Scarica PDF Scarica PDF

La muffa è un fungo che ha molti utilizzi ed è molto comune; le sue spore riproduttive sono presenti quasi ovunque nell'aria e sulle superfici. È un organismo molto interessante, perché può farti stare male e fa marcire il cibo, ma allo stesso tempo viene usato per preservare alcuni alimenti e nella produzione dei medicinali. Far crescere la muffa è un ottimo modo per imparare a conoscere questo organismo unico. Grazie alle istruzioni fornite in questa guida, puoi produrre la muffa da solo in pochissimo tempo, ma per la tua salute, non mangiarla!

Parte 1
Parte 1 di 2:
Imparare a Conoscere la Muffa

  1. 1
    Impara cos'è la muffa. Si tratta semplicemente di uno dei molti tipi di funghi con cui veniamo a contatto ogni giorno. È definita scientificamente come un organismo pluricellulare del regno dei funghi (un ordine tassonomico allo stesso livello di quello delle piante o degli animali). Una singola muffa, composta da cellule geneticamente identiche, è nota come micelio.
  2. 2
    Impara l'impatto che le muffe hanno sulla vita sulla terra. Quasi tutti conoscono questo fungo come la macchia pelosa o decolorata su una fetta di pane o sulla frutta, ma non tutte le muffe sono nocive. Alcune contribuiscono alla conservazione degli alimenti, come nel caso di molti formaggi. Altre (come la penicillina) ci hanno fornito antibiotici in grado di salvarci la vita. Inoltre, le muffe e altri funghi ricoprono un ruolo fondamentale nei processi di decomposizione. Infatti, rompono le strutture delle cellule animali e vegetali, permettendo alle sostanze nutrienti di rientrare nella catena alimentare.[1] [2] [3]
  3. 3
    Impara le tre cose di cui hanno bisogno tutte le muffe. Si tratta di organismi viventi, con strutture cellulari più simili a quelle degli animali che delle piante. Come tutti gli esseri viventi, hanno bisogno di acqua, di una fonte di cibo e di giuste condizioni ambientali per prosperare.
    • Come gli animali, le muffe (e tutti i funghi) non sono in grado di produrre al loro interno il cibo. Tutte le calorie e le sostanze nutrienti di cui hanno bisogno per sopravvivere devono essere ottenute da fonti esterne. Le muffe, come categoria generale, si adattano molto bene a vari tipi di dieta. Alcune crescono meglio negli alimenti ricchi di amido, altre preferiscono frutta e verdura, mentre altre ancora crescono grazie a minuscole particelle di materiale organico (principalmente carta) sulle pareti umide.
    • Le muffe sopravvivono meglio negli ambienti umidi. Naturalmente, quasi tutti gli esseri viventi hanno bisogno di acqua, ma questi funghi ne dipendono particolarmente. Infatti, contrariamente a piante e animali, adottano un processo di digestione esterna. Gli ambienti secchi rendono più difficile l'assorbimento delle sostanze nutrienti da parte delle muffe, che di conseguenza non riescono a prosperare senza umidità.
    • Quasi tutte le forme di muffa preferiscono anche le temperature calde. Questo accade per due motivi principali. Per prima cosa, gli enzimi usati da questi organismi per la digestione esterna e per i processi cellulari interni funzionano solo a temperature notevolmente superiori allo zero. Inoltre, si tratta di organismi multicellulari che però non hanno un sistema circolatorio complesso e il trasferimento delle sostanze nutrienti da cellula a cellula è più semplice negli ambienti caldi rispetto a quelli freddi.
    • Anche se alcune muffe sono sensibili alla luce, la maggior parte di esse non vengono influenzate direttamente dalla luce del sole. Di solito questi funghi non crescono nei punti esposti al sole perché quelle zone sono più secche.[4]
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 2:
Far Crescere la Muffa

  1. 1
    Identifica una potenziale fonte di cibo. Come detto in precedenza, quasi tutta la materia organica (e alcune sostanze inorganiche) sono potenziali fonti di cibo per le muffe. Tuttavia, alcuni di questi organismi sono più comuni di altri.
    • Una delle muffe più comuni è la penicillina, che spesso cresce sul pane. Il pane è ideale per questi organismi per lo stesso motivo per cui è un ottimo alimento per le persone. La materia organica dei cereali che compongono il pane è già stata "digerita" in parte. Come per gli esseri umani, anche per le muffe il pane è più facile da digerire rispetto ai cereali interi.
    • Le muffe crescono bene anche nei latticini, in particolare sul formaggio. Sarà più facile controllare lo sviluppo della muffa in un formaggio che non la contiene già, come la mozzarella. Allo stesso tempo però, alcuni formaggi contengono muffe vive all'interno o sulla buccia. Questi alimenti possono servire sia come cibo per le muffe che come punto di origine di questi funghi.[5]
  2. 2
    Trova un contenitore adatto. Le muffe rilasciano spore in grado di provocare allergie e alcune possono persino causare infezioni. Anche se molte sono innocue, devi pensare alla tua salute. Cerca un contenitore in cui la muffa possa crescere. Le opzioni migliori sono contenitori trasparenti, che ti permettano di osservare la crescita dell'organismo senza entrare in contatto con esso. Dovrebbero anche avere un tappo ermetico, che non lasci passare acqua o aria. Anche se non aggiungerai umidità dall'esterno, il processo di decomposizione probabilmente creerà comunque molto materiale pericoloso.
    • Una delle opzioni migliori è un sacchetto di plastica con chiusura ermetica. Potrai osservare la crescita della muffa, mantenerla perfettamente isolata e buttarla al termine dell'esperimento. In questo caso, utilizza un sacchetto di alta qualità, perché se dovesse rompersi, la muffa potrebbe finire dappertutto.
    • Per tutti i motivi descritti in precedenza, dovresti cercare un contenitore usa e getta. Una volta creato un contenitore pieno di muffa, non devi più aprirlo.
  3. 3
    Trova l'ambiente ideale. Come detto in precedenza, non è necessario tenere le muffe al buio, ma un'esposizione eccessiva ai raggi solari può potenzialmente farle seccare. Inoltre, anche se alcune specie possono vivere al freddo, la maggioranza di questi organismi cresce meglio in ambienti caldi. Trova un luogo caldo e isolato in cui tenere la muffa mentre cresce.
  4. 4
    Sigilla la fonte di cibo della muffa all'interno del contenitore. Le spore della muffa sono ovunque e non c'è bisogno di "piantarle" sul cibo. Sono certamente già presenti.
    • Assicurati che l'ambiente all'interno del contenitore sia abbastanza umido. Il tuo obiettivo è di sigillare il contenitore e di non aprirlo più per tutta la durata dell'esperimento. Se la fonte di cibo si secca mentre aspetti che la muffa cresca, apri il contenitore e aggiungi altra acqua. Allo stesso tempo, considera che molte muffe non crescono direttamente nell'acqua. Mantieni umida la fonte di cibo, evitando di sommergerla.
  5. 5
    Controlla tutti i giorni la crescita della muffa. Verifica regolarmente la situazione all'interno del contenitore, se possibile tutti i giorni. Se non noti la presenza di muffa e la fonte di cibo ti sembra secca, apri il contenitore e bagnala con alcune gocce d'acqua.
    • Se apri il contenitore, è una buona idea indossare guanti di gomma e coprire il viso con una mascherina. Anche se non riesci a vedere la muffa, potrebbe già essere cresciuta. Molti di questi organismi non sono pericolosi, ma alcuni possono essere nocivi per la tua salute. Non correre rischi inutili.[6]
  6. 6
    Impara a conoscere la muffa che hai fatto crescere. Osservala attentamente e nota i colori e le forme delle macchie. Questi dettagli possono indicare il tipo di organismo che cresce sul cibo. Puoi scoprire più informazioni sulle muffe con una ricerca su internet.[7]
  7. 7
    Butta la muffa al termine dell'esperimento. Getta l'intero contenitore nella spazzatura, senza aprirlo.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Prima di continuare, considera se sei allergico alla muffa o se hai il sistema immunitario indebolito. Se rientri in una di queste categorie, non provare l'esperimento. I sintomi dell'allergia alla muffa includono tosse, starnuti, prurito e lacrimazione degli occhi, mal di testa e affaticamento. Alcune infezioni dovute alle muffe possono persino essere letali.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Costruire un Modellino di DNA usando Materiale ComuneCostruire un Modellino di DNA usando Materiale Comune
Realizzare un Modellino del Sistema Solare
Fare Cristalli di Sale
Creare il Modello di una CellulaCreare il Modello di una Cellula
Controllare la Temperatura dell'Acqua senza un TermometroControllare la Temperatura dell'Acqua senza un Termometro
Evitare le Scosse ElettrostaticheEvitare le Scosse Elettrostatiche
Costruire un Barometro Rudimentale
Fare una Relazione su un Esperimento ScientificoFare una Relazione su un Esperimento Scientifico
Creare un OlogrammaCreare un Ologramma
Calcolare il Valore PCalcolare il Valore P
Configurare un BarometroConfigurare un Barometro
Realizzare un Modellino della Terra
Usare un MicroscopioUsare un Microscopio
Scrivere una Buona Conclusione sull'Esperienza Scientifica di LaboratorioScrivere una Buona Conclusione sull'Esperienza Scientifica di Laboratorio
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Bess Ruff, MA
Co-redatto da:
Master in Scienze e Management dell'Ambiente
Questo articolo è stato co-redatto da Bess Ruff, MA. Bess Ruff sta facendo un Dottorato di Ricerca in Geografia in Florida. Ha conseguito un Master in Scienze e Management dell’Ambiente presso la Bren School of Environmental Science & Management, UC Santa Barbara nel 2016. Questo articolo è stato visualizzato 15 931 volte
Categorie: Scienze
Questa pagina è stata letta 15 931 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità