Come Fare un Piano

In questo Articolo:fare un piano per la giornataPianificare la Vita= Parte uno: Stabilire i Ruoli che Hai= Parte due: creare degli obiettivi e creare il tuo pianoRisolvere un problema grazie a un piano= Parte Uno: Definire il Problema= Parte Due: Trovare delle Soluzioni e Fare un Piano

Che tu stia affrontando un problema, cercando di dare un senso alla tua vita o solamente cercando di organizzare la giornata, hai bisogno di un piano. Fare un piano potrebbe sembrare una cosa scoraggiante, ma con un po' di diligenza, gli strumenti giusti e un tocco di creatività, sarai in grado di formare un piano e raggiungere i tuoi obiettivi.

1
fare un piano per la giornata

  1. 1
    Siediti con un foglio di carta. Può essere un diario, un quaderno ad anelli o un foglio bianco sullo schermo del PC—qualsiasi cosa ti vada bene. Elenca cosa devi fare per quella giornata, inclusi tutti gli appuntamenti e incontri. Quali sono gli obiettivi per la giornata? Vuoi metterci dentro anche del tempo per fare moto o rilassarti? Quali cose devi assolutamente finire?
  2. 2
    Creati un programma orario. A che ora dovresti finire il primo incarico, progetto o attività della giornata? Elenca ogni attività, in ordine orario, fino alla fine del giorno. Accertati di lavorare ad ognuna di quelle cose. [1] Chiaramente, ogni persona ha una giornata diversa, quindi i piani saranno diversi. Una piano base potrebbe essere così:
    • 9:00 -10:00am: Arrivare in ufficio, controllare la posta, rispondere ai messaggi
    • 10:00 -11:30am: Meeting con George e Sue
    • 11:30 - 12:30pm: Progetto #1
    • 12:30 - 1:15pm: Pranzo (mangia sano!)
    • 1:15 - 2:30pm: Rivedere il progetto #1, incontro con Sam per discutere del progetto #1
    • 2:30 -4:00pm: Progetto #2
    • 4:00 - 5:00pm: Iniziare progetto #3, preparare per domani
    • 5:00 – 6:30pm: Uscire dall'ufficio per andare in palestra
    • 6:30 - 7:00pm: Fare la spesa, andare a casa
    • 7:00 - 8:30pm: Preparare la cena, relax
    • 8:30pm: Andare al cinema con Cody
  3. 3
    Riconcentrati dopo ogni ora, all'incirca. E' importante fare un attimo di pausa dopo ogni periodo di tempo stabilito per rivedere quanto sei stato produttivo. Hai fatto tutto quello che dovevi? Allora ,datti un minuto per ricominciare—chiudi gli occhi e rilassati. In questo modo riuscirai a passare efficacemente alla prossima attività. [2]
  4. 4
    Ripensa alla tua giornata. Quando hai finito la maggior parte della giornata, prenditi un momento per rivedere quanto sei stato bravo a seguire il piano. Sei riuscito a finire tutto quello che volevi? Dove non sei riuscito? Cosa ha funzionato e cosa no? Cosa ti ha distratto e come puoi impedirgli di farlo di nuovo?

2
Pianificare la Vita

3
= Parte uno: Stabilire i Ruoli che Hai

=

  1. 1
    Determina il tuo ruolo nella vita. Ogni giorno noi abbiamo diversi ruoli (da studente a figlio, da motociclista ad artista) .Quello che vuoi fare è pensare ai vari ruoli che hai in questo momento nella tua vita quotidiana.
    • Questi ruoli possono includere (fra molti, molti altri): viaggiatore, studente, figlia, scrittore, disegnatore, impiegato, soffiatore di vetro, scalatore, nipote, pensatore, etc.
  2. 2
    Determina quali ruoli vuoi avere nella tua vita. Molti potrebbero sovrapporsi ai ruoli che hai adesso. Questi ruoli sono i nomi che vorresti usare per descriverti alla fine dei tuoi giorni. Pensa ai ruoli che hai in questo momento. Ce n'è qualcuno che ti stressa senza che ce ne sia il bisogno? Se c'è, quel ruolo non è detto che debba continuare per tutta la tua vita. Metti in ordine questi ruoli a partire dal più importante. Questo esercizio ti aiuterà a determinare cosa ti interessa veramente nella vita e cosa è più importante per te. Ricorda, tuttavia, che questa lista si può cambiare del tutto, così come tu stai sempre cambiando. [3]
    • La tua lista potrebbe essere qualcosa come: madre, figlia, moglie, viaggiatrice, soffiatrice di vetro, mentore, volontaria, scalatrice, etc.
  3. 3
    Stabilisci per quali ragione vuoi avere quei ruoli. Un ruolo è una maniera ottima per definire se stessi, ma la ragione per cui vuoi quel ruolo è ciò che gli da significato. Magari vuoi fare il volontario perché vedi i problemi del mondo e vuoi fare la tua parte per aiutare. O forse vuoi fare il padre per dare ai tuoi figli l'infanzia perfetta. [4]
    • Un modo per aiutarti a definire lo scopo dei tuoi ruoli è di immaginare il tuo funerale (sì, è abbastanza morboso, ma funziona davvero). Chi parteciperebbe? Cosa vorresti che dicessero di te? Come vorresti essere ricordato?

4
= Parte due: creare degli obiettivi e creare il tuo piano

=

  1. 1
    Crea degli obiettivi ad ampio raggio che vuoi raggiungere nella tua vita. Come vuoi progredire, cosa vuoi ottenere nella vita? Pensa che la lista delle cose da fare prima di morire. Questi obiettivi dovrebbero essere quelli che vuoi davvero raggiungere- non quelli che pensi che avresti dovuto raggiungere. A volte è utile creare delle categorie per gli obiettivo in modo da poterli visulaizzare più facilmente. Alcune categorie che potresti usare sono (ma certamente non sono limitate a queste)[5]:
    • Carriera/vocazione; Viaggio; Sociale (famiglia/amici); Salute; Finanza; Sapere/intelletto; Spiritualità;
    • Alcuni obiettivi, per esempio (nell'ordine dellle categorie scritte sopra): Pubblicare un libro; viaggiare in ogni continente; sposarsi e fare una famiglia; perdere 15 kg; fare abbastanza soldi per poter mandare i figli all'università; prendere la laurea in scrittura creativa; imparare di più sul buddismo.
  2. 2
    Crea obiettivi specifici con date specifiche per raggiungerli. Ora che hai dei vaghi obiettivi che vuoi raggiungere nella vita, stabiliscine di precisi. Vuol dire darti una data entro la quale centrare questi obiettivi. Ecco alcuni esempio un po' meglio definiti di quelli elencati prima.
    • Mandare il manoscritto a 30 editori entro il giugno 2014
    • Viaggiare in Sud America nel 2015 e in Asia nel 2016
    • Pesare 55kg entro il gennaio 2015
  3. 3
    Valuta la realtà e dove ti trovi ora. Significa essere onesti con se stessi e osservare davvero la tua vita attuale. Usando gli obiettivi che ti sei posto, pensa a dove sei ora rispetto a quelli. [6]
    • Il tuo obiettivo è pubblicare un libro e spedire il manoscritto agli editori entro novembre 2014. In questo momento, hai finito metà del manoscritto, e non sei troppo convinto della prima parte.
  4. 4
    Cerca di capire come raggiungere i tuoi obiettivi. Quali passaggi dovrai affrontare per raggiungere il tuo obiettivo? Valuta questi passaggi e scrivili .Per continuare con l'esempio della pubblicazione di un libro[7]:
    • Da ora fino a novembre 2014 dovrai: A. rileggere la prima parte del libro. B. Finire di scriverlo. C. Rivedere parti del libro che non ti piacciono. D. Controllare grammatica, ortografia, punteggiatura, etc. E. Scegli un po' di amici con senso critico e fagli leggere il libro per avere dei commenti. F. Cerca degli editori che potrebbero essere interessati a pubblicare il tuo libro. G. Spedisci il manoscritto.
  5. 5
    Scrivi tutti i passaggi per raggiungere tutti questi obiettivi. Puoi farlo in qualsiasi forma tu voglia—scritto a mano, sul pc, con la vernice, etc. Congratulazioni, hai appena scritto un piano per la vita!
  6. 6
    Rivedi il tuo piano e sistemalo. Come per tutte le cose al mondo, la tua vita cambierà e cambieranno gli obiettivi. Quello che era importante per te a 12 anni potrebbe non esserlo più quando ne hai 22 o 42. Va bene cambiare il piano di vita, di fatto è una cosa salutare farlo, mostra che sei consapevole e in linea con i cambiamenti che succedono nella tua vita.

5
Risolvere un problema grazie a un piano

6
= Parte Uno: Definire il Problema

=

  1. 1
    Riconosci il problema che stai affrontando. A volte, la parte più difficile nel creare un piano per risolvere un problema consiste nel non essere esattamente sicuri di quale sia il problema. Spesso, il problema che affrontiamo ci sta causando ancora più problemi. Quello che devi fare è arrivare alla radice della questione—il vero problema che devi risolvere. [8]
    • Tua madre non ti lascia andare tra quattro settimane nella casa di montagna di un amico. Questo è un problema, ma quello che devi fare è capirne la radice. Il fatto è che hai pessimi voti in algebra, ecco perché tua madre non vuole farti andare a sciare. Quindi, il problema è che non vai bene in matematica. Su questo ti devi concentrare.
  2. 2
    Capisci quali speri saranno i risultati dei quali hai bisogno per risolvere il problema. Qual è l'obiettivo che speri di raggiungere risolvendo il problema? Ci potrebbero essere più speranze attaccate all'obiettivo principale. Concentrati nell'ottenere il risultato che vuoi, gli altri seguiranno a ruota.
    • Il tuo obiettivo è di arrivare almeno al 6 in matematica. Insieme a questo, speri che migliorando i voti tua madre ti lascerà andare a casa del tuo amico.
  3. 3
    Determina cosa è che stai facendo che sta influenzando il problema. Quali abitudini hai sviluppato che potrebbero esserne la causa? Prenditi un momento per esaminare i tuoi rapporti col problema. [9]
    • Il tuo problema è che hai un'insufficienza in matematica. Analizza ciò che stai facendo e che influenza il problema: parli coi compagni durante quelle ore...molto, e non hai fatto i compiti tutte le sere perché da poco hai iniziato a giocare a calcio in una squadra, e dopo l'allenamento il martedì e il giovedì, tutto quello che vuoi fare è cenare e dormire.
  4. 4
    Pensa a delle barriere esterne che potrebbero avere un effetto sul tuo problema. Molti dei tuoi problemi potrebbero essere causati dalle tue azioni, ma ci potrebbero anche essere delle forze esterne che agiscono contro di te. Considera quali potrebbero essere.[10]
    • Hai un'insufficienza in matematica, e questo deve cambiare. Una barriera verso il tuo successo, in ogni caso, potrebbe essere il fatto che non capisci davvero i concetti che vengono spiegati in classe—non solo perché stai parlando, ma perché non hai capito l'algebra. Oltre a tutto, non sai a chi chiedere aiuto.

7
= Parte Due: Trovare delle Soluzioni e Fare un Piano

=

  1. 1
    Determina delle possibili soluzioni al tuo problema. Puoi elencarle semplicemente su un foglio di carta, o usare delle tecniche del brainstorming come fare un cappello pensatore. Qualunque maniera tu scelga, dovresti pensare a una soluzione sia per il modo in cui tu personalmente influenzi il problema, sia per le barriere che forse ti bloccano ma che non sono state create da te.
    • Soluzioni per le chiacchiere coi compagni in classe: A. Obbligati a sederti all'altro lato della classe rispetto ai tuoi amici. B. Di agli amici che hai dei voti davvero brutti in quella materia e che devi concentrarti. C. Se hai un posto assegnato, chiedi all'insegnante di spostarti in modo da poterti concentrare di più.
    • Soluzioni per il non fare i compiti a causa del calcio: A. Fai dei compiti a pranzo o durante il tempo libero in modo da non averne così tanti la sera. B. Attieniti ad un programma severo-- dopo l'allenamento cenerai e poi farai i compiti. Premiati guardando un'ora di tv dopo aver finito i compiti.
    • Soluzioni per quando non si capisce l'algebra. A. fatti dare una mano da un compagno che ti spieghi i concetti (ma solo se entrambe non sarete distratti mentre rivedete i problemi. B. Chiedi aiuto all'insegnante—avvicina l'insegnante dopo la lezione e chiedi se puoi organizzare un incontro con lui/lei dato che hai delle domande relative ai compiti. C. prendi delle ripetizioni o unisciti a un gruppo di studio.
  2. 2
    Crea il tuo piano. Ora che individuato il problema e pensato ad alcune delle possibili soluzioni, scegli quelle che secondo te andranno meglio e scrivi un piano per te stesso. Scriverlo ti aiuterà a visualizzarlo. Appendi il piano scritto da qualche parte, in modo da vederlo spesso, come sullo specchio che usi per guardarti prima di uscire. Non devi usare tutte le soluzioni che hai scritto, ma dovresti tenerne qualcuna come idea di riserva. .[11]
    • Il piano per alzare i voti in matematica dovrebbe essere tipo così:
    • Piano per alzare i voti in quattro settimane:
      • Parlare con Peggy del fatto che non posso parlare in classe (se continua a parlarmi, cambiare posto)
      • Fare i compiti a pranzo ogni martedì e giovedì, così posso continuare ad andare ad allenamento di calcio e non ho molto da fare quando torno a casa.
      • Andare al centro supervisione della scuola per farmi aiutare ogni lunedì e mercoledì; chiedere all'insegnante se posso avere dei crediti extra in qualche modo per alzare il mio voto.
    • Obiettivo: Alla quarta settimana avrò alzato il mio voto alla sufficienza.
  3. 3
    Valuta il successo del piano dopo una settimana. Hai fatto tutto quello che speravi durante la prima settimana di prova del piano? In caso negativo, dove è mancato qualcosa? Scoprendo su cosa devi lavorare sarai in grado di seguire il piano più efficacemente la settimana dopo.
  4. 4
    Resta motivato. Il solo modo per avere successo è di mantenersi motivati. Se lavori meglio quando sei motivato, stabilisci un premio per te stesso (anche se risolvere il problema dovrebbe essere già abbastanza come premio). Se non rispetti il piano un giorno, non lasciare che succeda di nuovo. Non allentare la concentrazione sul piano a metà solo perché stai per raggiungere l'obiettivo—continua a seguire il piano.
    • Se capisci che una cosa che stai facendo non funziona proprio, modifica il piano. Cambia una delle soluzioni che avevi trovato e usane un'altra che avevi individuato quando ci stavi pensando su.

Consigli

  • Congratulati con te stesso per i tuoi piani ed emozionati per gli obiettivi. Visualizza come cambierà la tua vita una volta raggiunti i tuoi obiettivi.
  • Appena raggiungi un obiettivo, cancellalo dal piano in modo da vedere i progressi.
  • Ricorda che pianificare significa trasformare il caos in errore- non aspettarti che, solo perché hai fatto un piano, questo funzionerà alla perfezione senza ulteriori sforzi. Il piano è solo il punto di partenza.
  • Quando aggiungi i dettagli del piano, prova a pensare a cosa potrebbe andare storto e sviluppa dei piani per quelle eventualità.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 25 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Sviluppo Personale

In altre lingue:

English: Form a Plan, Español: formar un plan, Русский: правильно планировать, Deutsch: Einen Plan aufstellen, Português: Montar um Plano, 中文: 制定一个计划, Français: établir un plan, Bahasa Indonesia: Menyusun Sebuah Rencana, Nederlands: Een plan opstellen, Čeština: Jak udělat plán

Questa pagina è stata letta 6 052 volte.
Hai trovato utile questo articolo?