Come Far Germogliare i Semi di Acero

In questo Articolo:Stratificazione a FreddoStratificazione a CaldoGerminazione nel Terreno

Esistono molte varietà di acero e non esiste un metodo universalmente valido per farne germinare i semi. Alcune specie sono facili da coltivare, soprattutto quelle che disperdono i semi in primavera o all'inizio dell'estate. Altre invece sono impegnative e difficili, con le quali anche i giardinieri più esperti non riescono a ottenere un tasso di successo superiore al 20-50%. Se possibile, cerca di identificare la varietà di acero prima di iniziare il processo di germinazione; se non ti è possibile, allora tenta con la stratificazione a freddo.

1
Stratificazione a Freddo

  1. 1
    Questo metodo è indicato per la maggior parte dei semi di acero. L'acero del Canada, il macrophyllum, quello americano, quello palmato, l'acero riccio e alcuni aceri rossi giacciono dormienti durante l'inverno e germogliano non appena le temperature si fanno miti. La stratificazione a freddo (vernalizzazione) permette di ottenere un alto tasso di successo con queste specie.
    • Gli alberi appartenenti a tutte queste varietà lasciano cadere i semi in autunno o all'inizio dell'inverno. Se il tuo acero rosso perde i semi in primavera o all'inizio della stagione, allora devi leggere la sezione dedicata alla germinazione nel terreno.
    • Se hai deciso di seminare all'aperto, comincia 90-120 giorni prima dell'ultima gelata invernale.
  2. 2
    Riempi un sacchetto di plastica con il substrato di crescita. Metti una manciata di sfagno, vermiculite o carta per germinazione in un piccolo sacchetto di plastica con chiusura ermetica. Se vuoi ottenere degli ottimi risultati, usa un materiale sterilizzato e maneggialo con guanti monouso, così da non introdurre funghi nel substrato.
    • I sacchetti sottili e di piccole dimensioni sono perfetti, perché i contenitori troppo grandi intrappolano troppa aria, che a sua volta potrebbe favorire lo sviluppo di funghi.
    • I semi di acero rosso sono stranamente sensibili all'acidità; se hai deciso di coltivare questa varietà, usa la vermiculite (o un altro substrato neutro o basico) al posto dello sfagno che è acido.
  3. 3
    Versa poca acqua. Aggiungi un paio di gocce di acqua al substrato per inumidirlo leggermente. Se noti dell'acqua stagnante o ti accorgi che strizzando il materiale puoi farla uscire, allora hai esagerato con la quantità.
  4. 4
    Applica un po' di fungicida (facoltativo). Questo prodotto previene la formazione di muffa che potrebbe distruggere i semi, ma non è sempre necessario; inoltre potrebbe danneggiare la pianta, se ne abusi. Aggiungine solo poche gocce, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
    • Alcuni coltivatori, invece, risciacquano i semi in una soluzione molto diluita di candeggina.
  5. 5
    Metti i semi nel sacchetto e sigillalo. Aggiungine circa venti o trenta in ogni busta e, cominciando dal fondo, arrotola il sacchetto per eliminare la maggior quantità d'aria possibile. Alla fine sigilla il contenitore.
  6. 6
    Riponi i semi in frigorifero. Ora è giunto il momento di "stratificare" i semi, cioè di esporli a temperature che innescano la germinazione. Per la maggior parte delle varietà di acero, la temperatura ideale è di 1-5 °C. Lo scomparto del frigorifero per la frutta e la verdura, solitamente, garantisce questa temperatura.
    • In teoria dovresti usare un termometro per essere certo che l'ambiente nel frigorifero sia adatto; alcuni semi non germinano se la temperatura è sbagliata anche solo di un paio di gradi.
    • Se puoi, conserva i semi di acero americano e di quello riccio esattamente a 5 °C, mentre quelli di acero rosso hanno bisogno di 3 °C. Le altre varietà non sono tanto esigenti.
  7. 7
    Lascia riposare i semi per 40-120 giorni, controllandoli ogni settimana o due. La maggior parte delle varietà ha bisogno di 90-120 giorni, ma l'acero macrophyllum e pochi altri possono germogliare già dopo 40 giorni. Ogni una o due settimane, controlla il sacchetto e apporta delle modifiche secondo la necessità:
    • Se noti della condensa, solleva il sacchetto e picchiettalo delicatamente per far cadere le gocce d'acqua. Appoggialo sul lato opposto in modo che i semi bagnati abbiano la possibilità di asciugarsi.
    • Se il substrato si è seccato, aggiungi una goccia o due di acqua.
    • Se noti la presenza di muffe o macchie nere, rimuovi i semi "infetti" e gettali. Se tutti i semi sono colpiti da muffa, prova ad aggiungere un po' di fungicida.
    • Se i semi hanno iniziano a germogliare, toglili dal frigorifero.
  8. 8
    Interra i semi. Una volta che la germinazione è iniziata, interra i semi sotto uno strato di 6-12 mm di terriccio umido. La maggior parte degli alberi di acero ama l'ombra parziale, ma verifica sempre la varietà a cui appartengono i semi, se possibile, per avere informazioni più precise.
    • Per aumentare le possibilità di sopravvivenza dei germogli, riponi le piantine in seminiere al chiuso. Riempi ogni scomparto con 7,5-10 cm di terriccio ben drenante specifico per lo sviluppo dei semi oppure con una miscela di sfagno, compost maturo, vermiculite e sabbia grossolana. Innaffia i germogli ogni volta che il terreno diventa completamente asciutto. Trasferisci le piantine nei vasi quando spunta la seconda serie di foglie.

2
Stratificazione a Caldo

  1. 1
    Segui questo metodo per le varietà asiatiche e di montagna (Acer pseudoplatanus). Le specie Acer circinatum, Acer pensylvanicum, Acer ginnala e Acer griseum sono molto difficili da far germinare, quindi dovrai essere particolarmente attento. La tecnica descritta in questa sezione si applica alla maggior parte degli aceri nativi dell'Asia, così come quelli montani e l'Acer glabrum.
    • Tutti questi alberi lasciano cadere i semi in autunno o inverno. Se li lasci semplicemente a terra, impiegheranno anni per germinare.
  2. 2
    Tratta lo strato esterno. I semi di molte di queste specie hanno un guscio esterno molto duro (pericarpo). I giardinieri spesso "scarificano" il guscio esterno per migliorare il tasso di successo. Puoi usare alcuni di questi metodi:
    • Strofina la base del seme (quella opposta alle "ali") su una limetta per unghie o carta vetrata. Fermati non appena hai rotto il guscio e puoi appena vedere il tegumento sottostante.
    • Ammolla i semi in acqua ossigenata al 3% per diverse ore e poi risciacquali bene.
    • Metti in ammollo i semi in acqua calda per 24 ore.
  3. 3
    Riponili in una stanza calda. I giardinieri esperti raccomandano di conservarli a temperatura compresa fra 20 e 30 °C. Queste specie, tuttavia, non sono state studiate a fondo tanto quanto le altre, quindi non ci sono indicazioni specifiche per la loro coltivazione.
  4. 4
    Procedi alla stratificazione a freddo per 90-180 giorni. Riponi i semi in un sacchetto di plastica dotato di chiusura, in cui hai preparato una manciata di substrato di crescita composto da sfagno o altro materiale analogo. Metti il sacchetto in frigorifero. I semi dell’Acer glabrum, in genere, hanno bisogno di 180 giorni per germinare. Per le altre specie bastano anche 90 giorni, ma non è semplice fare una previsione.
    • Per maggiori dettagli, leggi la sezione precedente dedicata alla vernalizzazione.
    • Non aspettarti che germoglino tutti i semi, dato che il tasso di successo per queste varietà è basso, si aggira intorno al 20%.
  5. 5
    Pianta i semi. Puoi iniziare la coltivazione mettendoli in appositi contenitori al chiuso oppure piantarli direttamente in giardino, se l'ultima gelata è passata. Interrali sotto 6-25 mm di terriccio. Innaffiali occasionalmente e non lasciare che il terreno resti asciutto troppo a lungo.
    • Per maggiori informazioni, considera la specie esatta dell'acero in questione e documentati di conseguenza.

3
Germinazione nel Terreno

  1. 1
    Raccogli i semi in tarda primavera o all'inizio dell'estate. L'acero saccarino e quelli rossi (ma non quelli palmati) lasciano cadere i loro semi presto durante la stagione di crescita. Queste specie non vanno in dormienza e non hanno bisogno di trattamenti speciali.
    • Alcuni aceri rossi non lasciano cadere i semi fino al tardo autunno o inverno; queste specie richiedono la vernalizzazione. Anche le piante che rilasciano i semi presto alternano stagioni in cui producono buoni semi e altre in cui i semi sono pessimi.
  2. 2
    Interra i semi immediatamente. I semi di queste varietà muoiono se si seccano durante la conservazione. Per questa ragione è necessario interrarli poco dopo averli raccolti; dovrebbero germinare in fretta.
  3. 3
    Seminali in un terreno umido. Piantali nella terra umida con molto pacciame di foglie e altro materiale organico. Fintanto che il terreno non si asciuga, i semi non richiedono particolari trattamenti.
  4. 4
    Interra i semi in una zona assolata o in ombra parziale. L'acero saccarino non si sviluppa bene all'ombra. Gli aceri rossi possono sopportare l'ombra per tre o cinque anni, ma poi avranno dei problemi di crescita, se restano protetti dal sole più a lungo.
  5. 5
    Non disturbare il semenzaio. Se alcuni semi non germinano, spesso produrranno alcuni germogli l'anno successivo. Questo accade alla minoranza dei semi ma, se non hai avuto molto successo, vale la pena concedere loro una seconda occasione e lasciarli dove si trovano.
    • Se hanno germinato solo pochi semi, anche se il clima è stato per lo più favorevole, allora è molto probabile che la maggior parte sia morta durante la conservazione. Piantane un altro lotto l'anno successivo e non aspettare che i semi germoglino.

Consigli

  • Se i semi di acero palmato si sono seccati durante la conservazione, immergili in acqua con una temperatura fra i 40 e 50 °C e raffreddala gradatamente nel giro di un paio di giorni. Toglili dall'acqua e stratificali a freddo come descritto in precedenza.
  • I semi di acero americano (Acer negundo) sono più difficili da far germinare rispetto a quelli delle altre varietà che si stratificano a freddo. Se i semi sono molto duri e secchi, spezzane il guscio esterno prima di cominciare.
  • Se il processo di stratificazione richiede troppo sforzo, puoi piantare i semi direttamente nel terreno a fine autunno. Le specie che hanno bisogno della "vernalizzazione" potrebbero comunque germinare in primavera, ma sappi che molti resteranno dormienti. Le specie che invece richiedono una "stratificazione a caldo" solitamente hanno bisogno di anni prima di germinare. Se sei impaziente, strofina la superficie esterna della base del seme, quella opposta alle "ali" fino ad arrivare ai tegumenti. Non aspettarti un tasso di successo superiore al 20-30%, i semi potrebbero anche non germinare affatto.

Avvertenze

  • Sebbene si tratti della varietà di acero più semplice da coltivare, l'acero saccarino spesso si trasforma in un problema per il giardino. Infatti l'albero cresce molto, in maniera disordinata, deve essere abbondantemente potato, è suscettibile alle infestazioni parassitarie ed è pericoloso in caso di incendi e tempeste.

Cose che ti Serviranno

  • Semi di acero freschi di stagione
  • Sacchetto con chiusura ermetica
  • Frigorifero
  • 90-120 giorni di attesa nel frigorifero portatile


Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Giardinaggio

In altre lingue:

English: Germinate Maple Tree Seeds, Español: germinar las semillas del arce, Русский: прорастить семена клена, Português: Germinar Sementes de Bordo, Français: faire germer des graines d'érable, Bahasa Indonesia: Mengecambahkan Benih Pohon Maple, Deutsch: Samen des Ahornbaums keimen lassen, Nederlands: Esdoornzaden laten ontkiemen, العربية: إنبات بذور شجرة القيقب

Questa pagina è stata letta 37 145 volte.
Hai trovato utile questo articolo?