Come Evitare il Jet Lag

In questo Articolo:A destinazione

Quando si vola da una zona oraria all’altra, il corpo ha bisogno di un po’ di tempo per adattarsi al cambiamento. Nel frattempo, però, sintomi poco piacevoli come il senso di affaticamento, l’insonnia, la stitichezza, la diarrea, la confusione e molti altri ancora ci fanno compagnia. Fortunatamente, è possibile prevenire e curare il jet lag.

Passaggi

  1. 1
    Prepara il corpo. Ogni settimana, sposta le lancette di un’ora indietro o in avanti, a seconda del posto verso il quale sei diretto. Più zone orarie dovrai passare, prima ti conviene iniziare. Così, il fisico si adatterà gradualmente al nuovo orario.
    • Se la differenza è di varie ore, potrebbe essere scomodo trascorrere la settimana precedente alla partenza vivendo tre o quattro ore prima o dopo tutti gli altri. In alternativa, puoi spostare i pasti e il sonno di un’ora al giorno.
    • La direzione verso la quale viaggi influenzerà molto il tuo jet lag. Se vai verso est, si consiglia di andare a letto prima per qualche notte consecutiva prima di partire, mentre, se vai verso ovest, prova ad andare a letto più tardi per un paio di notti.
  2. 2
    Mantieniti idratato. Il giorno del volo, bevi tanti liquidi. La disidratazione è uno dei sintomi del jet lag e l’aria secca della cabina di certo non aiuta. Evita le bevande alcoliche e la caffeina.
  3. 3
    Imposta l’orologio con l’ora del Paese di destinazione non appena inizia il volo. Questo ti aiuterà a prepararti mentalmente al nuovo orario.
  4. 4
    Dormi (o resta sveglio) basandoti sull’orario del posto verso il quale sei diretto. Se è ancora giorno, mantieniti sveglio; se è notte, cerca di dormire. Usa i tappi per le orecchie e la mascherina per gli occhi ed accendi l’aria condizionata (la temperatura più fredda ti permetterà di addormentarti in fretta).
  5. 5
    Se dovrai affrontare un volo lungo, ti conviene prenotare in prima classe. La qualità del sonno sarà nettamente superiore.
  6. 6
    Chiedi al tuo medico di prescriverti un sonnifero. Molte persone lo trovano utile.
    • Se avrai bisogno di dormire sull’aereo, cerca di prenotare un sedile più spazioso. I sedili dell’economy class non lasciano molto spazio alle gambe e il tuo corpo produrrà una sostanza simile all’adrenalina che non consentirà al sangue di fluire fino al cervello, facendoti restare sveglio. Nella business class o in prima classe, avrai sicuramente più spazio.
  7. 7
    Rispetta l’ora dei pasti del posto verso il quale sei diretto. Se proprio non ce la fai, consuma uno spuntino.

A destinazione

  1. 1
    Stai all’aria aperta, preferibilmente al sole. Se è giorno, fai una passeggiata fuori: la luce solare aiuterà il cervello ad abituarsi al nuovo orario.
  2. 2
    Mantieniti attivo. Non rinchiuderti in hotel guardando la televisione. Se hai disperatamente bisogno di un pisolino, non dormire per più di 30 minuti: superando questo intervallo di tempo, non farai che peggiorare il jet lag.
    • Se viaggi per affari e non puoi fare nemmeno una veloce passeggiata all’aperto, apri le tende della tua stanza, fai entrare la luce del sole e pratica un po’ di attività fisica. Muoversi fuori è meglio ma qualsiasi esercizio eseguito alla luce del sole aiuterà. Sii creativo!
  3. 3
    Consuma pasti leggeri. Non si sta adattando solo il tuo ciclo del sonno, ma anche la tua routine digestiva. I pasti abbondanti e ricchi renderanno il tutto più difficile e la stitichezza e la diarrea rovineranno le tue vacanze.
  4. 4
    Fai esercizio di sera e la mattina presto. Ti aiuterà a dormire meglio (a patto che ti alleni qualche ora prima di andare a letto, per dare tempo al tuo corpo di rilassarsi) e ti consentirà di sentirti più attivo al risveglio, migliorando la circolazione.
  5. 5
    Il mattino dopo il tuo arrivo, consuma una colazione ricca di proteine. Ti darà molte energie.
  6. 6
    Prendi in considerazione la possibilità di assumere melatonina, un ormone prodotto naturalmente dal corpo. Prendila quando decidi che è ora di andare a letto, per aiutare il tuo orologio interno ad adattarsi alla nuova zona oraria.
    • Prendi la melatonina 30 minuti prima di dire al tuo corpo che è arrivato il momento di dormire, ma cerca di rispettare l’orario del posto in cui ti trovi. In altre parole, non assumerla quando vuoi. Prendila per quattro giorni dopo il tuo arrivo.
    • Prima di assumerla, chiedi consiglio al tuo medico, per assicurarti che vada bene per te.

Consigli

  • Se è possibile, fa sì che un volo che includa il passaggio di tre o quattro zone orarie preveda uno scalo intorno alla seconda zona oraria. Così, potrai riposare, visitare un posto che non conosci ed abituarti gradualmente al nuovo orario. Non tutti possono permettersi una spesa del genere o non tutti hanno il tempo di fermarsi ma, se puoi, approfittane. Ti tornerà utile specialmente se sei in viaggio con bambini.
  • Sempre se puoi, arriva a destinazione un giorno prima per adattarti alla nuova routine. Questa opzione si raccomanda soprattutto a chi è in viaggio per affari e deve fermarsi all’estero per qualche giorno.
  • Se ci sono solo due zone orarie di differenza, o una, forse non soffrirai nemmeno il jet lag.
  • Il termine medico per il jet lag è “desynchronosis”, una buona parola da spiegare durante il business meeting per giustificare la tua sonnolenza!
  • Ognuno risponde in maniera diversa al jet lag. La reazione dipende dall’approccio che si ha nei confronti del sonno, dalle proprie esigenze di riposo, dall’esperienza che si ha nel viaggiare, ecc. La tua capacità di adattamento cambia anche a seconda di fattori come l’età e lo stile di vita. Per esempio, se hai 20 anni e giri il mondo con lo zaino in spalla, reagirai in un certo modo; quando a 40 anni sarai in viaggio con i tuoi figli, la tua attitudine cambierà, mentre, a 60 anni, tutto tornerà ad essere facile, dal momento che sarai nuovamente libero e non avrai la responsabilità di spostarti con bambini.
  • Un effetto collaterale del jet lag è quello di svegliarti all’ora della time zone di partenza. Invece di considerarlo uno svantaggio, usa il tempo che hai a disposizione per vestirti e fare colazione con calma. Se ti succede in un posto come Disney World, potrai approfittare delle ore extra per vedere più attrazioni.

Avvertenze

  • Se ti fermi per poco, non abituarti troppo alla nuova zona oraria, altrimenti, quando tornerai a casa, dovrai riadattarti e cambiare drasticamente il ciclo del sonno.
  • Prima di prendere la melatonina, rivolgiti al tuo dottore, dal momento che è controindicata se si assume insieme ad altre medicine e non è raccomandata ai bambini che hanno meno di 10 anni o a coloro che hanno malattie autoimmuni. A qualcuno, inoltre, la melatonina causa nausea e mal di testa e peggiora i sintomi del jet lag.
  • Ricorda che, se cambi le lancette prima di partire e hai uno scalo in una zona oraria diversa, potresti confonderti. Assicurati di sapere quanto tempo devi aspettare tra un volo e l’altro, per evitare di perdere la connessione.

Informazioni sull'Articolo

ARTICOLO IN PRIMO PIANO

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 24 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Consigli per il Viaggiatore

In altre lingue:

English: Avoid Jet Lag, Español: evitar el jet lag, Deutsch: Erholung vom Jetlag, Русский: избежать синдрома смены часовых поясов, Français: ne pas souffrir du décalage horaire, Nederlands: Een jetlag voorkomen, Bahasa Indonesia: Menghindari Jet Lag

Questa pagina è stata letta 15 153 volte.
Hai trovato utile questo articolo?