Scarica PDF Scarica PDF

Quando tuo figlio piccolo ha la febbre, in particolare se è ancora un neonato, può sembrare la cosa peggiore del mondo. Potresti sentirti impotente e non sapere cosa fare per aiutarlo, ma in realtà è possibile farlo stare meglio in diversi modi, soprattutto se è abbastanza grande da poter prendere medicinali antipiretici. Non esitare a chiamare il pediatra per chiedere consigli o anche solo per ricevere rassicurazioni. In questo articolo abbiamo risposto ad alcune tra le domande più frequenti dei lettori su come affrontare il problema.

Parte 1
Parte 1 di 6:
Devo chiamare il medico se un neonato ha la febbre?

  1. 1
    Sì, portalo subito dal dottore. Per i bambini che hanno meno di 3 mesi non è indicato provare ad abbassare la febbre a casa; contatta immediatamente il pediatra se la febbre supera i 38 °C. Nel caso il suo studio sia chiuso, non esitare a portare tuo figlio al pronto soccorso.[1]
    • Il medico esaminerà il bambino e prescriverà la terapia più adatta a lui.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 6:
Come si abbassa la febbre in un lattante?

  1. 1
    Puoi dargli degli antipiretici se ha più di 3 mesi. È indubbiamente difficile guardare tuo figlio combattere con la febbre, ma i medicinali giusti possono abbassare la temperatura e dargli sollievo. Se il pediatra raccomanda la somministrazione di farmaci, puoi dargli il paracetamolo o l'ibuprofene. Ecco alcune dosi:[2]
    • Paracetamolo pediatrico in sciroppo: somministrane 1,25 ml se il bambino pesa tra i 5 e gli 8 kg, oppure 2,5 ml se pesa tra gli 8 e i 10 kg.
    • Ibuprofene pediatrico in sciroppo: somministrane 2,5 ml se il bambino pesa tra i 5 e gli 8 kg, oppure 3,75 ml se pesa tra gli 8 e i 10 kg.
    • Ibuprofene pediatrico in gocce: somministrane 1,25 ml se il bambino pesa tra i 5 e gli 8 kg, oppure 1,875 ml se pesa tra gli 8 e i 10 kg.

Parte 3
Parte 3 di 6:
Come posso far scendere la febbre in modo naturale?

  1. 1
    Fallo bere molto per mantenerlo idratato. Il suo organismo sta lottando per regolare la temperatura corporea e ha bisogno di molti liquidi per poterlo fare! Se il bambino ha meno di 6 mesi, dagli tutto il latte materno o artificiale che riesce a prendere; se è più grande, puoi incoraggiarlo a bere offrendogli succhi di frutta diluiti, oltre all'acqua. Coccolalo mentre lo allatti o lo imbocchi; lo aiuterai a sentirsi più tranquillo.[3]
    • È fondamentale prevenire la disidratazione quando il bambino ha la febbre; incoraggiarlo a bere, anche per un minuto o due, può aiutarlo a reintegrare i liquidi necessari e farlo stare meglio.
  2. 2
    Fagli un bagno tiepido per abbassare la temperatura. Versa nella sua vaschetta da bagno circa 5 cm di acqua, a una temperatura tra i 32 e i 35 °C, quindi adagia il bambino all'interno. Sostienilo mentre spruzzi l'acqua tiepida sulle braccia, le gambe e la pancia. Per aiutarlo a rilassarsi, puoi cantare o parlargli dolcemente.[4]
    • Non allontanarti mai mentre il bimbo è nella vasca; se non è ancora in grado di tenere su la testa in autonomia, non dimenticare di sostenergli il collo.
    • Un bagno freddo può sembrare una buona idea, ma in realtà può causare uno shock all'organismo; se il bambino comincia a tremare troppo, la temperatura si alzerà anziché abbassarsi.[5]
    Pubblicità

Parte 4
Parte 4 di 6:
Quali sono i livelli di gravità della febbre nei lattanti?

  1. 1
    Una temperatura rettale compresa tra i 38 e i 39 °C è una febbre bassa. La temperatura normale nei bambini fino ai 3 anni si aggira intorno ai 37-38 °C, quindi quando è di poco superiore a questo intervallo non è preoccupante. Di solito non c'è bisogno di intervenire per farla passare, poiché indica che il sistema immunitario sta reagendo come dovrebbe.[6]
    • È però importante misurare di frequente la temperatura, per controllare che non diventi troppo alta.
    • Quando il bambino ha la febbre, è normale che sia più irritabile e desideroso di attenzioni del solito; fagli tante coccole per aiutarlo a sentirsi meglio.
  2. 2
    Una temperatura rettale compresa tra i 39 e i 40 °C è una febbre normale per i bambini sopra i 3 mesi. Può sembrare alta, ma indica semplicemente che il suo corpo sta combattendo con efficacia contro qualunque cosa abbia attaccato l'organismo. Per dargli sollievo, puoi somministrargli del paracetamolo, dosandolo in base all'età e al peso.[7]
    • Controlla se compaiono altri sintomi e da quanto tempo il bambino ha la febbre: nel caso dovessi chiamare il medico o un numero di emergenza, ti chiederebbero dettagli al riguardo.
  3. 3
    Una temperatura rettale che supera i 40 °C è considerata febbre alta. Può essere particolarmente preoccupante: il bambino può apparire letargico o comunque comportarsi in modo insolito. Contatta immediatamente il medico o recati al pronto soccorso, soprattutto se la temperatura supera i 41 °C. Il personale medico potrà stabilire la causa della febbre e, se necessario, somministrare liquidi al bambino per idratarlo.[8]
    • È essenziale che il bimbo riceva cure mediche se ha la febbre molto alta: se lo studio del pediatra è chiuso, non esitare a portarlo in ospedale.
    Pubblicità

Parte 5
Parte 5 di 6:
Come devo vestirlo quando ha la febbre?

  1. 1
    Vestilo con abiti leggeri per non intrappolare il calore. Non soffocarlo con diversi strati di vestiti o avvolgendolo in una coperta: mettigli solo una tutina di un materiale traspirante, come il cotone. Un singolo capo di vestiario largo e comodo lo farà stare molto meglio rispetto a diversi strati pesanti.[9]
    • Se noti che sta sudando molto, cambiagli subito i vestiti; avere un tessuto bagnato di sudore a contatto con la pelle può fargli sentire freddo.
    • Se comincia a tremare, vuol dire che sta sentendo freddo; a quel punto puoi coprirlo con un lenzuolo o una coperta leggera, ma resisti all'impulso di mettergli abiti più pesanti, perché il calore potrebbe essere eccessivo.

Parte 6
Parte 6 di 6:
Quando devo portarlo dal medico?

  1. 1
    Chiama il dottore se tuo figlio è un neonato e ha la febbre. Una temperatura maggiore di 38 °C in un bambino che ha meno di 3 mesi è un segnale di allarme. Non esitare a contattare il pediatra, anche se non si sono manifestati altri sintomi.[10]
    • Probabilmente il medico ti chiederà di portare il bambino nel suo studio per poterlo visitare ed escludere altre eventuali patologie.
  2. 2
    Contatta il pediatra se tuo figlio ha un'età compresa tra i 3 e i 6 mesi e ha la febbre a 39 °C. Se la febbre è bassa e il bambino si comporta normalmente, limitati a tenere sotto controllo la temperatura e a farlo stare comodo; se però comincia a mostrare segni di irritabilità o sembra insolitamente stanco, chiama il medico. Tienilo in braccio, coccolalo o cantagli qualche canzone per tenerlo tranquillo mentre consulti il pediatra.[11]
    • Il medico potrebbe chiederti di fargli visitare il bambino o darti direttamente istruzioni in merito alla terapia.
  3. 3
    Richiedi assistenza medica se la temperatura non scende dopo un giorno. Se il bambino ha più di 6 mesi e una febbre superiore a 39 °C, puoi provare a far scendere la temperatura con il paracetamolo o l'ibuprofene; se però la febbre persiste per oltre un giorno o compaiono altri sintomi, come diarrea, tosse o vomito, chiama il medico.[12]
    • Dovresti contattare il pediatra anche nel caso in cui il bambino abbia una febbre bassa, ma che dura da più di tre giorni.
    Pubblicità

Consigli

  • Usa un termometro rettale per misurare la temperatura nel modo più accurato possibile; in alternativa puoi usare un termometro orale. Entrambi sono metodi più precisi rispetto al prendere la temperatura ascellare. Tieni però presente che la temperatura rettale è un po' più alta di quella orale, mentre quella ascellare tende a essere inferiore a entrambe.[13]
Pubblicità

Avvertenze

  • È normale spaventarsi quando un bambino molto piccolo ha la febbre, quindi non esitare a consultare il pediatra: oltre a darti indicazioni specifiche per la salute di tuo figlio, potrà rassicurarti se il problema non è grave.
  • Non dargli l'aspirina per abbassare la febbre: la somministrazione di acido acetilsalicilico nei bambini è stata associata alla sindrome di Reye, che può danneggiare gravemente il sistema nervoso.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Addormentare un Bambino con il Metodo di Tracy HoggFar Addormentare un Bambino con il Metodo di Tracy Hogg
Calmare un Bambino AutisticoCalmare un Bambino Autistico
Pulire un Pene dopo una CirconcisionePulire un Pene dopo una Circoncisione
Aumentare il Peso dei BambiniAumentare il Peso dei Bambini - Consigli dagli Esperti di wikiHow
Fare in modo che un Neonato faccia il RuttinoFare in modo che un Neonato faccia il Ruttino
Preparare un Omogeneizzato di Pollo per un NeonatoPreparare un Omogeneizzato di Pollo per un Neonato
Capire se il Piccolo sta Mettendo i DentiCapire se il Piccolo sta Mettendo i Denti
Limitare i Comportamenti Aggressivi nei Bambini Affetti da AutismoLimitare i Comportamenti Aggressivi nei Bambini Affetti da Autismo
Dare una Routine al tuo NeonatoDare una Routine al tuo Neonato
Far Passare il Singhiozzo a un NeonatoFar Passare il Singhiozzo a un Neonato
Sbarazzarsi del Mughetto nei NeonatiSbarazzarsi del Mughetto nei Neonati
Rendere il Latte Materno più NutrienteRendere il Latte Materno più Nutriente
Sapere che cosa può Succedere alla Pelle di un NeonatoSapere che cosa può Succedere alla Pelle di un Neonato
Applicare una Crema per il Cambio del PannolinoApplicare una Crema per il Cambio del Pannolino
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Staff di wikiHow - Redazione
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 8 733 volte
Questa pagina è stata letta 8 733 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità