Scarica PDF Scarica PDF

In questo articolo imparerai come, con un po' di dedizione, puoi fare immersioni in apnea fino a 30 metri sotto il livello dell'acqua.

Passaggi

  1. 1
    Cronometra e tieni nota per quanto tempo riesci a trattenere il resipiro mentre sei sott'acqua.
  2. 2
    Calcola la frequenza delle pulsazioni appoggiando le dita indice e medio insieme all'interno del polso o sul lato del collo. Fai una leggera pressione, aspetta qualche secondo e sentirai un leggero battito: conta quanti ne senti per un paio di minuti; dividi il numero per 2 ed otterrai la tua frequenza del cardiaca al minuto. Annota questo dato per riferimenti futuri.
  3. 3
    Scopri quanti metri riesci ad andare sott'acqua mentre trattieni il respiro in un colpo solo. E' importante fare questo passaggio con qualcuno, nel caso si verificasse qualche problema. Annota quant'è questa profondità.
  4. 4
    Fai esercizi di respirazione: inspira adagio e profondamente per 5 secondi ed espira per altri 10-15 secondi. ATTENZIONE: se inspiri ed espiri per lo stesso numero di secondi, andrai in iperventilazione e potresti svenire. Dopo aver fatto diversi cicli di respiri, resta fermo e chiedi a qualcuno di misurarti la frequenza cardiaca.
  5. 5
    Continua ad esercitare il respiro fino a quando il numero dei battiti al minuto sarà inferiore a 80. Solo dopo potrai continuare con il passaggio seguente.
  6. 6
    Prova ad andare sott'acqua, con un respiro profondo, nello stesso posto dove hai fatto la precedente immersione. Se la prima volta avevi raggiunto 2-3 metri, prova a scendere fino a 5; se eri sceso di 3-6 metri prova ad arrivare a 7-8; se eri andato oltre 9 metri, prova ad aggiungerne altri 3.
  7. 7
    Ripeti più volte il passaggio precedente. Il battito cardiaco dovrebbe portarsi al di sotto di 60, dopo più o meno un mese di pratica. Prova usando delle pinne e verifica fino a che distanza riesci a nuotare.
  8. 8
    Fai pratica dando dei colpi con le gambe lenti e profondi, utilizzando le pinne più lunghe che riesci a trovare e vedrai che, col tempo, scenderai più velocemente (sono pinne specifiche per l'immersione in apnea).
  9. 9
    Prova a stare sott'acqua per 1 minuto e a riemergere per 1 altro minuto, così da far uscire l'anidride carbonica dai tuoi polmoni.
  10. 10
    Usa un sasso per contrastare il galleggiamento.
    Pubblicità

Consigli

  • Le pinne più lunghe sono più difficoltose da gestire, ma danno maggiori risultati (più potenza e velocità).
  • Avrai bisogno di fare compensazione oltre i 3 metri di profondità. E' sufficiente chiudere il naso con le dita e provare a mandare fuori aria dal naso stesso. Fallo più volte, soprattutto nei primi metri di discesa, quando la pressione varia molto facilmente. Durante l'emersione, l'orecchio interno si stabilizzerà automaticamente. ATTENZIONE: NON immergerti in profondità se senti freddo o se hai difficoltà a compensare. I danni che ne possono derivare sono molto seri e potrebbero rovinare gravemente e in modo permanente i timpani.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non inperventilare! Soprattutto poco prima di immergerti, perché causerebbe una diminuzione di anidride carbonica (CO2) nel tuo sistema circolatorio. I livelli di CO2 sono quelli che scatenano la respirazione quando trattieni il respiro. Eliminare troppa CO2 prolungherebbe il periodo di richiesta di inspirazione e potresti trattenere il respiro più a lungo MA, non aumentando il livello di ossigeno, ti renderebbe più vulnerabile a svenimenti durante la risalita! Fai quindi molta attenzione a NON iperventilare.
  • Andando olte i 6 metri di profondità, si crea nei polmoni una compressione tale che potrebbe risultare molto difficile risalire in superficie.
  • Non fare mai immersioni durante la notte o in una zona con forti correnti. Le correnti potrebbero, infatti, portarti troppo in profondità ed imprimere una forza eccessiva, con gravissime conseguenze.
  • Non fare immersioni se hai problemi di cuore o ai polmoni.
  • Non prendere medicinali per pulire il naso, perché il muco potrebbe tornare e rendere difficile la compensazione nell'ascesa.
  • Non fare immersioni da solo. Assicurati di essere sempre con qualcuno che ti possa aiutare in caso si verificassero problemi.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 23 721 volte
Categorie: Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 23 721 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità