Scarica PDF Scarica PDF

Se hai avuto dei comportamenti sessuali ad alto rischio e temi di aver contratto l'herpes o stai manifestando un possibile sfogo di herpes orale o genitale, è importante eseguire il test per ottenere una diagnosi. Il solo modo definitivo per sapere con certezza se hai contratto l'infezione è quello di farti visitare dal medico. L'herpes è un virus che ha due ceppi distinti: l'HSV-1 e l'HSV-2; entrambi possono manifestarsi attraverso piaghe nell'area genitale (HSV-2) oppure con vesciche orali (HSV-1 o herpes simplex). Sebbene non vi siano cure, è comunque possibile gestire il virus se il test dovesse risultare positivo.

Metodo 1 di 3:
Ottenere la Diagnosi

  1. 1
    Riconosci i sintomi. Prima di sottoporti agli esami per l'herpes orale o genitale, presta attenzione ai sintomi sul corpo. Questi non solo ti aiutano a diagnosticare e trattare il disturbo più rapidamente, ma ti risparmiano dei test medici inutili.
    • Tra i sintomi dell'herpes genitale considera: dolore o prurito che inizia da due a dieci giorni dopo l'esposizione al virus con un partner infetto, formazione di piccoli bozzi rossi o vesciche nella zona inguinale, ulcere che si sviluppano quando si rompono le vesciche o i rigonfiamenti, croste che si formano quando le ulcere guariscono. Potresti anche provare dolore durante la minzione o lamentare sintomi simili a quelli dell'influenza, come febbre o dolenzia muscolare.[1]
    • Tra i sintomi dell'herpes orolabiale puoi riscontrare: prurito, bruciore o formicolio alle labbra e alla bocca, sintomi simil-influenzali, come mal di gola e febbre, formazione e successiva rottura di vesciche o sfoghi sulla pelle.[2]
    • Entrambe le forme di herpes possono essere accompagnate da un lieve o grave dolore nell'area interessata.[3]
  2. 2
    Vai dal medico il prima possibile. Se riconosci i sintomi di una delle due forme di infezione o semplicemente sospetti di averla contratta, fatti visitare non appena puoi. Questo ti permette non solo di ottenere una diagnosi certa, ma anche di trattare gli sfoghi in maniera rapida ed efficace.[4]
    • Il medico è in grado di definire se si tratta effettivamente di herpes anche solo osservando i segni oppure può prescriverti ulteriori accertamenti.[5]
  3. 3
    Osserva un caso di herpes orolabiale. Il dottore può diagnosticare più facilmente il disturbo osservando semplicemente l'interno della bocca; se si tratta effettivamente di infezione da herpes, potrebbe decidere o meno di prescriverti dei farmaci.[6]
  4. 4
    Sottoponiti ad alcuni test per l'herpes labiale. Se il medico non è in grado di diagnosticare con certezza l'infezione, potrebbe consigliarti di eseguire altri esami. Esistono diverse alternative tra cui scegliere, ma tutte sono in grado di definire se si tratta davvero di questa infezione, in modo da aiutarti a stabilire una cura farmacologica.[7]
    • Il dottore può decidere di eseguire un Nucleid Acid Test (NAT), che consiste nel raccogliere un campione di materiale infetto con un tampone; vengono poi eseguite ulteriori analisi sul campione per stabilire se si tratta di herpes.[8] L'esame più comune eseguito all'interno dei test NAT è la reazione a catena della polimerasi (PCR).[9]
    • Il medico può anche prescriverti un esame del sangue per cercare tracce del virus nel sistema sanguigno; questo tipo di test crea solitamente meno disagio.[10]
    • In alcuni casi potrebbe sottoporti anche al test di Tzanck, sebbene al giorno d'oggi venga eseguito raramente.[11] L'esame consiste nel raschiare la base della lesione per prelevare un campione di tessuto, che verrà esaminato al microscopio per stabilire se si tratta di herpes orale;[12] questo test può provocare un po' di dolore e disagio.[13]
  5. 5
    Sottoponiti a un esame fisico. Come per l'herpes labiale, il medico è in grado di diagnosticare anche la forma genitale attraverso l'osservazione dell'area inguinale e anale. Potrebbe anche valutare di farti fare ulteriori accertamenti per confermare l'infezione.[14]
  6. 6
    Fai degli esami di laboratorio per avere la certezza che si tratti di infezione da virus dell'herpes. Ne esistono di diversi tipi per diagnosticare questo disturbo, dalle colture virali all'esame del sangue e sono tutti in grado di aiutare il medico a confermare la presenza del virus e a trovare una terapia efficace.[15]
    • Il dottore potrebbe prelevare un campione di tessuto raschiando la lesione e inviarla a un laboratorio di analisi per ottenere informazioni certe; tale prelievo può creare disagio o dolore.[16]
    • Potrebbe richiedere anche un esame della reazione a catena della polimerasi (PCR), che prevede di prelevare un campione di tessuto, di sangue o di liquido spinale e farlo analizzare per verificare la presenza del virus nel DNA. A seconda del metodo utilizzato, è possibile provare un po' di disagio durante il prelievo.[17]
    • Un altro metodo diagnostico è l'analisi del sangue, attraverso il quale è possibile rilevare se si sono sviluppati gli anticorpi contro il virus dell'herpes; si tratta di un esame meno invasivo.[18]
  7. 7
    Aspetta di avere la conferma dell'infezione. Una volta eseguiti tutti gli accertamenti necessari, devi attendere i tempi di risposta; potrebbero trascorrere diversi giorni. Una volta ottenuto l'esito degli esami, rivolgiti al medico e definite insieme il piano terapeutico, se necessario.[19]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Trattare l'Herpes Labiale

  1. 1
    Evita di toccare la vescica sul labbro. Se lo sfogo – che consiste in una vescica o una piaga attorno alla bocca – non è particolarmente grave, puoi lasciarlo indisturbato e non è necessario procedere con dei trattamenti; i sintomi scompariranno da soli entro una o due settimane senza bisogno di cure specifiche.[20]
    • Procedi in questo modo solo se ti senti bene e non c'è il rischio di entrare in contatto con altre persone.
  2. 2
    Prendi dei farmaci antivirali su prescrizione. Non esistono cure per l'herpes labiale e assumere degli antivirali aiuta solo ad accelerare il processo di guarigione dello sfogo, a ridurre la gravità delle recidive, oltre a minimizzare il rischio di contagiare gli altri.[21]
    • I farmaci più comuni per trattare l'herpes labiale sono l'aciclovir (Zovirax), il famciclovir (Famvir) e il valaciclovir (Zelitrex).[22]
    • Il medico può anche prescrivere degli antivirali in forma di crema topica, come il penciclovir, al posto delle pastiglie; questi prodotti hanno un effetto analogo ai medicinali in compresse, ma sono più costosi.[23]
    • Il dottore potrebbe consigliarti di assumere i medicinali solo in presenza di sintomi o se si sviluppano degli sfoghi o anche in assenza di segni fisici evidenti.[24]
  3. 3
    Informa il tuo o i tuoi partner. Un aspetto importante della "convivenza" con l'herpes consiste nel rendere consapevole il partner della tua infezione; potrete così decidere il modo migliore di gestire il virus in qualità di coppia. L'herpes labiale è un disturbo molto diffuso e non devi dargli una connotazione negativa.
    • Parla con il partner per trovare la soluzione migliore per ridurre il rischio di infettarlo o di sviluppare ulteriori sfoghi.[25]
  4. 4
    Previeni la diffusione del virus. A prescindere che l'infezione sia in uno stato dormiente o che si siano sviluppate delle vesciche, devi prendere delle iniziative per evitare che il partner contragga a sua volta la malattia; esistono diverse soluzioni per minimizzare il rischio di contagiare il prossimo.[26]
  5. 5
    Sii consapevole del rischio di stigmatizzazione dell'infezione. Sebbene l'herpes labiale sia davvero molto diffuso, alcune persone danno ancora una connotazione negativa alla manifestazione di questi sfoghi, che può provocare sentimenti di vergogna, stress, ansia o depressione. Impara ad affrontare questo possibile stigma e i tuoi sentimenti in proposito, in modo da gestire al meglio il fatto di avere l'herpes labiale.[31]
    • Potresti sentirti a disagio quando ti viene diagnosticata per la prima volta tale infezione; tieni presente che si tratta di una reazione iniziale del tutto normale.
    • Rivolgiti a uno psicologo, al medico di famiglia o a un amico per imparare a gestire questi sentimenti.[32]
  6. 6
    Presta attenzione ai sintomi delle vesciche e intervieni tempestivamente. Se noti degli indizi che indicano lo sviluppo di qualche sfogo labiale, trattali subito, in modo da ridurne la durata e renderli anche meno gravi.[33]
    • Tra i sintomi principali puoi notare: prurito, bruciore o formicolio vicino o all'interno del cavo orale e delle labbra, mal di gola, febbre, difficoltà a deglutire o gonfiore dei linfonodi.[34]
    • Chiama il medico per farti prescrivere dei farmaci per ridurre il disagio e tenere sotto controllo le recidive, se necessario.[35]
  7. 7
    Lava le vesciche delicatamente. Lavale il prima possibile, non appena le noti; in questo modo, ne faciliti la guarigione ed eviti che possano diffondersi.[36]
    • Usa un piccolo asciugamano bagnato con acqua e sapone e tampona delicatamente gli sfoghi; assicurati di lavare il panno con un ciclo ad acqua molto calda e con il detersivo, prima di usarlo nuovamente.[37]
    • Puoi anche applicare una crema topica anestetica, come la tetracaina o la lidocaina, sulle vesciche dopo averle lavate, per alleviare il dolore e il prurito.[38]
  8. 8
    Trova sollievo dal dolore. Gli sfoghi causati dall'herpes simplex sono spesso molto dolorosi, ma esistono diverse opzioni per ridurre la sofferenza e il disagio che provocano.
    • Se lamenti qualunque dolore, prendi un antidolorifico da banco come l'ibuprofene o il paracetamolo.[39]
    • Anche applicare del ghiaccio o un panno caldo può lenire il malessere.[40]
    • Fai dei gargarismi con l'acqua fredda, con una soluzione di acqua e sale o mangia dei ghiaccioli per alleviare il dolore provocato dalle vesciche.[41]
    • Non bere alcuna bevanda bollente, non mangiare cibi piccanti o salati e non ingerire sostanze acide, come i succhi di agrumi.[42]
  9. 9
    Previeni la formazione di vesciche e sfoghi. Ci sono alcuni fattori che possono contribuire al loro sviluppo; prendendo le dovute precauzioni, puoi prevenire o minimizzare le recidive.[43]
    • Applica la crema solare o un burrocacao con fattore di protezione e/o ossido di zinco per ridurre il rischio di un episodio erpetico dovuto all'esposizione al sole; in questo modo, mantieni anche le labbra più idratate e ci sono meno probabilità di nuovi focolai.[44]
    • Non condividere alcun tipo di utensile per bere o mangiare, se tu o qualcun altro avete l'infezione.[45]
    • Fai regolarmente attività fisica, segui un'alimentazione bilanciata e cerca di rilassarti, per rafforzare il sistema immunitario e restare più sano in generale.[46]
    • Riduci i livelli di stress per poter minimizzare le recidive degli sfoghi.[47]
    • Lava le mani spesso per scongiurare possibili malattie, ma lavale anche ogni volta che tocchi le vesciche.[48]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Trattare l'Herpes Genitale

  1. 1
    Prendi i farmaci antivirali su prescrizione. Non esistono cure per questo tipo di infezione, ma gestendo gli sfoghi con degli antivirali è possibile accelerare la guarigione delle vesciche e ridurre la gravità delle recidive, senza contare che diminuiscono le probabilità di contagiare altre persone.[49]
    • È importante ottenere una diagnosi e iniziare il trattamento non appena inizi a manifestare i sintomi, per ridurre in questo modo la gravità degli sfoghi nel lungo periodo.[50]
    • I farmaci più comuni per trattare l'herpes genitale sono l'aciclovir (Zovirax), il famciclovir (Famvir) e il valaciclovir (Zelitrex).[51]
    • Il medico può decidere di farti prendere i farmaci solo quando presenti dei sintomi o si sono formate delle vesciche oppure potrebbe consigliarti di assumerli ogni giorno, anche se non manifesti alcun disturbo evidente.[52]
  2. 2
    Informa il tuo o i tuoi partner dell'infezione. Un aspetto importante della "convivenza" con l'herpes genitale consiste nel rendere consapevole il partner del fatto che hai contratto il virus; si tratta di un comportamento corretto e responsabile che devi assumere, anche per evitare ulteriori problemi in futuro.
    • Non colpevolizzarlo per ogni cosa; ricorda che il virus resta latente nel corpo per anni ed è quindi difficile capire chi può avertelo trasmesso.[53]
    • Parla con il tuo compagno sessuale dell'infezione, in modo da gestire al meglio il problema e ridurre le probabilità di infettarlo o di avere ulteriori sfoghi.[54]
  3. 3
    Previeni la trasmissione dell'herpes genitale al tuo partner. A prescindere se il virus è dormiente o se hai sviluppato attualmente delle lesioni, devi prendere delle iniziative per evitare che il tuo compagno venga contagiato; esistono diversi modi per prevenire questo rischio.[55]
    • Si tratta di un disturbo estremamente comune; fai in modo che il tuo partner si sottoponga ai test, perché potrebbe avere già contratto il virus e in questo caso non devi preoccuparti o temere di trasmetterglielo.
    • Evita i rapporti sessuali, se tu o il tuo partner avete degli sfoghi erpetici.[56]
    • Usa un preservativo in lattice ogni volta che hai rapporti sessuali.[57]
    • Se sei incinta e hai l'herpes genitale, assicurati di informare il ginecologo, in modo da evitare il rischio di trasmettere il virus al bambino che deve ancora nascere.[58]
  4. 4
    Sii consapevole della stigmatizzazione. Sebbene al giorno d'oggi la mentalità per quanto riguarda il sesso sia più aperta, si tende ad attribuire ancora una connotazione negativa all'herpes genitale, che può indurre sentimenti di vergogna, stress, ansia o depressione. Affronta tale stigma e le tue emozioni associate al virus, per imparare a gestirlo e superarlo, tornando così a condurre una vita normale.[59]
    • Molte persone provano vergogna e imbarazzo quando viene diagnosticato loro per la prima volta l'herpes genitale e si chiedono se in futuro troveranno altri partner disposti a fare sesso. Si tratta di una reazione iniziale del tutto normale, ma sappi che questa infezione è molto comune ed è sbagliato provare tali sentimenti.[60]
    • Rivolgiti a uno psicologo, al medico di famiglia o a un amico per aiutarti a gestire tali emozioni.[61]
  5. 5
    Unisciti a un gruppo di sostegno con persone che hanno il tuo stesso problema. Trovandoti con altri individui che convivono con l'herpes genitale, puoi trovare un supporto incondizionato da gente che può capire cosa stai vivendo; può essere utile anche per gestire in maniera efficace i diversi aspetti dell'infezione.[62]
  6. 6
    Presta attenzione ai sintomi degli sfoghi e trattali prontamente. Se noti delle recidive nei sintomi dell'herpes genitale, devi intervenire subito, in modo da diminuire la durata delle vesciche e fare tutto il possibile per ridurne la gravità.[63]
    • I sintomi dell'herpes genitale sono: lesioni erpetiche, febbre, dolenzia muscolare, gonfiore dei linfonodi e mal di testa.[64]
    • Contatta il medico e fatti prescrivere dei farmaci per ridurre e curare le recidive.[65]
  7. 7
    Pulisci le lesioni e tienile asciutte. Se si sono formate delle vesciche esterne, devi pulirle con alcol denaturato durante il primo e il secondo giorno in cui si sono sviluppate, in modo da uccidere il virus e disinfettare l'area. Puoi anche usare una soluzione di acqua saponata calda, se l'alcol ti provoca troppo dolore.[66]
    • Copri l'area affetta con una garza o un tampone sterile, per evitare che il liquido delle vesciche possa diffondersi e contaminare altre zone.[67]
    • Non rompere le vesciche, altrimenti puoi provocare un'infezione; rivolgiti al medico se si sono formate alcune lesioni all'interno del corpo.[68]
  8. 8
    Rispetta uno stile di vita sano. Fai regolarmente attività fisica, segui una dieta equilibrata e cura l'igiene per restare in salute e mantenere un sistema immunitario forte; seguendo uno stile di vita sano nel complesso, puoi ridurre le probabilità di recidive.[69]
    • Alcune persone hanno riscontrato che l'alcool, la caffeina, il riso e anche la frutta secca possono scatenare uno sfogo di herpes. Tieni un diario alimentare per capire se c'è qualche alimento specifico che può indurre un episodio erpetico.
    • Riduci lo stress, in modo da diminuire le probabilità di sviluppare qualche recidiva.[70]
  9. 9
    Prenditi cura dell'igiene personale e fanne una priorità. Le buone condizioni igieniche influiscono sugli sfoghi e possono ridurli. Fai la doccia, cambia gli indumenti e lava regolarmente le mani per diminuire il rischio di nuovi episodi o per farli comunque guarire più velocemente.[71]
    • Fai la doccia almeno una volta al giorno, ma valuta di farne anche due, se hai notato i sintomi dell'herpes.[72]
    • Indossa indumenti puliti, comodi e non dimenticare di cambiare la biancheria intima tutti i giorni.[73]
    • Lava le mani spesso per scongiurare il rischio di malattie, ma anche ogni volta che entri in contatto con una vescica da herpes.[74]
    Pubblicità

Consigli

  • Nei soli Stati Uniti, una persona su cinque risulta positiva al virus dell'herpes di tipo 2, ma la percentuale è anche maggiore nella sola popolazione femminile; la maggior parte della gente non si accorge per molto tempo di essere infetta.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Sparire un SucchiottoFar Sparire un Succhiotto
Curare una Bolla di Sangue SottopelleCurare una Bolla di Sangue Sottopelle
Riconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIVRiconoscere uno Sfogo Cutaneo da HIV
Eliminare l'Arrossamento di un BrufoloEliminare l'Arrossamento di un Brufolo
Far Sparire una CrostaFar Sparire una Crosta
Sbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il SenoSbarazzarsi di uno Sfogo Cutaneo Sotto il Seno
Rimuovere un Fibroma Pendulo dal ColloRimuovere un Fibroma Pendulo dal Collo
Sbarazzarti di un Brufolo in una NotteSbarazzarti di un Brufolo in una Notte
Liberarsi Velocemente delle Croste dell'AcneLiberarsi Velocemente delle Croste dell'Acne
Togliere dei Punti di SuturaTogliere dei Punti di Sutura
Sbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi CasalinghiSbarazzarsi del Prurito della Pelle con Rimedi Casalinghi
Rimuovere Rapidamente un NeoRimuovere Rapidamente un Neo
Trattare l'Eczema Attorno agli OcchiTrattare l'Eczema Attorno agli Occhi
Eliminare i Punti Neri dalle OrecchieEliminare i Punti Neri dalle Orecchie
Pubblicità
  1. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2095011/
  3. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2095011/
  4. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2095011/
  5. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  6. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  10. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/tests-diagnosis/con-20020893
  11. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  12. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  13. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  14. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  15. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/treatment/con-20020893
  16. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  17. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  18. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  19. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  20. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  21. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  22. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/definition/con-20021310
  23. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/definition/con-20021310
  24. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  25. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  26. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  27. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  28. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm/
  29. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/lifestyle-home-remedies/con-20021310
  30. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  31. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  32. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  33. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  34. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  35. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  36. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  37. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  38. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000606.htm
  39. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cold-sore/basics/prevention/con-20021310
  40. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/treatment/con-20020893
  41. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/treatment/con-20020893
  42. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/treatment/con-20020893
  43. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/treatment/con-20020893
  44. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  45. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  46. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  47. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  48. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  49. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  50. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  51. http://www.theatlantic.com/health/archive/2014/07/the-overblown-stigma-of-genital-herpes/374757/
  52. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  53. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/genital-herpes/basics/coping-support/con-20020893
  54. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  55. http://www.cdc.gov/std/herpes/stdfact-herpes-detailed.htm
  56. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  57. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  58. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  59. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  60. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  61. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  62. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  63. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  64. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/
  65. http://www.herpes.org/smart-living-with-genital-herpes/

Informazioni su questo wikiHow

Lacy Windham, MD
Co-redatto da:
Ostetrica e Ginecologa
Questo articolo è stato co-redatto da Lacy Windham, MD. La Dottoressa Windham lavora come Ostetrica e Ginecologa Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Tennessee. Ha completato l’internato alla Eastern Virginia Medical School nel 2010, dove ha ricevuto un premio per il suo eccezionale operato come medico interno. Questo articolo è stato visualizzato 24 661 volte
Questa pagina è stata letta 24 661 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità