Come Fare Beatbox

In questo Articolo:Tecniche BaseTecniche IntermedieTecniche AvanzateCantare e Fare BeatboxSchemiSommario dell'Articolo

Il beatbox non è poi così diverso dal normale linguaggio umano. Basta iniziare a sviluppare un senso del ritmo, per poi accentuare la pronuncia di alcune lettere e vocali, fino a quando non sarai in grado di comunicare nel linguaggio del beatbox. Si inizia con suoni e ritmi di base, per poi passare a dei modelli più complessi man mano che si migliora sempre di più.

1
Tecniche Base

  1. 1
    Ricorda che ci sono diversi suoni da imparare. Per iniziare, è importante imparare i tre suoni base del beatbox: la grancassa classica, o kick drum {b}, l’hi-hat {t}, e il rullante classico, o snare drum {p} o {pf}. Esercitati a combinare questi suoni in un ritmo da 8 battute, come questo: { b t pf t / b t pf t } oppure { b t pf t / b b pf t }. Assicurati di rispettare i tempi. Inizia piano e aumenta la velocità un poco alla volta.
  2. 2
    Esercitati nel kick drum classico {b}. Il modo più semplice per realizzare il kick drum classico è pronunciare la lettera “b”. Per rendere il suono più forte e vibrante, devi riprodurre una cosiddetta “oscillazione delle labbra”. Devi far vibrare l’aria attraverso le labbra, come se stessi “soffiando un lampone”. Quando sarai in grado di farlo, potrai produrre un’oscillazione molto breve delle labbra.
    • Pronuncia la b come se stessi pronunciando la b della parola “bordo”.
    • Tenendo chiuse le labbra, lascia che la pressione si accumuli.
    • Dovrai controllare il rilascio delle labbra, facendole vibrare solo per una piccola frazione di tempo.
  3. 3
    Prova quindi a riprodurre l’hi-hat {t}. Produci un semplice suono “ts”, tenendo però i denti serrati, o leggermente serrati. Muovi la punta della lingua in avanti, dietro ai denti anteriori, per un suono più sottile, e tienila nella tradizionale posizione della “t” per un suono più pesante.
    • Respira più a lungo, per creare un suono più aperto.
  4. 4
    Cimentati quindi negli hi-hat più avanzati. Puoi provare a complicare gli hi-hat producendo un suono "tktktktk", usando la parte posteriore della lingua per produrre la “k”. Puoi realizzare un hi-hat aperto espirando mentre produci il “ts”, in modo che suoni più come un “tssss”, producendo quindi un suono più realistico, simile a una porta che si apre. Un’altra possibilità per produrre un hi-hat alto realistico è produrre il suono “ts” tenendo i denti serrati.
  5. 5
    Affronta lo snare drum classico {p}. Il modo più facile per produrre uno snare drum classico è pronunciare la lettera p. Una semplice p, tuttavia, non sarà abbastanza. Per renderla più intensa puoi fare diverse cose: innanzitutto, provare un’oscillazione delle labbra. Dovrai spingere l’aria contro le labbra, facendole vibrare. La seconda possibilità è espirare mentre pronunci la p, producendo quindi un suono simile a un [ ph ].
    • Per rendere la p più interessante e simile a un rullante, la maggior parte dei beatboxer aggiunge un secondo suono fricativo (continuo) alla p iniziale: pf ps psh bk.
    • La variazione {pf} è simile alla grancassa, solo che dovrai usare la parte frontale delle labbra e non i lati, stringendole di più.
    • Tira indietro le labbra, in modo da nasconderle parzialmente, come se non avessi i denti.
    • Lascia che l’aria formi un poco di pressione dietro alle labbra nascoste.
    • Muovi le labbra verso l’esterno e, proprio prima che tornino alla posizione normale (non nascosta), rilascia l’aria, producendo una p.
    • Subito dopo aver rilasciato l’aria e prodotto la p, stringi il labbro inferiore contro i denti inferiori per produrre un suono simile a un "fff".

2
Tecniche Intermedie

  1. 1
    Fai esercizio fino a quando non sarai pronto a passare alle tecniche intermedie. Dopo aver imparato i tre suoni base del beatbox, è tempo di passare alle tecniche intermedie. Potrebbero essere un poco più complesse ma, come per qualsiasi altra cosa, migliorerai con l’esercizio.
  2. 2
    Sviluppa un buon bass drum. Dovrai tenere unite le labbra, accumulando pressione con lingua e mascella, spingendo in avanti la lingua dal retro della bocca e chiudendo e aprendo la mascella al tempo stesso. Sposta lateralmente le labbra per un breve momento, in modo da rilasciare l’aria, proprio come faresti per un bass drum. È importante aggiungere pressione con i polmoni, ma non troppo: non si deve sentire il rumore dell’aria che passa.
    • Se non riesci a riprodurre un suono abbastanza grave, cerca di rilassare le labbra. Se invece il suono che produci è completamente diverso da quello desiderato, stringi di più le labbra e assicurati di spostarle lateralmente.
    • Un altro modo di provare a riprodurre questo suono è esclamare "puh". Rimuovi quindi la parte "uh", in modo che si senta solo l’attacco iniziale della parola, che dovrebbe fuoriuscire come un piccolo sbuffo. Fai il possibile per non lasciar uscire l’“uh” e cerca di non produrre il suono del respiro o dell’aria che passa.
    • Quando saprai riprodurre questo suono con tranquillità, prova a stringere leggermente le labbra e a far passare più aria attraverso di esse: renderai il suono più intenso.
  3. 3
    Sperimenta altri modi per produrre un suono a rullante. Porta la lingua sul retro della bocca e accumula pressione con lingua o polmoni. Se vuoi produrre un suono più veloce usa la lingua, se vuoi respirare mentre produci il suono, invece, usa i polmoni.
    • Prova a dire "pff", facendo in modo che le f si fermino un millisecondo dopo la p. Sollevando gli angoli della bocca e stringendo le labbra mentre produci la p potrai realizzare un suono più realistico. Puoi usare la stessa tecnica per modificare la tonalità del rullante.
  4. 4
    Aggiungi il suono del rullante di una drum machine. Pronuncia un “ish”. Cerca quindi di produrre un “ish” senza “sh” alla fine, riproducendo ancora una volta solo l’attacco iniziale. Pronuncialo molto corto: dovresti ottenere una specie di grugnito sul fondo della gola. Cerca di spingere un po’ mentre pronunci le lettere, in modo da realizzare un attacco intenso e accentuato.
    • Quando saprai riprodurre questo suono con tranquillità, aggiungi lo “sh” alla fine, rendendolo più simile al suono di un rullante sintetizzato. Puoi lavorare anche sul grugnito, in modo da farlo partire dalla cima della gola, per un suono più alto, o dalla parte inferiore della gola, per un suono più basso.
  5. 5
    Non dimenticarti dei cembali. È uno dei suoni più facili da realizzare. Sussurra (non pronunciare) la sillaba “chish”. Ripeti, cercando però di serrare i denti togliendo la vocale, passando da “ch” direttamente a “sh” con una pausa molto breve o inesistente: in questo modo riprodurrai il suono di un cembalo.
  6. 6
    Impara anche il cembalo inverso. Posiziona la punta della lingua in modo che tocchi il punto in cui l’arcata dentale superiore incontra il palato. Tenendo le labbra separate di circa 1 cm, fai passare forzatamente dell’aria attraverso la bocca. Nota come l’aria passa attraverso denti e lingua producendo una specie di suono strusciato. Respira quindi ancora una volta forzatamente, chiudendo però le labbra mentre inspiri; dovresti sentire l’aria che viene bloccata mentre è quasi sul punto di scoppiare, senza però scoppiare effettivamente.
  7. 7
    Non dimenticare di respirare! Ti stupiresti del numero di beatboxer che sviene perché si dimentica che l’ossigeno serve anche ai suoi polmoni. Cerca di incorporare il respiro nel ritmo. Riuscirai ad aumentare gradualmente la tua capacità polmonare attraverso l’esercizio.
    • Una tecnica intermedia consiste nel respirare attraverso i rullanti con la lingua, dato che richiedono una piccolissima quantità di capacità polmonare. Un esperto imparerà, alla lunga, a respirare fra un suono e l’altro (vedi passaggio precedente), separando il respiro dal ritmo, producendo quindi diversi bass, snare e hi-hat in continuazione senza pause.
    • Come alternativa agli esercizi di respirazione, ricorda che esistono diversi suoni che possono essere realizzati inspirando, come le variazioni del rullante e del battito di mani.
  8. 8
    Sviluppa la tua capacità nel produrre suoni interni. Un aspetto del beatbox che stupisce la gente è come i beatboxer possano continuare per tanto tempo senza respirare. La risposta è: produci un suono e respira al tempo stesso! Si chiamano “suoni interni”. Inoltre, come presto scoprirai, alcuni dei suoni migliori si producono proprio in questo modo.
    • Esistono diversi modi per produrre un suono interno. Quasi tutti i suoni che possono essere realizzati all’esterno possono essere realizzati anche all’interno, anche se potrebbe volerci un po’ di pratica per imparare.
  9. 9
    Tieni correttamente il microfono. La posizione del microfono è molto importante per qualsiasi performance, o anche per potenziare i suoni prodotti con la bocca. Ci sono diversi modi per tenere il microfono. Puoi sempre tenerlo come se stessi cantando, ma alcuni beatboxer pensano che reggendolo fra anulare e medio e tenendolo fermo con l’indice in cima e con il pollice alla base si possa produrre un suono più pulito e definito.
    • Cerca di non respirare nel microfono mentre fai beatbox.
    • Molti beatboxer producono una performance di basso livello perché tengono il microfono in modo incorretto e non riescono quindi a massimizzare il potere e la nitidezza del suono che possono produrre.

3
Tecniche Avanzate

  1. 1
    Continua a esercitarti, fino a quando non sarai pronto per le tecniche più avanzate. Una volta acquisite delle capacità di base e intermedie, arriverà il momento di imparare delle tecniche più avanzate. Non preoccuparti se non ci riesci fin da subito. Con un po’ di pratica, alla fine, sarai in grado di metterle in pratica tutte quante.
  2. 2
    Produci uno sweeping bass drum (X). Lo userai al posto di un bass drum normale. Questo suono richiede 1/2 o 1 battuta per essere eseguito. Per fare uno sweeping bass drum, inizia proprio come per fare un bass drum. Quindi ammorbidisci le labbra in modo che si spostino quando spingi l’aria all’esterno. Tocca con la punta della lingua la parte interna della gengiva inferiore e spingila in avanti.
  3. 3
    Impara la tecnica del techno bass (U). Dovrai produrre una sorta di “oof”, come se ti avessero appena colpito allo stomaco. Tieni la bocca chiusa, dovresti sentire il suono nel petto.
  4. 4
    Aggiungi un techno snare (G). Si realizza allo stesso modo del techno bass, ma dovrai posizionare la bocca come per produrre uno “shh”. Anche qui il suono dovrebbe vibrare nel petto.
  5. 5
    Non dimenticarti dello scratching. Lo scratching viene eseguito invertendo il flusso dell’aria in qualsiasi delle tecniche precedenti. È una tecnica facilmente fraintesa e comprende diversi movimenti di lingua e labbra, a seconda dello strumento con cui hai intenzione di “graffiare”. Per capire meglio come funziona, registrati mentre riproduci un ritmo. Quindi, usando un programma musicale, come Windows Sound Recorder, ascoltalo al contrario.
    • Imparare a riprodurre questi suoni inversi ti permetterà letteralmente di raddoppiare le tecniche che conosci. Prova a eseguire un suono e, subito dopo, cimentati con il suo rovescio (ad esempio riproduci un bass seguito in rapida successione dal suo inverso: in questo modo produrrai uno “scratch” classico).
    • Come produrre un Crab Scratch:
      • Solleva il pollice. Apri la mano e gira le dita di 90° verso sinistra.
      • Stringi le labbra. Metti la mano sulla bocca, con le labbra vicine alla fessura del pollice.
      • Risucchia l’aria verso l’interno. Dovresti produrre un suono distorto, come quello di un DJ.
  6. 6
    Lavora sul Jazz Brush. Soffia l’aria dalla bocca cercando di riprodurre in modo continuativo la lettera “f”. Soffiando leggermente più forte sulle battute 2 e 4, produrrai gli accenti necessari.
  7. 7
    Aggiungi il Rimshot. Sussurra la parola “kaw”, quindi pronunciala di nuovo senza far passare l’“aw”. Spingi un po’ più forte sulla “k” e produrrai un rimshot.
  8. 8
    Aggiungi un Click Roll (kkkk). Si tratta di una tecnica molto difficile da eseguire agli inizi, ma una volta imparata potrai riprodurla quando desideri. Per iniziare, posiziona la lingua in modo che il lato destro (o sinistro, a seconda delle tue preferenze) sia appoggiato proprio sopra al punto dove i denti superiori toccano la gengiva. Quindi tira il retro della lingua verso il fondo della gola, producendo un click roll.
  9. 9
    Allenati a canticchiare una melodia e a fare beatbox al tempo stesso. Non è difficile come cantare ma, agli inizi, è facile confondersi. Per iniziare, dovrai prima capire che ci sono due modi per canticchiare: uno dalla gola (tipo “ahh”) e uno dal naso (“mmmm”), che è molto più difficile da imparare ma estremamente più versatile.
    • Il segreto per canticchiare e fare beatbox allo stesso tempo è iniziare con una melodia in testa. Ascolta dei giri di rap, che siano canticchiati o no (ad esempio, prova ad ascoltare Flashlight dei Parliament Funkadelic e allenati a canticchiare la melodia, quindi prova a fare beatbox su di essa; anche James Brown è fantastico per le melodie).
    • Ascolta la tua collezione di musica per scoprire nuove melodie da canticchiare, quindi prova a inserire alcuni dei tuoi ritmi, o i ritmi di qualcun altro, sulle melodie che hai scelto. È importante imparare a canticchiare una melodia per diversi motivi, soprattutto se hai intenzione di imparare a cantare. Questa parte del beatbox richiede una certa originalità!
    • Se hai provato a fare beatbox e a canticchiare al tempo stesso, avrai capito che si perde parte della propria capacità di realizzare certe tecniche (il Techno Bass e il Techno Snare, per esempio, sono molto limitati, mentre il Click Roll diventa molto difficile da sentire, se non completamente inutilizzabile). Capire cosa funziona e cosa no richiede tempo ed esercizio.
    • Se dovessi trovarti in una battaglia di beatbox, non dimenticare che, anche se resistenza e velocità sono molto importanti, usare nuove melodie interessanti vincerà sempre il favore del pubblico.
  10. 10
    Dovrai allenarti anche a canticchiare all’interno. Si tratta di una tecnica avanzata che non viene usata molto spesso nel mondo del beatbox. Esistono diverse guide che spiegano come cantare/canticchiare verso l’interno. Per il beatbox, in cui spesso c’è davvero bisogno di respirare, canticchiare all’interno potrebbe esserti d’aiuto. Puoi continuare a riprodurre la stessa melodia, ma la tonalità cambierà drasticamente.
    • Con la pratica potrai correggere parzialmente questo cambio di melodia, ma molti esperti di beatbox che usano questa tecnica preferiscono cambiare la melodia quando passano dal canticchiare all’esterno a quello all’interno.
  11. 11
    Aggiungere un suono di tromba è un’ottima idea per personalizzare i suoni. Canticchia in falsetto (ossia in una tonalità molto alta). Solleva quindi il fondo della lingua per rendere il suono più sottile e acuto. Aggiungi un’oscillazione morbida delle labbra (come quella del kick drum classico) all’inizio di ogni nota. Chiudi gli occhi e fai finta di essere Louis Armstrong!
  12. 12
    Allenati a cantare e a fare beatbox al tempo stesso. Il segreto è allineare le consonanti con i bassi e le vocali con lo snare. Non preoccuparti di aggiungere gli hi-hat, anche i beatboxer più esperti lo trovano difficile.

4
Cantare e Fare Beatbox

  1. 1
    Canta e fai beatbox al tempo stesso. Cantare e fare beatbox al tempo stesso potrebbe sembrare un compito impossibile (soprattutto agli inizi). In realtà, però, è piuttosto facile. Di seguito troverai qualche modello di lavoro con cui iniziare. Puoi usare questa tecnica di base ed adattarla, successivamente, a qualsiasi canzone.
    • (b)if your (pff)mother (b)(b)on(b)(pff)ly knew(b)knew(pff) (tratto da If Your Mother Only Knew di Rahzel).
  2. 2
    Ascolta le canzoni. Ascolta un po’ di volte le canzoni su cui vuoi fare beatbox e cerca di capirne bene il ritmo. Nell’esempio precedente sono stati evidenziati gli accenti.
  3. 3
    Canta un po’ di volte la melodia con le parole. In questo modo farai pratica con la canzone.
  4. 4
    Prova a inserire il ritmo nelle parole. La maggior parte delle canzone prevederà l’inserimento di un ritmo davanti alle parole. In tal caso:
    • "If" – dato che la parola "if" del nostro esempio inizia con una vocale, è facile inserire un bass davanti a lei, come se stessi dicendo “bif”. Ricorda che la “b” dovrà essere bassa e, se necessario, dovrai separare il ritmo dalle parole quando inizierai la prima volta.
    • "Mother" – la parola “mother” inizia con una consonante. In tal caso potresti far cadere la “m” e sostituirla con “pff”, dato che suonano in modo piuttosto simile se pronunciati velocemente. Puoi anche ritardare un poco la parola, in modo da produrre prima il ritmo. Se scegli la prima possibilità, dovrai cantare una specie di “pffother”. Ricorda che i denti superiori dovranno toccare il labbro inferiore, creando così un suono simile alla m. Se puoi manipolarlo, ancora meglio.
    • "On" – per il doppio ritmo su "on", puoi canticchiare la tonalità riproducendo un "b-b-on", passando poi subito ad un "b pff-ly knew", il tutto canticchiando la melodia. Per quanto riguarda l’“on”, il suono potrebbe spezzarsi facendo il secondo bass. Per rimediare a questo problema, canticchia attraverso il naso. Basterà spingere la lingua all’indietro, contro il palato superiore. Il suono passerà tramite il naso e non sarà interrotto dai movimenti della bocca.
    • "Knew" – la parla "knew" finisce con un eco, per poi scomparire.
  5. 5
    Adatta questa tecnica. Puoi modificare questi passaggi per qualsiasi canzone. Continua ad allenarti con canzoni diverse e presto sarai in grado di cantare e fare beatbox al tempo stesso con molta più facilità.

5
Schemi

Tablatura Modificata

La prima linea è per gli snare, che possono essere snare con la lingua, snare con le labbra o di qualsiasi altro tipo. Segue quindi la linea hi-hat, mentre la terza è la linea del bass drum. È possibile aggiungere una linea sul fondo per dei suoni misti, che andranno definiti sotto alla tablatura e che si applicheranno solo sotto a quello schema specifico. Ecco un esempio.


S |----|K---|----|K---||----|K---|----|K---| H |--T-|--T-|--T-|--T-||----|----|----|----| B |B---|----|B---|----||B---|----|B---|----| V |----|----|----|----||--W-|--W-|--W-|--W-| W = Cantato "What?"



I ritmi sono separati da linee singole, le barre da linee doppie. Ecco una legenda dei simboli:

Bass

  • JB = Bumskid bass drum
  • B = Bass drum forte
  • b = Bass drum morbido
  • X = Sweeping bass drum
  • U = Techno bass drum

Snare

  • K = Snare con la lingua (senza polmoni)
  • C = Snare con la lingua (con i polmoni)
  • P = Pff o snare con le labbra
  • G = Techno snare

Hi-Hat

  • T = "Ts" snare
  • S = "Tssss" snare aperto
  • t = parte anteriore dei seguenti hi-hat
  • k = parte posteriore dei seguenti hi-hat

Altri

  • Kkkk = Click roll

Ritmo Base

Il ritmo di partenza. Tutti i principianti dovrebbero partire da qui, per poi cimentarsi con ritmi più difficili.


S |----|K---|----|K---||----|K---|----|K---| H |--T-|--T-|--T-|--T-||--T-|--T-|--T-|--T-| B |B---|----|B---|----||B---|----|B---|----|

Doppio Hi-Hat

Ha un buon ritmo ed è un buon esercizio per velocizzare gli hi-hat senza usare i suoni successivi.


S |----|K---|----|K---||----|K---|----|K---| H |--TT|--TT|--TT|--TT||--TT|--TT|--TT|--TT| B |B---|----|B---|----||B---|----|B---|----|

Doppio Hi-Hat Modificato

Si tratta di un ritmo più avanzato che va provato solo se si riesce a eseguire il doppio hi-hat con precisione perfetta. Modifica infatti lo schema del doppio hi-hat per renderlo più interessante.


S |----|K---|----|K---||----|K---|----|K---| H |--TT|----|TT--|--TT||--TT|----|TT--|--TT| B |B---|--B-|--B-|----||B---|--B-|--B-|-B--|

Ritmi Avanzati

Questo ritmo è molto avanzato. Prova a riprodurlo solo se sei in grado di eseguire senza problemi gli schemi precedenti, nonché lo hi-hat seguente (tktktk).


S |----|K---|----|K---||----|K---|----|K---| H |-tk-|-tk-|tk-t|-tkt||-tk-|-tk-|tkSS|--tk| B |B--b|---B|--B-|----||B--b|---B|--B-|----|

Ritmo Techno

S |----|G---|----|G---||----|G---|----|G---| H |--tk|--tk|--tk|--tk||--tk|--tk|--tk|--tk| B |U---|----|U---|----||U---|----|U---|----|

Ritmo Base Drum e Bass

S |--P-|-P--| |S |-P--P|-P----P-| H |----|----|{3x}|H |-----|-.tk.t-t| B |B---|B---| |B |B-BB-|B--.B---|

Ritmo Semplice ma Figo

Questo ritmo presenta 16 battute. Ch4nders l’ha diviso in 4 tempi. Suona meglio se riprodotto velocemente.


|B t t t |K t t K |t k t B |K t t K | 1--------2--------3--------4-------

Ritmo MIMS "This is Why I'm Hot"

Sulla D, esegui un doppio bass kick veloce.


S |--K-|--K-|--K-|--K-| H |-t-t|t--t|-t-t|t--t| B |B---|-D--|B---|-D--|

Classico Ritmo Hip-Hop

S |----|K---|----|K---| H |-tt-|-t-t|tt-t|-ttt| B |B--B|--B-|--B-|----|

Ritmo Snoop Dogg “Drop It Like It’s Hot”

Sulla linea t dovrai produrre un click con la lingua. Il numero tre prevede una bocca relativamente aperta per produrre un suono più alto e aperto. L’uno rappresenta una bocca a forma di “O” piccola, per un click basso con la lingua, mentre il due è una via di mezzo. Si tratta di un ritmo piuttosto difficile: puoi allenarti a riprodurre solo il bass e lo snare fino a quando non sarai pronto ad aggiungere anche i click con la lingua. Inoltre puoi anche canticchiare uno “Snooooop” con una tonalità elevata, con un suono che arrivi dalla gola. Ascolta la canzone per capire di cosa si tratta.


v|snoooooooooooooooo t|--3--2--|1--2----| S|----k---|----k---| B|b--b--b-|--b-----|


v|ooooooooooooooooooop t|--1--2--|3--2----| S|----k---|----k---| B|b--b--b-|--b-----|

Crea i Tuo Ritmi Personali

Non avere paura di usare dei ritmi particolari. Sperimenta quello che preferisci e usa suoni diversi, basta che si addicano al ritmo e alla melodia della canzone.

Consigli

  • Allenati ovunque possibile. Dato che non ti servirà altro strumento che non sia il tuo corpo, potrai allenarti a casa, al lavoro, a scuola, sull’autobus o ovunque sia appropriato. Uno dei posti migliori dove allenarsi è il bagno, dato che c’è una buona acustica e il ritmo suonerà molto meglio.
  • Bevi un bicchiere d’acqua di tanto in tanto, per evitare che ti si secchi la bocca.
  • Allenati sempre con un ritmo costante. Cerca di tenere la stessa velocità in tutto lo schema.
  • Alcuni tipi di lucidalabbra possono aiutarti a fare beatbox per diverso tempo senza che le labbra si secchino.
  • Quando inizi a fare beatbox, o ti cimenti con un ritmo complicato, inizia ad allenarti producendo dei suoni deboli. Sarà più facile eseguire i vari suoni senza problemi. Dopo aver imparato a rispettare i tempi, potrai concentrarti sulla sonorità e sul rendere più distinti i suoni. Sarà più facile mentalmente, dato che saprai già quando fare i suoni, anche se all’inizio non si sentiranno molto.
  • Ascolta la musica di beatboxer famosi come Killa Kela, Rahzel, Speiler, Roxorloops, Black Mamba, Biz Markie, Doug E. Fresh, Matisyahu, Max B, Blake Lewis (finalista di American Idol), Bow-Legged Gorilla, o persino Bobby McFerrin (l’artista di Don't Worry Be Happy che ha creato l’intera canzone usando solo la sua voce riprodotta su tracce diverse per creare l’effetto di tanti strumenti diversi).
  • Assicurati di saper fare beatbox sia espirando che senza espirare. Ti aiuterà a cantare e a fare beatbox al tempo stesso.
  • Cerca di trovare altri beatboxer e allenatevi insieme. Sarà divertente e potrai sempre imparare cose nuove dai tuoi nuovi amici.
  • Prova a fare beatbox davanti allo specchio per controllare le espressioni del tuo volto mentre fai beatbox, e imparare quando coprirlo leggermente.
  • Prova a coprire bocca e naso per produrre un suono più forte o più acuto senza usare un microfono.

Avvertenze

  • All’inizio, probabilmente, ti sentirai un po’ goffo. Con costanza, tuttavia, ti divertirai molto e riuscirai al tempo stesso a produrre della musica fantastica.
  • Non bere caffè mentre fai beatbox, dato che tende a seccare gola e bocca. Lo stesso vale per il tè. Bevi solo acqua.
  • Assicurati di essere ben idratato prima di iniziare, perché si distingue chiaramente quando si eseguono i kick e i bass a secco. Alla fine ci prenderai la mano.
  • All’inizio cerca di limitarti, dato che i muscoli della tua faccia non saranno abituati a fare così tanto esercizio. Se senti che iniziano a farti male, prenditi una pausa.
  • La tua bocca, probabilmente, non sarà abituata a tutta questa nuova pressione. Potrebbe farti male la mascella, mentre potresti avvertire alla bocca lo stesso formicolio che si prova quando si addormentano i piedi.
  • Potresti avere il fiato corto, quindi impara a respirare nel modo corretto.

Sommario dell'ArticoloX

Per fare beatbox, esercitati partendo dalle basi di questa tecnica lasciando le labbra chiuse, in modo che passi solo un filo d'aria. Impara a inspirare dalla bocca o dal naso tra un suono e l'altro, altrimenti rischi lo svenimento. Una volta imparate le basi e la respirazione, esercitati con il microfono, tenendolo tra l'anulare e il medio mentre fai beatbox a bocca chiusa. Quando sarai diventato più bravo, aggiungi delle varianti più avanzate, come lo scratching, il jazz brush e il click roll. Per apprendere altre tecniche, ad esempio cantare e fare beatbox contemporaneamente, continua a leggere l'articolo!

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 136 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Musica

In altre lingue:

English: Beatbox, 中文: 练习节奏口技, Español: hacer beatbox, Português: Fazer Beatbox, Deutsch: Beatboxing, Русский: правильно битбоксить, Bahasa Indonesia: Beatbox, Français: faire du beatbox

Questa pagina è stata letta 61 405 volte.
Hai trovato utile questo articolo?