Come Far Regredire il Processo di Degenerazione Strutturale dei Denti in Modo Naturale

Scritto in collaborazione con: Zora Degrandpre, ND

In questo Articolo:Usare un Dentifricio NaturaleNutrirti CorrettamenteAvere una Buona Igiene OraleConoscere il Processo di Degenerazione Strutturale dei Denti24 Riferimenti

Le persone sono esposte ogni giorno a cibi e bevande che mettono a dura prova i denti. Nonostante la cura e l'igiene orale, la struttura ossea di questi organi è sempre soggetta a un processo di demineralizzazione, che favorisce l'insorgere della carie. Se vuoi far regredire la degenerazione dei tessuti duri, esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutarti.

Parte 1
Usare un Dentifricio Naturale

  1. 1
    Cerca gli ingredienti giusti. Se vuoi far regredire la degenerazione strutturale dei denti senza l'uso di prodotti chimici, prova a utilizzare un dentifricio naturale. Deve contenere una combinazione di ingredienti naturali che svolgono la stessa funzione del fluoro. Agisce limitando i batteri della bocca grazie alla presenza dello xilitolo, uno zucchero appartenente alla categoria dei polialcoli che contribuisce a ridurre la quantità di batteri all'origine della placca. Contiene anche calcio e fosfato, che vengono persi durante il processo di demineralizzazione dei denti.[1] Ecco un elenco di dentifrici naturali che puoi trovare in commercio:[2]
    • Apeiron, dentifricio ayurvedico;
    • Bioearth, dentifricio naturale alla menta;
    • Naturaverde Bio, dentifricio menta;
    • Naturado, gel dentifricio agrumi.
  2. 2
    Preparalo da solo. Se non vuoi acquistarlo, puoi crearlo con le tue mani usando ingredienti naturali. Inizia con quattro cucchiai di carbonato di calcio sotto forma di polvere o compresse. Unisci due cucchiai di bicarbonato di sodio, metà o un pacchetto intero di stevia o polvere di xilitolo e un cucchiaino di sale marino. Alla miscela secca, aggiungi una quantità sufficiente di olio di cocco in modo da ottenere una pasta. Successivamente, versa qualche goccia di olio di menta, che ti servirà a rinfrescare l'alito. Fai amalgamare gli ingredienti.
    • Per usare questo composto, ti basta immergere lo spazzolino nella pasta e applicarla come qualsiasi altro dentifricio.
    • Puoi prepararne una grossa quantità e chiuderla in un barattolo in modo da usarla nel corso del tempo. Per evitare che gli ingredienti si deteriorino, conservala nel frigorifero.[3][4]
  3. 3
    Aggiungi lo sbiancante. Non farne a meno quando prepari il dentifricio. Per conferire al tuo dentifricio questo potere, aggiungi nell'impasto due cucchiaini di acqua ossigenata al 3%. Quando usi il prodotto finale, probabilmente formerà della schiuma e sentirai in bocca un lieve pizzicore, ma è normale.
    • L'acqua ossigenata ha proprietà sbiancanti ed è anche antibatterica.
    • Non usare una concentrazione più forte del 3%, altrimenti potrebbe bruciare e irritare la mucosa orale e le gengive.[5]
  4. 4
    Prova l'oil pulling. Oltre a lavare i denti, l'oil pulling contribuisce a ridurre i batteri della bocca. Al mattino, per prima cosa prendi un cucchiaio di olio di cocco o olio di sesamo. Con la bocca chiusa e senza inghiottire, agitalo tra i denti e nel cavo orale. Continua per 15-20 minuti. Terminato, lava normalmente i denti e bevi due o tre bicchieri d'acqua.
    • Non fare gargarismi con l'olio.
    • Esegui questa operazione al mattino, prima di mangiare o bere.
    • Non è stato dimostrato che l'azione dell'olio sia benefica con meno di 15-20 minuti di applicazione, quindi cerca di rispettare questi tempi.[6]

Parte 2
Nutrirti Correttamente

  1. 1
    Evita tutti gli zuccheri e gli amidi trasformati. Gli zuccheri sono cibo per i batteri e, di conseguenza, favoriscono la formazione della placca, che è all'origine della carie. Gli amidi trasformati funzionano allo stesso modo. Quindi, evita tutti gli alimenti trasformati e preconfezionati, compresi snack, torte, pane, patatine, biscotti e cracker. Queste pietanze contengono un'enorme quantità di zuccheri aggiunti. Leggi sempre la confezione, anche se pensi che un prodotto sia sano. Se tra i primi cinque ingredienti sono elencati saccarosio, sciroppo di canna, sciroppo di mais ricco di fruttosio o un altro dolcificante artificiale, non consumarlo.
    • Lo zucchero è un componente importante delle bibite gassate e di altre bevande dolci, quindi evitale quando puoi. Inoltre, tieni presente che gli ingredienti artificiali aggiunti durante l'elaborazione dei prodotti compromettono lo smalto dei denti.[7][8][9]
    • Se hai bisogno di una dolce ricompensa, prova il miele, che è antibatterico, o la stevia, un dolcificante naturale di origine vegetale senza calorie, ma 200 volte più potente dello zucchero.[10]
  2. 2
    Mangia gli agrumi con moderazione. Gli agrumi sono ricchi di acidi, che favoriscono la carie. Pertanto, dovresti limitarne il consumo, specialmente se si tratta di limoni, perché hanno un contenuto acido estremamente elevato. Se li mangi, bevi un sorso d'acqua per impedire alle sostanze acide di attaccarsi ai denti.
    • Sebbene la frutta sia dolce, lo zucchero di cui è ricca (il fruttosio) non alimenta i batteri. Questo vuol dire che puoi gustarti una mela, una pera, una pesca o qualsiasi altro frutto che non sia un agrume senza il rischio di danneggiare i denti.[11]
  3. 3
    Mastica correttamente. Un modo per prevenire il processo degenerativo dei denti (e, di conseguenza, la carie) è quello di stimolare la salivazione. Per aumentarla, mastica accuratamente ogni boccone perché in questo modo incoraggerai la secrezione di saliva.
    • Anche i cibi aspri tendono ad aumentare la produzione di saliva, ma sono anche acidi, quindi evitali se puoi.[12]
  4. 4
    Prendi un integratore di minerali. Un modo per rimineralizzare i denti è quello di reintegrarli nell'organismo. Quindi, scegli un multivitaminico ricco di minerali da assumere quotidianamente, in particolare a base di calcio e magnesio.
    • La maggior parte delle persone ha bisogno di almeno 1000 mg di calcio al giorno. Gli uomini di età superiore ai 71 anni e le donne di età superiore ai 51 dovrebbero assumerne 1200 mg al giorno, quindi attieniti a queste quantità se rientri nelle suddette fasce d'età.
    • Inoltre, assicurati anche che il prodotto contenga 300-400 mg di magnesio.[13]
  5. 5
    Aumenta l'apporto di vitamina D. Un altro modo per migliorare la salute dei denti consiste nell'incrementare l'apporto giornaliero di vitamina D. Adulti e bambini dovrebbero assumerne circa 600 IU al giorno. Superati i 70 anni, sono consigliabili 800 UI al giorno. La vitamina D e il calcio agiscono insieme per rinforzare ossa e denti, quindi puoi acquistare un integratore con questa duplice funzione. Esistono molti modi per ottenere più vitamina D in maniera naturale, tra cui:
    • Esporsi al sole pomeridiano circa 10-15 minuti ogni tre giorni senza applicare la protezione solare su braccia, gambe e schiena.
    • Mangiare cibi ricchi di vitamina D, come pesce, latte di soia, latte di cocco, latte vaccino, uova e yogurt.[14]

Parte 3
Avere una Buona Igiene Orale

  1. 1
    Lava i denti. Dovresti lavarli almeno due volte al giorno per combattere il processo degenerativo dei denti. Assicurati di spazzolare la superficie interna ed esterna di ogni dente, concentrarti sui molari e premolari (che si trovano in fondo alla bocca), pulire la lingua e i punti soggetti alla masticazione. Strofina a lungo in modo da eliminare la placca, ma non troppo forte da danneggiare denti e gengive.
    • Utilizza anche uno spazzolino morbido. I denti si possono danneggiare anche se usi uno spazzolino con setole dure.[15][16]
  2. 2
    Lascia il dentifricio in bocca. Una volta lavati i denti, sputa il dentifricio. Dopodiché, invece di procedere al risciacquo, lascia i residui della pasta. In questo modo, i suoi minerali avranno più tempo per essere assorbiti dai denti.[17]
  3. 3
    Usa il filo interdentale tutti i giorni. Oltre allo spazzolino, dovresti usare il filo interdentale. Inizia con 45 cm circa. Prendi un'estremità e avvolgila attorno al dito di una mano, afferrando l'altro capo con la mano libera. Tieni una parte del filo tra il pollice e l'indice. Inseriscila delicatamente tra i denti, muovendola avanti e indietro e piegandola attorno alla porzione inferiore di ciascun dente.
    • Una volta infilato tra due denti, muovilo dolcemente su e giù in modo da pulire le zone laterali.
    • Terminato un dente, srotola il filo e passa al dente successivo.[18]

Parte 4
Conoscere il Processo di Degenerazione Strutturale dei Denti

  1. 1
    Informati. I denti sono organi costituiti da minerali, protetti da un rivestimento esterno più duro, chiamato smalto. Quest'ultimo copre la dentina, che è più morbida rispetto allo smalto. Questi strati proteggono la polpa, che è composta da nervi e irrorata dal flusso ematico. Lo smalto può essere danneggiato dai batteri mediante un processo chiamato demineralizzazione, che favorisce la carie e altri problemi.[19][20]
  2. 2
    Comprendi il modo in cui i batteri agiscono sui denti. La carie è causata dai batteri, presenti prevalentemente su denti, gengive, lingua, gola e all'interno delle guance.[21] Sono assolutamente normali e utili per la salute, ma possono anche danneggiare i denti e la bocca se si moltiplicano a dismisura.
    • I batteri formano colonie, chiamate placche dentali, che si nutrono degli zuccheri che consumiamo. Di conseguenza, producono acidi che sono all'origine della carie.[22]
  3. 3
    Conosci le cause. I denti sono soggetti a un processo di demineralizzazione se, oltre ai batteri, sono esposti all'azione di sostanze acide, da cui dipende il problema della carie. Le cause primarie della degenerazione dei tessuti duri sono:[23][24]
    • Formazione di placca batterica;
    • Consumo abbondante di bevande molto acide, come acqua aromatizzata con acido citrico, bevande sportive e bibite gassate;
    • Consumo esagerato di agrumi, come limoni, arance, pompelmi e lime;
    • Malattia da reflusso gastroesofageo, caratterizzata dalla risalita dei succhi gastrici nel cavo orale;
    • Uso di sostanze stupefacenti, come le metanfetamine;
    • Igiene orale impropria o inadeguata;
    • Fumo;
    • Infiammazioni o infezioni sistemiche.

Riferimenti

  1. http://www.mamanatural.com/what-everyone-should-know-about-toothpaste/
  2. https://ecocentrica.it/denti-sani-dentifrici-naturali/
  3. http://wellnessmama.com/2500/remineralizing-toothpaste/
  4. http://wellnessmama.com/1772/natural-toothpaste/
  5. http://www.mom4real.com/homemade-natural-whitening-toothpaste-recipe/
  6. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3131773/
  7. http://www.scielo.br/scielo.php?pid=S1516-14392003000300011&script=sci_arttext
  8. http://www.everydayhealth.com/dental-health/101/your-mouth-101.aspx
  9. http://www.nidcr.nih.gov/oralhealth/OralHealthInformation/ChildrensOralHealth/ToothDecayProcess.htm
Mostra altro ... (15)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Zora Degrandpre, ND. La Dottoressa Degrandpre lavora come Medico Naturopata Registrato a Washington. Ha conseguito la Laurea in Naturopatia presso il National College of Natural Medicine nel 2007.

Categorie: Denti & Bocca

In altre lingue:

English: Reverse Tooth Decay Naturally, Español: revertir la caries dental naturalmente, Français: faire disparaitre naturellement les caries, Português: Reverter a Degradação dos Dentes Naturalmente, Tiếng Việt: Bảo tồn răng sâu, Bahasa Indonesia: Membalikkan Kerusakan Gigi secara Alami, Deutsch: Vier Möglichkeiten, um Zahnverfall auf natürliche Art und Weise zu stoppen, Nederlands: Tandbederf op een natuurlijke manier tegengaan, العربية: علاج تسوس الأسنان بطرق طبيعية, 中文: 自然地逆转蛀牙, 日本語: 自然に虫歯を改善する, Русский: избавиться от кариеса народными средствами, ไทย: ทำให้ฟันผุกลับมาดีขึ้นด้วยวิธีธรรมชาติ, 한국어: 천연요법으로 충치를 치료하는 방법, हिन्दी: दांतों को सड़ने से बचाएं

Questa pagina è stata letta 240 volte.
Hai trovato utile questo articolo?