Come Evitare l'Ictus dopo un Attacco Ischemico Transitorio

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

In questo Articolo:Riconoscere l'Attacco Ischemico TransitorioPrevenire l'Ictus dopo un Attacco Ischemico Transitorio

Un attacco ischemico transitorio (TIA) è un disturbo temporaneo, un "mini-ictus", durante il quale l'apporto di sangue al cervello è momentaneamente bloccato. I sintomi di TIA sono gli stessi di un ictus, ma non sono permanenti e scompaiono nell'arco di pochi minuti o un'ora al massimo. Tuttavia si tratta di un episodio grave che aumenta il rischio di infarto e ictus. Proprio per evitare l'ictus dopo un attacco ischemico transitorio, devi apportare dei cambiamenti specifici nello stile di vita e collaborare con il medico per sviluppare una terapia farmacologica.

Parte 1
Riconoscere l'Attacco Ischemico Transitorio

  1. 1
    Riconosci la gravità della patologia.[1] Il TIA e l'ictus sono emergenze mediche; sebbene l'attacco ischemico transitorio si risolva da solo, è importante diagnosticarlo e curarlo il prima possibile. Una diagnosi tempestiva può ridurre le probabilità di avere un ictus, il quale comporta conseguenze ben più gravi.
    • Il rischio precoce di un ictus si attesta intorno al 17% durante i 90 giorni successivi a un TIA.
  2. 2
    Vai immediatamente al pronto soccorso se manifesti i sintomi. Il TIA mostra segni e sintomi molto simili a quelli dell'ictus, se non addirittura identici. Tuttavia, mentre l'attacco ischemico transitorio dura solo pochi minuti e la sua sintomatologia si risolve nel giro di un'ora senza intervento medico, l'ictus deve essere trattato in ospedale. Se soffri di un TIA, ci sono molte probabilità che la situazione si evolva in un ictus invalidante nelle ore o giorni successivi.[2] Dovresti quindi andare al pronto soccorso non appena ne mostri i sintomi.
  3. 3
    Osserva un'improvvisa debolezza degli arti. In presenza di questi problemi vascolari e neurologici, i pazienti possono perdere la coordinazione, essere incapaci di camminare o restare fermi in piedi. Potrebbe anche essere impossibile sollevare entrambe le braccia sopra la testa. I sintomi che interessano gli arti colpiscono di solito solo un lato del corpo.[3]
    • Se sospetti un TIA, chiedi al paziente di cercare di afferrare oggetti piccoli e grandi. Se ha un attacco ischemico transitorio, non avrà coordinazione sufficiente per farlo.
    • Chiedigli di scrivere qualcosa in modo da poter verificare la perdita del controllo delle capacità motorie fini.[4]
  4. 4
    Non ignorare la cefalea intensa e improvvisa.[5] Esistono due tipi di ictus, ischemico ed emorragico, che causano questo dolore. Quando si tratta di una patologia ischemica, il sangue ossigenato resta bloccato nel cervello a causa di un vaso sanguigno occluso. Durante un ictus emorragico, il vaso sanguigno esplode rilasciando il sangue sul tessuto cerebrale. In entrambi casi il cervello reagisce con una risposta infiammatoria che, insieme alla necrosi, causa una grave cefalea.
  5. 5
    Presta attenzione a qualunque cambiamento della vista.[6] Il nervo retinico collega l'occhio al cervello. Se lo stesso evento che causa i sintomi del mal di testa – blocco del flusso sanguigno o emorragia – si manifesta in prossimità di questo nervo, la vista viene alterata. Puoi lamentare diplopia (visione doppia) o perdita della vista in uno o entrambi gli occhi.
  6. 6
    Verifica la presenza di confusione e problemi di linguaggio.[7] Questi disturbi sono causati da una cattiva somministrazione di ossigeno all'area del cervello che controlla la capacità di parlare e comprendere. Le persone che soffrono di TIA o ictus hanno difficoltà a parlare o a comprendere quello che viene detto loro. Oltre alla perdita di queste abilità, i pazienti appaiono confusi e si fanno prendere dal panico non appena si rendono conto di non riuscire a parlare o a capire un discorso.
  7. 7
    Memorizza l'acronimo "FAST".[8] Si tratta di una sigla che deriva dai termini inglesi Face (viso), Arms (braccia), Speech (linguaggio) e Time (tempo) e che aiuta il personale sanitario a ricordare e identificare rapidamente i sintomi di TIA e ictus. Una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo spesso portano a una prognosi più favorevole.
    • Viso: i muscoli del volto sono cadenti? Chiedi alla vittima di sorridere per capire se un lato del viso cede verso il basso.
    • Braccia: le persone colpite da ictus possono non riuscire a sollevare le braccia sopra la testa in modo identico. Un lato potrebbe iniziare a cadere verso il basso oppure il paziente potrebbe non riuscire a sollevarlo del tutto.
    • Linguaggio: durante un ictus la persona potrebbe essere incapace di parlare o di comprendere ciò che le viene detto. Potrebbe apparire confusa o spaventata da questa improvvisa inabilità.
    • Tempo: l'attacco transitorio ischemico o l'ictus è un'emergenza medica che richiede cure immediate. Non temporeggiare per capire se i sintomi recedono spontaneamente. Chiama l'ambulanza, più tempo si aspetta e peggiori saranno i danni irreversibili.

Parte 2
Prevenire l'Ictus dopo un Attacco Ischemico Transitorio

  1. 1
    Chiedi di essere sottoposto a una valutazione cardiologica. Dopo aver sofferto di TIA, il medico deve stabilire immediatamente se hai problemi cardiaci per valutare il rischio di ictus. Uno dei fattori che maggiormente conducono a questo evento è la "fibrillazione atriale".[9] I pazienti che ne soffrono hanno un battito irregolare e rapido;[10] si sentono spesso deboli e hanno difficoltà respiratorie a causa della cattiva circolazione sanguigna.
  2. 2
    Parla con il medico in merito a una terapia farmacologica preventiva. Se hai una frequenza cardiaca anomala dopo un episodio di TIA sei a rischio di trombosi, che a sua volta può portare all'ictus. Il dottore potrebbe prescriverti degli anticoagulanti, quali il warfarin (Coumadin) o l'aspirina, come terapia preventiva a lungo termine contro la formazione di trombi.[11] Tra i possibili farmaci antipiastrinici si ricordano il clopidogrel, la ticlopidina e il dipiridamolo.[12]
  3. 3
    Se il medico lo ritiene opportuno, sottoponiti a un intervento chirurgico. In base alla valutazione del tuo caso, il dottore potrebbe raccomandarti una procedura per ridurre il rischio di ictus. Solitamente gli studi diagnostici per immagini mostrano un'ostruzione vascolare che può essere trattata con le procedure descritte qui di seguito.[13]
    • Una endoarteriectomia o un'angioplastica per aprire le arterie carotidi ostruite.
    • Una trombolisi intrarteriosa per spezzare i piccoli coaguli di sangue nel cervello.
  4. 4
    Mantieni una pressione arteriosa corretta.[14] L'ipertensione aumenta la pressione sulle pareti arteriose causando dei trasudamenti o addirittura la rottura delle pareti stesse con conseguente ictus. Il medico ti prescriverà dei farmaci per controllare questo fattore e dovrai assumerli secondo le sue indicazioni. Dovrai presentarti inoltre a controlli regolari per determinare l'efficacia della terapia. Oltre a prendere i medicinali, dovrai apportare i seguenti cambiamenti nello stile di vita:
    • Riduci lo stress: gli ormoni secreti in risposta allo stress aumentano la pressione arteriosa.
    • Dormi: cerca di riposare almeno 8 ore a notte. La privazione del sonno aumenta la produzione degli ormoni legati allo stress, interferisce negativamente con la salute neurologica e aumenta il rischio di ingrassare.[15]
    • Controlla il peso: il cuore deve svolgere un lavoro maggiore per pompare il cuore in un organismo in sovrappeso; di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta.
    • Alcol: un eccesso di bevande alcoliche causa danni epatici e porta all'ipertensione.
  5. 5
    Monitora la glicemia. Se hai il diabete o la glicemia alta, i vasi sanguigni più piccoli (i capillari) possono danneggiarsi, così come i reni. La funzione dei reni è fondamentale per controllare la pressione del sangue. Gestendo il diabete puoi migliorare la salute renale e ridurre le probabilità di soffrire di ipertensione – un fattore di rischio per l'ictus.[16]
  6. 6
    Smetti di fumare. Questo vizio aumenta le probabilità di avere un ictus sia nei fumatori attivi sia in coloro che sono esposti al fumo passivo.[17] Aumenta inoltre la formazione di trombi, addensa il sangue e favorisce l'accumulo delle placche nelle arterie.[18] Cerca con il medico alcuni metodi per smettere di fumare o chiedigli dei farmaci che possano aiutarti a raggiungere questo obiettivo. Puoi anche unirti a un gruppo di supporto o partecipare a programmi organizzati dal SerT.[19]
    • Sii clemente con te stesso, nel caso cedessi alla tentazione e fumassi un paio di volte prima di smettere definitivamente.
    • Continua a impegnarti verso la meta finale e supera i momenti di crisi.
  7. 7
    Gestisci il peso corporeo.[20] Un indice di massa corporea (IMC) pari o superiore a 31 indica uno stato di obesità. Si tratta di un fattore di rischio indipendente per l'insufficienza cardiaca congestizia, la morte prematura e l'ipertensione. Sebbene l'obesità non sia di per sé una causa diretta dell'ictus, esiste un chiaro legame (per quanto complesso) tra un peso eccessivo e questa patologia.
  8. 8
    Fai regolarmente attività fisica secondo i consigli del medico.[21] Se il dottore ritiene che tu non sia ancora pronto per svolgere un allenamento, non mettere il cuore sotto sforzo e non rischiare un ictus o un infortunio. Tuttavia, quando il medico te lo consente, dovresti esercitarti almeno 30 minuti al giorno. L'attività fisica si è dimostrata efficace per ridurre i fattori di rischio correlati all'ictus.
    • Le attività aerobiche come fare jogging, passeggiare e nuotare sono perfette per ridurre la pressione arteriosa. Evita gli esercizi ad alta intensità, come il sollevamento pesi o gli scatti, che causano picchi ipertensivi.
  9. 9
    Prendi i farmaci come ti sono stati prescritti.[22] In base al tipo di terapia farmacologica potresti dover assumere delle medicine per il resto della tua vita. Dato che non è possibile percepire la pressione che sta salendo o capire se l'organismo ha bisogno di farmaci antipiastrinici, non dovresti mai interrompere la terapia solo perché "ora ti senti bene". Fidati invece degli esami a cui ti sottopone il medico per valutare la pressione del sangue e la coagulazione. La sua interpretazione dei risultati (e non le tue sensazioni) ti permetterà di sapere se hai ancora bisogno delle medicine.

Consigli

  • Prendi i farmaci come ti è stato indicato e attieniti scrupolosamente alla posologia. Non interrompere mai la terapia senza prima discuterne con il medico. Molti medicinali devono seguire un protocollo di riduzione graduale del dosaggio per evitare ripercussioni negative. Il dottore ti comunicherà qual è il modo migliore di agire.
  • Apporta i cambiamenti dello stile di vita che ti sono possibili per ridurre il rischio di un ictus invalidante a seguito di un episodio di TIA.

Avvertenze

  • L'attacco ischemico transitorio è un'emergenza medica e richiede cure immediate. Vai subito al pronto soccorso per essere sottoposto tempestivamente alla terapie e alle procedure necessarie per limitare il rischio di ictus.

Riferimenti

  1. http://archinte.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=770035
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3134717/
  3. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/transient-ischemic-attack/basics/symptoms/con-20021291
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/transient-ischemic-attack/basics/symptoms/con-20021291
  5. ttp://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/transient-ischemic-attack/basics/symptoms/con-20021291
  6. http://my.clevelandclinic.org/health/diseases_conditions/stroke/hic_Transient_Ischemic_Attack_TIA
  7. http://my.clevelandclinic.org/health/diseases_conditions/stroke/hic_Transient_Ischemic_Attack_TIA
  8. http://www.stroke.org/understand-stroke/recognizing-stroke/act-fast
  9. http://www.aafp.org/afp/1999/1115/p2329.html
Mostra altro ... (13)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Prevent a Stroke After a TIA, Español: evitar un derrame cerebral después de un AIT, Русский: предотвратить инсульт после транзиторной ишемической атаки, Français: prévenir un AVC après avoir subi un accident ischémique transitoire, العربية: تجنّب السكتة الدماغية بعد اختبار نوبة إقفارية عابرة, Português: Prevenir um AVC após um AIT, 한국어: 일과성 뇌허혈증 이후 발생하는 뇌졸중 예방하는 법

Questa pagina è stata letta 4 588 volte.
Hai trovato utile questo articolo?