Come Evitare che una Carie Peggiori

Scritto in collaborazione con: Ken Miyazato, DDS

In questo Articolo:Evitare che la Carie PeggioriRivolgersi al Dentista per Curare la CariePrevenire la Carie37 Riferimenti

La carie è una malattia che colpisce i tessuti duri del dente e li distrugge nel corso del tempo. Si forma quando lo smalto protettivo viene consumato da acidi e batteri. Una volta attaccato lo strato più esterno del dente, la carie continua a divorarlo in un processo degenerativo. Se non curata, raggiunge la polpa interna costituita da nervi e vasi sanguigni. L'unico modo per rimuoverla completamente consiste nell'eradicare l'infezione e coprire la cavità che si è venuta a creare.[1] Tuttavia, esistono vari metodi per evitare che il problema peggiori finché non hai la possibilità di recarti dal dentista.

Parte 1
Evitare che la Carie Peggiori

  1. 1
    Spazzola accuratamente l'area infetta. Teoricamente, lavarsi i denti aiuta a prevenire la carie. Tuttavia, è importante farlo anche per evitare un peggioramento di questa malattia. L'accumulo di cibo stimola la proliferazione di batteri che penetrano nella lesione, aggravando la situazione. Quando usi lo spazzolino, concentrati sul dente cariato in modo da eliminare i residui di cibo e rallentare lo sviluppo della carie.
    • Usa uno spazzolino con setole morbide e non premerlo troppo forte quando lo muovi. Spostalo avanti e indietro con movimenti delicati per almeno 2 minuti complessivamente.[2]
    • Lava i denti 2 volte al giorno e ogni volta che finisci di mangiare. In caso di cari, è molto importante tenere la bocca pulita perché la placca batterica inizia a formarsi entro 20 minuti dopo i pasti.[3]
  2. 2
    Individua i sintomi. La carie dentale si forma gradualmente e, talvolta, può essere presente e progredire in maniera asintomatica.[4] Questa è una delle ragioni per cui è importante sottoporsi a regolari visite odontoiatriche. In genere, la formazione e la fase avanzata sono accompagnate da un determinato corredo sintomatologico. Se presenti i seguenti sintomi, prendi appuntamento dal dentista. Mentre aspetti il giorno della visita, intervieni in modo da evitare che peggiori.[5][6]
    • Una macchia bianca sul dente è il primo indizio di carie o fluorosi. È il punto in cui gli acidi hanno consumato i minerali dello smalto. La carie si trova ancora in uno stadio reversibile, quindi corri ai ripari appena noti questo segno.
    • La sensibilità dentale è un sintomo che solitamente si manifesta in seguito al consumo di pietanze o bevande dolci, calde o fredde.[7] Non indica sempre carie, infatti molte persone hanno i denti sensibili. Tuttavia, se non appartieni a questa categoria e improvvisamente inizi ad avvertire una certa sensibilità quando consumi determinati cibi e bevande, potrebbe essere preoccupante.[8]
    • Senti dolore quando mastichi.
    • Hai mal di denti. Quando la carie è così avanzata da arrivare ai nervi del dente, potresti avvertire un dolore persistente. Può peggiorare quando mangi e bevi, ma anche risvegliarsi spontaneamente.
    • Vedi un buco sul dente. Indica che la malattia è molto avanzata e ha eroso in modo significativo il dente.
    • La carie può essere presente e svilupparsi nel tempo senza procurare sintomi.
  3. 3
    Usa un trattamento al fluoro. Il fluoro è batteriostatico, di conseguenza ostacola la riproduzione dei batteri all'interno della bocca. Inoltre, rinforza i denti rimineralizzando lo smalto e rendendoli più resistenti alle carie. Se hai individuato una carie abbastanza presto, un buon trattamento a base di fluoro può persino invertire il processo degenerativo. Puoi acquistarne uno in farmacia, ma se desideri un prodotto più forte, hai bisogno del parere del dentista. L'opzione migliore sarebbe un'applicazione topica professionale di fluoro effettuata dal dentista, ma esistono diversi prodotti da utilizzare mentre sei in attesa di recarti al suo studio per la visita.[9][10]
    • Dentifricio al fluoro. La maggior parte dei dentifrici in commercio contiene circa 1000-1500 ppm (parti per milione) di fluoruro di sodio. Il dentista potrebbe anche prescriverti un dentifricio arricchito in fluoro che contiene circa 5000 ppm di fluoruro di sodio.
    • Sciacqui al fluoro. Puoi farli tutti i giorni. In genere, si tratta di collutori che contengono 225-1000 ppm di fluoruro di sodio.
    • Gel dentale al fluoro. È denso e rimane a lungo sui denti. Spruzzalo nell'apposita mascherina porta-gel e inseriscila in bocca, sopra i denti.
  4. 4
    Bevi acqua. La bocca secca può accelerare la carie favorendo l'accumulo di batteri responsabili di questa malattia. Mantienila umida per rallentare lo sviluppo della malattia ed eliminare le particelle di cibo che rischiano di peggiorarla.[11]
    • Se la bocca resta secca malgrado una corretta idratazione, potrebbe essere sintomo di una patologia più ampia o anche dipendere dall'assunzione di alcuni farmaci. Consulta il medico se non riesci ad alleviare la secchezza delle fauci.
  5. 5
    Mastica le gomme senza zucchero con xilitolo. Lo xilitolo è un alcol estratto dalle piante. Ha proprietà antibatteriche e viene utilizzato per prevenire le infezioni. Le gomme contenenti 1-20 g di xilitolo aiutano a uccidere i batteri che causano e aggravano la carie. Se sospetti di avere un dente cariato, prova a masticarle per rallentarne la crescita batterica finché non vai dal dentista.[12]
    • Assicurati che la confezione riporti la scritta xilitolo. È lo zucchero meno cariogeno in assoluto.
    • Le gomme stimolano anche la salivazione e, di conseguenza, contribuiscono a rimuovere le particelle di cibo e mantenere forte lo smalto dei denti.[13]
  6. 6
    Prova i risciacqui con acqua salata. L'acqua salata ha proprietà antisettiche. Spesso i dentisti la raccomandano per trattare ferite o infezioni nel cavo orale. L'acqua salata è anche in grado di uccidere i batteri responsabili della carie, rallentandone la proliferazione finché non consulta il dentista.
    • Sciogli 1 cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida.
    • Mettine un po' in bocca e tieni la soluzione per 1 minuto. Agitala concentrandoti sul dente cariato.
    • Ripeti il trattamento 3 volte al giorno.
  7. 7
    Spazzola i denti con la radice di liquirizia. Sebbene non sia stato ampiamente studiato, esistono prove secondo cui la radice di liquirizia contribuisce a prevenire e rallentare lo sviluppo della carie. È in grado di distruggere i batteri responsabili e diminuire l'infiammazione.[14][15] Prova a usarla se vuoi un rimedio casalingo che rallenti il processo degenerativo di questa malattia mentre aspetti che il dentista ti riceva.
    • Alcuni dentifrici sono a base di radice di liquirizia.[16] In alternativa, puoi comprarla in polvere e mischiarla col dentifricio.
    • Cerca la liquirizia deglicirrizinata, ovvero che non contiene glicirrizina, una sostanza che può causare effetti collaterali spiacevoli e spesso gravi.
    • Consulta sempre il medico prima di utilizzare la radice di liquirizia. Può interagire con alcuni farmaci, tra cui ACE-inibitori, insulina, inibitori delle monoamino ossidasi e contraccettivi orali. Può anche causare problemi di salute nei soggetti affetti da determinate patologie, tra cui malattie epatiche e renali, diabete, insufficienza cardiaca, cardiopatie e tumori ormono-sensibili.
  8. 8
    Evita lo zucchero raffinato. La carie è causata da batteri che producono acido e prosperano in ambienti acidi. Si nutrono dello zucchero presente nella placca dentale. Questo è il motivo per cui il consumo di pietanze e bevande zuccherate dovrebbe essere ridotto al minimo. Se puoi, lavati i denti dopo aver mangiato.[17][18]
    • Anche i cibi amidacei, come le patate, il pane e la pasta, forniscono un ambiente ospitale per i batteri produttori di acido. Quindi, limita il consumo dei carboidrati semplici e raffinati e lava i denti dopo i pasti.[19]

Parte 2
Rivolgersi al Dentista per Curare la Carie

  1. 1
    Informati sulle opzioni di trattamento. A seconda di quanto è avanzata la malattia, il dentista può raccomandare diversi tipi di trattamento. Se hai domande sulle procedure, non esitare a porgliele.
  2. 2
    Sottoponiti a un trattamento professionale a base di fluoro. Se la carie si è formata di recente ed è ancora molto piccola, il dentista potrebbe scartare i trattamenti più invasivi e curarla con un'applicazione massiccia di fluoro. Di solito, viene steso sul dente interessato e lasciato agire per qualche minuto. Permette di ripristinare lo smalto e, se applicato tempestivamente, favorisce la rimineralizzazione del dente.[20]
    • Anche se il trattamento dura solo pochi minuti, al termine non potrai né mangiare né bere per almeno 30 minuti se vuoi consentire al fluoro di penetrare correttamente.
  3. 3
    Procedi all'otturazione se il dentista la consiglia. Molto spesso la carie non viene individuata in tempo perché il trattamento al fluoro risulti efficace. In questo caso, sarà necessario effettuare un'otturazione. Durante la procedura, il dentista perfora la parte lesionata del dente, quindi riempie il buco con un apposito materiale.[21]
    • In genere, si usa la porcellana o una resina appropriata per otturare la lesione lasciata dalla carie, specialmente per i denti che si trovano nella parte anteriore. Sono i materiali migliori perché possono essere adattati per imitare lo smalto naturale del dente.[22]
    • È preferibile otturare i denti posteriori con un amalgama a base di argento o oro in quanto sono materiali molto resistenti. Inoltre, la placca tende ad accumularsi sui denti posteriori.[23]
  4. 4
    Opta per il riempimento del canale radicolare se la carie è avanzata fino alla polpa. Il dentista rimuoverà la polpa dentale infetta, applicherà un antisettico per eliminare i batteri, dopodiché otturerà il dente con un materiale sigillante. Solitamente questo trattamento costituisce il tentativo estremo di salvare il dente prima di considerare l'estrazione.[24]
    • Nella maggior parte dei casi, si applica una corona ("capsula") quando si effettua un otturazione del canale radicolare.[25]
  5. 5
    Chiedi al dentista di estrarre il dente se è gravemente danneggiato dalla carie e non può essere recuperato. In questo caso, estrarrà il dente infetto. Dopodiché, può proporti un impianto dentale sia per ragioni estetiche sia per impedire agli altri denti di migrare.[26]

Parte 3
Prevenire la Carie

  1. 1
    Lavati i denti due volte al giorno. Mantienili denti puliti e sani lavandoli due volte al giorno. Utilizza uno spazzolino con setole morbide e cambialo ogni 3-4 mesi. Per pulirli efficacemente, segui queste istruzioni.[27]
    • Inclina lo spazzolino di 45 gradi rispetto alle gengive. Ricorda che la placca tende ad accumularsi tra le gengive e i denti.
    • Spostalo delicatamente avanti e indietro, con piccoli movimenti che coprono l'estensione di un dente.
    • Spazzola sia la parte esterna che quella interna dei denti.
    • Continua per circa due minuti.
    • Finisci con la lingua. Se non la pulisci, permetterai a numerosi batteri di contaminare nuovamente la bocca non appena smetti di lavare i denti.
    • Ripeti la pulizia almeno due volte al giorno.
  2. 2
    Usa il filo interdentale tutti i giorni. Oltre allo spazzolino e al dentifricio, anche il filo interdentale è fondamentale se vuoi mantenere la bocca sana. Abituati a usarlo almeno una volta al giorno, anche se due sarebbe l'ideale. Segui questi semplici passaggi per assicurarti di adoperarlo correttamente.
    • Tagliane circa 45 cm. Avvolgine la maggior parte intorno al dito medio di una mano e il resto intorno all'altro dito medio.
    • Afferra saldamente il filo tra il pollice e l'indice. Infilalo tra due denti e strofina.
    • Quando raggiunge la gengiva, piegalo a forma di "C" in modo da assecondare le curve del dente.
    • Lascialo scorrere saldamente contro il dente e muovilo delicatamente su e giù.
    • Ripeti l'operazione con gli altri denti.
    • Taglia dell'altro filo man mano che procedi con la pulizia.
    • Se i denti aderiscono l'uno all'altro senza lasciare spazi, opta per il filo interdentale cerato. Potresti anche trovare più utili gli archetti di filo interdentale. La cosa più importante è usare costantemente questi preziosi alleati dello spazzolino.[28]
  3. 3
    Risciacqua col collutorio. Alcuni collutori mascherano l'alitosi senza uccidere i batteri e rimuovendo la placca responsabile dell'alito cattivo e della carie. Al momento dell'acquisto, verifica che sia indicato contro la placca. Clicca qui se vuoi tabella comparativa dei migliori collutori.
    • Compra un prodotto in grado di ridurre la placca, combattere la gengivite e la carie e alleviare l'alitosi.[29]
    • Esistono molti collutori con poco o senza alcol efficaci per la salute orale. Opta per questi prodotti se non sopporti la sensazione di bruciore provocata da quelli più comuni.
  4. 4
    Segui una dieta sana. Quello che mangi influisce sulla salute orale. Alcuni alimenti fanno bene ai denti, mentre altri dovrebbero essere ridotti o evitati del tutto.[30][31]
    • Mangia cibi ricchi di fibre. Le fibre contribuiscono a rimuovere la placca dentale. Inoltre, stimolano la salivazione, che a sua volta libera la bocca dagli acidi e dagli enzimi nocivi per i denti. Per assumere questi nutrienti, opta per la frutta, la verdura fresca e i cereali integrali.
    • Mangia i latticini. Anche il latte, il formaggio e lo yogurt bianco stimolano la salivazione. Inoltre, contengono il calcio che rafforza lo smalto dentale.
    • Bevi tè. Il tè verde e il tè nero contengono nutrienti che aiutano a disgregare la placca e rallentare lo sviluppo dei batteri. Se oltretutto l'acqua contiene fluoro, l'efficacia sarà doppia.
    • Evita pietanze e bevande zuccherate. Lo zucchero aumenta la formazione della placca e la crescita dei batteri, favorendo la carie. Quindi, limita il consumo di caramelle e bevande gassate. Se mangi qualcosa di dolce durante i pasti e bevi molta acqua, la bocca produrrà più saliva che aiuterà a eliminare lo zucchero e ridurre lo sviluppo di acidi e batteri.
    • Lava i denti dopo aver mangiato alimenti ricchi di amido. Le patate e il mais si incastrano più facilmente tra i denti, favorendo la carie. Previenila usando subito spazzolino e dentifricio.
  5. 5
    Evita le bevande acidificanti. Si tratta di bibite gassate, alcolici e persino succhi di frutta in grado di favorire la crescita dei batteri responsabili della carie.[32][33] Quindi, consuma queste bevande con moderazione o eliminale completamente dalle tue abitudini alimentari.
    • Le più dannose sono le bevande sportive (come il Gatorade), le bevande energetiche (come la Red Bull) e le bibite gassate (come la Coca-Cola). La carbonatazione può favorire l'usura dentale.[34][35]
    • Bevi molta acqua. Risciacqua la bocca con acqua dopo aver bevuto una bevanda acidificante.
    • Ricorda che anche i succhi di frutta puri al 100% contengono zucchero. Diluiscili in parti uguali con l'acqua, soprattutto prima di darli ai bambini. Limitane il consumo e, appena bevuti, sciacqua la bocca con l'acqua.
  6. 6
    Vai regolarmente dal dentista. Di solito, bisogna farsi visitare ogni 6 mesi. Rispetta questa scadenza se vuoi avere la bocca sana. Durante l'appuntamento, il dentista effettuerà una pulizia accurata dei denti, eliminando la placca accumulata negli ultimi mesi. Inoltre, controllerà eventuali segni di carie, malattie gengivali e qualsiasi altro problema di salute orale.[36]
    • Può anche individuare una carie molto piccola. Se la rileva tempestivamente, può trattarla senza l'uso di procedure invasive.
    • Ad esempio, è possibile trattare una carie molto piccola adottando i cambiamenti positivi nello stile di vita, mantenendo una buona igiene orale e applicando i trattamenti a base di fluoro. Così facendo, si stimola la "remineralizzazione" dei denti, un processo di rigenerazione naturale dello smalto.[37]

Consigli

  • In genere, la pulizia dei denti comporta l'ablazione del tartaro, la lucidatura di tutte le superfici dentali e l'applicazione del fluoro.

Avvertenze

  • Se pensi di avere un dente cariato, consulta il dentista. È opportuno prevenire un peggioramento, ma l'unico modo per curarlo consiste nel rimuovere le parti necrotiche.
  • Poiché la carie può essere asintomatica, rischia di passare inosservata. Recati dal dentista per un controllo regolare.

Riferimenti

  1. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/001055.htm
  2. http://www.mouthhealthy.org/en/az-topics/b/brushing-your-teeth
  3. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/001055.htm
  4. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/001055.htm
  5. http://www.nidcr.nih.gov/oralhealth/OralHealthInformation/ChildrensOralHealth/ToothDecayProcess.htm
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cavities/basics/symptoms/con-20030076
  7. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/001055.htm
  8. http://www.mouthhealthy.org/en/az-topics/s/sensitive-teeth
  9. http://www.nidcr.nih.gov/oralhealth/OralHealthInformation/ChildrensOralHealth/ToothDecayProcess.htm
Mostra altro ... (28)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ken Miyazato, DDS. Il Dottor Miyazato lavora come Dentista presso il Santa Clara Valley Medical Center in California. Ha completato l’internato al Lutheran Medical Center nel 2014.

Categorie: Denti & Bocca

In altre lingue:

English: Keep a Cavity from Getting Worse, Русский: не допустить распространения кариеса, Deutsch: Ein Loch im Zahn am Schlimmer werden hindern, Português: Evitar que uma Cárie Piore, Español: evitar que las caries empeoren, Français: empêcher une carie d'empirer, Bahasa Indonesia: Menjaga Lubang Gigi Agar Tidak Bertambah Parah, العربية: منع تفاقم تسوس الأسنان, 中文: 防止蛀牙恶化, 한국어: 충치 악화 예방하는 방법, Tiếng Việt: Hạn chế sâu răng phát triển, Nederlands: Voorkomen dat een gaatje in je gebit erger wordt, ไทย: ป้องกันไม่ให้ฟันผุมีอาการแย่ลง

Questa pagina è stata letta 4 983 volte.
Hai trovato utile questo articolo?