Come Fare il Panko (Pangrattato Giapponese)

Il panko, cioè il pangrattato giapponese, ha una consistenza granulosa e croccante. Queste sue caratteristiche fanno in modo che sia particolarmente amato dagli chef per impanare la carne o il pesce, ottenendo una panatura più leggera e croccante rispetto a quella del pangrattato normale. Il panko reperibile in commercio viene prodotto seguendo un procedimento complicato: come è stato descritto da un produttore, viene ricavato da un impasto ad alto contenuto proteico con tripla lievitazione, cotto per mezzo dell'energia elettrica allo scopo di evitare la formazione di una crosta [1]. È una procedura un po' ambiziosa per un semplice progetto casalingo, ma è possibile ottenere un risultato abbastanza simile all'originale usando una normalissima pagnotta e il forno. Il segreto è creare delle scaglie grossolane, anziché una polvere fine.

Passaggi

  1. 1
    Elimina la crosta da una pagnotta rafferma. Il pangrattato giapponese viene usato specialmente per la sua consistenza e le sue proprietà assorbenti, non per il suo sapore, ragion per cui viene spesso creato con del pane bianco dal gusto delicato. In ogni caso, puoi utilizzare qualsiasi tipo di pane tu abbia a disposizione. La pagnotta dovrebbe essere vecchia di uno o due giorni, in modo che si sbricioli con facilità senza però essere stantia [2]. Taglia la crosta da tutti i lati.
    • Il panko bianco, ricavato dal pane senza crosta, è il più diffuso. Per ottenere un pangrattato leggermente abbrustolito, invece, puoi lasciare la crosta.
    • Se il pane è ancora fresco, taglia la crosta e lascialo seccare sul piano di lavoro della cucina per un giorno.
  2. 2
    Sbriciola il pane per ottenere delle scaglie grossolane. La differenza sostanziale fra il pangrattato giapponese e quello normale è data dalla consistenza grossolana del panko. Esistono tre modi per ottenere questo risultato in casa:
    • Infila delle strisce di pane nella grattugia di un robot da cucina [3].
    • Taglia il pane a cubetti e lascialo sminuzzare nel frullatore un paio di volte, o fino a ottenere delle scaglie grossolane. Questo metodo è quello meno diffuso.
    • Grattugia il pane a mano usando la parte della grattugia che presenta i fori più grandi [4].
  3. 3
    Distribuisci il pangrattato su una o più teglie da forno. Crea degli strati sottili, in modo che si cuocia uniformemente senza bruciarsi.
  4. 4
    Lascialo seccare in un forno preriscaldato per 4 minuti. Preriscalda il forno a 150 °C. A questo punto, inforna le teglie e imposta il timer per 4 minuti [5].
  5. 5
    Agita le teglie o mescola il pangrattato per favorire una cottura ottimale [6]. Il panko ha una consistenza secca, però non si abbrustolisce mai, quindi è importante cuocerlo nel modo più omogeneo possibile.
  6. 6
    Lascialo nel forno per altri 3-4 minuti, quindi toglilo. Meglio rimuoverlo un po' prima del necessario che troppo tardi. Tuttavia, anche se dovesse abbrustolirsi leggermente sarà comunque utilizzabile.
    • Se dopo 4-5 minuti il pangrattato ha ancora una consistenza morbida, spegni il forno e lascialo seccare a una temperatura più bassa a mano a mano che il forno si raffredda.
  7. 7
    Lascia raffreddare il pane sulle teglie per almeno un'ora. A mano a mano che si raffredderà diventerà sempre più secco [7].
    • Se raggiunta la temperatura ambiente è ancora morbido, rimettilo nel forno.
  8. 8
    Conservalo in un contenitore ermetico. Una volta che si è seccato completamente, riponilo in un recipiente asciutto ed ermetico. Dovrebbe durare per almeno una settimana a temperatura ambiente, o sei mesi nel congelatore [8].
    • Il pangrattato tende a durare più a lungo in un posto asciutto, in quanto i batteri e la muffa proliferano in un ambiente umido. A condizione che non abbia un odore o un aspetto diverso dal normale, dovresti riuscire a mangiarlo senza problemi. Se dovesse ammorbidirsi, riscaldalo nel forno.

Consigli

  • Una baguette da 700 grammi permette di ottenere circa 360 grammi di pangrattato [9].
  • In Giappone il pangrattato viene spesso prodotto con i panini al latte, che sono particolarmente soffici [10].
  • Se il pane dovesse formare grumi o diventare gommoso mentre cerchi di ottenere il pangrattato, allora non è abbastanza raffermo. Lascialo seccare sul piano di lavoro della cucina per un altro giorno, oppure infornalo a una temperatura minima.

Cose che ti Serviranno

  • Una baguette o un altro tipo di pane bianco vecchio di un giorno
  • Forno
  • Teglie da forno
  • Robot da cucina con grattugia (puoi anche usare un frullatore o una grattugia manuale)
  • Coltello da pane

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Ricette Internazionali

In altre lingue:

English: Make Panko Bread Crumbs, Español: hacer pan molido estilo panko, Русский: приготовить панировочные сухари Панко, Português: Fazer Farinha de Pão Panko, Deutsch: Panko Brotkrümel herstellen, Français: faire de la chapelure panko

Questa pagina è stata letta 29 855 volte.

Hai trovato utile questo articolo?