Come Far Bagnare il Letto a Qualcuno

In questo Articolo:Preparare lo ScherzoImmergere la Mano della Vittima nell'Acqua CaldaRiferimenti

Forse è il più classico degli scherzi durante i pigiama-party, ma indurre gli amici addormentati a bagnare il letto ha certamente un fascino irresistibile. Per prima cosa, il tuo amico si è appena fatto la pipì addosso (cosa che non può non essere divertente) e in secondo luogo è come se avessi appena lanciato un incantesimo su di lui. Sebbene a volte l'efficacia di questa tecnica venga messa in dubbio e c'è sempre la possibilità che lo scherzo non riesca, funziona però abbastanza spesso, come tu stesso potrai comprovare.[1]

Parte 1
Preparare lo Scherzo

  1. 1
    Bevi molti liquidi prima di andare a letto. Lo scherzo non funzionerà, se la vittima va a dormire con la vescica vuota. Per non destare sospetti, offri parecchie bibite, acqua, tè o succhi di frutta, a tutti i partecipanti al pigiama-party, durante tutta la serata (e non solo alla vittima designata); ricorda, inoltre, di bere anche tu.
    • Quando devi andare in bagno, inventa una scusa oppure allontanati senza farti notare, per evitare che a qualcun altro venga in mente di fare pipì prima di dormire.
    • Gli altri snack che hanno un alto contenuto di acqua, come lo yogurt e le zuppe, sono perfetti al tuo scopo. L'anguria è particolarmente ricca di acqua, quindi puoi offrirne una fetta a tutti, prima di andare a letto; otterrai quel che desideri senza destare sospetti. [2]
  2. 2
    Resta sveglio fino a tardi. Se siete andati a dormire particolarmente presto, è difficile capire se i tuoi "compagni di branda" stiano già dormendo o siano semplicemente sdraiati con gli occhi chiusi, ma ancora perfettamente svegli. Per questo motivo, cerca di tenerli svegli fino a tardi, se possibile, così si addormenteranno quando saranno chiaramente stanchi (a volte direttamente sul divano, con ancora in mano il controller del videogioco).
  3. 3
    Mantieni la vittima occupata. Gli amici stanchi che vengono intrattenuti (ad esempio da un film o da un gioco) raramente si ricordano di andare in bagno prima di addormentarsi, quindi hanno molti liquidi nel proprio organismo.
    • Cerca di non esagerare. Se presti un'attenzione eccessiva alla quantità di liquidi che beve un particolare amico o gli impedisci troppo spesso di andare in bagno, alla fine verrai scoperto.
    • Una buona tattica è quella di non scegliere la vittima in anticipo e di giocare tutti insieme, in modo che tutti siano occupati.
  4. 4
    Accertati che la vittima stia dormendo. Lo scherzo ha qualche possibilità di funzionare solo se la persona designata dorme davvero. Presta attenzione se lo senti russare oppure osserva la bocca rilassata e aperta. Prova a chiamare il suo nome a bassa voce, per accertarti che non ci sia alcuna reazione.

Parte 2
Immergere la Mano della Vittima nell'Acqua Calda

  1. 1
    Riempi una ciotola con acqua calda. Una ciotola di plastica è più adatta rispetto a una tazza, perché offre maggiore spazio per la mano; inoltre, la plastica non si rompe, nel caso venisse urtata. L'ultima cosa che desideri, dopo uno scherzo ben riuscito, è di essere sgridato dai tuoi genitori (o da quelli di un amico) perché la vittima si è svegliata di soprassalto e ha rotto una bella zuppiera di ceramica.
    • Sebbene sia solo un'ipotesi (l'efficacia di questo metodo è discutibile), lo scherzo sembra funzionare grazie al potere della suggestione; lo stesso che ci induce a fare pipì quando sentiamo il rumore dell'acqua che scorre.[3]
    • L'acqua deve essere calda, ma mai bollente; non devi ustionare il tuo amico.
  2. 2
    Porta l'acqua calda nella stanza senza fare rumore. Anche se non svegli la vittima, c'è sempre il rischio di disturbare qualcun altro, che diventerebbe testimone oculare dello scherzo. Solo tu puoi sapere se la presenza di un'altra persona possa o meno essere un problema; dipende da quanto vuoi che la tua azione resti segreta.
  3. 3
    Elimina gli oggetti intorno alla ciotola. È molto probabile che la vittima urti e capovolga il contenitore, intenzionalmente o no, quindi devi eliminare dalla zona circostante ogni cosa che potrebbe danneggiarsi con l'acqua. Sposta delicatamente tutto quello che temi si possa inzuppare (un'area di sicurezza con un raggio di 1,5 m va benissimo), prestando particolare attenzione ai dispositivi elettronici.
  4. 4
    Metti la mano della persona addormentata nell'acqua. In questa fase devi fare i conti con la posizione che la vittima ha assunto per dormire. Le braccia potrebbero essere disposte in molti modi differenti; valuta con calma la situazione, in modo da trovare la maniera più semplice per mettere la sua mano nella ciotola.
    • Se una mano penzola dal bordo del letto, ti basterà far scivolare il contenitore proprio sotto di essa.
    • Se la vittima si trova su un letto a castello oppure il braccio è appoggiato sul bracciolo di un divano, dovrai impilare qualche libro o usare uno sgabello per appoggiare la ciotola e raggiungere così la sua mano.
    • Se la mano non penzola dal bordo, stai attento! Sii molto delicato e spostagli il braccio, in modo che la mano venga immersa nell'acqua. Mettiti in una posizione che ti permetta di fingere rapidamente di dormire (o di nasconderti) nel caso si svegliasse.
    • Se le mani si trovano sotto la testa o il corpo del tuo amico, probabilmente non riuscirai a spostarle. Aspetta un po' oppure scegli un'altra vittima.
  5. 5
    Fingi di dormire. A questo punto, è buona cosa tornare nel proprio letto e far finta di non avere preso parte a ciò che sta per accadere. Se ti rivolgeranno delle domande, rispondi che sei rimasto nel tuo letto per tutto il tempo!
  6. 6
    Mantieni il segreto. La parte divertente di questo scherzo è che nessuno sa con certezza se funzionerà o meno. Se non lo dici a nessuno, manterrai l'aura di mistero attorno a questo scherzo, quindi non farne parola!
    • Se mantieni il segreto, eviti che la vittima si vergogni o che venga presa di mira dai bulli. Ricorda che il bullismo è agli antipodi dello spirito degli scherzi e non è mai un comportamento accettabile.

Consigli

  • Se sospetti che qualcuno voglia farti questo scherzo, dormi con le mani sotto il cuscino e ricorda di andare sempre in bagno prima di coricarti.
  • Non scegliere la vittima fra amici o persone che pensi non trovino divertenti le "battaglie" di scherzi o che abbiano difficoltà a gestire l'imbarazzo. Gli scherzi non dovrebbero essere crudeli, ma in qualche modo divertenti per tutti (da vittima, può essere molto divertente pensare a come poterti vendicare).
  • Se sei oggetto di uno scherzo, è raro che tu possa uscirne con la dignità intatta. Un metodo coraggioso consiste nell'ammetterlo e comportarsi come se il fatto di avere bagnato il letto non sia un gran problema o addirittura che sia una cosa fantastica; proprio come è successo a Billy Madison il protagonista dell'omonimo film.
  • Assicurati di avere un alibi per quello che hai fatto durante la notte dello scherzo.
  • Non fare questo scherzo se non sei pronto a dover pulire! Se venissi scoperto, saresti l'unica persona a doversi occupare di eliminare le macchie; sii molto cauto!
  • Se hai deciso di organizzare questo scherzo, accertati che la tua vittima abbia con sé dei vestiti o la biancheria intima di ricambio.
  • Non è rispettoso fare questo scherzo a un amico che soffre di incontinenza. La vergogna e l'imbarazzo potrebbero rendere il suo problema reale ancora più difficile.[4]

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 81 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Trucchi & Scherzi

In altre lingue:

English: Make Someone Wet the Bed, Español: hacer que alguien se orine en la cama, Deutsch: Jemanden ins Bett nässen lassen, Português: Fazer Alguém Fazer Xixi na Cama, Русский: заставить кого то написать в кровать, Français: faire faire pipi au lit à quelqu'un qui dort, Bahasa Indonesia: Membuat Seseorang Mengompol

Questa pagina è stata letta 19 951 volte.
Hai trovato utile questo articolo?