Se vuoi essiccare la salvia del tuo orto o quella che hai acquistato, puoi considerarti fortunato dato che è una delle erbe aromatiche che si prestano di più all'essiccatura poiché le foglie contengono solo poca umidità. Se vuoi, puoi appenderla e farla seccare naturalmente all'aria, prima però devi prepararla separando e lavando le foglie.[1] Per accelerare i tempi, puoi disidratarla in forno o nell'essiccatore. Una volta secca, basterà conservarla in un contenitore a chiusura ermetica per farla durare a lungo.

Metodo 1 di 5:
Preparare le Foglie di Salvia

  1. 1
    Stacca le foglie dal gambo. Dato che le foglie della salvia sono piuttosto spesse, è meglio separarle dal gambo prima di metterle a essiccare. Staccale con delicatezza e disponile su uno strofinaccio pulito.[2]
    • Puoi staccarle facilmente con le mani oppure se preferisci puoi usare le forbici, ma ci vorrà più tempo.
  2. 2
    Butta via le foglie imperfette o danneggiate. Controllale una alla volta per assicurarti che siano sane. Scarta quelle rovinate o imperfette perché potrebbero avere un sapore sgradevole che rovinerebbe i tuoi piatti.[3]
  3. 3
    Verifica che non ci siano insetti. Gli insetti sono frequentatori abituali di orti e vivai. Osserva ogni singola foglia per assicurarti che non ci siano tracce della loro presenza, per esempio parti mangiate, filamenti o puntini che potrebbero essere delle uova.[4]
    • Elimina gli eventuali insetti e butta via le foglie su cui hai trovato uova o filamenti.
  4. 4
    Lava le foglie con l'acqua fredda. Tienile sotto l'acqua corrente per qualche secondo. Per comodità puoi metterle all'interno di un colino oppure, se sono poche, puoi tenerle semplicemente in mano. Dopo averle sciacquate con cura, scuotile delicatamente per eliminare l'acqua in eccesso, dopodiché disponile ad asciugare su uno strofinaccio da cucina pulito.[5]
  5. 5
    Tampona le foglie di salvia per asciugarle. Cerca di assorbire l'umidità pressandole delicatamente con un altro panno pulito. Una volta asciutte, trasferiscile su un terzo strofinaccio.[6]
    Pubblicità

Metodo 2 di 5:
Essiccare la Salvia all'Aria

  1. 1
    Lega le foglie in un mazzetto. Prendile una alla volta impugnandole per il piccolo gambo. Ogni mazzetto non deve essere formato da più di otto foglie per garantire un'adeguata circolazione dell'aria.[7]
  2. 2
    Lega i gambi con un filo, un elastico o un pezzo di spago. Avvolgilo o arrotolalo intorno ai gambi radunati insieme. Lascia del filo o dello spago extra per appendere il mazzetto oppure aggiungine un pezzo nuovo.
    • A differenza del filo o dello spago, l'elastico si stringerà intorno ai gambi quando perderanno volume seccandosi, quindi le foglie non rischieranno di cadere.[8]
  3. 3
    Copri il mazzetto di salvia con un sacchetto di carta per il pane bucherellato. Servirà da protezione contro la polvere pur consentendo all'aria di circolare e seccare le foglie. Metti il sacchetto sopra a uno o più mazzetti di foglie e lascialo aperto.[9]
    • Puoi usare un pezzo di garza in mussola al posto del sacchetto di carta. Non usare la plastica altrimenti le foglie finiranno per ammuffire.[10]
    • Dato che le erbe aromatiche sono belle da vedere, alcune persone preferiscono evitare di coprirle, ma è importante preservarle o ripulirle spesso dalla polvere.
  4. 4
    Appendi le foglie di salvia in un'area ben ventilata, al riparo dalla luce diretta del sole. I mazzetti vanno appesi a un filo capovolti. È importante scegliere un luogo ben arieggiato, distante dall'umidità che proviene dai fornelli.[11]
    • È preferibile essiccare la salvia al chiuso per preservarne al meglio il colore e il sapore.[12]
    • In alternativa puoi lasciare seccare le foglie stese sulla carta da cucina. Disponile in modo che non si sovrappongano e cambia frequentemente la carta a mano a mano che ne assorbe l'umidità.[13]
    • Non tenere le foglie in una zona dove possono bagnarsi, per esempio in prossimità del lavandino, della lavastoviglie o dei fornelli.[14]
  5. 5
    Gira i mazzetti giornalmente o ogni due giorni per fare seccare le foglie in modo uniforme. Slega il filo con cui li hai appesi e cambiali di posto. Anche se reputi che tutte le foglie siano ugualmente esposte all'aria, ogni lato potrebbe essiccarsi a un ritmo differente. È possibile che un lato stia ricevendo più aria o più luce rispetto agli altri e che quindi le foglie si stiano seccando più velocemente.[15]
  6. 6
    Assicurati che non si formi la muffa se il clima è umido. Le erbe aromatiche hanno la tendenza ad ammuffire se sono esposte all'umidità. È possibile farle essiccare anche quando l'aria è umida, ma è importante tenerle costantemente monitorate. Se noti che sono comparsi dei puntini neri o delle macchie biancastre sulle foglie di salvia, slegale immediatamente.
    • Se il clima attuale è molto umido, è meglio essiccare la salvia usando un altro metodo, per esempio con l'essiccatore.[16]
  7. 7
    Lascia seccare le foglie per 7-10 giorni. Controllale giornalmente per valutare i progressi. Le foglie devono avere il tempo di seccarsi, usandole prima del tempo finirai per rovinarle.[17]
  8. 8
    Esamina le foglie per vedere se sono pronte. Fai un test per capire se sono secche e friabili: prendine una e valuta se riesci a sbriciolarla facilmente tra le dita. Se l'esito è positivo, significa che la salvia è pronta.[18]
  9. 9
    Esegui un ultimo passaggio per escludere la presenza di uova o insetti. Alcuni di loro potrebbero esserti sfuggiti durante l'ispezione iniziale, quindi è importante prendere delle precauzioni. Puoi servirti del forno o del congelatore.
    • Se preferisci usare il forno, scalda le foglie a 70 °C per mezzora. Non superare i 30 minuti altrimenti potresti danneggiare la salvia.
    • In alternativa puoi mettere le foglie secche nel congelatore per 48 ore.[19]
    • Se hai essiccato la salvia nel forno o nell'essiccatore, non serve scaldarle ulteriormente o congelarle.
    Pubblicità

Metodo 3 di 5:
Essiccare la Salvia nell'Essiccatore

  1. 1
    Imposta l'essiccatore a bassa temperatura. La temperatura ideale è compresa tra 35 e 46 °C. Con un calore moderato la salvia si secca più lentamente, ma le probabilità di cuocerla (rovinandola) accidentalmente sono ridotte al minimo.[20]
  2. 2
    Distribuisci le foglie sul vassoio evitando di sovrapporle. Non devono toccarsi tra loro altrimenti non si seccheranno correttamente. Se le foglie di salvia sono molte, dovrai essiccarle un po' alla volta.[22]
  3. 3
    Essicca la salvia da sola per evitare che gli aromi si mischino. Per comodità, potresti voler essiccare diverse varietà di erbe o vegetali contemporaneamente, ma fai attenzione perché i sapori potrebbero mescolarsi. Il consiglio è di essiccare solo un ingrediente alla volta.[23]
  4. 4
    Controlla la salvia ogni mezzora per vedere se è pronta. In base al modello di essiccatore, potrebbero volerci da una a quattro ore per farla essiccare. Leggi il manuale di istruzioni dell'elettrodomestico per sapere qual è il tempo raccomandato.[24]
  5. 5
    Valuta se le foglie si sono seccate. Osservale per capire se sono diventate dure e friabili. Se alla vista ti sembrano pronte, prendine una e verifica se riesci a sbriciolarla facilmente tra le dita. In tal caso significa che la salvia è pronta.[25]
    Pubblicità

Metodo 4 di 5:
Essiccare la Salvia nel Forno

  1. 1
    Disponi le foglie su una teglia evitando di sovrapporle. È meglio rivestire la teglia con la carta da forno prima di posizionare la salvia. Assicurati che le foglie non si tocchino tra loro altrimenti non si seccheranno uniformemente. Se alcune parti dovessero rimanere umide, in poco tempo la salvia potrebbe fare la muffa.[26]
  2. 2
    Accendi il forno e impostalo alla temperatura più bassa possibile. Il calore può danneggiane facilmente gli oli, il colore e il sapore della salvia, quindi è importante regolare il forno al minimo per ridurre questo rischio. Lascia essiccare le foglie lentamente alla temperatura più bassa disponibile per evitare di rovinarle.
  3. 3
    Lascia lo sportello leggermente aperto se il forno è elettrico. In questo modo l'aria potrà circolare ed essiccare le foglie. Inoltre la temperatura non salirà in modo eccessivo.[28]
    • Se il forno è a gas, non lasciare lo sportello socchiuso perché potrebbe essere pericoloso. Socchiudi semplicemente lo sportello ogni 5 minuti per lasciare uscire l'umidità.
  4. 4
    Gira le foglie dopo 30 minuti. Estrai la teglia dal forno e appoggiala su una superficie resistente al calore. Indossa i guanti da forno e usa le pinze o una forchetta per capovolgerle una alla volta, dopodiché infornale di nuovo.[29]
  5. 5
    Lascia essiccare la salvia per un'ora. Imposta il timer della cucina a intervalli di 15 minuti per controllare che non si stia seccando più velocemente del previsto.[30]
    • Se ti sembra che sia pronta prima del tempo, tirala fuori dal forno. Il rischio che si secchi troppo è molto alto.
  6. 6
    Verifica che sia effettivamente pronta. Le foglie devono diventare dure e friabili. Strofinane una tra le dita per valutare se riesci a sbriciolarla con facilità.[31]
    Pubblicità

Metodo 5 di 5:
Conservare la Salvia

  1. 1
    Sbriciola la salvia. Se intendi usarla come condimento in cucina, è meglio frantumarla. Strofina delicatamente le foglie tra le dita per sbriciolarle.[32]
    • Lasciale intere se preferisci conservarle legate in un mazzetto.
  2. 2
    Trasferisci la salvia in un contenitore a chiusura ermetica. Puoi utilizzare un barattolo di vetro, un contenitore in plastica o un sacchetto per alimenti. Assicurati di chiuderlo bene per evitare che l'umidità possa penetrare e fare ammuffire le foglie.[33]
  3. 3
    Tieni il contenitore in un angolo fresco e asciutto della cucina. Se il clima è umido, puoi metterlo nel frigorifero.
    • Se hai usato un contenitore trasparente o un sacchetto, tienilo al buio per preservare il colore delle foglie di salvia.[34]
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Liberarsi della Calandra del Grano (Insetto della Farina)

Come

Mangiare il Burro di Arachidi

Come

Utilizzare Utensili in Vetro per la Cottura in Forno

Come

Accelerare la Lievitazione dell'Impasto

Come

Attenuare la Sensazione di Bruciore Causata dal Peperoncino

Come

Cuocere le Lenticchie Rosse Decorticate

Come

Mangiare con le Bacchette

Come

Aprire una Scatoletta senza Apriscatole

Come

Mangiare i Cachi

Come

Accendere un Barbecue a Carbonella

Come

Bollire l'Acqua con il Microonde

Come

Usare una Caffettiera Americana

Come

Affilare un Coltello

Come

Preriscaldare il Forno
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 21 213 volte
Categorie: Cucina
Questa pagina è stata letta 21 213 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità