Come Fare Manutenzione alla Piscina

Se quando nuoti in piscina gli occhi bruciano, la pelle si secca e l'acqua è meno cristallina, allora probabilmente non stai facendo una buona manutenzione.

Passaggi

  1. 1
    Mantieni i livelli di cloro a 1 - 3 ppm. Il cloro deve essere aggiunto continuamente all'acqua della piscina, perché quando si mescola con i contaminanti organici diventa inattivo; il suo scopo è proprio quello di uccidere questi contaminanti. Il cloro deve essere aggiunto gradualmente; non dovrebbe mai essere scaricato direttamente in acqua; i bastoncini o le compresse non devono mai essere semplicemente inseriti nello skimmer, altrimenti passano attraverso l’impianto idraulico quando sono ancora altamente concentrati scorrendo nelle tubature e le attrezzature. I galleggianti o gli alimentatori automatici di cloro sono la scelta migliore per renderlo efficace e per aggiungerlo gradualmente e in sicurezza.
  2. 2
    Controlla il pH. Il pH è l'acidità o l’alcalinità relativa dell’acqua. I livelli di pH della piscina devono essere compresi tra 7,6 e 7,8. Se il livello è troppo basso, l'acqua diventa corrosiva e si possono riscontrare danni alle apparecchiature. Se è troppo alto, si forma il calcare sulle piastrelle. L’acqua che non ha un pH equilibrato può anche danneggiare il disinfettante, quindi diventa necessario sempre più cloro per mantenere la piscina pulita. La maggior parte delle informazioni che trovi in internet o che ti possono essere fornite, indica di mantenere il pH compreso tra 7,6-7,4. Questi dati però si basano su un indice usato per i sistemi idrici pubblici, non per le piscine.
  3. 3
    Controlla l'alcalinità. Le sostanze alcaline disciolte nell’acqua aiutano a equilibrare il pH e a renderne i livelli più resistenti al cambiamento. I livelli di alcalinità dovrebbero essere tra 80 e 120 ppm (che sta per "parti per milione"). Se sono troppo bassi, l'acqua della piscina continua ad alternare i livelli di pH da bassi ad alti danneggiando l’attrezzatura. Se invece sono troppo alti diventa molto difficile regolare i livelli di pH quando sarà necessario cambiarli.
  4. 4
    Controlla la durezza dell’acqua una volta all'anno. Il calcio può anche causare corrosione, acqua torbida e accumulo di sostanze sgradevoli nella piscina. I livelli di calcio devono essere tra 150 e 250 ppm. Di solito non è difficile cambiarli se sono fuori range; controllali una volta l'anno, porta un campione di acqua a un laboratorio o semplicemente contatta la società idrica locale e informati sulla durezza dell'acqua.

Consigli

  • Usa il tuo naso. Se l'acqua della piscina puzza come se ci fosse troppo cloro, probabilmente non ne ha abbastanza. In un primo momento questo può sembrare illogico, ma è così. Quando aggiungi cloro all'acqua a volte parte di esso rimane "libero" o "disponibile" per fare il suo lavoro e disinfettare, mentre una parte si unisce all’ammoniaca e ad altre molecole, formando un cloro "combinato", o "clorammine". Se mantieni l'aggiunta di cloro, alla fine arrivi a quello che viene definito come "punto di rottura"; da quel momento ogni ulteriore aggiunta di cloro comporta solo un aumento di cloro libero (cioè quello attivo per disinfettare). E questo è ciò che vuoi ottenere! Il cloro libero è inodore, mentre quello combinato puzza. Quindi aggiungi e non togliere il cloro all’acqua! Vedi le indicazioni dei produttori degli additivi che consigliano di fare il trattamento "shock" alla piscina.

Avvertenze

  • Non dimenticare di testare regolarmente l’acqua. In questo modo hai tutto sotto controllo e non ti troverai all’improvviso con una piscina verde.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Casa & Giardino

In altre lingue:

English: Maintain Your Swimming Pool, Español: mantener una piscina, Русский: обслуживать бассейн, Português: Cuidar da Sua Piscina, Français: entretenir une piscine, العربية: الحفاظ على حمام السباحة

Questa pagina è stata letta 3 069 volte.

Hai trovato utile questo articolo?