L'erba accumulata sotto il carter del tosaerba può diventare un grosso problema; può trasformarsi in grumi duri, favorire la formazione di ruggine sull'esterno del telaio e portare a un taglio impreciso, lento a causa della riduzione del flusso d'aria. L'applicazione di un rivestimento protettivo rallenta questo processo, ma nulla può sostituire una regolare pulizia della macchina.

Parte 1 di 3:
Eliminare l'Erba

  1. 1
    Accedi alla parte inferiore del tosaerba. Quando inclini lateralmente la macchina, fai in modo che le aperture di rabbocco dei serbatoi dell'olio e del carburante restino nella parte alta per evitare che i liquidi fuoriescano. Solleva il tosaerba in maniera sicura affinché non possa cadere e causare degli infortuni.
    • È meglio svuotare il serbatoio della benzina prima di cominciare.
  2. 2
    Togli la candela. Facendo girare le lame a mano potresti avviare inavvertitamente il motore; estrai sempre la candela o scollega il relativo cavo per evitare incidenti prima di maneggiare le parti in movimento che si trovano sotto il tosaerba.[1]
    • Smonta la lama come ulteriore misura preventiva.
  3. 3
    Raschia via l'erba incrostata. Indossa dei guanti robusti da giardinaggio e togli ogni grosso grumo a mano o con un piede di porco piatto; elimina i residui con una spatola o una spazzola di metallo.[2]
    • Se incontri delle difficoltà, bagna la superficie prima di rimuovere l'erba.
  4. 4
    Soffia via i residui con il compressore. Per ottenere degli ottimi risultati, puoi usare un compressore dotato di beccuccio o bacchetta a spruzzo per smuovere ed eliminare i fili d'erba dopo averli raschiati.
  5. 5
    Ispeziona il filtro dell'aria. Smontalo e controllalo per capire se deve essere sostituito. Se è in buone condizioni ed è lavabile, puliscilo inizialmente con il compressore per eliminare l'erba e i detriti, avendo cura di non lacerarlo. Versa un po' di detersivo per i piatti o di sgrassatore nell'acqua e lava accuratamente il filtro; scuotilo per eliminare il liquido in eccesso e asciugalo con il compressore, verificando che sia completamente asciutto prima di installarlo nuovamente.
    • Se non sei sicuro che il filtro sia lavabile, controlla il manuale del tosaerba.
  6. 6
    Utilizza un'idropulitrice. Se raschiando a mano non ottieni grandi risultati, spruzza la parte sottostante con acqua a pressione. Lascia il tosaerba sollevato e aspetta che si sia asciugato completamente prima di procedere con la fase successiva.
    • L'acqua può interferire con il filtro dell'aria e altri meccanismi, soprattutto lungo i lati o la parte superiore della macchina.[3] In genere, il carter è progettato per resistere a un lavaggio occasionale ma se hai dei dubbi, controlla il manuale.
    • Se hai un compressore, usalo per accelerare il processo di asciugatura.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Applicare lo Strato Protettivo

  1. 1
    Spruzza un olio antiaderente per dolci sulla parte sottostante del carter. Puoi trovare al supermercato molti prodotti di questo tipo che si utilizzano per evitare che il cibo si attacchi ai tegami; in pratica, si tratta di olio vegetale erogato con una bomboletta spray. Rappresenta una soluzione economica nel breve termine per ridurre un po' l'accumulo di erba e facilitare le operazioni di pulizia. Se non hai questo spray antiaderente, puoi semplicemente applicare dell'olio vegetale con uno straccio pulito.
    • Il WD-40 e l'olio del motore hanno un effetto analogo, ma possono danneggiare il prato gocciolando mentre usi il tosaerba.[4]
  2. 2
    Applica un lubrificante. I lubrificanti spray contenenti grafite, silicone o teflon sono venduti proprio a questo scopo (sebbene un prodotto generico funzioni altrettanto bene). Ungi l'intera porzione inferiore del telaio dopo averlo pulito e asciugato; aspetta poi che il lubrificante si asciughi rispettando le indicazioni riportate sulla confezione. L'effetto è simile a quello dell'olio da cucina, ma dovrebbe durare più a lungo. Se devi falciare un piccolo prato di erba secca, questo metodo dovrebbe essere sufficiente per risolvere i tuoi problemi.
    • Controlla le recensioni online del prodotto prima di comprarlo; anche quelli venduti specificamente per i tosaerba non sempre offrono una buona protezione nel lungo periodo.
  3. 3
    Fai un tentativo con la protezione antiruggine. Se hai provato a lubrificare il carter ma non sei soddisfatto, controlla gli ingredienti del prodotto antiruggine per accertarti che non siano gli stessi. Rispetta le indicazioni riportate sul flacone per quanto riguarda la preparazione della superficie e le misure di sicurezza. Non tutti questi prodotti vengono recensiti in modo utile ed è difficile sapere in anticipo quale marca sia efficace per il tuo modello di tosaerba e le condizioni del prato. Ecco alcune possibilità:
    • Un prodotto a base di lanolina lascia un film protettivo che non si asciuga. Alcune persone sostengono che sia molto efficace, altre affermano che l'erba si appiccica ancora di più a questa sostanza. Provalo prima su una piccola zona del telaio.[5][6]
    • Un composto per la zincatura a freddo è estremamente resistente all'acqua e si può applicare sulle superfici metalliche non verniciate.[7] Potrebbe essere una buona soluzione se vivi in un clima umido, ma la zincatura potrebbe rovinarsi più rapidamente di quanto riportato sulla confezione a causa della terra e dei detriti.[8]
    • Le recensioni sugli altri prodotti industriali contro la ruggine sono piuttosto contrastanti; puoi fare alcune ricerche o chiedere consiglio al commesso della ferramenta.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Cambiare la Tecnica

  1. 1
    Non falciare il prato bagnato. Ogni volta che ti è possibile, taglia l'erba quando è asciutta. La rugiada del mattino o una pioggia recente la rendono umida; di conseguenza, si raggruma e si attacca al carter della macchina.
    • L'erba potrebbe trattenere dell'umidità al suo interno per un giorno o due dopo le piogge, anche se al tatto sembra asciutta.
  2. 2
    Tagliala regolarmente. Più i fili d'erba sono lunghi e maggiori sono le probabilità che si accumulino. Prova a falciare il prato con maggiore frequenza per capire se in questo modo riesci a ridurre le incrostazioni.
  3. 3
    Usa il tosaerba alla massima velocità. La maggior parte dei modelli moderni è progettata per funzionare alla massima potenza per tutto il tempo di utilizzo.[9] Se lasci che le lame girino a velocità minore, il taglio sarà meno netto, il flusso d'aria si ridurrà e di conseguenza la macchina avrà maggiori difficoltà a espellere i residui d'erba.
  4. 4
    Mantieni il macchinario in buone condizioni. Più tempo aspetti tra una pulizia e l'altra, più difficile diventa il lavoro. Controlla regolarmente il tosaerba per eliminare ogni incrostazione d'erba e accertati che tutti gli elementi siano in perfetto stato; presta particolare attenzione ai filtri ostruiti dell'aria perché possono incrementare gli accumuli di residui.
    • Se usi il tosaerba un paio di volte a settimana per falciare il piccolo prato di casa, dovresti ispezionarlo almeno una volta al mese; se lo utilizzi con maggiore frequenza (diversi giorni a settimana), controllalo almeno ogni 7-14 giorni.
  5. 5
    Passa a una lama con un profilo alto. Se l'accumulo d'erba rappresenta un grave problema, contatta un rivenditore di parti di ricambio. Il commesso può aiutarti a identificare il tipo di lama che è già montata sulla macchina e suggerirtene una compatibile, ma a profilo alto, che sia in grado di aumentare il flusso d'aria per espellere con maggior forza i frammenti tagliati.[10]
    • Se il tosaerba sminuzza il materiale vegetale e non devi raccogliere i frammenti, significa che hai una lama "mulching". Questo tipo viene montato molto vicino alla superficie del prato ed è particolarmente suscettibile agli accumuli, soprattutto se l'erba è bagnata. Le lame basse sono inoltre le peggiori per il prato, perché sfiorano la terra strappando le radici dell'erba.
    Pubblicità

Consigli

  • L'erba può comunque restare bloccata in profondità sotto il telaio; togli occasionalmente le protezioni della cinghia nella parte superiore e soffia via i residui con un compressore.[11]

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Anthony "TC" Williams
Co-redatto da
Giardiniere Paesaggista Professionale
Questo articolo è stato co-redatto da Anthony "TC" Williams. Anthony "TC" Williams è un Giardiniere Paesaggista Professionale nell’Idaho. È Presidente e Fondatore di Aqua Conservation Landscape & Irrigation, un’Entità Aziendale di Paesaggistica Registrata nell’Idaho. Questo articolo è stato visualizzato 3 549 volte
Categorie: Giardinaggio
Questa pagina è stata letta 3 549 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità