Gli oli essenziali sono perfetti per rigenerarsi prima di affrontare la giornata, diffondendo un gradevole profumo di agrumi in tutta la casa; possono essere usati anche in cucina e in molti progetti artigianali. Puoi crearli tu stesso anche a casa; è semplice e bastano pochi ingredienti di uso comune.

Metodo 1 di 2:
Estrarre gli Oli con la Spremitura a Freddo

  1. 1
    Lava tutto il materiale. Questo passaggio include lavare le mani e la frutta da cui vuoi estrarre gli oli. La spremitura a freddo non prevede l'uso di prodotti chimici, è quindi importante lavare bene la frutta per eliminare i batteri.
    • Per ottenere una dose utile di olio attraverso questa tecnica, sono necessari circa 25 frutti; pianifica quindi il lavoro in anticipo![1]
  2. 2
    Sbuccia la frutta. Togli la scorza con un pelapatate o un coltello e mettila da parte. Se lo desideri, puoi utilizzare le mani, ma in questo modo l'olio si contamina con parecchia polpa e altro materiale che dovrai eliminare in seguito.
    • La concentrazione maggiore di olio essenziale si trova nello strato esterno della buccia, mentre l'albedo (lo strato chiaro) ne è piuttosto povero.[2]
    • Puoi usare un pelapatate elettrico per staccare la buccia dalla frutta, ma sappi che questo metodo produce molta più polpa rispetto alla tecnica manuale.
  3. 3
    Riutilizza gli avanzi. Una volta sbucciato il frutto, puoi utilizzarne il resto in qualche ricetta oppure puoi semplicemente mangiarlo. Ci sono parecchi modi di usare ancora le scorze, anche dopo che sono state spremute; invece di gettarle nel compost prova a:
    • Conservarle in piccoli sacchetti da appendere nella stanza per profumarla;
    • L'olio della buccia d'arancia, il limonene, funziona come repellente contro diversi tipi di insetti;
    • Getta alcune bucce nel tritarifiuti e attiva l'elettrodomestico per migliorare l'odore dello scarico.[3]
  4. 4
    Spremi le bucce. Usa un dispositivo per fare pressione, come un setaccio, e spremi le scorze sopra un barattolo. La pressione fa uscire dalle bucce il liquido che contiene gli oli che stai cercando di estrarre; applica una certa quantità di forza, ma evita di danneggiare lo strumento che stai utilizzando. Dopo pochi secondi, dovresti vedere una piccola quantità di olio che gocciola dal setaccio.
    • La spremitura a freddo è piuttosto faticosa, in proporzione alla piccola quantità di olio che riesci a ottenere; non scoraggiarti tuttavia, l'olio è piuttosto forte.[4]
    • Uno spremiaglio è un attrezzo perfetto per schiacciare piccole quantità di bucce con poco sforzo; puoi anche optare per un mortaio e pestello, sebbene sia un metodo più laborioso e complesso.
  5. 5
    Separa gli oli. Lascia riposare il liquido per alcuni giorni; in questo modo, la parte oleosa si separa da quella acquosa e puoi raccoglierla. In alternativa, puoi usare una centrifuga per dividere l'olio dal resto delle sostanze.
    • Un metodo semplice per raccogliere solo l'olio consiste nel mettere il liquido nel congelatore. La parte acquosa congelando diventa solida, mentre quella oleosa resta liquida e puoi di conseguenza versarla in un recipiente.[5]
    • L'olio estratto con questa tecnica non ha una lunga durata; cerca di usarlo entro sei mesi.[6]
  6. 6
    Applicalo in base al bisogno. Trasferisci l'olio in una bottiglia per gli usi futuri. Tamponane una piccola quantità sulla pelle per profumarla di fresco oppure utilizzalo per la preparazione di qualche piatto che annovera l'olio essenziale di agrumi fra gli ingredienti; ricorda che si tratta di una sostanza molto concentrata e ne basta davvero una piccola quantità.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Distillare l'Olio con l'Alcol

  1. 1
    Sbuccia la frutta e lascia essiccare le scorze all'aria aperta. Aspetta finché non diventano dure al tatto. È necessario aspettare un tempo variabile fra pochi giorni e una settimana, sii quindi paziente.
    • Non usare un essiccatore o un altro dispositivo analogo, altrimenti comprometti la qualità dell'olio che si trova nelle bucce.
  2. 2
    Taglia le bucce in piccoli pezzi. Quando sono completamente essiccate, tagliale con un coltello, una mandolina multiuso o un robot da cucina; fai attenzione a non sminuzzarle troppo per non danneggiare l'olio.
    • Se le tagli eccessivamente, le scorze rilasciano del liquido e diventano poltiglia; evita di estrarre qualunque tipo di liquido dalle bucce prima del processo di distillazione.
  3. 3
    Metti il materiale vegetale in un barattolo e coprilo con etanolo. Versane a sufficienza per sommergere completamente le bucce che dovrebbero trovarsi sotto uno strato di 2-3 cm di alcol; lascia quindi riposare il tutto per diversi giorni.
    • Per questo procedimento puoi usare la vodka, anche se può alterare leggermente il profumo dell'olio, a seconda della tipologia.
    • Metti il barattolo in un luogo molto esposto alla luce solare per favorire il processo di separazione degli oli.
    • Agita il recipiente diverse volte al giorno; questa azione aiuta gli oli a separarsi dalle scorze.
  4. 4
    Filtra il liquido dal materiale vegetale. Trascorsi diversi giorni, travasa l'alcol e le essenze delle bucce in un altro barattolo attraverso un filtro da caffè; appoggia il filtro o un tessuto sul secondo contenitore e aspetta che l'alcol evapori. Potrebbe essere necessaria una settimana o più.[7]
    • L'olio evapora molto più lentamente dell'acqua o dei liquidi analoghi. Sebbene anche gli oli tecnicamente evaporino, l'acqua si trasforma in vapore molto più rapidamente, lasciando nel recipiente il residuo oleoso.[8]
  5. 5
    Usa l'olio in base alle necessità. Quando l'alcol è evaporato, tutto quello che resta nel barattolo è olio essenziale; travasalo in un flacone per utilizzi futuri. Tamponane un po' sulla pelle per profumarla oppure incorporalo in una preparazione in cucina. Ricorda che l'olio è molto concentrato e ne basta davvero poco.
    • Fai sempre un test di sensibilità cutanea su una piccola zona prima di usarlo, per assicurarti di non avere reazioni allergiche.
    • Non dovresti esporre al sole le aree cutanee trattate con l'olio di agrumi, perché si possono scottare facilmente. Questo prodotto è fototossico; significa che la luce solare diretta innesca lo sviluppo di ustioni, bolle e altre patologie dermatologiche pericolose.[9]
    Pubblicità

Consigli

  • Continua a spremere le scorze finché non esce più alcun liquido, cerca di non sprecare nulla.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Agrumi
  • Pelapatate
  • Coltello e tagliere
  • Barattolo
  • Setaccio
  • Etanolo
  • Spremiaglio (facoltativo)

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 13 367 volte
Questa pagina è stata letta 13 367 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità