Scarica PDF Scarica PDF

L'effetto collaterale più comune di un ictus è la debolezza muscolare e un controllo ridotto sulla parte interessata del corpo. Di conseguenza, chi sopravvive a un ictus spesso lavora con i fisioterapisti per recuperare il controllo e la forza facendo alcuni esercizi. In questo modo il paziente può imparare a gestire la perdita di alcuni movimenti del corpo e si spera che possa recuperare una certa quantità di forza e di movimento.

Parte 1 di 6:
Esercizi di Recupero Post Ictus per le Spalle

  1. 1
    Fai esercizi che aiutino a stabilizzare la spalla. Questo tipo di esercizio rinforza i muscoli responsabili per la stabilizzazione della spalla. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Stenditi sulla schiena con le braccia lungo i lati del corpo.
    • Tieni i gomiti dritti. Solleva il braccio interessato all'altezza della spalla con la mano che punta verso il soffitto.
    • Solleva la mano verso il soffitto mentre sollevi la scapola dal pavimento.
    • Mantieni per 3-5 secondi, poi rilassa, permettendo alla scapola di tornare sul pavimento.
    • Ripeti lentamente il movimento per 10 volte. (Puoi aumentare per tante volte quante riesci a fare)
    • Abbassa il braccio e poggialo lateralmente.
  2. 2
    Prova un esercizio che rinforza le spalle. Questo esercizio rinforza i muscoli della spalla, inclusi quelli che raddrizzano il gomito. Puoi eseguire questo esercizio 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Afferra un'estremità di banda elastica con ciascuna mano mentre sei steso sulla schiena. Cerca di creare la giusta tensione che generi resistenza.
    • Per iniziare, posiziona entrambe le mani lungo l'anca non interessata, mentre tieni i gomiti dritti.
    • Sposta il braccio interessato verso l'alto in diagonale, verso l'esterno, mantenendo il gomito dritto. Il braccio non interessato dovrebbe restare lungo il lato del corpo durante l'esercizio.
    • Durante l'esercizio, assicurati di tirare la banda elastica in modo da avere resistenza.
  3. 3
    Migliora la mobilità della spalla. Questo esercizio migliora la mobilità della spalla. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Stenditi sulla schiena su una superficie rigida. Intreccia le dita, poggiando le mani sullo stomaco.
    • Solleva lentamente le braccia all'altezza delle spalle e tenendo i gomiti dritti.
    • Ritorna con le mani alla posizione di partenza, sullo stomaco.
  4. 4
    Prenditi cura della mobilità della spalla. Questo esercizio aiuta a prendersi cura della mobilità della spalla (può essere utile per chi ha difficoltà a rotolarsi nel letto). Puoi eseguire questo esercizio 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Stenditi sulla schiena su una superficie rigida. Intreccia le dita, con le mani poggiate sullo stomaco.
    • Solleva lentamente le mani direttamente sul petto, tenendo dritti i gomiti.
    • Sposta lentamente le mani a un alto e poi all'altro.
    • Piega i gomiti e riporta le mani alla posizione di partenza, sullo stomaco.
    Pubblicità

Parte 2 di 6:
Esercizi di Recupero Post Ictus per Gomiti, Mani e Polsi

  1. 1
    Fai esercizi che aiutano a rinforzare i gomiti. Questo esercizio rinforza i muscoli che raddrizzano il gomito. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Stenditi sulla schiena con le braccia lungo i lati del corpo, metti un asciugamano arrotolato sotto il gomito interessato.
    • Piega il gomito interessato e sposta la mano in alto verso la spalla. Tieni il gomito sull'asciugamano.
    • Mantieni la posizione per 10 secondi.
    • Raddrizza il gomito e mantieni per 10 secondi.
    • Ripeti lentamente da 10 a 15 volte.
  2. 2
    Sollevati con il gomito. Questo esercizio rinforza i muscoli che raddrizzano il gomito (aiuta a sollevarsi da una posizione sdraiata). Puoi eseguire questo esercizio 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Siediti su una superficie rigida. Metti l'avambraccio interessato steso su una superficie con il palmo della mano verso il basso. Posiziona un cuscino sotto il gomito.
    • Sostieni il peso sul gomito piegato, lentamente. Potresti avere bisogno di qualcuno che ti assista per poter stare in equilibrio.
    • Spingi la mano verso il basso contro il pavimento mentre raddrizzi il gomito e ti metti dritto.
    • Lentamente fai piegare il gomito mentre riporti l'avambraccio verso la superficie di appoggio.
  3. 3
    Fai esercizi focalizzati su mani e polsi. Questi esercizi migliorano la forza e il tipo di mobilità nel polso. Puoi eseguirli 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera). Sono i seguenti:
    • Esercizio 1: Tieni dei pesi con entrambe le mani. Piega i gomiti a 90°. Gira i palmi delle mani verso l'alto e verso il basso per 10 volte.
    • Esercizio 2: Tieni dei pesi con entrambe le mani. Piega i gomiti a 90°. Solleva i polsi verso l'alto e verso il basso tenendo fermi i gomiti. Ripeti per 10 volte.
    Pubblicità

Parte 3 di 6:
Esercizi di Recupero Post Ictus per le Anche

  1. 1
    Migliora il controllo delle anche. Questo esercizio migliora il controllo delle anche. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Inizia mettendo la gamba non interessata stesa sul pavimento e quella interessata piegata.
    • Solleva il piede interessato e incrocia la gamba interessata sull'altra.
    • Solleva il piede interessato e togli l'incrocio mentre lo riporti nella posizione iniziale del passaggio 2.
    • Ripeti l'incrocio e il disincrocio per 10 volte.
  2. 2
    Lavora al controllo delle anche e delle ginocchia allo stesso tempo. Questo esercizio migliora il controllo delle anche e delle ginocchia. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Inizia con le ginocchia piegate e i piedi al pavimento.
    • Fai scivolare lentamente il tallone della gamba interessata verso il basso in modo da raddrizzare la gamba.
    • Porta lentamente il tallone della gamba interessata al pavimento mentre torni nella posizione iniziale. Tieni il tallone a contatto con il pavimento per tutto l'esercizio.
    Pubblicità

Parte 4 di 6:
Esercizi di Recupero Post Ictus per Ginocchia e Gambe

  1. 1
    Prova un esercizio che ti aiuta a controllare le ginocchia. Questo esercizio migliora il controllo dei movimenti del ginocchio mentre cammini. Puoi eseguirlo 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Stenditi sul fianco non interessato con il ginocchio piegato per avere stabilità e il braccio interessato in avanti per avere sostegno.
    • Iniziando con la gamba interessata dritta, piega il ginocchio, portando il tallone verso il sedere. Ritorna alla posizione dritta.
    • Piega e raddrizza il ginocchio mantenendo dritta l'anca.
  2. 2
    Fai un esercizio per sviluppare una buona tecnica di camminata. Questo migliora lo spostamento del peso e il controllo per avere una tecnica di camminata corretta. Puoi eseguire questo esercizio 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Inizia con il ginocchio piegato, il piede a contatto con il pavimento e le ginocchia chiuse unite.
    • Solleva le anche dal pavimento.
    • Ruota lentamente le anche da un lato all'altro. Ritorna alla posizione centrale e abbassa le anche al pavimento.
    • Riposa per almeno 30 secondi e ripeti il movimento.
  3. 3
    Migliora l'equilibrio con questo esercizio. Questo migliora l'equilibrio, il controllo e lo spostamento di peso per prepararti alla camminata. Puoi eseguire questo esercizio 2 o 3 volte al giorno (di mattina, di pomeriggio e di sera).
    • Inizia mettendoti sulle mani e sulle ginocchia. Distribuisci il peso uniformemente su braccia e su gambe.
    • Dondolati in diagonale, indietro verso il tallone destro. Poi in avanti verso la mano sinistra.
    • Ripeti il movimento 10 volte. Dondolati lentamente estendendoti al massimo in ogni direzione.
    • Ritorna al centro.
    • Dondolati in diagonale verso la mano destra. Muoviti lentamente indietro in tutte le direzioni.
    Pubblicità

Parte 5 di 6:
Curare la Spasticità

  1. 1
    Devi sapere che è importante curare la spasticità prima di fare gli esercizi di recupero. Prima di fare gli esercizi di recupero post ictus, i medici raccomandano di curare i sintomi della spasticità.
    • La spasticità causa la tensione muscolare, l'incapacità di stendere, il dolore acuto, l'anormalità nella postura e il movimento incontrollabile. La spasticità è solitamente causata da un danno alla porzione di cervello (come risultato di un insufficiente afflusso di sangue) o alla spina dorsale che controllano il movimento volontario.
    • La parte del corpo interessata può iniziare a recuperare la sua forza normale e una gamma di movimenti se i trattamenti dati al paziente alleviano la spasticità.
  2. 2
    Prendi il Baclofene. Questo farmaco agisce sul sistema nervoso centrale. Rilassa i muscoli diminuendo gli spasmi muscolari, la rigidità e il dolore, e migliorando la gamma di movimenti.
    • Per gli adulti, la dose normale di Baclofene è 40-80 mg al giorno suddivisi in 4 dosi.
  3. 3
    Parla con il medico della Tizanidina. Questo farmaco blocca gli impulsi nervosi nel cervello responsabili della spasticità.
    • L'efficacia del farmaco dura solo per poco tempo, quindi è consigliabile usarlo solo quando è necessario per alleviare un forte disagio o quando è necessario completare certe attività.
    • La dosa iniziale ideale è 4 g ogni 6-8 ore. La dose di mantenimento è 8 mg ogni 6-8 ore.
  4. 4
    Valuta se prendere le Benzodiazepine. Questo farmaco agisce sul sistema nervoso centrale, rilassando i muscoli e diminuendo la spasticità per un breve periodo.
    • Il dosaggio orale varia perché le benzodiazepine possono avere diversi nomi generici. Consultati con il medico per una corretta prescrizione.
  5. 5
    Prova a prendere il dantrolene sodico. Questo farmaco blocca i segnali che fanno contrarre i muscoli e riducono il tono muscolare.
    • La dose raccomandata varia tra i 25 e i 100 mg per tre volte al giorno.
  6. 6
    Fai delle iniezioni di botox. Un'iniezione di botox attacca le terminazioni nervose e blocca il rilascio dei trasmettitori chimici che segnalano al cervello di attivare la contrazione muscolare. Questo impedisce lo spasmo muscolare.
    • Il dosaggio massimo di botox è meno di 500 unità per visita. Il botox viene dato direttamente per iniezione nei muscoli interessati.
  7. 7
    Parla con il medico delle iniezioni di fenolo. Il fenolo distrugge la conduzione nervosa che causa spasticità. Si assume per iniezione direttamente nei muscoli interessati o nella spina dorsale.
    • Il dosaggio può variare a seconda del produttore. Consultati con il medico per una corretta prescrizione.
    Pubblicità

Parte 6 di 6:
Comprendere i Benefici dell'Esercizio Fisico

  1. 1
    Comprendi che l'esercizio può migliorare il flusso sanguigno. Gli esercizi di recupero post ictus minimizzano la formazione di coaguli di sangue migliorando il flusso sanguigno verso le varie parti del corpo. Impediscono anche l'atrofia muscolare (una condizione per la quale i muscoli si rompono, diventano deboli e diminuiscono di volume).
    • Per i pazienti affetti da ictus l'atrofia muscolare è comune, perché l'area interessata non viene usata molto spesso e resta immobile a lungo. L'inattività fisica è la maggiore causa di atrofia muscolare.
    • Gli esercizi e i movimenti muscolari promuovono una buona circolazione e la distribuzione dell'ossigeno nell'area interessata, accelerando così la riparazione dei tessuti danneggiati.
  2. 2
    Sappi che l'esercizio può migliorare la massa muscolare dopo aver avuto un ictus. Esercitare la parte del corpo interessata attraverso movimenti di tirata, spinta e sollevamento stimolano la crescita muscolare e ne aumentano l'efficienza.
    • Gli esercizi regolari per le caviglie aumentano il numero di miofibrille (fibre muscolari) in ogni cella. Queste fibre contribuiscono al 20-30% alla crescita muscolare.
    • Grazie all'aumento di flusso sanguigno, le fibre muscolari ricevono più ossigeno e nutrienti, portando così un aumento della massa muscolare.
  3. 3
    Sii consapevole del fatto che l'esercizio può aiutarti a sviluppare forza muscolare. Grazie all'aumento di flusso sanguigno, ii muscoli aumentano la massa attraverso l'ossigeno in più e i nutrienti che ricevono. Un aumento della massa muscolare aumenta anche la forza muscolare.
  4. 4
    Sappi che questi esercizi possono sviluppare la forza nelle ossa. L'attività fisica con pesi fa formare nuovi tessuti ossei e questo rende le ossa più forti.
  5. 5
    Comprendi come l'esercizio possa anche aumentare la flessibilità e la gamma di movimenti. Quando fai esercizi, i legamenti e i tendini (che comprendono fibre di collagene o proteine semi elastiche) vengono stirati.
    • Lo stretching regolare dei legamenti e dei tendini aiuta a mantenere la flessibilità nelle articolazioni. La perdita di flessibilità diminuisce la gamma di movimenti delle articolazioni.
    • Questo significa che l'ampiezza e il tipo di movimento sono ridotti. L'inabilità a muovere completamente le articolazioni riduce le attività nella vita quotidiana e causa perdita di massa muscolare e di forza nelle ossa.
    Pubblicità

Consigli

  • Un ictus può portare danni al cervello. L'ictus avviene quando un coagulo di sangue si forma nell'arteria del cervello. Il coagulo di sangue può impedire o bloccare la circolazione sanguigna al cervello e influenzare sulle sue funzioni. Spostarsi con sicurezza e con facilità può essere difficile dopo aver avuto un ictus. Diversi sopravvissuti all'ictus sperimentano problemi negli spostamenti. Hanno problemi che variano dalla paralisi delle braccia o delle gambe a problemi di equilibrio. Di conseguenza, una stima del 40% dei sopravvissuti all'ictus rischia di cadere nell'anno successivo. Una corretta riabilitazione e terapia possono migliorare l'equilibrio e la capacità di muoversi.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Trattare una Cisti Sebacea infettaTrattare una Cisti Sebacea infetta
Capire Se Hai un'Intolleranza all'AlcoolCapire Se Hai un'Intolleranza all'Alcool
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Alzare il Livello di Piastrine nel Sangue in Modo NaturaleAlzare il Livello di Piastrine nel Sangue in Modo Naturale
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Capire se Hai una Neuropatia ai PiediCapire se Hai una Neuropatia ai Piedi
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Migliorare la PosturaMigliorare la Postura
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 49 756 volte
Questa pagina è stata letta 49 756 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità