Nel 2011, più di 3 milioni di bambini sono morti di malnutrizione [1], molti in Paesi che non sono devastati da fame o conflitti. Ovviamente, puoi sempre organizzare una raccolta fondi e donare dei soldi o delle scatolette di cibo, ma esistono altri metodi per combattere la fame nel mondo in un modo molto più efficace e sostenibile.

Metodo 1 di 2:
Combattere la Fame a Livello Locale

  1. 1
    Dona del cibo. Esistono tante organizzazioni locali che accettano donazioni di alimenti, per poi distribuirli tra i più bisognosi. Per te, è il modo più sicuro e facile per aiutare, e queste associazioni conoscono le strade migliori per far arrivare il cibo alle persone a cui serve davvero. Ci sono molti alimenti che puoi donare, ma quelli in scatola e, in piccole porzioni, quelli freschi (più sani) sono preferibili. Rivolgiti a un'organizzazione della tua zona per conoscere le sue preferenze.
    • Se hai la possibilità di comprare cibi all'ingrosso, puoi sicuramente recarti in un negozio apposito per acquistarli. Ti procurerai più prodotti a un prezzo inferiore. Generalmente, questi alimenti sono facili da conservare, quindi potrai distribuirli tra i più bisognosi senza troppe difficoltà.
    • Le chiese, le mense dei poveri, i rifugi per i senzatetto e persino le organizzazioni governative locali accettano donazioni di cibo da distribuire tra i più bisognosi. Cerca un posto che ti permetta di aiutare le persone che più ti stanno a cuore.
  2. 2
    Sostieni le organizzazioni che donano cibo. Puoi aiutare le chiese e i rifugi per i senzatetto facendo anche altre azioni, oltre alla donazione di alimenti. Hanno bisogno di fondi per restare aperte e pagare le persone che vi lavorano; spesso sono anche a corto di volontari che diano una mano nella distribuzione dei prodotti. Quando doni del cibo, chiedi in quali altri modi puoi appoggiarle.
    • Per esempio, mettiti in contatto con un'organizzazione e chiedi se puoi aiutare nella consegna a domicilio dei beni.
  3. 3
    Porta il cibo direttamente ai più bisognosi. Non devi aspettare che un rifugio per i senzatetto distribuisca i prodotti a persone notoriamente in difficoltà. Compra dei cibi sani che non vanno cucinati e portali alla gente senza casa che vedi tutti i giorni. Per esempio, acquista delle banane e distribuiscile tra i senzatetto che incontri in centro.
    • Un'altra fascia demografica di persone bisognose è rappresentata dagli anziani. Quelli che vivono da soli spesso hanno pochi soldi e magari non sono in grado di cucinare più di tanto autonomamente. Se conosci una persona in avanti con gli anni che ha difficoltà a preparare una cena sana, offriti di portargliela tu e falle compagnia, ogni tanto.
    • Ecco alcuni buoni esempi di cibi: mele morbide affettate (come le Gala), banane intere, qualche fetta di pane integrale, scatolette di tonno facili da aprire, noci di soia (comprale all'ingrosso; sono abbastanza economiche e contengono una buona dose di nutrienti in porzioni molto piccole) e carote tagliate nel modo più sottile possibile.
  4. 4
    Coinvolgi il tuo datore di lavoro. Molte imprese sono disposte a fare donazioni su consiglio dei dipendenti. Se la tua azienda non ne fa, parlane con il tuo capo per incitarlo a coinvolgerla. Questo significa che le organizzazioni a cui doni denaro o cibo verranno sostenute dal tuo datore di lavoro, raddoppiando effettivamente l'ammontare delle donazioni.
  5. 5
    Combatti gli stereotipi. In alcuni posti, esistono leggi che vietano di dare da mangiare ai senzatetto. Queste regole si fondano sulla seguente idea: le persone che hanno fame sono più propense a impegnarsi per ottenere un lavoro, smettere di drogarsi e rimettersi in piedi. In ogni caso, lo stereotipo del senzatetto fannullone che vuole solo divertirsi e abusare di qualsiasi sostanza gli capiti a tiro è appunto un preconcetto. Questi individui vivono per strada per molte ragioni, e la maggior parte dei motivi è piuttosto complessa, spesso difficile da combattere con la semplice buona volontà. Lasciare che muoiano di fame non farà un favore a nessuno, quindi devi assicurarti che la gente della tua comunità lo capisca. Fai del tuo meglio per sensibilizzarla e prevenire che succeda.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Combattere la Fame a Livello Internazionale

  1. 1
    Fai delle ricerche per capire meglio dove e quando è necessario aiutare. Come succede con la maggior parte delle cose, se affronti una situazione basandoti solo su preconcetti o informazioni completamente sbagliate, corri il rischio di causare danni, o comunque essere poco utile. Questa teoria si applica anche ai metodi concreti per combattere la fame nel mondo. Certi tipi di donazioni fatte in alcune regioni alimentano il conflitto con i guerrafondai. Magari tu vuoi aiutare una determinata popolazione, però a volte sarebbe meglio canalizzare il tuo sostegno verso un altro Paese, dove risulterà nettamente più efficace. La fame nel mondo non è un problema semplice e la soluzione non è immediata – non basta mandare scatolette in Africa. Come avviene con la maggior parte delle questioni più complicate, ti servono delle informazioni accurate per creare un vero impatto.
    • Consulta siti come quello del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite per saperne di più sulla situazione a livello globale.
    • Anche la Fondazione Bill & Melinda Gates fa un buon lavoro nella sensibilizzazione sulla fame nel mondo. Visita il sito per saperne di più.
  2. 2
    Presta attenzione ai prodotti che compri. Quando alcuni beni vengono acquistati in grandi quantità, ciò può effettivamente nuocere alle zone in cui vengono prodotti [2]. Le ragioni sono varie. A volte dedicarsi in maniera massiccia a una coltivazione è dannoso per il terreno, ma gli agricoltori lo fanno comunque perché è l'unico modo per sopravvivere. In altri casi, questo può esaurire le scorte di cibo disponibili per gli abitanti di quella regione, se i raccolti in passato venivano usati per la gente del posto. A ogni modo, la scelta migliore che tu possa fare è comprare prevalentemente cibi a chilometro zero e integrare la tua alimentazione con i super alimenti popolari importati da lontano.
  3. 3
    Fai una donazione alle organizzazioni di beneficenza giuste. Esistono tante associazioni "benefiche" che sostengono di aiutare a combattere la fame nel mondo, quando in realtà la maggior parte dei proventi finisce nelle tasche di chi siede nel consiglio di amministrazione. Inoltre, i soldi che doni devono essere adoperati per soluzioni a lungo termine, non per mettere un cerotto temporaneo. È per questo che è importante donare a organizzazioni affidabili e che utilizzeranno i fondi in un modo che aiuti le comunità a lungo termine. Ricorda che a un uomo bisogna innanzitutto insegnargli a pescare.
    • Una valida associazione di beneficenza a cui puoi versare una donazione è la Heifer International. Ti permette di donare animali da fattoria a persone bisognose, consentendo loro di iniziare a produrre il proprio cibo e smettere di dipendere da donazioni costanti.
    • Un'altra organizzazione valida è la Charity: Water. Questa associazione fornisce acqua pulita alle comunità. In questo modo, non solo possono avere acqua potabile: anche il cibo che produrranno sarà più sicuro.
    • Kiva [3] è un'organizzazione di microcredito che ti permette di fare prestiti agli imprenditori dei Paesi in via di sviluppo, in modo che possano far crescere le proprie iniziative. Puoi donare piccolissime somme di denaro; quando ti verrà restituito, potrai prestarlo a qualcun altro. Queste imprese spesso si basano sulla fornitura di cibo a famiglie e comunità, quindi fanno efficacemente del bene a loro volta.
  4. 4
    Compra prodotti del commercio equo e solidale. I cibi etichettati con questa dicitura ti permettono di aiutare altre persone a nutrirsi e, allo stesso tempo, anche tu ti nutri. Come funziona? I prodotti del commercio equo e solidale vengono acquistati direttamente dai produttori, come gli agricoltori guatemaltechi, a un prezzo giusto per questa regione. Che cosa significa? L'impresa che compra i beni investe anche del denaro in queste comunità per migliorare le loro vite, l'istruzione e l'accesso alle provviste. Di conseguenza, hanno più soldi per comprare beni per le loro famiglie, come il cibo.
    • Comprare tanti articoli del genere manda anche un messaggio alle imprese. Come consumatore, puoi usare i tuoi soldi per dare voce alle tue opinioni. Se abbastanza persone acquistano questi tipi di prodotti, allora ne verranno offerti di più.
  5. 5
    Sostieni leggi sull'immigrazione tolleranti. Non devi necessariamente appoggiare e accogliere chiunque si presenti ai confini, ma supportare alcune leggi che cambierebbero il funzionamento dell'immigrazione può migliorare significativamente le vite di persone che risiedono altrove. Le riforme sull'immigrazione, che regolano il lavoro dei non cittadini e la quantità di soldi che possono guadagnare, fanno in modo che vengano pagati abbastanza da provvedere a se stessi e alle loro famiglie. I motivi per cui l'immigrazione ha un impatto sulla fame nel mondo sono due:
    • Le persone dei Paesi più poveri solitamente forniscono manodopera nei posti più ricchi prima di tornare a casa. Ora, con la rigidità dei controlli ai confini e le leggi più severe sull'immigrazione, sono poche le persone che possono uscire da un Paese dopo essere entrate [4]. Questo significa che hanno meno opportunità di portare i soldi guadagnati alle proprie famiglie.
    • Esiste un altro problema: le leggi severe sull'immigrazione creano una situazione in cui i datori di lavoro senza scrupoli pagano poco o niente i dipendenti illegali, quindi queste persone rimangono povere nonostante le grandi fatiche.
  6. 6
    Usa le tue competenze per fare volontariato. Se possiedi doti utili, per esempio hai conoscenze di attrezzature agricole, orticoltura, edilizia, gestione di progetti o di raccolte fondi, dona il tuo tempo. Le organizzazioni spesso vogliono fare opere benefiche, ma non hanno persone che posseggono le abilità necessarie per intervenire nelle comunità che desiderano aiutare. Se sei esperto in un settore, prenderti un mese di pausa per recarti in una località remota e dare una mano per organizzare una fattoria può essere piuttosto utile.
    • Pur non avendo queste capacità, puoi aiutare versando dei soldi. Organizza una raccolta fondi e dona il denaro ad alcune delle associazioni nominate. Non ti conviene viaggiare dall'altra parte del mondo per partecipare a un progetto per cui non sei idoneo: questo spesso può appesantire i lavori.
    Pubblicità

Consigli

  • Attieniti al tuo obiettivo, anche se la prima volta non dovesse andare a buon fine. Persevera. Ricorda, le persone che verranno a conoscenza della tua causa vorranno appoggiarla.
  • Cerca di prefissarti un obiettivo realistico. Non partire dallo scopo di eliminare genericamente la fame nel mondo: sarebbero 60.000.000 di traguardi racchiusi in un unico obiettivo – nobile ma irraggiungibile.

Pubblicità

Avvertenze

  • Assicurati che le persone che ti sponsorizzano abbiano sufficienti risorse. Inoltre, devi essere certo che le associazioni a cui partecipi o fai donazioni siano legalmente solide. In questo modo sarai sicuro di non finanziare l'industria del tabacco, invece di diminuire la fame nel mondo.
  • I fondi dovrebbero essere approvati e legali: non vorrai di certo finire in prigione per aver provato a mettere fine alla fame nel mondo!
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Raggiungere un Obiettivo

Come

Intraprendere delle Azioni per Ridurre il Riscaldamento Globale

Come

Contribuire a Salvare il Nostro Pianeta

Come

Avviare una Organizzazione di Volontariato

Come

Sapere se sei di Destra o di Sinistra

Come

Fondare un Partito Politico

Come

Aiutare a Salvare l'Ambiente

Come

Essere Comunista

Come

Entrare nella Massoneria

Come

Lanciarsi in Politica

Come

Diventare Presidente (degli Stati Uniti)

Come

Donare i Capelli per una Buona Causa

Come

Diventare un Politico

Come

Fare Volontariato
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 48 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 976 volte
Categorie: Attivismo Sociale
Questa pagina è stata letta 5 976 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità