Molti animali hanno sviluppato l'abilità naturale di entrare in uno stato di ibernazione, più comunemente conosciuto come "letargo", per aumentare le probabilità di sopravvivenza durante la lunga e fredda stagione invernale. I criceti allo stato selvatico normalmente vanno in letargo quando le temperature scendono sotto i 4,5 °C. Essere consapevoli della sensibilità di questi roditori alla temperatura ambientale è importante per chiunque possegga un criceto.

Parte 1 di 3:
Capire se il Criceto è in Letargo

  1. 1
    Impara a riconoscere i segnali indicatori. A volte è difficile stabilire se il criceto è semplicemente andato in letargo o se invece è morto. Quando si trovano in uno stato di ibernazione, i criceti sembrano completamente immobili e privi di vita; la respirazione e il battito cardiaco rallentano e l'animale può resistere per settimane senza mangiare. Dato che il corpo di un criceto è molto piccolo, può non essere facile notare i deboli segnali di vita ancora presenti durante il letargo.[1]
  2. 2
    Nota se si muove. Quando sono in un letargo vero e proprio, i criceti non si muovono quasi per nulla. Tuttavia a volte passano a uno stato di ibernazione più leggero, più simile al sonno, in cui spesso tremano o scuotono la testa.[2] Notare movimenti di questo tipo è un chiaro segnale che il criceto è ancora vivo e vegeto.
  3. 3
    Verifica se respira. Durante il letargo la respirazione del criceto sarà molto più lenta del normale, ma mai completamente assente. Prendilo in mano e ascolta attentamente per sentire se sta respirando; puoi anche avvicinare un dito alla sua bocca per capire se fuoriesce aria.
  4. 4
    Controlla il suo calore corporeo. Il corpo di un criceto in letargo continuerà a essere caldo, anche se con una temperatura leggermente più bassa della norma. Un criceto morto, invece, perderà completamente il proprio calore. Se l'animale è ancora caldo, probabilmente è in letargo.[3]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Farlo Uscire dal Letargo

  1. 1
    Prova a scaldarlo con il tuo corpo. Prendi il criceto e tienilo in mano contro il tuo corpo, in modo che il tuo calore lo riscaldi. Tienilo in questo modo per almeno 30 minuti, quindi vedi se ci sono cambiamenti nel suo comportamento e se sembra svegliarsi.
  2. 2
    Riscaldalo con una borraccia piena di acqua calda. Avvolgi il criceto in un asciugamano insieme a una borraccia riempita con acqua calda, assicurandoti che non tocchi direttamente la borraccia e il calore non sia eccessivo. In questo modo il suo corpo riceverà il calore necessario per uscire dal letargo.[4]
  3. 3
    Usa un cuscino termico. Adagia il criceto sopra un cuscino termico portato a una temperatura di circa 30 °C per 30-60 minuti. Lo aiuterà a riscaldarsi velocemente e a uscire dallo stato di ibernazione.[5]
    • Se non hai un cuscino termico, prova a sistemare il criceto su un panno sopra un termosifone; avrà il medesimo effetto. Ricorda però di controllarlo spesso e di assicurarti che il calore non sia eccessivo.
  4. 4
    Fagli bere un po' di latte caldo. Prova a offrirglielo in un contagocce non appena comincia a risvegliarsi, anche se è solo parzialmente vigile. Riscalda il latte nel microonde o sul fornello e controlla che non sia troppo caldo prima di darglielo: dovresti tollerarne la temperatura al tatto. Puoi anche metterlo in una ciotolina o nel contenitore dell'acqua.[6]
    • In alternativa puoi provare a dargli acqua, acqua zuccherata o un preparato elettrolitico in un contagocce per medicinali.[7] Qualunque modo in cui tu riesca a fargli ingerire dei liquidi andrà bene: reidratandolo lo aiuterai a uscire dal letargo.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Impedire che Torni in Letargo

  1. 1
    Dagli da mangiare e da bere a sufficienza. Il criceto potrebbe essere spinto ad andare in letargo dalla mancanza di cibo e acqua, perché avvertirebbe la necessità di conservare energie. È quindi importante che abbia sempre a disposizione cibo e acqua in abbondanza.[8]
  2. 2
    Assicurati che nella gabbia ci sia un substrato spesso e caldo. Servirà a creare un ambiente isolato e al riparo dal freddo, così da prevenire l'ibernazione. Se il criceto entra in letargo, prova ad aggiungere altro substrato per impedire che avvenga di nuovo.[9]
  3. 3
    Forniscigli un'alimentazione più calorica per farlo ingrassare. Se accumulerà più grasso sarà più difficile che vada in letargo. Prova a dargli alimenti come semi di girasole, noccioline o avocado. Fai attenzione a non esagerare, però, perché anche una quantità minima può essere eccessiva per un animale così piccolo.[10]
  4. 4
    Fai prevenzione durante l'inverno. Presta più attenzione al comportamento del tuo criceto nel corso dei freddi mesi invernali e controlla che passi abbastanza tempo al caldo. Potresti aumentare la quantità di substrato nella gabbia e dargli più cibo calorico del solito. Tienilo d'occhio per assicurarti che rimanga sveglio e vigile nell'arco della stagione fredda.
    Pubblicità

Consigli

  • Non lasciare mai un criceto su un termosifone senza supervisione.
  • Se l'animale non risponde positivamente ai metodi descritti in questo articolo, valuta di farlo visitare da un veterinario.
  • I criceti hanno un ottimo udito e possono imparare a riconoscere la voce del padrone. Parlargli può aiutare a farlo riemergere dallo stato di ibernazione.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Pippa Elliott, MRCVS
Co-redatto da
Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato co-redatto da Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali. Questo articolo è stato visualizzato 1 354 volte
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 1 354 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità