Stai considerando la possibilità di sottoporti a un intervento di vasectomia, ma ti preoccupa il pensiero di come potrebbe condizionare la tua vita sessuale? La buona notizia è che si tratta di un'operazione chirurgica veloce, dalla quale i pazienti si riprendono completamente nel giro di una settimana. È assolutamente normale porsi delle domande sulla procedura e su cosa succede dopo, quindi consulta questo articolo per sapere cosa aspettarti.

Question 1 di 8:
Quanto tempo devi aspettare dopo la vasectomia prima di poter eiaculare?

  1. 1
    Dovresti attendere almeno 3 giorni prima di fare sesso. In genere, il recupero dall'intervento di vasectomia è rapido. Durante i primi giorni potresti avvertire dolore, gonfiore e sensibilità, ma se mantieni il sito dell'incisione asciutto e pulito e per le prime 48 ore eviti di sollevare carichi pesanti o fare attività che richiedono sforzi eccessivi, il terzo giorno sarai nelle condizioni di avere rapporti sessuali ed eiaculare. Se per allora non hai alcun disagio, dovrebbe essere tutto a posto![1]
    • Tieni presente che la vasectomia non ha un effetto immediato. La partner potrebbe ancora rimanere incinta per le prime 15-20 eiaculazioni dopo l'intervento. Quindi, evita rapporti sessuali non protetti finché il medico non ti conferma che nel liquido seminale non ci sono spermatozoi.[2]
  2. 2
    Consulta il medico per assicurarti che non vi siano controindicazioni prima di fare sesso. Anche se il recupero dalla vasectomia è generalmente abbastanza rapido, ogni situazione e ogni persona è diversa. Il medico potrebbe consigliarti di aspettare all'incirca una settimana prima di fare sesso in modo da escludere eventuali complicazioni. Per sicurezza, consultalo per sapere se puoi riprendere i rapporti sessuali nelle tue condizioni senza compromettere il processo di guarigione.[3]
    • Hai bisogno di riposo per riprenderti dall'intervento di vasectomia. Per alcuni giorni, evita di fare attività fisica e applica il ghiaccio a intervalli di tempo sull'area interessata per alleviare il disagio.[4]
    • Evita i rapporti sessuali e durante la prima settimana non sollevare carichi più pesanti di 4,5 kg. Non assumere anticoagulanti, come l'aspirina, nei primi giorni dopo l'intervento.[5]
    • Puoi indossare un sospensorio aderente in modo da fornire supporto allo scroto.
    Pubblicità

Question 2 di 8:
Fa male eiaculare dopo la vasectomia?

  1. No, l'eiaculazione non dovrebbe essere dolorosa dopo l'operazione. Una volta guarito, non dovresti notare alcuna differenza né provare dolore durante l'eiaculazione. Tuttavia, se a seguito dell'intervento sei ancora gonfio o sensibile, le contrazioni muscolari coinvolte nell'eiaculazione potrebbero risultare fastidiose. Se invece ti sei completamente ripreso, non dovresti sentire alcun dolore.[6]

Question 3 di 8:
Dopo la vasectomia è possibile avere organismi?

  1. Certo! In realtà, una volta guarito dall'intervento, non noterai alcuna differenza nel piacere sessuale e neanche nella funzionalità degli organi genitali. Sarai in grado di raggiungere l'orgasmo proprio come facevi prima di operarti. L'unica cosa che cambia è che non produrrai sperma quando eiaculi. Quindi, se temi di non riuscire a raggiungere l'orgasmo, non preoccuparti! Entro una settimana dalla vasectomia tornerai in ottima forma.[7]
    Pubblicità

Question 4 di 8:
Il sesso migliora dopo la vasectomia?

  1. Sarà uguale, ma più divertente. L'unica cosa che cambia con la vasectomia è che, quando eiaculi, non c'è sperma. Ma se il tuo obiettivo (e quello della tua partner) era di prevenire gravidanze non desiderate, potreste finire per avere rapporti sessuali più frequenti e scoprire che sono persino più appaganti.[8]

Question 5 di 8:
Le mie prestazioni migliorano in termini di durata?

  1. La verità è che niente cambia con la vasectomia. Certo, non produci sperma quando eiaculi, ma per quanto riguarda la vita sessuale, compresa la durata dell'atto, tutto è uguale a prima. Sarai comunque in grado di avere rapporti piacevoli, eiaculare e sentire tutto come sempre.[9]
    Pubblicità

Question 6 di 8:
C'è un calo del desiderio sessuale dopo la vasectomia?

  1. No, ti sentirai esattamente come prima di operarti. La procedura consiste semplicemente nel bloccare i dotti deferenti in modo da impedire agli spermatozoi di unirsi al liquido seminale e uscire dal corpo. Questo è tutto! Nient'altro viene toccato. Avrai ancora gli stessi livelli di testosterone e lo stesso desiderio sessuale di prima.[10]

Question 7 di 8:
Quanto tempo ci vuole per ottenere gli effetti desiderati?

  1. 1
    Di solito sono necessarie circa 15-20 eiaculazioni per eliminare lo sperma rimanente. Dopo l'intervento di vasectomia avrai ancora una discreta quantità di sperma che, teoricamente, potrebbe causare una gravidanza. A guarigione completa, potrai tornare ad avere una normale attività sessuale. Tuttavia, devi aspettare almeno 15 eiaculazioni per essere sicuro di eliminare il resto dello sperma.[11]
  2. 2
    Per sicurezza, fai esaminare un campione di sperma dopo 2-3 mesi. L'unico modo per avere la certezza di non secernere più spermatozoi è quello di far analizzare un campione. In realtà, il medico stesso potrebbe fissare una visita in cui gli fornirai l'esito di questi esami affinché si sinceri che l'operazione sia andata a buon fine. Una volta analizzato il liquido seminale e confermato che non contiene spermatozoi, sarà tutto a posto![12]
    Pubblicità

Question 8 di 8:
Dove va a finire lo sperma dopo la vasectomia?

  1. Viene riassorbito dal corpo. In realtà la vasectomia non impedisce ai testicoli di produrre lo sperma. Infatti, questo intervento non interessa i testicoli, motivo per cui non altera nemmeno la produzione di testosterone. Quando i dotti deferenti vengono tagliati, gli spermatozoi non possono più raggiungere l'esterno attraverso l'eiaculazione. Alla fine, vengono semplicemente riassorbiti. Non te ne accorgerai nemmeno.[13]

Consigli

  • Solitamente, l'intervento di vasectomia è rapido e il paziente guarisce completamente in meno di una settimana. Se sei preoccupato o nervoso, consulta il medico per capire quanto sicura e semplice sia tale procedura.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non fare sesso e non eiaculare se dopo l'operazione senti ancora dolore o sei sensibile. Rischi di compromettere il processo di guarigione.[14]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Incrementare l'EiaculazioneIncrementare l'Eiaculazione
Pulire il PenePulire il Pene
Mettere il Preservativo su un Pene con il PrepuzioMettere il Preservativo su un Pene con il Prepuzio
Fermare una ErezioneFermare una Erezione
Liberarsi di un'Erezione IndesiderataLiberarsi di un'Erezione Indesiderata
Incrementare il Volume dello SpermaIncrementare il Volume dello Sperma
Fare gli Esercizi per il Muscolo PubococcigeoFare gli Esercizi per il Muscolo Pubococcigeo
Capire se Hai l'EpididimiteCapire se Hai l'Epididimite
Controllare l'Eiaculazione PrecoceControllare l'Eiaculazione Precoce
Curare un IdroceleCurare un Idrocele
Riconoscere l'Infertilità MaschileRiconoscere l'Infertilità Maschile
Aumentare le Dimensioni del Pene con le ErbeÈ possibile Aumentare le DImensioni del Pene con le Erbe? Realtà vs Finzione
Indossare un SospensorioIndossare un Sospensorio
Alleviare la Congestione ai Testicoli (Blue Balls)Alleviare la Congestione ai Testicoli (Blue Balls)
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Robert Dhir, MD
Co-redatto da:
Urologo e Chirurgo Iscritto all'Albo
Questo articolo è stato co-redatto da Robert Dhir, MD. Il Dottor Robert Dhir è un urologo e chirurgo iscritto all’albo. È il fondatore del centro HTX Urology a Houston, Texas. Con oltre 10 anni di esperienza, la competenza del Dottor Dhir comprende trattamenti minimamente invasivi per l'ingrossamento della prostata (UroLift), calcoli renali, chirurgia dei tumori urologici e salute maschile (disfunzione erettile, basso livello di testosterone e infertilità). "HTX Urology" è stato nominato "Centro di Eccellenza" per la procedura UroLift e, utilizzando la sua "Wave Therapy" brevettata, il Dottor Dhir è un pioniere nell’ambito delle procedure non chirurgiche per il trattamento della disfunzione erettile. Si è laureato in Medicina alla Georgetown University e ha ricevuto riconoscimenti nei suoi studi di preparazione alla facoltà di medicina, urologia, ortopedia e oftalmologia. Oltre a completare un internato in chirurgia generale, è stato capo degli specializzandi durante il suo internato come urologo e chirurgo alla University of Texas di Houston/MD Anderson Cancer Center. È stato votato "Top Doctor" in Urologia nel 2018 e nel 2019 e uno dei tre migliori urologi di Houston nel 2019 e nel 2020. La rivista "Texas Monthly" lo ha inserito nella lista dei "Texas Super Doctors Rising Stars" nel 2019 e nel 2020.
Categorie: Salute Uomo
Questa pagina è stata letta 6 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità