Come Evitare la Tentazione al Peccato

Scritto in collaborazione con: Zachary Rainey

In questo Articolo:Fare un Piano per Evitare la TentazioneCombattere la Tentazione con il Comportamento PositivoRestare Fedele davanti alla Tentazione

Gli esseri umani tendono naturalmente al peccato. Tutti sentiamo la necessità di peccare ad un certo punto perché il peccato apporta dei benefici tangibili quanto fugaci, a discapito di quelli morali e spirituali. La tentazione è il bisogno di peccare. Siamo giudicati in base al grado di resistenza alle tentazioni che abbiamo. Per via della natura peccatrice dell'uomo, tutti prima o poi cediamo. Fortunatamente, non siamo soli in questa lotta alla tentazione. Dice la Bibbia: "Nessuna tentazione vi ha colti se non umana" (1 Corinzi 10:13) In questa guida, imparerai le strategie per evitare la tentazione quando la incontri.

Parte 1
Fare un Piano per Evitare la Tentazione

  1. 1
    Identifica le tue tentazioni e le debolezze dalle quali si originano. Tutti hanno le proprie. Anche se venne indotto in tentazione, Gesù non peccò mai. (Ebrei 4:15) Passa un po' di tempo a riflettere per identificare le tue tentazioni private. Poi tratteggia quegli aspetti della personalità che ti ci spingono: forse sei insicuro, non soddisfatto di te stesso. Magari metti davanti alla responsabilità, il piacere. Siamo fatti tutti diversamente. Le tue tentazioni possono assomigliare a quelle degli amici o dei colleghi, ma c'è un'ampia probabilità che in realtà siano uniche, tue. Un prete, consulente o un'altra persona fidata può aiutarti a scoprire le tue tentazioni e le loro origini.
    • Se hai dei problemi a definire esattamente le tentazioni, inizia isolando tutto ciò che nella vita ti rende triste, poi prova a capire qual è il processo mentale che ti porta a ciò. Per esempio, diciamo che sei impegnato in una relazione con una donna che ami, ma che spesso ti senti in colpa perché flirti con le altre. Guarda nel tuo cuore. Domandati: "cosa penso o faccio che mi porta ad agire così?" Dopo una breve riflessione per esempio, potresti scoprire che sei preoccupato di non essere più attraente. La fonte della tentazione in questo caso sarebbe il senso di insicurezza.
  2. 2
    Definisci degli obiettivi ragionevoli per combattere la tentazione. Lo scopo quando si ingaggia questa lotta è tener conto del fatto che, in quanto uomo, non sei in grado di arrivare alla perfezione. Quindi non stabilire che "non peccherai mai più". Se dicessi così ti prepareresti alla delusione. Cerca di capire che inevitabilmente peccherai ancora e ancora e ancora. Stabilisci un obiettivo realistico che tenga conto di ciò.
    • Per esempio, non sei andato a vedere la recita di tuo figlio per passare la serata davanti alla TV: potresti impegnarti a non perderti la prossima (a meno di un'emergenza) e ridurre il tempo passato davanti alla TV ogni settimana, di quattro ore. Questo obiettivo è alla tua portata.
    • Per alcuni peccati seri, è assolutamente necessario definire una tolleranza zero: per esempio non commettere un omicidio o un'infedeltà materiale. Questi sono peccati irreparabili che danneggiano la vita altrui.
  3. 3
    Assumiti le tue responsabilità. Sei stato benedetto con il libero arbitrio per un motivo. Non sprecare l'opportunità di agire con decisione contro la tentazione personale, cadendo in quella dell'inattività. Alzati e fai qualcosa ora. Abbi come scopo quello di proseguire senza tentazione. La parte più difficile del superare la tentazione può proprio essere l'inizio. Non sabotare il tuo viaggio prima di iniziarlo, dicendoti che non puoi farlo.
    • Quando Gesù è morto, ci ha dato il potere sulle forze del male. (Marco 16:17) Mai temere o fuggire dal male nella tua vita. Col duro lavoro e una fede sincera, nulla è fuori dalla tua portata.
  4. 4
    Volta le spalle ai peccati passati. L'unica cosa che non puoi cambiare di te stesso è il passato. Non lasciare che ti investa, facendoti dispiacere dei peccati commessi. L'unico percorso corretto è quello in avanti, verso la giustizia. Se il tuo passato è marchiato dal peccato, riconosci i tuoi errori senza troppo senso di colpa. Basati proprio sui tuoi errori. Combatti per non rifarli. Anche se avrai una ricaduta, avrai comunque compiuto dei progressi rispetto al passato.
    • Se non lo ha già fatto, chiedi sinceramente perdono a Dio. Dio è infinito nella sua capacità di perdonare. Nei suoi occhi, una volta che sei stato perdonato è come se non avessi mai commesso alcun peccato: "E dei loro peccati e delle iniquità non avrò più memoria." (Ebrei 10:17)

Parte 2
Combattere la Tentazione con il Comportamento Positivo

  1. 1
    Evita situazioni e persone che portano al peccato. Ci sono persone, luoghi e situazioni che rendono più semplice il peccare. Taluni peccati sono impossibili senza luogo, persone o strumenti adatti. Assicurati di rimanere lontano da tutto ciò che induce al peccato. Se sei un drogato, stai lontano da quelle zone della città dove vendono droghe. Se vieni persuaso dagli amici a commettere atti di vandalismo, non uscire più con quelle persone. Distraendoti da cose e persone associate al peccato, elimini le opportunità e ti regali la possibilità di non cadere in tentazione.
    • Generalmente, è una buona idea aiutare le persone ad analizzare i propri peccati. Però, se stai combattendo contro le tue tentazioni, un altro peccatore potrebbe rendere il tuo cammino più difficile. Aspetta finché non avrai le tentazioni sotto controllo prima di tornare agli altri e ai loro peccati.
    • Elimina le fonti di tentazione da casa tua. Per esempio, getta via la tua collezione di pornografia.
    • In alcuni casi potresti aver bisogno di eliminare le distrazioni dalla tua stessa casa. Per esempio butta tutta la pornografia che assorbe il tuo tempo o sfratta il compagno di stanza che spesso ti induce a essere negligente rispetto alle tue responsabilità.
  2. 2
    Trova aiuto. Non devi combattere le tentazioni da solo. Non c'è alcuna vergogna nel chiedere aiuto a Dio o a un'altra persona. Se hai delle difficoltà nell'evitare le tentazioni, non esitare a rivolgerti a qualcuno, un prete, un uomo di chiesa, un amico, un consulente. Accettare aiuto è qualcosa di forte e assennato da parte tua e lo scopo di alcune di queste persone è aiutarti quando hai delle difficoltà.
    • Certe tentazioni (come ad esempio quella della pornografia) non sono necessariamente considerate peccaminose nella società. Se stai cercando aiuto per questo, avrebbe più senso consultare un prete, un rabbino o un imam ad esempio, che non qualcuno di laico.
  3. 3
    Tieniti occupato. È vero quel detto: "Le mani pigre fanno il lavoro del diavolo." Se ti tieni impegnato con qualcosa di buono e virtuoso o con tanti hobby, avrai meno tempo per te stesso e quindi, meno tempo per cadere in tentazione a causa della noia. Impegnati nel lavoro o negli studi ancora di più, diventa tutor ad esempio. Impara a suonare uno strumento o una lingua straniera. Se hai moltissimo tempo libero, fai qualsiasi cosa per occuparlo, con attività che ti rendano più sano, ricco e migliore.
    • Se stai cercando di comprendere come occupare il tuo tempo, un buon punto d'inizio è un rifugio per senzatetto locale, o una comunità di recupero. Parla alla direzione, ci sono buone probabilità che tu possa mettere a frutto il tuo grande talento per aiutare i meno fortunati.
  4. 4
    Insisti. La tentazione sfortunatamente non se ne va quando scegli di resisterle. Insiste. A volte, la decisione di combatterla la rinforza. Se decidi di resistere alla tentazione di abbuffarti di cioccolata ad esempio, potresti iniziare a desiderarla intensamente dopo o un giorno o due che non ne mangi. Ci vuole tempo perché la tentazione sparisca, alcune non se ne vanno mai. Questo non implica che per te sarebbe meglio lasciar perdere! Combatti con le unghie e con i denti. Non mollare, anche se subirai dei contraccolpi e delle ricadute. Più insisti nella tua lotta, più avrai possibilità di sconfiggere la tentazione.
    • Mai ricompensarti con qualcosa che implica il peccato o con una "tregua". Evita il terreno scivoloso della gratificazione momentanea.
    • Tratta le tue tentazioni come cattive abitudini che devi interrompere. Lavora per svilupparne di nuove che rimpiazzino le vecchie, ripetendo il comportamento virtuoso e positivo più e più volte.

Parte 3
Restare Fedele davanti alla Tentazione

  1. 1
    Accetta il fatto che la tentazione è inevitabile. Sappi che, non importa quanto ci proverai, sarà impossibile condurre una vita che ne è priva. Ad un certo punto tutti sentiremo la tentazione a peccare, che sia qualcosa di innocuo come il bisogno di mentire perché abbiamo fatto tardi ad un appuntamento, o seria come colpire qualcuno che ci ha insultato. È inevitabile. Tuttavia è possibile attraverso gli sforzi, ridurre la presa che la tentazione ha su di noi. La lotta è una sorta di guerra perenne, preparati a celebrarne le vittorie e a imparare dalle sconfitte.
  2. 2
    Non farti scoraggiare dalla tua imperfezione. Mai cadere preda dell'odio verso te stesso. Non sentirti patetico o orrendo perché cadi in tentazione. Dio perdona sempre. Non farti intrappolare dall'autopunizione, anche se ti ritrovi a peccare ancora e ancora. Usa il tempo in modo più intelligente, chiedendo a Dio il perdono e lavora per superare i tuoi peccati.
  3. 3
    Studia la parola. La scrittura cristiana è piena di storie, insegnamenti e proverbi dai quali trarre ispirazione per evitare di peccare. La natura di peccato e tentazioni è un argomento frequente nelle discussioni della Bibbia, vai ad esempio a Romani 7:18 per una prospettiva illuminante di quanto sia difficile combattere la tentazione: "So infatti che in me (nella mia carne) non abita il bene: c'è in me il desiderio del bene; ma non la capacità di attuarlo."
    • Molte delle figure più riverite della Bibbia hanno lottato intensamente contro la tentazione (e spesso hanno fallito.) Adamo ed Eva hanno commesso il primo peccato accettando il frutto proibito. Il Re David, una delle figure più importanti della storia biblica, fece uccidere uno dei suoi soldati così che non cadesse nella tentazione di rubargli la moglie! Leggere la Bibbia può aiutarti a comprendere come grandi uomini e donne abbiano lottato - e superato - la tentazione.
    Consiglio dell'Esperto
    ZR

    Zachary Rainey

    Ministro Ordinato
    Il Reverendo Zachary B. Rainey è un ministro ordinato con oltre 40 anni di esperienza nel clero e dell'esercizio pastorale, di cui più di 10 come cappellano di ospedale. Si è laureato al Northpoint Bible College ed è membro delle Assemblee di Dio negli Stati Uniti.
    ZR
    Zachary Rainey
    Ministro Ordinato

    Studiando la parola, puoi verificare ciò che la Bibbia insegna realmente. Zachary Rainey, ministro ordinato, afferma: "Alcune persone sono deviate dalla via della fede dalla falsità. Qualcuno dice loro qualcosa che non è vero su Gesù o sulla Chiesa o sulla Bibbia. È sempre bene esaminare le affermazioni sospette prima di adottarle come verità."

  4. 4
    Ricorda di credere in Dio anche quando sarai tentato. Impegnarsi nei confronti di una tentazione particolarmente potente è dura. È facile perdere la speranza e iniziare a credere che Dio ti abbia abbandonato. Non c'è nulla di più lontano dalla verità. Pensieri come: "La vita è dura perciò Dio deve odiarmi" non solo sono sbagliati, ma dannosi. Quando lotti contro una tentazione, Dio ti sta spingendo come non mai. Vuole che tu abbia successo. Non vuole altro che tu riesca a superare questa fase. Quindi, se Dio ti mette alla prova, non perdere la fede in Lui. Al contrario, cerca di vincere la sfida.
  5. 5
    Segui l'esempio di Gesù Cristo. Anche se non sei cristiano (o religioso), può essere saggio lottare per ottenere la perfezione di Cristo, una figura così riverita da essere largamente amata anche oltre i confini del cristianesimo. Gesù ha vissuto una vita di purezza e perfezione. Devota all'aiuto degli altri. Ha praticato la non violenza e la resistenza al tempo stesso. Ha sofferto delle tentazioni che ha sempre combattuto. Cammina verso la perfezione di Gesù, le persone normali non possono raggiungerla, ma possono migliorarsi provandoci.
    • I cristiani credono che attraverso il sacrificio mortale di Gesù, siamo stati mondati dai peccati: (1 Giovanni 1:7) "Ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, abbiamo comunione gli uni con gli altri e il sangue di Gesù Cristo Suo Figlio, ci purifica." Se sei interessato alla salvezza in Cristo, contatta un prete, un ministro della Chiesa, un altro religioso nella zona dove vivi.

Consigli

  • Fai sì che i tuoi pensieri siano in DIO.
  • Prega prima di prendere una decisione.
  • Recita una preghiera. Segui Dio evitando chi nella tua vita causa problemi o è negativo verso di te.
  • Quando cadi in tentazione, prega. Chiedi il perdono, torna sui tuoi passi e continua la tua vita con Gesù. Quando Dio perdona, dimentica ogni peccato.
  • Puoi fare tutto attraverso Cristo che ti fortifica. Il suo nome è estremamente potente. Quando vuoi liberarti di qualsiasi emozione, qualsiasi dubbio, qualsiasi dolore o malattia, recita le parole di fede con il cuore gonfio della stessa. Cita la scrittura, domanda che ciò che ti crea problemi sparisca e usa frasi come: "Nel nome di Gesù" o "Per il sangue di Cristo Gesù." Ripeti queste parole con convinzione!
  • Abbi sempre fede e continua ad amare e perdonare.
  • Ricorda: "Ora dunque, non vi è alcuna condanna per coloro che sono in Gesù Cristo, i quali non camminano secondo la carne, ma secondo lo Spirito !" (Romani 8:1)

Avvertenze

  • Dovremmo avrere fiducia nella parola di Dio. 1 Corinzi 10:13 dice che Dio non ti darà mai più di quanto tu non possa sopportare. Anche se potrai fallire, sappi che la vittoria è sempre possibile.
  • Non fissarti sugli errori del passato. Se indugi su peccati che Dio ti ha già perdonato, rinforzi solo l'influenza di Satana su te stesso. Perdonati e passa oltre. E ricorda che nel secondo capitolo dei Proverbi, si dice che chi confessa i suoi peccati a Dio riceverà pietà, chi non lo fa, andrà incontro alla morte.

Cose che ti Serviranno

  • Scritture
  • Fede
  • Speranza
  • Amore
  • Disciplina

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zachary Rainey, un membro fidato della comunità wikiHow. Il Reverendo Zachary B. Rainey è un ministro ordinato con oltre 40 anni di esperienza nel clero e dell'esercizio pastorale, di cui più di 10 come cappellano di ospedale. Si è laureato al Northpoint Bible College ed è membro delle Assemblee di Dio negli Stati Uniti.

Categorie: Religione

In altre lingue:

English: Avoid Temptation to Sin, Español: evitar la tentación de pecar, Português: se Desviar das Tentações do Pecado, 中文: 避免罪恶的欲望, Français: éviter la tentation de pécher, Deutsch: Versuchungen zur Sünde vermeiden, Русский: избежать искушения согрешить, Bahasa Indonesia: Menghindari Godaan untuk Berdosa, Nederlands: Verleiding tot zonde weerstaan, العربية: تجنب ارتكاب المعاصي كمسيحي

Questa pagina è stata letta 15 602 volte.
Hai trovato utile questo articolo?