. Tieni una temperatura tra i 13 °C e i 18 °C e non mettere mai l’aglio al sole.
    • Se ti trovi in un luogo in cui l’umidità è superiore al 65%, potresti dover essiccare l’aglio con il metodo che spiegheremo di seguito e poi congelarlo. L’aglio troppo umido produrrà muffa.
    • Puoi anche mettere l’aglio in sacchetti a rete o in collant da donna, a patto che il luogo sia ombreggiato e asciutto.

3
Essiccare l’Aglio Tritato

  1. 1
    Scegli gli spicchi d’aglio che vuoi tritare o ridurre in polvere. Evita di usare spicchi che si sono ammaccati.
  2. 2
    Pela gli spicchi d’aglio. Elimina le pellicine.
  3. 3
    Metti gli spicchi d’aglio in un frullatore e frulla per due o tre volte. Se preferisci aglio a fettine, taglialo a mano con un coltello ben affilato.
  4. 4
    Stendi l’aglio su una teglia rivestita di carta da forno se hai intenzione di essiccarlo nel forno. Assicurati che il forno sia settato su una temperatura bassa, sotto i 90 °C.
  5. 5
    Scegli eventualmente di usare un essiccatore. Puoi settarlo sulla temperatura ottimale di 45 °C. Usa fettine d’aglio più grandi se il tuo essiccatore è di quelli fatti con griglie bucherellate.
  6. 6
    Lascia essiccare l’aglio per 36-48 ore. Più alta è la temperatura, più corto sarà il tempo di essiccazione. Tuttavia, per evitare che diventi gommoso, è meglio essiccare l’aglio a 45 °C per due giorni.
  7. 7
    Scegli il metodo con cui conservare l’aglio. Ci sono infatti diversi modi in cui potrai conservare l’aglio una volta essiccato.
    • Metti in un contenitore sottovuoto le fettine o i pezzettini d’aglio e congelali. L’aglio si conserverà così per un anno. Macina i pezzi in un vecchio macinacaffè prima di usarli.
    • Conserva i pezzetti di aglio essiccato in un contenitore sottovuoto nella tua cucina. Puoi conservare l’aglio a temperatura ambiente per diversi mesi, a condizione che stia lontano dalla luce del sole e da fonti di intenso calore.
    • Macina i pezzi d’aglio immediatamente dopo che si sono raffreddati. Usa un vecchio macinacaffè. Poi, fai passare l’aglio macinato in un setaccio a maglie fini, per separare la polvere dai pezzettini rimasti. Puoi conservare la polvere per circa due mesi e usarla con ricette che richiedono aglio in polvere.
  8. 8
    Finito.

Cose che ti Serviranno

  • Gambi d’aglio
  • Sacchetti a rete
  • Tritatutto
  • Macinacaffè
  • Forbici
  • Coltellino da cucina

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Erbe & Spezie

In altre lingue:

English: Dry Garlic, Español: deshidratar ajo, Português: Desidratar Alho, Русский: высушить чеснок, Deutsch: Trockne Knoblauch, Français: faire sécher de l'ail, Bahasa Indonesia: Mengeringkan Bawang Putih

Questa pagina è stata letta 17 626 volte.

Hai trovato utile questo articolo?