Come Farsi Voler Bene dal Proprio Pappagallo

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

In questo Articolo:Fare Conoscenza con il PappagalloAddestrare il Pappagallo con la ManoInteragire col PappagalloPrendersi Cura del Pappagallo15 Riferimenti

A volte può essere difficile stabilire un solido legame con un pappagallo (chiamato anche "parrocchetto"), ma con un po' di pazienza è possibile arrivarci. In realtà, se gli dedichi il tempo necessario affinché impari a sentirsi a proprio agio in tua presenza, riuscirai a creare un vero e proprio rapporto affettivo. Segui le indicazioni di questo articolo e il tuo uccellino ricambierà la tua amicizia in pochissimo tempo.

Parte 1
Fare Conoscenza con il Pappagallo

  1. 1
    Mettilo a proprio agio. La gabbia è un luogo sicuro per il tuo uccellino, ma dovrai integrarlo bene in famiglia affinché si abitui a vedere e sentire le persone. Assicurati, tuttavia, che riesca a riposare all'interno della gabbia: i pappagallini hanno bisogno di dormire 10-12 ore al giorno.[1]
    • Copri la gabbia quando dorme. In questo modo gli impedirai di vedere e limiterai le correnti d'aria. Assicurati, inoltre, che nessun rumore forte lo spaventi mentre sta riposando.
  2. 2
    Avvicinati al tuo pappagallo. Una volta che sembrerà più a proprio agio nella gabbia che gli hai preparato, e soprattutto nel punto in cui verrà regolarmente circondato dalla presenza di altre persone della casa, comincia ad avvicinarti a lui ogni giorno. Muoviti lentamente quando ti accosti, in modo da non spaventarlo.[2]
    • Parlagli a bassa voce quando sei vicino alla gabbia, evitando di fare movimenti bruschi.
    • Passa molto tempo vicino alla gabbia: più lo farai, meglio sarà. Il tuo uccellino avvertirà la tua presenza. Sostanzialmente rappresenti lo stormo con cui passerebbe tutto il proprio tempo se vivesse all'aperto, quindi più tempo stai con lui, meglio è.
  3. 3
    Comincia posando delicatamente la mano sopra o vicino la gabbia nel punto in cui si trova il pappagallo.[3] Se si allontana, non spostare la mano; piuttosto, lasciala lì e parla con lui oppure leggi un libro o qualcos'altro. L'importante è abituare l'uccellino alla vicinanza delle mani e alla tua presenza, senza spaventarlo.

Parte 2
Addestrare il Pappagallo con la Mano

  1. 1
    Avvicinati al pappagallino introducendo una mano nella gabbia. Una volta che non si sposterà più alla vista della mano, è tempo di fare lo stesso all'interno della gabbia. Inseriscila, lasciandola immobile per qualche istante.[4] Questo espediente è efficace soprattutto se vuoi dargli un bocconcino, come per esempio qualche chicco di miglio. Porgendogli qualcosa da mangiare riuscirai a guadagnare la sua fiducia.
    • Man mano che passa il tempo, sposta la mano sempre più vicino all'uccellino. È probabile che cominci ad accettare i bocconcini che gli offri.
    • Se lo spingi a occupare un posto da cui non ha la possibilità di raggiungere col becco quello che hai in mano, magari quando è appoggiato sul trespolo o aggrappato alle sbarre della gabbia, probabilmente si convincerà a saltare sulla mano per prendere la sua ricompensa.
  2. 2
    Fai appollaiare il pappagallo su un dito. Dopo un po' che gli avrai permesso di mangiare dalla mano, cerca di farlo poggiare su un dito senza offrirgli del cibo, avvicinando lentamente la mano verso di lui e spingendolo alla base dell'addome, vicino alle zampe.
    • Forse salterà subito sul dito, ma continua a provare, senza avvilirlo. Dagli un po' di tempo tra un tentativo e l'altro e continua a muoverti lentamente. Se sarai paziente, nel corso del tempo inizierà a salire spontaneamente sul tuo dito.[5]
  3. 3
    Porta il pappagallino fuori dalla gabbia. La fase successiva di questo addestramento consiste nel portare fuori della gabbia l'uccellino mentre resta appollaiato sulla mano. Dato che si sente protetto all'interno del suo spazio, potrebbe scendere dalla mano vicino all'uscita. Tuttavia continua a provare, proprio come hai fatto quando lo incoraggiavi a mangiare dalla mano o a poggiarsi sul dito. Alla fine si fiderà abbastanza da uscire dalla gabbia accompagnato dalla tua mano.

Parte 3
Interagire col Pappagallo

  1. 1
    Parla a lungo col tuo uccellino. Ogni volta che gli passi vicino, fermati un minuto a parlare con lui. Se ripeti le stesse frasi o gli stessi rumori (come un fischio) quando sei intento a chiacchierare con lui, potrebbe anche cominciare a fare altrettanto. I pappagalli riescono a imitare i suoni proprio come altri uccelli da compagnia.[6]
    • Parlandogli, lo incoraggerai anche a darti la sua fiducia, tanto da farlo diventare un pappagallino affettuoso.[7]
  2. 2
    Prova ad accarezzarlo. Talvolta i pappagallini si puliscono a vicenda e, dal momento che fai parte del suo stormo, potrebbe apprezzare quando lo accarezzi delicatamente sulle piume in punti diversi.[8] Prova a grattarlo dolcemente sulla testa, a sfiorargli la schiena o a massaggiarlo sull'addome.
  3. 3
    Ricorda sempre di maneggiarlo con attenzione. I pappagallini sono animali piccoli e molto delicati.[9] Se lo tocchi dolcemente, guadagnerai ancor di più la sua fiducia e riuscirai a instaurare un legame affettivo.
    • Non colpirlo e non trattarlo brutalmente.
    • Non baciarlo sul becco o altrove; la saliva umana, anche in piccole quantità, è tossica per questi uccellini.

Parte 4
Prendersi Cura del Pappagallo

  1. 1
    Offri al tuo pappagallino un'alimentazione variegata, che comprenda anche la carne.[10] Un uccellino sazio è un uccellino felice, soprattutto quando non si annoia di ciò che mangia. Dagli semi, mangime in pellet, frutta e verdura.[11]
    • Inizia con alimenti in pellet naturali che non contengono coloranti o zuccheri aggiunti.
    • Dagli i semi a parte, non mescolati con il cibo in pellet.
    • Alcuni alimenti vanno evitati, come avocado, melanzane, funghi e cipolle.[12]
  2. 2
    Riempilo di giochi. Il pappagallo adora giocare, quindi, se soddisfi questa sua esigenza, lo renderai un animale felice e amorevole. Procuragli oggetti luccicanti, altalene, anelli, campanelli e così via.[13]
  3. 3
    Tieni la gabbia pulita. Il pappagallo è un animale che apprezza la pulizia esattamente come tutti noi. La differenza è che vive in prossimità dei suoi rifiuti. Pertanto, mantenendo pulito il suo ambiente, gli permetterai di ridurre il contatto con i suoi escrementi ed essere un uccellino bello e in salute.[14]
    • Procurati un posatoio adatto al tuo pappagallo. Un posatoio munito di bracci di varie lunghezze, come i rami di un albero vero, dà al tuo uccellino la possibilità di muoversi. In questo modo, l'attività fisica che farà all'interno della gabbia andrà ad aggiungersi a quella che potrà fare all'esterno.[15]

Avvertenze

  • Evita di indossare i guanti quando maneggi il tuo pappagallo. Gli uccelli hanno istintivamente paura delle mani e i guanti non fanno altro che imitarne la forma, aumentandone le dimensioni. In questo modo spingerai il tuo uccellino a non fidarsi più di te.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.

Categorie: Uccelli

In altre lingue:

English: Teach Your Parakeet to Love You, Español: ganarte el afecto de tu periquito, Русский: научить волнистого попугая любить хозяина, Português: Fazer com que seu Periquito Ame Você, Deutsch: So liebt dich dein Sittich, Français: se faire aimer d'une perruche, Bahasa Indonesia: Mengajari Burung Parkit untuk Mencintai Anda, Nederlands: Je parkiet leren om van je te houden, 中文: 教你的鹦鹉爱你, العربية: تعليم ببغاءك أن يحبك, Čeština: Jak přimět andulku, aby vás měla ráda, ไทย: สอนนกแก้วให้รักคุณ, Tiếng Việt: Khiến vẹt đuôi dài yêu mến bạn, 한국어: 잉꼬가 당신을 사랑하게 하는 방법

Questa pagina è stata letta 14 117 volte.
Hai trovato utile questo articolo?