Non esistono due persone con impronte digitali identiche, perfino quelle dei gemelli omozigoti presentano piccole differenze che le rendono uniche. Quando un individuo tocca un vetro o un'altra superficie dura, lascia delle impronte e, se realizzi una polvere casalinga appropriata, puoi rilevarle facilmente ed esaminarle.

Parte 1 di 3:
Preparare la Polvere per Rilevare le Impronte Digitali

  1. 1
    Riunisci i materiali. Hai bisogno di amido di mais, una tazza graduata, un accendino o dei fiammiferi, una candela, una ciotola di ceramica, un coltello o un pennello e un recipiente per mescolare gli ingredienti.[1] Quest'ultimo può essere di vetro, plastica o ceramica; tuttavia, non puoi sostituire la ciotola di ceramica con un altro contenitore, perché il procedimento per realizzare la polvere potrebbe far rompere il vetro o fondere la plastica.
    • Se pensi che preparare una polvere casalinga sia troppo complicato, puoi comprarne un po' presso i negozi di artigianato, di hobbistica oppure online.[2]
  2. 2
    Usa la candela e la ciotola di ceramica per creare della fuliggine. Per prima cosa, accendi la candela con il fiammifero o l'accendino e metti successivamente il fondo della ciotola di ceramica sopra la fiamma; in questo modo, si sviluppa uno strato di fuliggine sul contenitore.[3] Muovi la ciotola sulla fiamma in modo che tutta la superficie del fondo entri in contatto con il fuoco.
    • Indossa un guanto da forno o usa un canovaccio per proteggere la mano dal calore.
    • Fai sempre attenzione quando lavori con le fiamme libere; i bambini dovrebbero procedere solo sotto la stretta supervisione di un adulto.
  3. 3
    Raschia via la fuliggine dalla ciotola. Tienila sospesa sopra il contenitore per mescolare gli ingredienti e usa un coltello smussato o un pennello per staccare le particelle di fuliggine. Hai bisogno di circa 5 g di polvere; maggiore è la dose di fuliggine che riesci a ottenere e maggiore è la quantità di polvere che puoi preparare.
    • Ripeti questi passaggi tutte le volte che ritieni necessarie.
    • Raschiare la fuliggine crea molto disordine ed è un lavoro sporchevole; se vuoi evitare di imbrattarti le dita, indossa dei guanti e, per lo stesso motivo, proteggi la superficie di lavoro con un panno.
  4. 4
    Mescola la fuliggine con l'amido di mais. Usa una bilancia per pesare quanta fuliggine hai raccolto e aggiungi poi una pari quantità di amido;[4] mescola accuratamente le due polveri con una frusta da cucina.
    • Ad esempio, se hai ottenuto 50 g di fuliggine, hai bisogno di 50 g di amido di mais.
  5. 5
    Conserva la miscela in un contenitore ermetico. Riponila in un recipiente di plastica per alimenti dotato di tappo; in alternativa, usa un sacchetto di plastica sigillabile. Questi contenitori sono ermetici e impediscono all'umidità di alterare la polvere.
    • Tieni la polvere su un ripiano in una zona poco frequentata della casa, altrimenti qualcuno potrebbe urtare il contenitore e sporcare l'ambiente con la fuliggine.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Rilevare le Impronte Digitali

  1. 1
    Trova un'impronta. Cerca qualche oggetto di casa che sia stato recentemente maneggiato e che abbia una superficie liscia; più è liscia e più è facile rilevare le impronte.[5] Se vuoi esercitarti in questa operazione, puoi lasciare le tue stesse impronte toccando un bicchiere.
    • Non cercare di sollevarle da superfici soffici e flessibili, perché in questi casi è necessaria una sostanza chimica speciale.[6]
  2. 2
    Cospargi l'impronta con la polvere. Quando hai individuato la traccia che vuoi rilevare, ricoprila completamente con un po' della polvere che hai preparato.[7] In seguito, elimina delicatamente la polvere in eccesso usando un pennello; dovresti vedere un'impronta digitale scura e ben definita.
    • Soffia leggermente sulla traccia per eliminare la polvere in eccesso.
  3. 3
    Usa del nastro adesivo trasparente per sollevare l'impronta.[8] Procurati del nastro adesivo trasparente e ritagliane un piccolo segmento. Appoggia il lato colloso sull'impronta coperta di polvere e poi staccalo lentamente per rilevare in questo modo il segno lasciato dalle dita.
    • Prima di sollevare il nastro adesivo, lisciane la superficie per eliminare ogni grinza.
  4. 4
    Mostra l'impronta digitale. Attacca il segmento di nastro su un foglio bianco oppure su una cartolina bianca; il contrasto fra la polvere nera e la superficie bianca ti consente di analizzare l'impronta con maggiore facilità.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Riconoscere le Impronte

  1. 1
    "Scheda" la tua famiglia.[9] Chiedi a ogni membro di lasciare delle impronte e trasferiscile su una cartolina o su un foglio bianco, annotando il nome, la data di nascita e il sesso del "proprietario".
    • Puoi limitarti a catalogare l'impronta di un dito oppure di tutte e dieci, se lo desideri. Se raccogli un campione per ogni dito, sarà più semplice riconoscere quelle che rileverai in futuro.
  2. 2
    Classifica le impronte. Vengono in genere catalogate in tre gruppi – arco, cappio e spirale – [10]in base alla disposizione generale delle linee che formano l'impronta. Quelle ad arco assomigliano a piccolo bozzo o a delle onde, le impronte a cappio formano un lungo arco sottile, mentre quelle a spirale assomigliano a un cerchio circondato da linee più piccole. Queste classificazioni sono importanti per identificare le impronte.
    • Prendi nota della categoria a cui appartengono le impronte digitali di ogni membro della famiglia, scrivendola sulla stessa cartolina.
    • Le impronte possono essere inclinate verso destra o verso sinistra.[11] Se questo è anche il tuo caso, indica sulla scheda in che direzione è orientata la spirale, il cappio o l'arco.
  3. 3
    Confronta tutte le impronte digitali che trovi. Quando ti imbatti in una traccia tattile in casa, confrontala con quelle presenti nello "schedario"; cerca di trovare il campione che combacia per inclinazione e categoria.
    • Conserva quelle che sei riuscito a identificare attaccandole sul retro della scheda personale di ogni familiare; in questo modo, è più facile riconoscere quelle che troverai in futuro.
    Pubblicità

Consigli

  • Se vuoi identificare delle impronte digitali su una superficie nera o di un altro colore scuro, prepara una polvere bianca; mescola 50 g di amido di mais con 50 g di talco al posto della fuliggine.
  • Per il tuo scopo puoi anche mescolare la grafite in polvere (disponibile nel reparto "chiavi e serrature" della maggior parte delle ferramenta) al talco o all'amido di mais in parti uguali.

Pubblicità

Avvertenze

  • Fai sempre attenzione quando lavori con fiamme libere.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Amido di mais
  • Ciotola di ceramica
  • Ciotola per mescolare
  • Candela
  • Fiammiferi o accendino
  • Coltello o pennello
  • Bilancia

wikiHow Correlati

Come

Essere Rilassato

Come

Avere un Look da Vampiro

Come

Rimuovere una Placca Antitaccheggio

Come

Liberare lo Scarico della Doccia

Come

Verniciare una Bicicletta

Come

Chiudere l'Impianto Idraulico Facilmente e Velocemente

Come

Verniciare il Cemento

Come

Sistemare un Letto che Cigola

Come

Autoprodurre Argilla Polimerica

Come

Tingere il Poliestere

Come

Sistemare i Graffi sui Pavimenti di Parquet

Come

Rimuovere la Ruggine dalla Bicicletta

Come

Costruire una Scala

Come

Creare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di Pitagora
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 22 843 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 22 843 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità