Scarica PDF Scarica PDF

Il nodo a cappio è tipicamente usato per fissare materiali, preparare trappole o catturare animali. È abbastanza facile da fare, quindi è un'ottima opzione se hai bisogno di legare qualcosa velocemente.[1] Non metterti il cappio attorno al collo, nemmeno per scherzo.

Se vuoi sapere come si fa un cappio perché stai pensando di suicidarti e hai bisogno di un supporto immediato, rivolgiti a una linea di assistenza per la prevenzione del suicidio. In caso di emergenza, chiama il 112.

  • Contatta il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (il servizio è attivo dalle 10 alle 24), su WhatsApp al 345 03 61 628 (dalle 18 alle 21) o tramite webcall gratuita all'indirizzo www.telefonoamico.net.[2]
  • Puoi anche chiamare il Telefono Giallo dell'Associazione Famiglie Italiane per la Prevenzione del Suicidio al numero verde 800 011 110 (attivo 24 ore su 24).[3]
  • Se vivi all'estero, puoi consultare il sito web della International Association for Suicide Prevention, che mostra un elenco di linee telefoniche internazionali per la prevenzione dei suicidi a questo link oppure il sito Befrienders Worldwide qui.

Parte 1 di 2:
Formare il Nodo

  1. 1
    Crea un anello sovrapponendo il corrente al resto della corda. Si chiama "corrente" la parte "attiva" della corda, ossia il capo che viene effettivamente usato per legare il nodo; il restante tratto di corda è invece il "dormiente". Per iniziare, avvolgi la corda incrociando il corrente sopra il dormiente, così da formare un anello di 10-15 cm.[4]
    • Puoi usare una corda, una fune, dello spago o anche una lenza da pesca. La procedura è sempre la stessa, indipendentemente dal materiale utilizzato.
  2. 2
    Fai scivolare il dormiente sopra il centro dell'anello. Afferra il punto in cui il corrente incontra il dormiente per tenerli uniti. Quindi, crea un secondo anello sovrapponendo il dormiente al primo, in modo che lo attraversi al centro.[5]
    • Le dimensioni del primo e secondo anello dovrebbero essere più o meno identiche.
    • L'aspetto dovrebbe ricordare un po' un pretzel.
  3. 3
    Infila il dormiente all'interno dell'anello. Da sotto il primo anello, afferra il dormiente che poggia su di esso. Tieni fermo il punto di incontro tra corrente e dormiente con la mano non dominante, quindi fai passare il dormiente attraverso l'anello.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Stringere il Cappio

  1. 1
    Fai scorrere il dormiente per formare un doppino. Continua a tirare il dormiente attraverso l'anello per creare un doppino, che è l'occhiello del nodo. È quello che metterai intorno a qualunque oggetto tu intenda legare con il cappio. Tirando il doppino, i due anelli diventeranno sempre più piccoli, fino a serrarsi del tutto.[7]
    • Più tiri il doppino, più sarà largo una volta finito di stringere.
  2. 2
    Fai scorrere gli anelli se vuoi ridurre il doppino. Il nodo a cappio si stringe tirando il doppino; prima di stringere fino in fondo, puoi regolare la dimensione dell'occhiello facendo scorrere delicatamente gli anelli che hai stretto.[8]
  3. 3
    Termina tirando il doppino in direzione opposta al corrente. Afferra il doppino con una mano e il corrente che sporge dal nodo con l'altra, quindi tirali in direzioni opposte per serrare completamente il nodo. Una volta che il nodo è ben saldo, è fatta![9]
    • Puoi sciogliere il cappio semplicemente allentando il nodo principale che blocca il doppino.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Usare un cappio per impiccare effigi (per esempio pupazzi che assomigliano a figure politiche, come si usa durante le proteste in alcuni Paesi del mondo) può essere un reato in alcune nazioni e addirittura considerato come una minaccia dalle forze di polizia.[10]
  • In alcuni Paesi un cappio è visto come un'arma letale e si può essere arrestati per averne uno con sé.
  • Se stai meditando il suicidio, fermati e chiedi aiuto. Se si tratta di un'emergenza, chiama il 112 oppure rivolgiti a una delle seguenti helpline:
    • Il Telefono Amico al numero 02 2327 2327 (il servizio è attivo dalle 10 alle 24), su WhatsApp al 345 03 61 628 (dalle 18 alle 21) o tramite la webcall gratuita all'indirizzo www.telefonoamico.net;[11]
    • Il Telefono Giallo dell'Afipres al numero 800 011 110 (attivo 24 ore su 24);[12]
    • La Linea di Aiuto per la Prevenzione del Rischio Suicidario al 331 87 68 950 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, esclusi i festivi);[13]
    • La International Association for Suicide Prevention ha un elenco di linee telefoniche internazionali per la prevenzione dei suicidi a questo link, come anche Befrienders Worldwide qui.
    • Questo articolo offre dei consigli su come affrontare momenti difficili.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da:
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 216 772 volte
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 216 772 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità