Come Fare Guarire In Fretta i Tagli

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

In questo Articolo:Pulire e Fasciare la FeritaPrendersi Cura della Ferita Durante la Fase di GuarigioneStimolare una Guarigione RapidaAiutare la Ferita a Guarire con una Dieta Appropriata

Può capitare a tutti, prima o poi, di ferirsi e provocarsi un taglio sulla pelle. Non sempre è necessario rivolgersi a un medico per le cure adeguate, ma se vuoi rimanere in buona salute ed evitare il rischio di infezioni, devi fare tutto il possibile affinché la ferita guarisca più rapidamente e nel modo migliore possibile. Fortunatamente, ci sono diverse misure che puoi adottare per promuovere la cicatrizzazione e continuare a svolgere le tue normali attività di sempre. Continua a leggere per saperne di più.

Parte 1
Pulire e Fasciare la Ferita

  1. 1
    Lavati le mani. Prima di occuparti della ferita, devi essere certo che le mani siano pulite, in modo da non trasferire i batteri nel taglio. Segui tutti gli accorgimenti necessari per lavarle accuratamente e assicurarti così che siano perfettamente pulite.
    • Bagna le mani con acqua corrente pulita.
    • Versa un po' di sapone e strofina le mani tra loro finché non crei una schiuma. Assicurati di lavare tutte le parti delle mani, compreso il dorso, gli spazi tra le dita e le unghie.
    • Strofina le mani per 20 secondi. Un trucco molto diffuso per rispettare questo tempo consiste nel canticchiare "Tanti auguri a te" due volte oppure scegli una canzoncina di tuo gradimento che duri 20 secondi.
    • Risciacqua le mani sotto l'acqua corrente pulita. Evita di toccare il rubinetto con le mani quando lo apri, se puoi, e cerca di usare l'avambraccio o il gomito.
    • Tampona le mani con un panno asciutto e pulito o lasciale asciugare all'aria.
    • Se non hai a disposizione l'acqua e il sapone, usa un disinfettante per le mani che abbia almeno il 60% di alcol. Versane la quantità consigliata sulla confezione e strofina le mani finché non diventano asciutte.
  2. 2
    Ferma l'emorragia. Se si tratta di un taglio di minore entità o di un graffio, probabilmente il sanguinamento è minimo e si fermerà da solo. In caso contrario, puoi elevare la zona ferita e applicare una leggera pressione con una fasciatura sterile finché l'emorragia non si ferma.
    • Se il taglio continua a sanguinare anche dopo 10 minuti, devi rivolgerti a un medico, in quanto la ferita potrebbe essere più grave di quanto sembrava inizialmente.
    • Se il flusso di sangue è abbondante o a schizzi, potrebbe esserci un'arteria recisa. In questo caso la situazione è grave ed è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza o recarsi subito al pronto soccorso. Le zone tipiche dove è possibile una recisione dell'arteria sono l'interno della coscia, la parte interna del braccio e il collo.
    • La procedura di primo soccorso per gestire una ferita che schizza sangue, in attesa che arrivi l'ambulanza, prevede di applicare una fasciatura compressiva. Copri la ferita con un bendaggio o un panno e avvolgilo saldamente intorno alla lesione. Non stringere, però, troppo forte da bloccare la circolazione. Chiama immediatamente aiuto e un'ambulanza.
  3. 3
    Pulisci la ferita. Per evitare infezioni, devi togliere la maggiore quantità possibile di residui e batteri. Questo passaggio deve essere fatto prima di applicare qualunque tipo di fasciatura, per evitare di intrappolare i germi nella ferita.
    • Lava il taglio con acqua pulita. L'acqua corrente dovrebbe essere in grado di rimuovere gran parte della polvere, terra e residui che potrebbero trovarsi sull'area lesa.
    • Pulisci anche la zona attorno alla ferita con il sapone, evitando però che questo entri direttamente in contatto con il taglio, altrimenti potrebbe causare irritazione e infiammazione.
    • Se ti accorgi della presenza di detriti nella ferita anche dopo il lavaggio, usa delle pinzette pulite con alcol per rimuoverli.
    • Rivolgiti al medico, se rimangono tracce di sporco o residui nel taglio, che non riesci a togliere.
  4. 4
    Applica una crema o una pomata antibiotica. Questi farmaci prevengono lo sviluppo di infezioni e complicanze che potrebbero ostacolare il processo di guarigione. In farmacia e parafarmacia puoi facilmente trovare delle pomate come Cicatrene, Neosporin ed Eucerin, che non richiedono prescrizione medica.
    • Controlla le indicazioni riportate sulle confezioni prima di usare questi medicamenti, per assicurarti di non essere allergico a uno qualunque degli ingredienti.
    • Se noti uno sfogo cutaneo o un'irritazione, interrompi subito le applicazioni e rivolgiti al medico.
    • Se non riesci a procurarti una crema antibatterica o antibiotica, applica un sottile strato di vaselina, in modo da formare una barriera tra la ferita e i batteri.
  5. 5
    Copri la ferita. Se il taglio rimane scoperto, è maggiormente soggetto a contaminarsi con polvere e batteri che, a loro volta, potrebbero provocare un'infezione. Usa una garza sterile e antiaderente o un cerotto per proteggere la lesione. Assicurati che il bendaggio sia in grado di coprire completamente la ferita.
    • Se non hai a disposizione una garza o un prodotto sterile, puoi coprire la ferita con un panno di tessuto o di carta pulito fintanto che non troverai un vero e proprio bendaggio.
    • Se il taglio è davvero poco profondo e non sanguina eccessivamente, puoi usare un cerotto spray (o cerotto liquido). Questo prodotto aiuta "sigillare" la ferita e proteggerla da possibili infezioni e di solito è resistente all'acqua per diversi giorni. Applica il prodotto direttamente sulla pelle dopo avere pulito e asciugato la ferita.
  6. 6
    Determina la necessità di un intervento medico. I tagli superficiali generalmente non richiedono particolari cure mediche, a meno che non si infettino. Tuttavia, ci sono alcune circostanze in cui è opportuno rivolgersi al medico una volta pulita e medicata la ferita. Se riscontri una o più delle seguenti situazioni, non perdere altro tempo e recati immediatamente dal medico o in ospedale.
    • Il soggetto che ha subito il taglio è un bambino con meno di un anno di età. Qualsiasi tipo di ferita su un neonato con meno di dodici mesi dovrebbe essere sottoposto a cure mediche, per essere certi che non si verifichi alcuna infezione o cicatrice.
    • La ferita è profonda. Un taglio che penetra per 6 mm o più nella pelle è considerato una ferita profonda. Se la lesione è molto profonda, puoi vedere il grasso, il muscolo o l'osso esposti. Per questo tipo di tagli spesso è necessario qualche punto di sutura per guarire correttamente e prevenire infezioni.
    • La ferita è lunga. Un taglio lungo almeno 1,3 cm o più di solito richiede dei punti di sutura.
    • La ferita è molto sporca o presenta dei detriti che non riesci a togliere. Se non sei in grado di pulire al meglio il taglio, devi rivolgerti al medico per prevenire possibili infezioni.
    • La ferita si trova su un'articolazione e si apre durante il movimento. Anche questo tipo di ferita richiede dei punti di sutura per cicatrizzare nel modo adeguato.
    • Il taglio continua a sanguinare dopo 10 minuti di pressione diretta. Questo potrebbe significare che il trauma ha coinvolto anche una vena o un'arteria. Tale circostanza richiede un trattamento urgente.
    • La ferita è stata provocata da un animale. A meno che tu non sia sicuro al 100% che l'animale è stato sottoposto a tutti i vaccini previsti per legge, potresti correre il rischio di contrarre la rabbia. Pertanto la ferita dovrà essere accuratamente pulita e potrebbe essere necessario un ciclo di vaccini per prevenire la malattia.
    • Soffri di diabete. I diabetici sono più soggetti a soffrire di complicazioni a seguito di ferite, perché l'apparato circolatorio e nervoso non funzionano alla massima efficienza. Anche i tagli piccoli possono infettarsi gravemente o richiedere molto tempo per guarire. Se sei diabetico, dovresti sempre farti visitare dal medico se subisci un taglio di qualsiasi dimensione.
    • Sono trascorsi più di 5 anni dall'ultima antitetanica. Anche se i medici consigliano di farla ogni 10 anni, è necessario sottoporsi a un richiamo nei casi di ferite profonde, lacerazioni causate da un morso di animale o qualunque tipo taglio provocato da un pezzo di metallo arrugginito. Consulta il medico se sono passati più di 5 anni dall'ultimo vaccino, per diminuire il rischio di contrarre il tetano.
    • Il taglio è sul viso. Potrebbero rendersi utili dei punti di sutura o altri tipi di trattamenti per aiutare a guarire la ferita senza provocare spiacevoli inestetismi.

Parte 2
Prendersi Cura della Ferita Durante la Fase di Guarigione

  1. 1
    Cambia la medicazione regolarmente. Il sangue e i batteri presenti sulla ferita possono rimanere sulla fasciatura che quindi deve essere sostituita almeno una volta al giorno per evitare l'infezione. Valuta di cambiarla anche in qualunque altro momento della giornata, se si bagna o si sporca.
  2. 2
    Controlla se appaiono segni di infezione. Anche se pulisci a fondo la ferita e la tieni coperta per prevenire possibili infezioni, in realtà si può ugualmente infettare. Monitorala alla ricerca dei seguenti sintomi e rivolgiti al medico, se ne presenti qualcuno.
    • Aumento del dolore intorno alla lesione.
    • Arrossamento, gonfiore o calore in prossimità del taglio.
    • Drenaggio di pus dalla ferita.
    • Cattivo odore proveniente dal taglio.
    • Febbre di 37,8 °C o più che dura oltre 4 ore.
  3. 3
    Fatti visitare dal medico, se la ferita non guarisce correttamente. I tagli di solito richiedono 3-7 giorni per guarire o anche 2 settimane, se la ferita è più grave. Se ti accorgi che impiega troppo tempo a cicatrizzare, la causa potrebbe essere un'infezione o qualche altro problema. Se il taglio non mostra alcun segno di miglioramento dopo una settimana, consulta il medico.

Parte 3
Stimolare una Guarigione Rapida

  1. 1
    Mantieni la ferita umida. Una pomata antibiotica non solo è utile per evitare infezioni, ma aiuta anche a trattenere l'umidità sul taglio. Questa è una cosa positiva, perché le ferite asciutte guariscono più lentamente, mentre l'umidità permette di accelerare il processo di cicatrizzazione. Applica la pomata ogni volta che medichi e fasci la ferita. Anche quando il taglio non richiede più una fasciatura, metti ugualmente una piccola quantità di unguento per mantenere l'area umida e facilitare il recupero.
  2. 2
    Evita di togliere o grattare le croste. È abbastanza normale che si formino le croste sopra i tagli o i graffi e sono utili perché proteggono la zona durante la guarigione. Per questo motivo, non devi stuzzicarle o cercare di rimuoverle, altrimenti esponi ancora il taglio all'aria e l'organismo deve iniziare nuovamente tutto il processo di guarigione, rallentando così il recupero.
    • A volte potresti accidentalmente graffiare la crosta e il taglio potrebbe riprendere a sanguinare. Se dovesse accadere, puliscilo e medicalo fasciandolo, come faresti per qualunque altro taglio.
  3. 3
    Togli il cerotto lentamente. Sebbene spesso si dica che è meglio strappare i cerotti con un gesto rapido, in questa circostanza, però, potresti rallentare il processo di guarigione della tua ferita; infatti, se tiri il cerotto troppo in fretta, puoi strappare anche la crosta e riaprire la ferita, dovendo riavviare di nuovo il processo di cicatrizzazione. Per questo motivo, è importante togliere il cerotto lentamente. Per facilitare questa operazione, puoi immergere la zona interessata in acqua calda per allentare il cerotto e rendere la rimozione meno dolorosa.
  4. 4
    Evita di usare degli antisettici troppo forti sulle ferite minori. L'alcol, l'acqua ossigenata, la tintura di iodio e i saponi particolarmente aggressivi possono irritare e infiammare la ferita, rallentando di conseguenza il recupero, oltre al possibile rischio di cicatrici. Per i tagli e i graffi di lieve entità è sufficiente acqua pulita, un sapone neutro e una pomata antibiotica.
  5. 5
    Assicurati di dormire adeguatamente. Il corpo guarisce durante il sonno e, se non dormi a sufficienza, la ferita può richiedere molto più tempo per recuperare al meglio. Inoltre, il sonno è fondamentale per mantenere un sistema immunitario forte, in grado di prevenire le infezioni mentre la ferita si chiude. Prefiggiti di dormire tutta la notte, se vuoi aiutare la tua ferita a guarire in modo rapido ed efficiente.

Parte 4
Aiutare la Ferita a Guarire con una Dieta Appropriata

  1. 1
    Mangia 2 o 3 porzioni di proteine ogni giorno. La proteina è un elemento indispensabile per la crescita della pelle e dei tessuti. Mangiandone 2 o 3 porzioni quotidiane stimoli e favorisci la guarigione delle ferite. Alcune buone fonti di proteine sono:
    • Carne e pollame.
    • Fagioli.
    • Uova.
    • Prodotti lattiero-caseari come latte, formaggio e yogurt, soprattutto quello greco.
    • Prodotti derivati dalla soia.
  2. 2
    Aumenta l'apporto di grassi. I grassi sono essenziali per la formazione delle cellule, quindi, in questo momento, ne hai bisogno più del solito per consentire alla ferita di guarire in modo rapido ed efficiente. Assicurati però che si tratti di grassi polinsaturi e monoinsaturi, ossia "grassi buoni". Quelli saturi presenti nel cibo spazzatura non aiutano a guarire la ferita e, anzi, provocano altri problemi di salute.
    • Le fonti di "grassi buoni" ideali per il tuo organismo sono le carni magre, gli oli vegetali come quello di semi di girasole o di oliva e i prodotti lattiero-caseari.
  3. 3
    Mangia ogni giorno i carboidrati. Questi elementi nutritivi sono importanti perché l'organismo li elabora per produrre energia. Senza di essi il corpo abbatte le sostanze nutrienti come le proteine per ottenere l'energia di cui ha bisogno. Questo può rallentare il processo di guarigione, perché le proteine e i grassi vengono sottratti al processo di guarigione della ferita. Puoi prevenire questo inconveniente mangiando ogni giorno cereali, pane, riso e pasta.
    • Scegli anche i carboidrati complessi oltre quelli semplici. Quelli complessi vengono digeriti più lentamente e provocano dei picchi glicemici inferiori. Gli alimenti che contengono carboidrati complessi, come il pane, i cereali e la pasta integrali, le patate dolci e l'avena, di solito sono anche più ricchi di fibre e proteine.
  4. 4
    Assicurati di assumere un'adeguata quantità di vitamina A e C. Entrambe queste vitamine favoriscono la guarigione delle ferite stimolando la crescita cellulare e combattendo l'infiammazione; inoltre riducono il rischio di infezione quando il taglio è ancora recente.
    • Le fonti di vitamina A includono patate dolci, spinaci, carote, aringhe, salmone, uova e latticini.
    • Tra le principali fonti di vitamina C ricordiamo le arance, peperoni gialli, verdure di colore verde scuro e i frutti di bosco.
  5. 5
    Inserisci lo zinco nella tua alimentazione. Questo minerale aiuta a sintetizzare le proteine e a sviluppare il collagene, accelerando la guarigione delle ferite. Mangia carni rosse, cereali arricchiti e frutti di mare per assumere abbastanza zinco.
  6. 6
    Mantieniti idratato. Bevi a sufficienza per migliorare la circolazione; un buon flusso sanguigno è indispensabile per portare i nutrienti essenziali alla zona della ferita. L'acqua inoltre aiuta il corpo a eliminare le tossine, contribuendo così a prevenire possibili infezioni.

Avvertenze

  • Rivolgiti al medico per chiedere consigli prima di apportare dei cambiamenti radicali alla tua alimentazione. Se soffri di qualche patologia preesistente o stai seguendo una dieta che ti è stata prescritta, rischi di provocare danni all'organismo, se non vieni seguito da un medico.
  • Chiama i servizi di emergenza o recati al pronto soccorso se il taglio continua a sanguinare anche dopo 10 minuti, se ci sono dei detriti che non riesci a togliere oppure se la ferita è profonda e lunga.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Categorie: Incidenti & Ferite

In altre lingue:

English: Make Cuts Heal Faster, Français: faire cicatriser une coupure rapidement, Español: hacer que una herida sane rápido, Deutsch: Schnittwunden schneller heilen, Português: Fazer um Corte Sarar mais Rapidamente, Русский: сделать так, чтобы порезы заживали быстрее, Nederlands: Wondjes sneller laten genezen, العربية: مساعدة الجروح على الالتئام في وقت أسرع, Bahasa Indonesia: Membuat Luka Cepat Sembuh, 한국어: 베인 상처 빨리 낫는 법, ไทย: ทำให้แผลหายเร็วขึ้น, Tiếng Việt: Vết cắt mau lành

Questa pagina è stata letta 40 418 volte.
Hai trovato utile questo articolo?