Come Far Smettere a Tuo Figlio di Masturbarsi in Pubblico

3 Parti:Stabilire dei Limiti e Porre un Freno al ComportamentoDialogare Con Tuo FiglioInstaurare Una Dinamica Più Positiva

La masturbazione è molto comune tra i bambini. Se da una parte essa è considerata un modo naturale e innocuo per permettere ai bambini di esplorare la propria sessualità latente, dall’altra una masturbazione eccessiva e/o inappropriata può causare notevoli problemi, specialmente se in pubblico. I bambini si masturbano a tutte le età e, se sotto i 5 anni, è molto probabile non comprendano l’importanza della privacy. Affronta la questione con serenità e non saltare a conclusioni affrettate circa la salute mentale di tuo figlio. Invece di ricorrere a punizioni o trattamenti clinici, prova pazientemente a fissare dei limiti, avvia conversazioni aperte e incoraggia un comportamento appropriato.

Parte 1
Stabilire dei Limiti e Porre un Freno al Comportamento

  1. 1
    Quando siete a casa, lascia a tuo figlio un po’ di privacy. Tutti hanno bisogno di trascorre del tempo da soli, anche adolescenti e bambini, e le volte in cui si è in privato sono in genere i momenti più appropriato per masturbarsi. A ogni modo, se tuo figlio decide di masturbarsi davanti a te o ad altri, è necessario porre un freno al suo comportamento. Lasciandogli maggiore privacy, il comportamento inappropriato potrebbe ridursi.[1]
    • Ignoralo mentre è a letto. Se lo scopri a masturbarsi mentre è a letto o mentre è da solo in bagno, non dovresti punirlo, ma anzi lasciarlo fare.
    • Ricorda che la masturbazione non è necessariamente un preavviso del fatto che tuo figlio diventerà presto sessualmente attivo con un’altra persona. Significa soltanto che sta esplorando il proprio corpo.
    • Se si è verificato un comportamento inappropriato di fronte ad altri, concedi a tuo figlio della privacy quando è a casa, ma continua a supervisionarlo quando è con altri bambini.
  2. 2
    Trova una distrazione per tuo figlio. Quando siete in pubblico, sarebbe meglio non affrontare il problema direttamente, onde evitare di richiamare maggiore attenzione su di esso. Potresti invece distrarre tuo figlio per far sì che smetta, spostando quindi la sua attenzione su qualcosa di adeguato alla circostanza.[2]
    • Se è piccolo, potresti farlo usando un gioco. Per esempio, potresti invitarlo a giocare a “Indovina indovinello”.
    • Se è già grandicello, potresti interromperlo facendogli una domanda o chiedendogli di farti un favore, per esempio: “Potresti andare a prendermi qualche tovagliolo, per piacere?”
    • Se non dovesse funzionare, chiedigli direttamente di smettere e poi canalizza la sua attenzione verso qualcos'altro.
  3. 3
    Forniscigli un “oggetto di sicurezza” da portare con sé in pubblico. Dare a un bambino piccolo una coperta o un animale di peluche può essere un ottimo modo per tenere occupata la sua mente e le sue mani, distraendolo dalla masturbazione. Può anche essere d’aiuto per confortare bambini con problemi di ansia o con disabilità dello sviluppo.[3]
    • Se è più grande, prova con un giocattolo antistress, come un fidget cube, un fidget spinner o un pezzo di argilla.
  4. 4
    Fallo andare nella sua stanza. Se siete vicini a casa, sarebbe una buona idea mandare tuo figlio nella sua camera in modo che sia solo e abbia la sua privacy. Magari sei a casa di un vicino e tuo figlio è abbastanza grande da poter raggiungere casa vostra da solo. Se è così, manda tuo figlio in camera e rinvia a più tardi la conversazione.[4]
    • Se è troppo piccolo, tornate a casa insieme e poi parlatene.
  5. 5
    Chiedi notizie agli insegnanti. Tuo figlio potrebbe masturbarsi in pubblico in tua presenza o meno, per esempio mentre è a scuola. Se tuo figlio si masturba a scuola, dovresti lavorare alla ricerca di una soluzione per fare in modo che il suo desiderio diminuisca e aspetti di tornare a casa. Interfacciati con i suoi insegnanti per capire come va a scuola e se c’è qualcosa che li preoccupa.[5]
    • Non chiedere direttamente della masturbazione, perché potresti mettere in imbarazzo tuo figlio e in allerta l’insegnante. Piuttosto, prova con “Vorrei sapere come si comporta mio figlio a lezione. Ci sono cose che dovrei sapere circa il suo andamento o il suo comportamento?”.
    • Se l’insegnante ti dice che tuo figlio si è masturbato in aula, ringrazialo, fagli sapere che tu e tuo figlio ci state lavorando su e digli di chiamarti se succede di nuovo.
  6. 6
    Parlane con i caregiver di tuo figlio. Se tuo figlio ha altri caregiver al di fuori degli impegni scolastici (per esempio istruttori, babysitter o eventuali altre figure di sostegno), parla con loro della questione. Chiedi aggiornamenti sul comportamento di tuo figlio e fagli sapere come vorresti gestissero ogni tipo di situazione inappropriata.[6]
    • La costanza è importante, per questo tu ed eventuali altri caregiver dovreste agire di comune accordo e gestire allo stesso modo gli episodi di masturbazione di tuo figlio.
  7. 7
    Nutri l’autostima di tuo figlio. La masturbazione potrebbe essere più frequente in bambini che sentono il bisogno di comfort o piacere. Per tenere più facilmente a freno questo comportamento, prova a proporgli una variegata serie di attività sostitutive a cui può dedicarsi quando è alla ricerca di svaghi e che possa renderlo più sicuro di sé. [7]
    • Fagli una giusta quantità di complimenti, dedicagli il tuo tempo e rivolgigli attenzioni positive.
    • Lascia che provi a dedicarsi a un certo numero di hobby e attività diverse. Trovarne una che gli piaccia davvero lo aiuterà a tenersi occupato e a migliorare la propria autostima.
    • Fai capire a tuo figlio che lui è capace, che vale e che a casa sarà sempre benvoluto. Creagli attorno un ambiente caloroso e incoraggiante per rafforzare la sua sicurezza.

Parte 2
Dialogare Con Tuo Figlio

  1. 1
    Modera il tuo tono di voce. Non essere duro e cerca di non metterlo in soggezione. Se è molto piccolo, è probabile che non abbia piena consapevolezza del significato delle proprie azioni e delle relative implicazioni sessuali. Inoltre, la tua reazione condizionerà il suo modo di vivere la sessualità in futuro, perciò la chiave è essere comprensivo e gentile. Ciò farà sì che in futuro lui parli di sesso con te invece che con altri e che non ti nasconda nulla.[8]
    • Ricorda: fai in modo che non si vergogni e non si senta in colpa per il fatto che si masturba; semplicemente spiegagli che il problema sta nel farlo in pubblico.
  2. 2
    Scegli il momento adatto. Magari vorresti affrontare il problema non appena si presenta, ma non sarebbe il caso di affrontare un discorso serio in pubblico. Limitati a chiedere a tuo figlio di fermarsi o distrailo con qualcos’altro. Quando arrivate a casa, parlate faccia a faccia di ciò che ha fatto e del perché è inappropriato.
    • Digli che il suo corpo gli appartiene e perciò può toccarlo, se vuole, ma fagli anche capire che le sue parti intime sono appunto “intime” e proprio per questo, se vuole toccarle, deve farlo quando è da solo, magari nella sua camera, perché, se lo fa in pubblico, le persone potrebbero provare imbarazzo o disagio.
    • Non affrontare l’argomento in pubblico. Non devi far sentire tuo figlio umiliato in pubblico o davanti ai suoi fratelli.
  3. 3
    Spiegagli che non c’è nulla di male nell’esplorare le proprie parti intime. Il problema non è ciò che fa, ma dove lo fa. Fagli capire che non ci si tocca le parti intime quando davanti c’è altra gente.[9]
    • Compara la masturbazione ad altre cose che dovrebbero essere fatte in privato, come lavarsi o andare in bagno.
  4. 4
    Dagli delle alternative. Invece di focalizzarti su cosa non dovrebbe fare, impronta il discorso su ciò che invece può fare. Spiegagli che se decide di masturbarsi, può farlo in uno spazio privato, come la sua camera o il bagno.[10]
    • Digli che dopo deve pulirsi, se si è sporcato.
    • Se il bagno di casa tua potrebbe servire anche ad altri, digli di farlo soltanto nella sua stanza. Non vuoi che resti in bagno per tanto tempo a masturbarsi, se ci sono altre persone a cui potrebbe servire il bagno.
  5. 5
    Sii comprensivo e cerca, per quanto possibile, di adattare il tuo discorso alla sua età. Con bambini più grandi questa conversazione potrebbe portare ad altre domande riguardanti il sesso e la sessualità, quindi sii aperto ad ascoltare eventuali domande e a fornire risposte oneste circa le pratiche sessuali e i vostri valori familiari. Con bambini più piccoli, se vuoi, puoi concentrarti prevalentemente sui genitali e le loro funzioni.
    • Con bambini piccoli, non dare più informazioni di quante ne possano comprendere in relazione all'età; non nascondere nulla, ma semplifica. Per esempio, potresti limitarti a dire: “Va bene toccarsi lì, ma soltanto quando sei solo. Non si fa in aula o quando ci sono altre persone nella stessa stanza con te. Vuoi andare in camera per fare una pausa e continuare?”.
    • Pensa a chi sarebbe meglio ne parli con tuo figlio. Per alcuni bambini potrebbe essere più efficace se a parlargli è il genitore dello stesso sesso oppure quello che gli sta più vicino.
  6. 6
    Fai attenzione a possibili segni di abuso. Se noti che tuo figlio si masturba costantemente, così tanto da farsi male, oppure se prova a far sì che anche gli altri bambini si masturbino, chiama un pediatra o un terapeuta. Potrebbe aver subito un abuso sessuale e questa potrebbe essere la radice del problema.
    • Anche ripetute infezioni del tratto urinario potrebbero essere indice di masturbazione eccessiva e di possibili episodi di abuso reiterati nel tempo.
  7. 7
    Togligli alcuni privilegi, se non rispetta le regole. Una volta chiarito quando è lecito masturbarsi e quando no, se tuo figlio dovesse comunque decidere di non rispettare i confini stabiliti, negagli alcuni privilegi. Ciò rafforzerà in lui l’idea che non va bene masturbarsi in pubblico e lo dissuaderà dal comportarsi in maniera sbagliata la prossima volta.[11]
    • Considera di sottrargli il telefono o di proibirgli la TV.
    • Digli, per esempio: “Lo sai che ne abbiamo già parlato: va bene masturbarsi in camera, ma non a scuola. Dato che hai disubbidito, non potrai usare il telefono o il tablet, oggi”.

Parte 3
Instaurare Una Dinamica Più Positiva

  1. 1
    Mostra più affetto verso tuo figlio. Alcuni bambini si masturbano per desiderio di contatto fisico – un desiderio non sempre di natura sessuale. Abbraccia tuo figlio più spesso, siediti accanto a lui sul divano quando guardate la TV e sii in generale più fisico nel mostrare il tuo affetto.[12]
    • Se inizia a toccarsi davanti a te, chiedigli di andare nella sua stanza o in bagno.
  2. 2
    Non entrare nella sua stanza senza bussare. Dal momento che stai stabilendo dei confini con tuo figlio, allo stesso modo poniti dei limiti tu stesso e lasciagli la sua privacy. Una volta spiegatogli quali sono gli spazi appropriati in cui può masturbarsi, bussa sempre prima di entrare in ciascuno di questi spazi.
    • Se rispetterai gli spazi di tuo figlio, sarà più probabile che lui rispetti quelli altrui.
    • Prendi in considerazione l’idea di dare a tuo figlio un cartello “Non disturbare” da appendere dietro la porta della sua stanza quando avrà bisogno di privacy.
  3. 3
    Sii positivo e incoraggiante. Probabilmente questo processo è nuovo sia per te che per tuo figlio. Sii risoluto con lui ma anche gentile e solidale. Ricorda a tuo figlio che ci si può masturbare in privato e che può sempre contare su di te per domande o anche soltanto per parlare.[13]
    • Sii pronto a rispondere a qualunque domanda possa farti. Sarebbe scorretto nei suoi confronti dirgli che può contare su di te per qualunque cosa, se poi non mantieni la promessa.
  4. 4
    Insegnagli come superare le difficoltà. Alcuni bambini potrebbero trovare nel darsi piacere un modo per affrontare i problemi e scaricare la tensione quando sono sotto pressione. Insegna a tuo figlio come comunicare le proprie emozioni, usando i giusti termini emotivi (come “triste” o “arrabbiato”) e fagli sapere che non c’è niente di male nel sentirsi ferito, a patto che esprima ciò che prova.[14]
    • Sforzati in prima persona di reagire correttamente alle difficoltà nella vita di tutti i giorni, specialmente quando sei davanti a tuo figlio, in modo da aiutarlo a meglio comprendere come gestire le situazioni di stress emotivo in maniera adeguata.

Consigli

  • Non essere troppo severo o aggressivo. Faresti solo spaventare il bambino e renderesti la faccenda più complicata.
  • È stato osservato che la masturbazione si verifica anche nei feti. In questi casi risulta quindi evidente come i bambini non abbiano i mezzi per scegliere consapevolmente di masturbarsi, eppure lo fanno.
  • Ricorda sempre a tuo figlio che tu sei lì per lui.
  • Sii amorevole ma deciso nell’affrontare il problema.

Avvertenze

  • Essere duro o dare punizioni severe non fermerà questo comportamento; al contrario, non farà che rendere il bambino bravo a mentire e a nasconderti le cose.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Stop Your Child From Masturbating in Public, Español: evitar que tu hijo se masturbe en público, Русский: отучить вашего ребенка мастурбировать на людях, Português: Evitar Que Seu Filho se Masturbe em Público, Français: empêcher votre enfant de se masturber en public, Bahasa Indonesia: Menghentikan Anak Bermasturbasi di Depan Umum, Deutsch: Dein Kind davon abhalten in der Öffentlichkeit zu masturbieren, العربية: منع طفلك من ممارسة العادة السرية في العلن, Nederlands: Je kind doen stoppen met masturberen in het openbaar, Tiếng Việt: Con bạn ngừng thủ dâm ở nơi công cộng, ไทย: ทำให้ลูกเลิกช่วยตัวเองในที่สาธารณะ

Questa pagina è stata letta 28 561 volte.

Hai trovato utile questo articolo?