Come Evitare un'Insolazione

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

In questo Articolo:Evitare il CaloreProteggere il CorpoTrattamento20 Riferimenti

L'insolazione, ossia lo stress da calore causato dall'esposizione alla luce solare, si manifesta quando il corpo non è più in grado di raffreddarsi in maniera adeguata. Una buona circolazione può impedire di soffrire di questo disturbo, che è molto grave e potenzialmente mortale.[1] Esistono poche e semplici misure preventive contro i fattori che conducono all'insolazione e ti permettono di evitarla del tutto.

Parte 1
Evitare il Calore

  1. 1
    Resta al riparo dalla luce solare diretta. La causa principale dell'insolazione è l'esposizione al caldo torrido e alla luce del sole.[2] Il primo passo per evitarla è quello di restare all'ombra. Accertati che la pelle nuda non sia a contatto diretto con i raggi solari per quanto possibile. Se devi stare all'aperto, indossa un cappello oppure usa un parasole.
    • Le gite in spiaggia e le altre escursioni all'aria aperta sono molto comuni durante la stagione estiva. In queste situazioni, cerca di fare delle pause dall'esposizione al sole ogni volta che puoi. Siediti sotto l'ombrellone o vai in un negozio vicino dotato di impianto di climatizzazione per trovare sollievo dal calore.[3]
  2. 2
    Non uscire nelle ore più calde del giorno. La fascia più pericolosa è quella compresa tra mezzogiorno e il pomeriggio, quando le temperature sono più alte. Se vuoi goderti la vita all'aria aperta o devi lavorare fuori, cerca di farlo al mattino presto oppure in tarda serata. Inoltre, non fare attività fisica in questo momento del giorno. Il movimento fa innalzare la temperatura corporea rendendo le probabilità di un'insolazione ben maggiori, soprattutto se ti trovi alla luce diretta del sole.[4]
    • Il sole è più forte fra le 9:00 e le 16:00;[5] se ti è possibile, esci di casa al mattino presto o nel tardo pomeriggio, quando i raggi non sono tanto intensi.
  3. 3
    Abituati gradatamente. Se vuoi passare molto tempo all'aria aperta quando fa caldo oppure devi svolgere un lavoro in queste condizioni, prima cerca di adattarti al clima. Inizia con qualche breve momento passato al caldo, aumentando gradualmente la resistenza alle temperature elevate, a cui non sei abituato. Man mano che procedi con l'acclimatamento, puoi passare sempre più tempo all'aperto, ma non dimenticare mai di fare delle pause per donare sollievo al corpo.
    • L'organismo avrà bisogno di diverse settimane prima di abituarsi del tutto al clima torrido, quindi sii paziente e procedi con calma.[6]
    • Puoi anche pianificare un adattamento ancora più graduale. Spegni il climatizzatore dell'abitazione, quando sai che dovrai uscire più tardi nel corso della giornata. In questo modo, la temperatura del corpo si alza e di conseguenza ti aiuta ad adattarti al calore esterno prima ancora di mettere un piede fuori casa.
  4. 4
    Evita gli spazi chiusi. Un altro fattore che causa l'insolazione è la permanenza in ambienti chiusi senza circolazione dell'aria. Potrebbe trattarsi di una casa senza condizionatore o ventilatori, una macchina con i finestrini sollevati o un altro spazio piccolo senza movimento d'aria fresca e aperture. Se vivi in un'abitazione priva di condizionatore, acquista dei ventilatori; così facendo, abbassi la temperatura dell'ambiente e dell'organismo. Dovresti sempre aprire le finestre della stanza per favorire la circolazione dell'aria.
    • Non lasciare mai un bambino, una persona, un animale all'interno di una vettura chiusa (e non restarci neanche tu), neppure se i finestrini sono abbassati. Questa situazione causa gravi problemi, perché in una giornata calda l'aria dell'abitacolo si riscalderà fino a raggiungere temperature molto elevate, anche a 60 °C in 10 minuti.[7]
    • Le amministrazioni pubbliche di molte città redigono in genere un elenco dei luoghi più freschi dove i cittadini possano trascorrere del tempo durante le ondate di calore. Controlla il sito web del tuo Comune.
    • Se non possiedi un impianto di climatizzazione o non te lo puoi permettere, cerca di rimanere in luoghi pubblici che ne sono dotati, come i centri commerciali, i cinema, i musei o le biblioteche.[8]

Parte 2
Proteggere il Corpo

  1. 1
    Bevi molti liquidi. Uno dei motivi principali per cui il corpo soffre di insolazione è l'impossibilità dell'organismo di abbassare la temperatura interna. Questo accade quando la sudorazione si interrompe, cioè quando viene meno il meccanismo naturale di raffreddamento. Devi bere molti liquidi rigeneranti per restare idratato, poter sudare normalmente e quindi normalizzare la temperatura del corpo. Devi assumerli sia quando ti trovi all'aperto sia quando rientri in casa. Il reintegro dei fluidi persi è estremamente importante.[9]
    • L'acqua è il liquido migliore da bere quando ti trovi all'aperto o ti stai preparando a uscire. Se stai per sottoporti a un allenamento intenso, valuta le bibite sportive arricchite con elettroliti.[10]
    • Quando sai di dover restare all'aperto, inizia la tua giornata assumendo molta acqua. Se sei ben idratato già prima di uscire, non ti ritroverai in carenza di liquidi fin dall'inizio.
    • Non bere alcolici e bevande con caffeina, perché causano disidratazione.[11]
    • Cerca di bere almeno un litro di liquidi all'ora, cioè un bicchiere ogni 15 minuti.[12]
  2. 2
    Indossa abiti leggeri e ampi. Quando stai per uscire in una giornata calda, scegli abiti non costrittivi; dovrebbero essere leggeri, di tessuto traspirante come il cotone o il lino. In questo modo, il corpo resta fresco e può sudare opportunamente.[13]
    • Non indossare troppi vestiti. Se sei troppo coperto, la temperatura dell'organismo si innalza inutilmente.
    • Se stai per uscire alla luce diretta del sole e sai che dovrai rimanerci per molto tempo, scegli camicie a maniche lunghe per proteggere la pelle, ma verifica che siano larghe e che lascino respirare la cute.[14]
  3. 3
    Proteggiti dalle scottature solari. Un altro fattore che può far innescare un'insolazione è rappresentato dalle scottature. Queste infatti limitano la capacità dell'organismo di raffreddarsi. Spalma una crema solare ogni volta che devi restare alla luce diretta del sole; scegline una ad ampio spettro e con fattore di protezione di almeno 30. Riapplica il prodotto nel corso di tutta la giornata, perché tende a disciogliersi con il sudore, l'acqua e l'attività fisica. Questa regola è particolarmente importante in spiaggia, anche se resti sotto l'ombrellone. Puoi scottarti anche con i raggi solari riflessi dalla sabbia.
    • Se sei particolarmente sensibile o vuoi essere molto cauto, indossa anche un cappello e un paio di occhiali da sole.[15][16]

Parte 3
Trattamento

  1. 1
    Cerca i sintomi dello stress da calore. Si tratta di un disturbo grave, ma curabile, che nella maggior parte dei casi è precursore del colpo di calore. Per evitare l'insolazione, sii consapevole dei primi sintomi di ipertermia che includono nausea, spossatezza, vomito, cefalea, debolezza, crampi, dolori muscolari e vertigini.
    • Se riesci a notare questi segnali tempestivamente, puoi gestirli ed evitare che la situazione degeneri in un colpo di calore, un'emergenza medica e grave che deve essere gestita da professionisti.
  2. 2
    Cura lo stress da calore. Se ne noti i sintomi, puoi procedere con dei trattamenti casalinghi per evitare che il problema si aggravi. Trova immediatamente riparo dal calore. Spostati in un luogo fresco e ombreggiato, meglio se dotato di aria condizionata. Bevi anche parecchia acqua o liquidi arricchiti con sale e zucchero, in modo da riportare il livello di idratazione alla normalità e alzare quello degli elettroliti. Se indossi troppi abiti, togline alcuni per consentire alla pelle di respirare. Appoggia un panno fresco sulla cute per abbassare la temperatura.
    • Non bere alcolici o bevande con caffeina, non farebbero altro che peggiorare la situazione.
    • Se non ti senti meglio dopo 30-60 minuti, chiama il 118.[17][18]
  3. 3
    Vai immediatamente al pronto soccorso. In certi casi, alcune persone non mostrano i segni di stress da calore ed entrano subito nella fase successiva, senza alcun sintomo premonitore. Se questo accade anche a te, dovresti andare immediatamente al pronto soccorso o chiamare un'ambulanza. I sintomi sono un'elevata temperatura del corpo, difficoltà di respirazione, tachicardia, allucinazioni, confusione, comportamento anomalo, disorientamento, agitazione e convulsioni.
    • In alcuni casi, le persone possono entrare in coma.[19]
    • Se qualche tuo conoscente sta soffrendo di un colpo di calore, aiutalo raffreddandolo mentre aspetti l'ambulanza. Portalo in casa o in una zona ombreggiata, togli gli abiti in eccesso e cerca di raffreddarlo come puoi. Ad esempio, puoi fargli una doccia fredda, applicare un impacco di ghiaccio o un panno bagnato nelle zone del corpo che permettono la regolazione della temperatura, come testa, nuca, ascelle e inguine.[20]

Avvertenze

  • Nelle regioni tropicali i raggi solari sono molto intensi anche nelle giornate nuvolose. Non sottovalutare il problema e non pensare di non aver bisogno di protezione solo perché non c'è il sole. I raggi attraversano le nuvole e penetrano nella pelle anche più di quanto facciano nelle giornate soleggiate.
  • Molti medicinali interferiscono con la capacità dell'organismo di regolare la temperatura corporea. Chiedi al medico quali sono quelli che richiedono di non esporsi al sole. Leggi inoltre le istruzioni del bugiardino, nel caso ci siano avvertenze in merito.

Riferimenti

  1. http://www.nhs.uk/conditions/heat-exhaustion-and-heatstroke/pages/introduction.aspx
  2. http://www.nhs.uk/conditions/heat-exhaustion-and-heatstroke/pages/introduction.aspx
  3. http://www.cdc.gov/cancer/skin/basic_info/prevention.htm
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-stroke/basics/prevention/con-20032814
  5. http://www.cdc.gov/cancer/skin/basic_info/prevention.htm
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-stroke/basics/prevention/con-20032814
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-stroke/basics/prevention/con-20032814
  8. http://www.health.nt.gov.au/library/scripts/objectifyMedia.aspx?file=pdf/65/06.pdf
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/heat-stroke/basics/prevention/con-20032814
Mostra altro ... (11)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.

Categorie: Disturbi & Trattamenti

In altre lingue:

English: Avoid Sunstroke, Español: evitar la insolación, Русский: избежать солнечного удара, Tiếng Việt: Tránh Say nắng, Français: éviter l'insolation, Português: Evitar a Insolação, ไทย: หลีกเลี่ยงโรคลมแดด, Nederlands: Zonnesteek voorkomen, 한국어: 열사병 피하는 방법, العربية: الوقاية من ضربة الشمس, Deutsch: Einen Sonnenstich vermeiden, Bahasa Indonesia: Menghindari Sunstroke, Türkçe: Güneş Çarpmasından Nasıl Korunulur

Questa pagina è stata letta 3 153 volte.
Hai trovato utile questo articolo?