L'elettricità statica sul bucato è un grande inconveniente e rappresenta un aspetto abbastanza irritante di questa incombenza domestica. Tuttavia, puoi evitare che si accumuli sia prima sia dopo il lavaggio usando degli spray o dei dispositivi e imparando come questo fenomeno si sviluppa.

Metodo 1 di 3:
con Liquidi e Spray

  1. 1
    Aggiungi dell'aceto bianco al bucato dopo il ciclo finale di risciacquo. Versane semplicemente 120-240 ml nella lavatrice mentre i tessuti vengono risciacquati; in tal modo, ottieni della biancheria perfettamente pulita e senza traccia di elettricità statica. Si tratta di un metodo perfetto per gli abiti di cotone o le lenzuola, mentre non è molto efficace con il poliestere e il pile.[1]
    • L'aceto aiuta le fibre a sbarazzarsi dei residui di detersivo durante il ciclo di risciacquo.
  2. 2
    Usa dei prodotti spray da applicare al termine dell'asciugatura e che riducono il fenomeno della carica elettrostatica. Puoi fare qualche ricerca online o chiedere al commesso del supermercato per trovare il prodotto più efficace. In genere, il liquido contiene dei composti che scaricano l'elettricità presente sui tessuti; dirigi semplicemente l'ugello verso il capo da trattare e premi il grilletto, una nebbiolina vaporizzata uscirà dalla bomboletta.
    • Se non vuoi comprare lo spray, puoi realizzarne uno casalingo mescolando dell'ammorbidente con l'acqua in una bottiglia a spruzzo; solitamente, è sufficiente un tappo di ammorbidente diluito in una bottiglia standard di acqua per ottenere una miscela efficace quanto i prodotti commerciali.[2]
  3. 3
    Usa l'ammorbidente. Questo prodotto è un miscuglio di sostanze chimiche che rende i tessuti più morbidi, profuma la biancheria ed è in grado di prevenire l'effetto elettrostatico sul bucato; le marche più famose sono Coccolino, Vernel, Lenor. Ciascun prodotto deve essere usato secondo le istruzioni riportate sulle confezione, ma in genere è sufficiente versarlo nella lavatrice durante il ciclo di risciacquo e lasciare che questo si concluda normalmente.[3]
    • Controlla la lavatrice per sapere se è dotata di dispenser incorporato per l'ammorbidente. Se questo scompartimento è presente, il prodotto viene rilasciato nell'acqua al momento giusto; se non è previsto, puoi semplicemente versare il liquido nel cestello dopo aver aggiunto i panni.
    • Puoi anche comprare un detersivo combinato; è un prodotto che garantisce i medesimi risultati senza dover provvedere a versare manualmente anche l'ammorbidente nella lavatrice.
  4. 4
    Spruzza gli abiti con acqua distillata dopo averli tolti dall'asciugatrice. Diffondi una nebbiolina fine di acqua sui tessuti non appena sono asciutti per evitare che si secchino e aderiscano gli uni agli altri sviluppando una carica elettrostatica. Riempi una normale bottiglia a spruzzo con dell'acqua distillata e vaporizzala accuratamente sugli abiti da una distanza di 60 cm.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Modificare le Impostazioni di Lavaggio e Asciugatura

  1. 1
    Asciuga i panni stendendoli all'aria aperta. Questo metodo evita la formazione di cariche elettrostatiche. Se devi necessariamente utilizzare l'asciugatrice, estraili non appena sono abbastanza asciutti o quando sono ancora un po' umidi; un ciclo troppo aggressivo dell'elettrodomestico causa la formazione di elettricità statica.
    • Le cariche elettrostatiche si sviluppano a causa dell'attrito fra due materiali isolati elettricamente e l'ambiente ideale per la loro formazione è quello secco o con un basso tasso di umidità; in altri termini, l'asciugatrice è il posto giusto in cui questo genere di elettricità si accumula.[4]
  2. 2
    Dividi i panni in base al tessuto. Alcuni sono più soggetti a questo fenomeno rispetto ad altri.[5] I materiali sintetici, come il poliestere, il nylon, il ryon e l'acetato, tendono a generare carica statica dopo il lavaggio; le fibre naturali, come il cotone, la lana, il lino e la seta, sono invece meno propense a questo fastidioso inconveniente. Lavando e asciugando il bucato sintetico con quello naturale rischi che i panni si "incollino" gli uni agli altri, vale quindi la pena dividerli.
    • In alternativa, puoi valutare di stendere i tessuti sintetici all'aria aperta e di utilizzare l'asciugatrice solo per i tessuti naturali.[6]
  3. 3
    Usa un umidificatore.[7] Un ambiente umido previene l'adesione elettrostatica fra i capi di abbigliamento, cosa che invece si verifica quando sono molto secchi. Mentre metti il bucato ad asciugare sul filo o sullo stenditoio, accendi un umidificatore, in modo che l'aria sia più conduttiva rispetto ai tessuti asciutti, che diventano quindi un "bersaglio" meno favorevole per le cariche elettrostatiche. Metti in pratica questa tecnica soprattutto durante le stagioni secche, come l'inverno, per evitare che l'elettricità si accumuli anche sugli abiti e il corpo.
    • Uno stenditoio è un supporto di piccole-medie dimensioni costruito in legno o plastica con diversi fili o bastoncini paralleli gli uni agli altri su cui puoi adagiare i panni ad asciugare.
  4. 4
    Riduci la durata del ciclo dell'asciugatrice. Invece di portare a termine il programma di un'ora, estrai il bucato dopo 45 minuti e appendilo sul filo o sulle grucce per finire l'asciugatura. In questo modo, risparmi denaro sulla bolletta dell'elettricità, riduci la tua carbon footprint e tieni sotto controllo le cariche elettrostatiche.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
con gli Additivi per Asciugatrice

  1. 1
    Usa gli ammorbidenti in fogli. Questi prodotti contengono degli ingredienti con carica elettrica positiva che vengono rilasciati in presenza di elettricità statica, in maniera che le cariche si annullino. Per usare un ammorbidente in fogli basta metterne uno (o due se il carico è molto abbondante) nel cestello dell'asciugatrice insieme ai panni umidi prima di azionare l'elettrodomestico.
    • I fogli non solo rimuovono le cariche elettrostatiche, ma lasciano anche un gradevole profumo sui tessuti.
    • Puoi utilizzarli per strofinare i panni dopo averli estratti dall'asciugatrice ed eliminare in questo modo ogni elettricità; ad esempio, puoi usarli sull'abito dopo averlo indossato quando ti accorgi che genera ancora una certa attrazione elettrostatica.[8]
  2. 2
    Fissa alcune spille da balia sui tessuti prima di metterli nell'asciugatrice. Questa accortezza permette di canalizzare l'elettricità verso il metallo. Immagina le spille come se fossero dei parafulmini per le cariche elettriche che si sviluppano nel cestello della macchina;[9] attaccale a un calzino quando il bucato è ancora bagnato e prima di trasferirlo dalla lavatrice all'asciugatrice.
    • Il metodo di strofinare un appendiabiti in metallo sulla superficie dei tessuti asciutti sfrutta lo stesso principio. Sebbene sia un lavoro piuttosto lungo, è però efficace per sbarazzarti delle cariche elettrostatiche che si accumulano durante l'asciugatura.
  3. 3
    Valuta di usare delle palle per asciugatrice. Si tratta di sfere di carta d'alluminio, plastica o legno che vengono messe nel cestello insieme al bucato per ridurre il fenomeno elettrico. Dato che le cariche statiche si sviluppano a causa dell'attrito, un oggetto di questo tipo si frappone fra i tessuti, evitando che l'elettricità si accumuli e generi l'aderenza superficiale; inoltre, tali sfere mantengono il bucato separato e voluminoso.
    • Puoi usare delle palline artigianali al posto di quelle commerciali; prova a mettere una palla da tennis pulita o perfino un paio di scarpe da tennis pulite e morbide.[10]
  4. 4
    Usa una palla di carta d'alluminio. Sebbene possa sembrare simile alle sfere per asciugatrice, questo metodo sfrutta un principio differente lasciando che le cariche elettrostatiche si accumulino sulla stagnola e non sui panni. Prendi la normale carta di alluminio che usi in cucina, tagliane un pezzo di 0,2-0,3 m2; accartoccialo senza stringere troppo per formare una palla e liscialo facendolo rotolare fra i palmi delle mani finché non assume una forma sferica. Ogni pallina dovrebbe avere un diametro di 8-10 cm; metti 3-4 palle nel cestello insieme al bucato.[11]
  5. 5
    Lava i tessuti con le bacche degli alberi del sapone. Questi elementi naturali hanno delle proprietà antistatiche naturali; mettine una manciata (5-6 bacche) in un sacchetto di mussola e riponile nel cestello della lavatrice insieme alla biancheria da lavare.
    • Quando usi le bacche, puoi ridurre la quantità di detersivo o evitare completamente di aggiungerlo, dato che sono ricche di saponina e sono efficaci per lavare i tessuti (oltre che per eliminare le cariche elettrostatiche). Ricorda di usarle con acqua molto calda per ottenere i risultati migliori.[12]
    Pubblicità

Consigli

  • Esistono anche degli ammorbidenti in sfere.
  • Se non hai dell'ammorbidente a portata di mano, puoi sostituirlo con il bicarbonato di sodio, il borace o l'aceto bianco distillato.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Usare il Sale per Lavastoviglie

Come

Rimuovere una Vite con la Testa Spanata

Come

Liberare lo Scarico della Doccia

Come

Forzare una Porta Chiusa

Come

Togliere i Graffi dal Vetro

Come

Stare Caldi in Casa Senza Caloriferi

Come

Scaricare l'Acqua di una Lavastoviglie

Come

Eliminare la Condensa sulle Finestre

Come

Risolvere Problemi di Bassa Pressione dell'Acqua

Come

Identificare i Problemi del Frigorifero

Come

Testare un Condensatore

Come

Calcolare i Kilowattora

Come

Chiudere l'Impianto Idraulico Facilmente e Velocemente

Come

Calcolare i Kilowatt Usati dalle Lampadine
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 2 541 volte
Questa pagina è stata letta 2 541 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità