Come Farsi Venire delle Buone Idee per un Corto

3 Parti:Trovare una StoriaSviluppare StorieScrivere la Sceneggiatura

Il cinema è la tua più grande passione e sogni di stare dietro la cinepresa? Se vuoi prendere in mano una telecamera e iniziare a girare un cortometraggio, prima ti serve una storia fantastica da raccontare. Imparare a dare libero sfogo al tuo lato creativo e iniziare a scrivere non deve essere una fatica immane. Scopri come trovare una bella storia e trasformarla in una sceneggiatura convincente che ti permetterà di girare un corto meraviglioso.

Parte 1
Trovare una Storia

  1. 1
    Parti da una parola, un'immagine, un oggetto. Ogni storia ha bisogno di un seme da piantare e di cui seguire la crescita. Si trasformerà in un bel cortometraggio? Forse sì, forse no. All'inizio, tutto quello che devi fare è concentrarti sulle basi di un'idea e stare a vedere dove ti porta. Ecco alcuni metodi efficaci per raccogliere le idee e cominciare a scrivere una storia.
    • Un metodo valido per creare una storia? Semplicemente, devi iniziare a scrivere. Prendi carta e penna, oppure siediti davanti al computer e imponiti di scrivere per un certo intervallo di tempo, ad esempio 10-15 minuti. Non preoccuparti della coerenza della storia o della sua eventuale validità ai fini di un buon cortometraggio. Sei solo in cerca di un'idea, per ora. Quello che scriverai potrebbe essere pura spazzatura al 99%, ma forse individuerai un piccolo frammento con il potenziale di trasformarsi in un buon racconto. Cerca di farti un'idea.
  2. 2
    Prova un esercizio lessicale. Per avere un'idea e iniziare a creare una storia, hai bisogno di uno spunto, di una scintilla. Genera una lista di immagini più o meno casuali, le prime parole che ti vengono in mente: asilo, città, posacenere, pittura a olio. Bella lista. Cerca di farti venire in mente almeno 20 parole, poi inizia a cercare dei collegamenti tra di esse. A che cosa ti fa pensare questo elenco? A una lezione pomeridiana di arte a cui partecipano i bambini di un asilo di una grande città? A una sigaretta in un posacenere che si trova nello studio di un pittore? Parti da un'immagine e lascia che la fantasia faccia il resto. Trova la storia collegando queste idee.
  3. 3
    Inizia a fare congetture per trovare idee valide. Un buon metodo per dare forma a un'idea è cominciare a immaginare scenari strani, sorprendenti o assurdi che potrebbero contribuire alla creazione di un cortometraggio grandioso. Che cosa succederebbe se il cibo disponibile fosse soltanto sotto forma di pillole? Che cosa faresti se scoprissi che tuo padre era una spia? Come reagiresti se il tuo cane iniziasse improvvisamente a parlare? Le trame e i personaggi migliori sono tutti frutto di speculazioni.
  4. 4
    Cerca dei racconti da adattare. Se vuoi creare un cortometraggio, ma sei a corto di idee, potresti adattare una storia che è stata già scritta da qualcun altro. Leggi raccolte di racconti pubblicate di recente che presentino storie caratterizzate da trame avvincenti. Cercane una che sarebbe divertente trasporre su pellicola [1].
    • In generale, sarebbe difficile adattare un romanzo per girare un cortometraggio. Cerca di concentrarti soprattutto sui racconti. Se sei in cerca di un buon esempio di storia minimalista dalla trama avvincente ed entusiasmante, dai un'occhiata a Dove stai andando, dove sei stato?, di Joyce Carol Oates.
  5. 5
    Prova a filmare la vita vera. Chi ha mai detto che un cortometraggio debba trattare solo di argomenti fittizi? Se vuoi girare un corto, potresti ispirarti al mondo che ti circonda e creare un documentario. Cerca un festival di musica in zona e chiedi al responsabile se puoi riprendere delle interviste con le band. In alternativa, prova a riprendere i tuoi amici sportivi mentre si allenano per una partita. Individua una storia interessante che si sta sviluppando proprio accanto a te e richiedi il permesso di imprimerla su pellicola.
  6. 6
    Tieni un diario dedicato ai sogni. Le attività oniriche possono offrire una valida ispirazione per un corto, specialmente se hai un debole per le stranezze e l'inspiegabile. Se vuoi cercare delle idee nei sogni, lascia che la sveglia suoni nel cuore della notte, poi apri gli occhi e annota velocemente la trama. I sogni possono essere una ricca fonte di ispirazione da cui trarre immagini, avvenimenti bizzarri e dialoghi per cortometraggi.
    • Di che cosa hai paura? Un bel sogno inquietante può essere una grande fonte di ispirazione per un corto horror. Quando scrivi la sceneggiatura e fai le riprese, prova a riprodurre le stesse sensazioni dei sogni più bizzarri. Per ispirarti, guarda la serie di cortometraggi intitolata Rabbits, di David Lynch.
  7. 7
    Ispirati alla Storia con la S maiuscola. La Storia è ricca di racconti affascinanti e spesso fantastici. Puoi anche considerare altri campi di studio, altrettanto gratificanti, come la psicologia (per sviluppare i personaggi), la geografia e via dicendo.
  8. 8
    Adatta un'idea che avevi concepito per un film dalla lunghezza classica. Non c'è motivo per cui tu non possa rielaborare dei concetti creati per un film tradizionale allo scopo di girare un cortometraggio. Potresti adeguarlo prendendo una scena, un tema o un personaggio.
  9. 9
    Descrivi l'essenza della storia. Puoi scrivere una frase composta da meno di 15 parole che definisca il concetto fondamentale e la trama del cortometraggio? Allora sei sulla strada giusta. Una volta che avrai un'idea iniziale, prova a preparare la presentazione, che non dovrebbe durare più di un breve viaggio in ascensore. Descrivi il cortometraggio nella maniera più breve e veloce possibile. Avrai così la possibilità di scrivere una sceneggiatura di alta qualità e illustrare la storia agli altri, in modo da poter ingaggiare attori e altri professionisti. Evita la vaghezza o l'astrazione, concentrati sull'ambientazione e la trama [2].
    • Ecco alcuni buoni esempi di sinossi:
      • Un ragazzino trova un piccolo alieno in un campo e lo porta a casa.
      • I bambini di un asilo iniziano a dipingere strane immagini all'uscita da scuola.
    • Ecco dei cattivi esempi di sinossi:
      • Un uomo lotta contro la depressione.
      • Gli abitanti di una cittadina si ritrovano ad affrontare una serie di eventi misteriosi.
  10. 10
    Pensa in maniera pratica. Considera quello che hai a disposizione e come potresti adoperarlo. Fai una lista di tutti gli accessori di scena, i posti e gli attori disponibili nella tua zona, e valuta come potrebbero aiutarti a creare una storia valida sin dall'inizio. Magari quel tuo amico che fa boxe tre volte alla settimana potrebbe ispirarti a realizzare una storia interessante su quel mondo [3].
    • Assicurati di poter girare il corto. Quando realizzi un film indipendente e lavori senza l'appoggio di uno studio e grandi finanziamenti, le attrezzature e i set sono scarsi. Insomma, sarà difficile girare un'opera di fantascienza nella cantina di tua madre. Assicurati di poter filmare le scene necessarie per il cortometraggio che vuoi realizzare. Esempio: vuoi fare una ripresa con gru per mostrare i paesaggi di una metropoli, il problema è che vivi in una piccola città e non hai i soldi o gli equipaggiamenti necessari per riuscirci. In una situazione del genere, sii concreto. Non avere pretese irrealistiche: lavora con quello di cui disponi.

Parte 2
Sviluppare Storie

  1. 1
    Cerca un protagonista e un antagonista. Ogni storia ha un personaggio principale e un nemico, il cui obiettivo è quello di dare luogo a un conflitto e provocare tensione. Se non sei sicuro del ruolo dei personaggi, è importante pensarci con cura per sviluppare la storia, in modo da permettere al pubblico di capire immediatamente in chi rispecchiarsi e perché [4].
    • Un protagonista è il personaggio per cui il pubblico fa il tifo, quello con cui si creano una certa empatia e connessione emotiva.
    • Un antagonista è il personaggio, la situazione o l'ambientazione che si pone in netto contrasto con il protagonista, creando tensione. Un antagonista non necessariamente deve essere un cattivo che si arriccia i baffi, può anche essere una situazione difficile o qualcosa di astratto.
  2. 2
    Trova una buona ambientazione. In un cortometraggio, questo passaggio costituisce in parte una preoccupazione pratica e in parte una preoccupazione collegata alla trama. Le buone ambientazioni creano tensione e conflitto da sole, ma difficilmente avrai la possibilità di volare fino alle Bermuda per girare una scena in spiaggia. Trova un posto in cui ambientare la storia che si adatti bene a quello che vuoi raccontare, ma che sia anche disponibile.
    • Cerca di trarre il massimo da quello che hai. Se sai che dovrai girare nella casa dei tuoi genitori, sarebbe difficile creare un film di fantascienza in giardino e in cantina. Invece, cerca di pensare a una storia che tu possa ambientare nella tua città e che avrebbe senso per il contesto. Pensa a cortometraggi che possano svilupparsi in una casa della cittadina in cui vivi. I racconti adatti alla propria ambientazione funzionano decisamente meglio.
  3. 3
    Cerca un conflitto. Le storie ne hanno bisogno per appassionare il pubblico. Che cosa attirerà l'attenzione degli spettatori e li coinvolgerà affinché seguano con interesse il cortometraggio? Che cosa vuole il protagonista? Che cosa gli impedisce di ottenerlo? Le risposte a queste domande alimentano la fonte del conflitto. Una volta che avrai contestualizzato l'idea originale, inizia a concentrarti sugli aspetti che generano il conflitto nella storia e individua il modo di sbrogliarlo.
    • Il conflitto non deve implicare una sparatoria o una lotta corpo a corpo. Non hai bisogno di elementi particolarmente drammatici per dare intensità a una storia. Essa deve infatti presentare un conflitto reale tra i personaggi e avere peso emotivo. Se un ragazzino porta a casa un alieno, in quali problemi pensi che si imbatterà? Quali rischi corre? Perché mai il pubblico si interesserebbe a un gruppo di bambini dell'asilo che dipingono?
    • Individua la storia interna e quella esterna. Le azioni concrete rappresentano la storia esterna: un personaggio fa qualcosa e ciò ha delle conseguenze. Un cortometraggio diventa però avvincente grazie alla storia interna. Come cambia il personaggio in seguito alle sue azioni? Che cosa significano per lui? Un buon corto, o qualsiasi altro tipo di storia, deve avere entrambi questi elementi, che dovrebbero verificarsi simultaneamente.
  4. 4
    Scrivi una storia semplice. Limita il più possibile il raggio della storia. Girare un cortometraggio significa raccontare una storia ridotta all'osso, un racconto, non un romanzo. Questo non vuol dire che il corto non possa essere ambizioso e poco convenzionale, ma bisogna lavorare con un numero limitato di elementi, personaggi e scene per ottenere un buon risultato.
    • In alternativa, potrebbe essere divertente accogliere la sfida di girare una storia particolarmente lunga o complicata condensandola in un cortometraggio. Se Guerra e pace venisse trasformato in un corto di 10 minuti, come sarebbe il risultato finale? Con le attrezzature che hai a disposizione, come comprimeresti in 10 minuti tutti e 6 i film della saga di Guerre stellari? Come ci riusciresti?
  5. 5
    Stai attento ai cliché più comuni collegati ai cortometraggi. Come succede con qualsiasi forma d'arte, il mondo dei cortometraggi non è esente di idee strausate e storie stereotipate. Se non ne hai mai girato uno prima d'ora, avrai un netto vantaggio competitivo evitando certi elementi [5]. Ecco i cliché da cui tenerti alla larga:
    • Un personaggio è solo, si specchia, parla a sé stesso e si suicida.
    • I generi inflazionati nei cortometraggi, come il noir e il genere gangster.
    • Qualsiasi storia che implichi l'intervento di un sicario.
    • Due personaggi che discutono di un argomento, per poi scoprire che in realtà si tratta di un unico personaggio, affetto dal disturbo di personalità multipla.
    • Un cortometraggio che inizia con la telecamera puntata su una sveglia che suona e con il protagonista che si alza dal letto.
  6. 6
    Il cortometraggio non dovrebbe avere una durata superiore ai 10 minuti. Girare un film è estremamente difficile, di qualunque lunghezza sia. Fai in modo che il corto sia il più breve possibile, soprattutto se sei agli inizi. Girare un cortometraggio di alta qualità, carico di tensione, drammatico e avvincente dalla durata di 3 minuti è una vera e propria impresa. Prima di poter produrre un capolavoro di genere gangster dalla durata di 45 minuti con una sparatoria al rallentatore, impara a girare buoni cortometraggi.
  7. 7
    Guarda dei cortometraggi. Prima di entrare nel mondo del cinema, devi vedere numerosi film e corti. Proprio come non dovresti provare a scrivere un romanzo senza sapere da dove iniziare, prima di metterti all'opera è importante capire i meccanismi dei cortometraggi e di quello che ti serve per creare un buon lavoro. Un corto non è solo una versione più breve di un film tradizionale: è un mezzo unico e a se stante, con diversi trucchi e tecniche. Guardane alcuni prima di realizzarne uno tutto tuo.
    • YouTube e Vimeo sono ottime fonti per trovare cortometraggi, sia buoni che cattivi. Informati per sapere se nella tua zona vengono organizzati festival (è più comune nelle città più grandi) per guardare dei corti recenti.
    • Anche i video musicali rappresentano una tipologia interessante di cortometraggi con cui probabilmente hai già familiarità. Guarda attentamente i tuoi videoclip preferiti per capirne la composizione e studiarli da vicino. Dai un'occhiata a quelli di Spike Jonze, Hype Williams e Michel Gondry, veri maestri contemporanei di questa arte.

Parte 3
Scrivere la Sceneggiatura

  1. 1
    Disegna dei bozzetti per rappresentare graficamente la storia. Lo schema visivo del cortometraggio non deve essere formale o suddiviso in vignette numerate (anche se puoi farlo in questo modo, se lo preferisci). Le storyboard solitamente ti aiutano a farti un'idea delle riprese che dovrai realizzare successivamente, e ti offrono una rappresentazione visiva in stile fumetto mentre scrivi il cortometraggio. Fai un bozzetto veloce di quello che succederà concretamente nella storia e dei dialoghi basilari.
    • Il cinema è un mezzo visivo che permette di raccontare storie, quindi non basarti unicamente sui dialoghi, per farlo. Nei racconti di qualità, la storyboard deve indicare esplicitamente la storia esterna, mentre quella interna dovrebbe essere implicita.
  2. 2
    Scrivi una sceneggiatura. Quando avrai definito gli elementi di base della storia e ne sarai soddisfatto, puoi occuparti di tutto il resto realizzando una sceneggiatura precisa, con tutti i dialoghi e le indicazioni di scena che vuoi includere nel cortometraggio. Cerca di renderla il più specifica possibile, in modo che anche una persona esterna sia in grado di girare il corto e vedere quello che vedi tu.
  3. 3
    Lasciati sorprendere. Probabilmente ti sei fatto un'idea della direzione che vuoi dare alla storia, ma, mentre la scrivi, cerca di lasciare spazio alle sorprese. Se ti fissi su un percorso specifico per il cortometraggio, potrebbe risultare poco sorprendente e piuttosto banale anche per il pubblico. Durante la fase di scrittura, cerca di percorrere nuovi cammini, anche se non ne sei sicuro. Lascia che succedano degli incidenti felici e seguili per arrivare ad altre conclusioni, più interessanti. È così che vengono scritte le storie più belle.
    • Francis Ford Coppola ha girato il sequel de I ragazzi della 56ª strada, intitolato Rusty il selvaggio, scrivendo gradualmente la sceneggiatura. Infatti, scriveva le scene poco prima che venissero girate. Nessun attore aveva la più pallida idea di che cosa sarebbe successo, e questo dava un tocco spontaneo e sperimentale al film.
  4. 4
    Richiedi critiche costruttive. Una volta che avrai scritto la sceneggiatura, mostrala ad amici o a persone che condividono il tuo amore per il cinema e che siano in grado di muoverti delle critiche costruttive. Ascoltale e cerca di correggere il più possibile la sceneggiatura. Alcuni cineasti ci lavorano per anni, e poi la produzione stessa dura diversi altri anni. Non a caso fare un film è un processo lungo.
    • Cerca di mostrare la sceneggiatura anche a potenziali collaboratori, ovvero attori, produttori e possibili registi. Proponila a persone in grado di aiutarti.
  5. 5
    Conserva le idee in una cartella. Non tutte le idee funzioneranno per un certo cortometraggio. Crea una cartella in cui riporre quelle che non usi e lasciare che si trasformino in sceneggiature future. Alcuni cineasti hanno un'idea e non la convertono in un film per decenni. Si è discusso della possibilità di girare Gangs of New York di Scorsese per più di 30 anni. Metti da parte le idee per quei momenti in cui potrai lavorarci su. Organizza questi piccoli abbozzi in base ai seguenti criteri:
    • Personaggi.
    • Ambientazioni.
    • Trame.
    • Struttura.

Consigli

  • Crea una cartella per conservare le idee per i film.
  • La storia dovrebbe essere semplice.
  • Sebbene il cortometraggio sia un mezzo visivo, dovresti pensare al suo collegamento con l'aspetto sonoro.
  • Sii paziente. Non è facile trovare buone idee. Prova e riprova.
  • I cortometraggi di animazione sono i film dal budget più basso che ci sia e sono facili da creare individualmente. Puoi usare Blender, un software per animazione completamente gratuito.
  • Se hai bisogno di attori, chiama i tuoi amici, affiggi dei volantini per le audizioni o cercali online.
  • Divertiti. Chiedi ai tuoi amici di recitare, usa una sedia da regista e parla con un megafono. Anche questo è parte del divertimento.
  • Definisci i ruoli dei personaggi e non cambiarli.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Film Making

In altre lingue:

English: Get Ideas for a Short Film, Español: conseguir buenas ideas para un cortometraje, Português: Ter Ideias Para um Curta Metragem, Русский: найти идеи для короткометражного фильма, Deutsch: Ideen für einen Kurzfilm bekommen, Français: avoir des idées pour réaliser un court métrage, Bahasa Indonesia: Mendapat Ide Untuk Film Pendek

Questa pagina è stata letta 13 997 volte.

Hai trovato utile questo articolo?